Insoddisfazione per il proprio parto (Birth Trauma)

Pagina 1 di 4 1, 2, 3, 4  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Insoddisfazione per il proprio parto (Birth Trauma)

Messaggio Da angelmoon il Mar Giu 29, 2010 8:00 am

Lo so è strano ma nonostante il periodo felice che sto vivendo  ho bisogno di scrivere anche io in questo topic…….premetto che so di dover ringraziare Dio perché mio figlio ed io stiamo bene ed è quello che conta maggiormente almeno razionalmente so che è così ma sto male lo stesso anzi in certi momenti sto malissimo…..il motivo anzi i motivi……perché ho dovuto subire il cesareo (vedi racconto nel topic è nato Raffaele) e perché non mi è arrivata la montata lattea (pensare che io avrei voluto allattare fino ai 2 anni di età) lo so che i veri problemi non sono questi, ma io sto male lo stesso mi sento meno donna e meno madre…….vi prego non prendetemi per stupida…..scusate per lo sfogo……
avatar
angelmoon

Numero di messaggi : 998
Età : 41
Data d'iscrizione : 04.04.09

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Insoddisfazione per il proprio parto (Birth Trauma)

Messaggio Da Ellyy il Mar Giu 29, 2010 8:20 am

Angel... innanzitutto, non sentirti una stupida, o una donna-mamma di serie B, solo per questi motivi. Io ti capisco, tantissimo, perchè anch'io ho avuto sempre problemi con l'allattamento... e, soprattutto con le mie prime due figlie, ho vissuto questa cosa con molti sensi di colpa ed inadeguatezza. Ma succede, e non così raramernte. Poi, a livello emotivo ed ormonale, sei in una fase delicatissima! Hai fatto bene a scriverci, non tenerti dentro questo disagio e questo senso di tristezza, ma affrontalo ed esternalo il più serenamente possibile. Parlane anche con tuo marito, se già non lo hai fatto, e coinvolgilo il più possibile nella vita tua e di Raffaele. Intanto, ti abbraccio forte forte, e ti rimando, se queste sensazioni dovessero permanere, al topic "depressione post-partum", nel Nido. I love you
avatar
Ellyy

Numero di messaggi : 2159
Età : 39
Località : Cento (FE)
Data d'iscrizione : 31.01.09

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Insoddisfazione per il proprio parto (Birth Trauma)

Messaggio Da angelmoon il Mar Giu 29, 2010 9:06 am

Grazie tantissmo Elly, si con mio marito ne ho parlato anche perchè noi condividiamo tutto infatti lui è conivolto totalmente nella vita di Raffaele e non glielo chiesto io
avatar
angelmoon

Numero di messaggi : 998
Età : 41
Data d'iscrizione : 04.04.09

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Insoddisfazione per il proprio parto (Birth Trauma)

Messaggio Da Elisabetta il Mar Giu 29, 2010 9:16 am

no angel!!!
al corso preparto (ostetrica, pediatra e anche il ginecologo) hanno spiegato che l'allattamento è importantissimo, ma se una mamma non ha latte non deve farsi problemi!!! e non sentirti una mamma diversa... sei un'ottima mamma ne sono certa! non farti paranoie!!!
per il cesareo purtroppo capita... ma pensa che almeno così non hai fatto soffrire il tuo piccino!!!
su su su angel! un abbraccio
avatar
Elisabetta

Numero di messaggi : 977
Età : 37
Data d'iscrizione : 05.02.09

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Insoddisfazione per il proprio parto (Birth Trauma)

Messaggio Da Rossana il Mar Giu 29, 2010 9:36 am

Angel non scusarti per lo sfogo, come dici tu stessa, sai bene che i problemi sono altri......ma dopo il parto noi donne entriamo in un terreno minato, dove sentimenti e ormoni fanno a pugni con gioia e razionalità!!!! non stupirti di sentire sentimenti contrastanti, ma sfogali ..... vedrai che saranno pesanti!

pensa che io ero entrata in crisi perchè il mio latte non bastava e dovevo darle 1 aggiunta la sera, certo è una stupidata, ma a me sembrava fosse crollato tutto!!!!

ti abbraccio e vedrai che pian piano tutto si sistema!!!!!!! un bacio
avatar
Rossana

Numero di messaggi : 1125
Età : 40
Data d'iscrizione : 02.03.10

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Insoddisfazione per il proprio parto (Birth Trauma)

Messaggio Da June il Mar Giu 29, 2010 2:06 pm

Angel bella, il cesareo è stata una scelta che ha salvaguardato la tua salute ma soprattutto quella di Raffaele! Quindi non devi farti una colpa né dell'operazione né dei suoi effetti collaterali come la mancanza di latte. Sono cose trascurabili rispetto al benessere di mamma e piccolino! Adesso ti sembra tutto più nero perché la tempesta ormonale del dopoparto si fa sentire (era dall'adolescenza che non ne sperimentavi una così grossa!), quindi chiedi a tuo marito ed ai tuoi affetti tutto l'aiuto di cui senti il bisogno e non tenerti dentro nessun pensieraccio: buttali fuori appena vengono!
Come diceva il Piccolo Principe, le piante infestanti vanno sradicate da piccole, se trascurate invadono il pianeta.
Tu e il tuo cucciolo siete preziosissimi! Vi abbraccio tutti e due! I love you
avatar
June

Numero di messaggi : 2034
Età : 38
Data d'iscrizione : 02.08.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Insoddisfazione per il proprio parto (Birth Trauma)

Messaggio Da ranavalentina il Mar Giu 29, 2010 2:09 pm

Angel ti mando un abbraccio! Lo capisco, anche a me prenderebbe male dopo tante aspettative non avere latte ma tutto quello di cui ha bisogno il tuo piccino è l'amore dei suoi genitori e sono sicura che voi siete lì per lui, un biberon dato con amore vale quanto una poppata! Un bacione!
avatar
ranavalentina

Numero di messaggi : 4585
Età : 34
Località : Liguria/Lombardia
Data d'iscrizione : 27.05.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Insoddisfazione per il proprio parto (Birth Trauma)

Messaggio Da sea il Mar Giu 29, 2010 2:11 pm

Angel, penso che la tua crisi sia comprensibile, io già da adesso mi chiedo se sarò in grado di essere una buona madre e mi ritrovo perennemente in crisi. A noi la psicologa al corso pre-parto ci ha detto che il nostro obbiettivo dev'essere quello di essere delle madri "sufficientemente" brave, e questo non significa avere delle aspettative idilliache. Anche io mi sto facendo il mio ideale film in testa, ma alla fine sono certa che vivrò tutto un altro film e non per questo amerò meno mia figlia e lei si sentirà meno amata da me.
Quello di cui il tuo Raffaele ha bisogno è del tuo amore e basta, hai dovuto subire in cesareo? Pace, pensa che l'hai portato per 9 mesi con amore nel tuo grembo e non è il cesareo che fa di te una mamma di serie B. Anche io ci terrei tanto ad avere una parto da "manuale"...ma mi sto preparando anche al fatto che potrebbe non essere così...e allora se non sarà così avrò amato di meno mia figlia? Assolutamente no e poi no!!!! Stesso discorso per l'allattamento, anche io ci tengo tantissimo, ma è un terreno così delicato che potrebbe sfuggirmi tutto di mano, ma spero di non sentirmi meno mamma per questo, se mi dovesse capitare.
L'importante è provarci, poi se la realtà non coincide con l'idillio non importa...il tuo bimbo sta già vivendo il suo idillio, perchè ti adora, e perchè per lui tu sei la sua mamma perfetta, insostituibile I love you
avatar
sea

Numero di messaggi : 5451
Età : 40
Data d'iscrizione : 19.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Insoddisfazione per il proprio parto (Birth Trauma)

Messaggio Da angelmoon il Mar Giu 29, 2010 6:36 pm

Ragazze vi ringrazio tantissimo per il conforto che mi state dando
avatar
angelmoon

Numero di messaggi : 998
Età : 41
Data d'iscrizione : 04.04.09

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Insoddisfazione per il proprio parto (Birth Trauma)

Messaggio Da valinav il Mar Giu 29, 2010 6:58 pm

su cara Angelmoon non essere triste...cerca di razionalizzare che quello che importa e' solo l'amore che tu hai per il tuo cucciolo e quello che lui ha per te...stai serena , assapora questi momenti che sono bellissimi e irripetibili e non farti condizionare da schemi mentali che ci facciamo noi stesse ... non esiste una regola , una formula per essere una buona madre...
ti abbraccio..
avatar
valinav

Numero di messaggi : 262
Età : 38
Data d'iscrizione : 10.06.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Insoddisfazione per il proprio parto (Birth Trauma)

Messaggio Da mononoke il Ven Lug 02, 2010 1:08 pm

ciao cara
abbi pazienza, sarò un po' fuori dal coro
io penso che tu stia facendo del tuo meglio per essere una buona mamma, e ed è naturalmente quanto di meglio puoi offrire al tuo bimbo
però non penso che le tue crisi siano da trascurare
sono normali, fisiologiche direi
e non sono cose poco importanti
sapessi quante donne dopo un cesareo si sentono esattamente come te ...
forse contattarle e sapere che percorso di 'guarigione' hanno fatto ti farebbe stare meglio, il forum di partonaturale è nato proprio per questo, per darsi mutuo aiuto tra donne, che quasi mai siamo sostenute nel partorire nell'allattare e nell'essere madri (intendo dalla società, se il tuo compagno ti fa da spalla è fantastico I love you ) se volessi farci un giro, te lo consiglio, troveresti tanto sostegno
se vuoi e ti interessa c'è anche un bel libro di Ivana Arena che si chiama 'dopo un cesareo' e parla proprio delle cose che dici tu
è questo http://www.bonomieditore.it/arena.html
che come vedi sono problemi comuni a tante donne sensibili e ti serviranno per crescere ancora di più insieme al tuo piccolo
poi ce ne sono in inglese conosco per certo silent knife, ma non l'ho letto
se mi trovi invadente ti chiedo scusa
un grande abbraccio
avatar
mononoke

Numero di messaggi : 1466
Età : 38
Data d'iscrizione : 16.06.10

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Insoddisfazione per il proprio parto (Birth Trauma)

Messaggio Da angelmoon il Ven Lug 02, 2010 1:31 pm

No non sei invadente....anzi grazie per gli indirizzi che mi hai dato ci farò un giro
avatar
angelmoon

Numero di messaggi : 998
Età : 41
Data d'iscrizione : 04.04.09

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Insoddisfazione per il proprio parto (Birth Trauma)

Messaggio Da Elisabetta il Mer Lug 21, 2010 4:26 pm

come va angel??? stai meglio???
avatar
Elisabetta

Numero di messaggi : 977
Età : 37
Data d'iscrizione : 05.02.09

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Insoddisfazione per il proprio parto (Birth Trauma)

Messaggio Da angelmoon il Mer Lug 21, 2010 4:37 pm

Un po si ma so che ci vorrà un bel po di tempo per digerire tutto........pazienza
avatar
angelmoon

Numero di messaggi : 998
Età : 41
Data d'iscrizione : 04.04.09

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Insoddisfazione per il proprio parto (Birth Trauma)

Messaggio Da sea il Mer Lug 21, 2010 4:43 pm

Angel, anche a me stava per andare male l'allattamento, per colpa del fatto che Chiara è stata ricoverata per l'ittero e quelle cretine di infermiere della neonatologia dicevano che avevo poco latte e che lei doveva mangiare e le davano le aggiunte contro la mia volontà. Alla fine mi stava andando via il latte, mi sono fatta tanti di quei pianti....ora ho un pò recuperato, attacco spessissimo la bimba, ma non lo so se sono fuori dal tunnel...perciò ti capisco e ti abbraccio tantissimo.
avatar
sea

Numero di messaggi : 5451
Età : 40
Data d'iscrizione : 19.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Insoddisfazione per il proprio parto (Birth Trauma)

Messaggio Da angelmoon il Mer Lug 21, 2010 4:45 pm

Grazie sea
avatar
angelmoon

Numero di messaggi : 998
Età : 41
Data d'iscrizione : 04.04.09

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Insoddisfazione per il proprio parto (Birth Trauma)

Messaggio Da angelmoon il Ven Ott 22, 2010 8:58 am

up!
avatar
angelmoon

Numero di messaggi : 998
Età : 41
Data d'iscrizione : 04.04.09

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Insoddisfazione per il proprio parto (Birth Trauma)

Messaggio Da valinav il Sab Ott 23, 2010 8:11 pm

bene ! deduco cara che tu ora stia bene ! meno male ! un bacioooo
avatar
valinav

Numero di messaggi : 262
Età : 38
Data d'iscrizione : 10.06.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Insoddisfazione per il proprio parto (Birth Trauma)

Messaggio Da angelmoon il Dom Ott 24, 2010 9:32 am

Per fortuna sto meglio........ma il "vuoto" per la mancanza del parto naturale è rimasto......ho solo imparato ad accettarlo cher non è poco
avatar
angelmoon

Numero di messaggi : 998
Età : 41
Data d'iscrizione : 04.04.09

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Insoddisfazione per il proprio parto (Birth Trauma)

Messaggio Da valinav il Dom Ott 24, 2010 3:37 pm

non ci pensare piu'....e' andata...
avatar
valinav

Numero di messaggi : 262
Età : 38
Data d'iscrizione : 10.06.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Insoddisfazione per il proprio parto (Birth Trauma)

Messaggio Da Panicqueen il Dom Ott 24, 2010 5:50 pm

In generale, non è proprio una buona idea dire "non ci pensare più", "che vuoi che sia", "è andata/doveva andare così".
Se una cosa è motivo di disagio, lo è. Anche se era necessaria, indispensabile, inevitabile, non significa che non porti con sé anche dei sentimenti negativi al riguardo. Anche la morte è inevitabile, ma crea lo stesso un disagio, che va prima di tutto RISPETTATO.

Chiedere a chi soffre di allontanarsi più in fretta possibile dal suo disagio aggiunge solo danno al danno, perché è come dirle che sta "sbagliando" a provare questi sentimenti, mentre invece ne ha tutto il diritto, e la si fa sentire ancora più sola.

Viviamo in una cultura iper-medicalizzata e per niente attenta ai bisogni psicologici che il parto porta con sé, prima, durante e dopo, ma questo non fa magicamente scomparire questi bisogni.
In particolare, aver subìto un tipo di parto diverso da quello desiderato porta con sé una forma di lutto, il lutto di un'aspettativa, che per alcune donne è molto importante per il loro passaggio alla maternità e l'acquisizione del proprio ruolo genitoriale.
Molte donne dopo un cesareo riferiscono l'insoddisfazione di non aver portato personalmente il proprio figlio alla luce, si sentono defraudate di un'esperienza che per loro era parte integrante del generare. Gli animali, addirittura, spesso arrivano persino a non riconoscere e rifiutare la propria prole, quando nata con cesareo.

Non è affatto automatico che, in un modo o l'altro si partorisca, il risultato sia lo stesso, a livello psicologico. Da notare che anche un parto vaginale può essere traumatico per una donna, tutto sta nel modo in cui le sue aspettative sono rispettate e nella qualità dell'assistenza che le vengono offerti (che non sono mai per scontate).
Un'esperienza negativa del parto può provocare il Disturbo Post-Traumatico da Stress, e la frequenza con cui questo accade è tutto meno che bassa.

E' importante quindi prima di tutto riconoscere, ascoltare e rispettare queste voci, in una società che guarda solo al prodotto finale ("hai un bambino sano? di che ti lamenti?") e neanche per intero, visto che una madre con un disagio è una madre per la quale le sfide dell'accudimento sono molto più alte, con tutte le possibili conseguenze annesse.

Fortunatamente oggi esistono diverse associazioni che si occupano di accogliere questi disagi e di educare e preparare le donne che hanno subito un "trauma da parto". Una molto dedita è la Birth Trauma Association inglese, che riporta soprattutto molte evidenze scientifiche a riguardo e linee guida per gli operatori
http://www.birthtraumaassociation.org.uk/

_________________
Jessica Borgogni
Fertility Educator
Metodo Ladyfertility per la Fertilità Consapevole™
Contraccezione naturale sicura, Ricerca di gravidanza e Salute riproduttiva


I miei grafici di fertilità: http://www.fertilityfriend.com/home/1db1de

Segui tutte le novità di Ladyfertility anche su Facebook
avatar
Panicqueen
Admin

Numero di messaggi : 31198
Età : 33
Data d'iscrizione : 12.04.08

Vedi il profilo dell'utente http://www.ladyfertility.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Insoddisfazione per il proprio parto (Birth Trauma)

Messaggio Da angelmoon il Dom Ott 24, 2010 9:36 pm

Sai PQ all'inizio quando mi sentivo dire le solite frasette fatte di che ti lamenti ecc.......erano delle vere e proprie pugnalate..........poi ho capito che a generare quelle frasi non era cativeria ma solo kili e kili di ignoranza e quindi il mio motto è stato "non ti curar di loro ma guarda e passa"......se il cesareo si può oaragonare a un lutto credo di averlo elaborato......cmq un po di "amaro in bocca" non so come spiegarmi meglio mio è rimasto ma è sopportabilissimo e credo che sia pure normale
avatar
angelmoon

Numero di messaggi : 998
Età : 41
Data d'iscrizione : 04.04.09

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Insoddisfazione per il proprio parto (Birth Trauma)

Messaggio Da nike il Mar Gen 11, 2011 3:30 pm

Up per Bluce!
avatar
nike

Numero di messaggi : 5592
Età : 45
Località : Toscana
Data d'iscrizione : 11.06.09

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Insoddisfazione per il proprio parto (Birth Trauma)

Messaggio Da bluce il Mer Gen 19, 2011 2:23 pm

eccomi, è da parecchio che voglio raccontarvi com'è nata Viola ma ripercorrere quei momenti è difficile..Come potete immaginare è stato un parto molto traumatico, soprattutto a livello psicologico.
Allora, come sapete l'ultima settimana del 2010 l'ho passata avanti ed indietro dall'ospedale a casa per controllare il liquido amniotico che un giorno era tanto ed il giorno dopo scarseggiava (inizio a pensare che la variabile fosse il medico che eseguiva l'ecografia), quindi ogni giorno mi facevo le mie 2-3 orette di ospedale tra ecografia, tracciato, aspetta il medico, etc.. Comunque il 31 dicembre all'1 di notte mi sveglio con contrazioni non fortissime, ma che comunque non mi fanno dormire..forse anche un po' per l'emozione. Mi alzo e scopro di avere perso il tappo mucoso..mi faccio una doccia per vedere se passano e mi metto a cronometrare, le contrazioni arrivano ogni 5 minuti, sono assolutamente sopportabili..telefono in ospedale per chiedere cosa devo faree mi dicono di andare a farmi vedere. Alle 6 di mattina perciò vado: tracciato, ecografia, visita. Collo ancora chiuso, contrazioni non ancora "definitive" ma comunque fanno pensare che a breve qualcosa si muoverà, liquido ai limiti inferiori della norma. Il ginecologo di turno mi propone l'induzione, me la butta lì come se fosse una scelta mia..,mi dice che una settimana che vado avanti ed indietro, che ormai ci siamo, che il liquido è un po' scarsino e meglio evitare rischi..insomma se voglio si pu far nascere Viola..Io ho qualche dubbio ma lui mi dice che non ci sono rischi, di fidarmi, etc..etc..Quindi a mezzogiorno del 31 mi ricoverano e mi inducono con il Propes, una fettuccia che mi mettono intorno al collo dell'utero che rilascia prostalandine.
Verso le 6 del pomeriggio iniziano contrazioni più forti, sempre ogni 5 minuti, mi visitano ma il collo è ancora chiuso. Alle 7 c'è il cambio turno: è la sera di capodanno, in reparto ci sono solo io adover partorire, in servizio restano un'ostetrica sola e un ginecologo giovane che la terza notte di fila che di guardia..L'ostetrica non mi piace per nulla, e io non piaccio a lei, è anziana e palesemente non ha nessuna voglia di essere lì. Io quindi verso le 8 vengo parcheggiata in sala travaglio insieme al mio compagno, e nessuno si fa più vedere..le infermiere del nido sono insieme all'ostetrica e al ginecologo in uno stanzino a festeggiare, e quando chiedo di fare la doccia, o quando chiedo di essere visitata perchè ho male le risposte dall'ostetrica sono sempre molto scocciate. Io intanto ho dolori fortissimi, anche ogni 2 minuti, ad un certo punto inizio anche a vomitare..il mio compagno chiama l'ostetrica che viene a mettermi il tracciato, ma lo posiziona male perch non rileva contrazioni, lei non mi ascolta e dice che non è possibileche io abbia male perchè non ho contrazioni e di mettermi a dormire e di starmene tranquilla a letto. Io non riesco a stare in nessuna posizione, piango e urlo e il dolore mi spezza in due, verso l'1 di notte del primo gennaio arriva il ginecologo, mi visita ed io ho ancora il collo chiuso..mi fanno due fiale di Spasmex perchè ho contrazioni molto forti (dovute alla mia agitazione, mi dicono No ) che non mi fanno assolutamnente nulla..
Io continuo a stare malissimo, sono sola, l'ostetrica va a dormire e mi nega la doccia perchè ne ho già fatte due, continua a dirmi che mi lamento troppo e che non è vero che sto così male..dice al mio compagno di non lasciarmi alzare dal letto. Io non ho praticamente periodo di riposo tra una contrazione e l'altra, ormai non riesco più a rilassare i muscoli e sono come un animale in gabbia, vomito per il dolore e sono davvero convinta di morire, e che nessuno se ne stia rendendo conto. Verso le 5.30 di mattina non ce la faccio più, ormai sono 2 giorni che non dormo, esco nel corridoio piangendo e chiamando l'ostetrica, lei esce arrabbiata dicendo che se le faccio svegliare il ginecologo poi me la vedrò io con lui..
Lo sveglia, il ginecologo arriva e mi visita..ho sempre il collo dell'utero chiuso. Io inizio a piangere..loro si arrabbiano e mi dicono "bene! allora se fai così ti facciamo il cesareo! Cosa credevi, che partorire fosse una passeggiata??" Io continuo a piangere e dico che è tutta la notte che ho contrazioni ogni 2 minuti, che non ce la faccio più, loro mi dicono che non è possibile. Mi fanno firmare il consenso al cesareo (per volontà materna, scoprirò poi), mi fanno sentire una pazza e mi sento umiliata..sul lettino per la sala operatoria piango e chiedo scusa per averli disturbati.
Per fortuna il ginecologo che mi opera e lo staff in sala operatoria hanno una sensibilità diversa e mi stanno vicino, e finalmente nasce la mia Viola (e c'era un sacco di liquido, e lei aveva la faccia girata male).
Io non so ancora adesso cosa sia successo, se sia stato davvero tutto causato dall'ansia e dal panico di essere lasciata lì da sola, dal dolore che forse non mi aspettavo così intenso..So che per me non ci sono state parole di incoraggiamento..il ginecologo che mi aveva seguito nei giorni dopo mi ha detto che era normale, di non farmi problemi, che spesso capita..secondo lui il mio corpo ha messo in atto una reazione chimica esagerata dettata dalla paura. Io ho comunque il dubbio che l'induzione abbia fatto la sua parte, dopotutto Viola non aveva la minima intenzione di uscire: lei non si è mai incanalata e non ha mai spinto..
E' stata un'esperienza orribile, e ancora ora a volte mi chiedo se solo avessi sopportato un po' di più, magari avrei potuto partorire naturalmente..ma ero sola, nessuno mi aiutava e nemmeno mi veniva detto se la situazione avrebbe potuto evolvere..E' stato davvero devastante e non voglio assolutamente ripetere un'esperienza del genere mai più..
avatar
bluce

Numero di messaggi : 614
Età : 34
Data d'iscrizione : 02.08.09

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Insoddisfazione per il proprio parto (Birth Trauma)

Messaggio Da mononoke il Mer Gen 19, 2011 2:47 pm

Bluce.
ti chiedo scusa perchè ho poco tempo ed invece il tuo legittimo dolore ne meriterebbe molto.
io ti dico in tutta franchezza cosa penso.
il tuo unico sbaglio - secondo me - è stato fidarti troppo della struttura, dei medici.
tutto tutto tutto il resto l'hanno sbagliato LORO e l'hanno sbagliato TANTO.
chiamarti così di frequente a fare monitoraggi pretermine è la prima follia ... causa stress, ansia, poca fiducia in se stesse.
sul perchè la misurazione dell'afi fosse così altalenante non posso dirti senza vedere o sapere, però mi pare poco plausibile che fosse un rischio, chissà magari semplicemente non misuravano il liquido in vescica e quando la piccola doveva fare pipì sembrava fosse poco ... non è che questa cose non le sappiano, ma a volte è maggiore l'incuria.
la seconda follia è il propes! purtroppo spesso andare in ospedale troppo presto si rivela un errore perchè io sono convinta che le tue fossero contrazioni preparatorie (infatti dici che erano sopportabili) e magari sarebbero durate anche un giorno o più ... ma niente, hanno dovuto intervenire per accellerare e da lì è iniziata la catena di interventi ...
per partorire ogni mammifero secerne degli ormoni che hanno un loro equilibrio. quando questo equilibrio viene rotto somministrando ormoni sintetici (con pattern diversi da quelli che verrebbero prodotti naturalmente) il parto diventa molto più difficile.
infatti i parti indotti hanno un'alta percentuale di fine in cesareo.
oltretutto la tua induzione a me pare gratuita ... il travaglio stava per iniziare, il liquido poteva pure essere basso, ma ti credo ... stavi per partorire !!!!!!!!!!!!! insomma, a me pare che l'unico motivo plausibile fosse nel 31 dicembre ...e questa, perdonami, ma io la chiamo violenza ostetrica!
oltretutto all'induzione (che rende il parto più doloroso perchè a differenza delle contrazioni naturali quelle indotte NON HANNO PAUSE che sono fondamentali per la secrezione di ormoni che rendono sopportabile la faccenda) hanno aggiunto il maltrattamento, il non metterti per niente a tuo agio e così via .... nessun mammifero è in grado di partorire in condizioni simili!
non sei tu che non sai sopportare il dolore, è che non eri affatto nelle condizioni per farlo.
farti stare sdraiata poi .... ma questi sono fuori! è il modo migliore per arrestare il progresso della dilatazione, complimenti!
mi dispiace, io penso che queste cose non debbano accadere mai, che non è giusto che una donna, per poter partorire bene debba essere straagguerrita, non fidarsi di nessuno, cercare luoghi del parto spesso lontani ... ma al momento la situazione è spesso così. che tristezza.
spero di trovare parole migliori per confortarti, al momento devo dirti la verità, il tuo racconto mi ha fatto davvero inc@@@ e devo sbollire

ti consiglio davvero di iscriverti al forum di partonaturale che è nato proprio per le donne che hanno subito un cesareo, dove troverai molto conforto e molte informazioni che ti consentiranno ci avere un prossimo parto molto molto diverso. perchè non solo te lo meriti, ma perchè sei perfettamente in grado di averlo!
ti abbraccio
avatar
mononoke

Numero di messaggi : 1466
Età : 38
Data d'iscrizione : 16.06.10

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Insoddisfazione per il proprio parto (Birth Trauma)

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 1 di 4 1, 2, 3, 4  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum