Insoddisfazione per il proprio parto (Birth Trauma)

Pagina 3 di 4 Precedente  1, 2, 3, 4  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: Insoddisfazione per il proprio parto (Birth Trauma)

Messaggio Da selvynina il Ven Gen 21, 2011 5:25 pm

Quoto PQ e tutte le altre...non ci sarebbe molto da aggiungere.

La rabbia mi è salita fino alla punta dei capelli leggendo il tuo racconto Bluce!
Mi sono immedesimata...e pensavo che se fossi stata in te me li sarei mangiati tutti...ricordando anche le mie precedenti esperienze passate in ospedale con medici superficiali e di una umanità bestiale!

Ma è facile per me pensarlo! Io non ho mai partorito...che ne so io, se tra i dolori e la paura, non venga ridotta in uno stato ancora peggiore?
Posso pensare di essere incazzusa e ringhiosa...ma adesso che sto bene!
E bada bene...ho detto "venire ridotta"...perchè ti ci hanno portato loro in quello stato penoso! Hanno fatto tutto il possibile per crearti un trauma dietro l'altro!

...da quello che io so, in ogni ospedale dovrebbe esserci uno sportello (o ufficio) dei Diritti del malato. Serve proprio nei casi di mala sanità. L'impiegato accoglie la tua richiesta e convoca, oltre al primario, anche i diretti interessati, creando un' apposita inchiesta interna (che potrà sfociare in un atto legale e ufficiale).
...questo ti farà rivivere tutti quei momenti brutti...ti potrai sentire nuovamente colpevolizzata dai medici.
Ma tu, con la grande e rinnovata forza che sei riuscita a ritrovare anche grazie alla tua splendida Viola...vedrai che questa volta non la passeranno liscia!

Coraggio!
avatar
selvynina

Numero di messaggi : 3558
Età : 40
Località : Piemonte/Lombardia
Data d'iscrizione : 17.03.10

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Insoddisfazione per il proprio parto (Birth Trauma)

Messaggio Da angelmoon il Lun Gen 24, 2011 9:58 am

Bluce ho letto solo ora.....e sto piangendo perchè anche se le nostre storie sono diverse.....alla fine si sono concluse allo stesso modo. Hai fatto bene a chiedere la cartella clinica (l'ho fatto anche io) per il resto quoto le altre.....
avatar
angelmoon

Numero di messaggi : 998
Età : 41
Data d'iscrizione : 04.04.09

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Insoddisfazione per il proprio parto (Birth Trauma)

Messaggio Da Gipsy il Lun Gen 24, 2011 6:26 pm

Oddio bluce, ho letto la tua storia e mi è sembrato di leggere un libro dell'orrore! Sono profondamente angosciata per quello che hai passato e condivido le parole, molto toccanti, di PQ.
Anch'io mi sono chiesta che ruolo avesse il tuo compagno in tutta la situazione. Io credo che, se non li avessi uccisi io con le mie mani, l'avrebbe fatto mio marito. Sono d'accordo anch'io col parlarne con lui. Secondo me è una cosa che va affrontata o rischia di rimanere in sos-peso e non credo sia un bene nè per te nè per la vostra famiglia.
Ti ammiro anch'io per la forza con cui hai affrontato il tutto dopo. Sei grande! I love you
avatar
Gipsy

Numero di messaggi : 3810
Età : 33
Data d'iscrizione : 05.07.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Insoddisfazione per il proprio parto (Birth Trauma)

Messaggio Da angelmoon il Gio Gen 27, 2011 10:47 pm

Visto che oggi sono riuscita a finire di leggerlo ringrazio pubblicamente Mononoke di avermi consigliato proprio in questo topic il libro "Dopo un cesareo" di Ivana Arena è stato veramente "illuminante" lo consiglio veramente a tutte
avatar
angelmoon

Numero di messaggi : 998
Età : 41
Data d'iscrizione : 04.04.09

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Insoddisfazione per il proprio parto (Birth Trauma)

Messaggio Da Luna nuova il Sab Gen 29, 2011 4:15 pm

Hai tutta la mia solidarietà.
Hai seguito il consiglio di Lucy? Come stai adesso? Un abbraccio forte I love you
avatar
Luna nuova

Numero di messaggi : 1712
Data d'iscrizione : 09.12.09

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Insoddisfazione per il proprio parto (Birth Trauma)

Messaggio Da Martinamarina il Sab Apr 02, 2011 10:22 am

riprendo questo topic perchè su partonaturale parlavano di "violenza ostetrica" e c'è una grandissima professionista, Rachele Sagramoso-ostetrica- che con la sua associazione ha intenzione di aiutare le donne che hanno subito violenza ostetrica.La sua e-mail è questa rachelesagramoso@associazioneabbracciami.com.

questo è il topic (bisogna essere iscritte) http://partonaturale.altervista.org/phpbb/viewtopic.php?f=26&t=9556&start=30

è un progetto ancora in fase di costruzione,
i punti fondamentali sono questi, più o meno

"Se pensi di aver subìto una di questi atteggiamenti dai cosiddetti
'fornitori di cure' (medici, infermieri, ostetriche e sanitari in
genere):
- Violenza Ostetrica, che ha le seguenti definizioni:
(1) intempestiva e inefficace attenzione delle emergenze ostetriche,
(2)
obbligare la donna a partorire in posizione supina, con le gambe
sollevate, quando sono disponibili i mezzi necessari per eseguire un
parto verticale
(3) Impedire l' attacco iniziale del bambino alla
madre senza una causa medica, impedendo cosi' l' attaccamento precoce e
bloccando la possibilita' di tenere, curare o allattare al seno
immediatamente il bimbo dopo la nascita;
(4) L 'alterazione del
parto naturale a basso rischio, utilizzando tecniche di accelerazione,
senza consenso volontario, espresso e informato della donna;
(5) L'
esecuzione del parto tramite taglio cesareo, quando il parto naturale
e' possibile, senza consenso volontario, espresso, e il consenso
informato della donna.

se volete maggiori informazioni potete contattarla.
l'ho postato qui,non so se ho fatto bene, ma se vuoi panic lo possiamo anche spostare
avatar
Martinamarina

Numero di messaggi : 826
Età : 25
Data d'iscrizione : 30.07.10

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Insoddisfazione per il proprio parto (Birth Trauma)

Messaggio Da bluce il Sab Apr 02, 2011 3:32 pm

lascio qui questo, mi sembra il topic giusto..a metà della pagina c'è un video da vedere!
http://www.genitorichannel.it/Gravidanza-e-parto/Il-cesareo-un-piccolo-miracolo-con-video.html
avatar
bluce

Numero di messaggi : 614
Età : 34
Data d'iscrizione : 02.08.09

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Insoddisfazione per il proprio parto (Birth Trauma)

Messaggio Da Leila il Sab Apr 02, 2011 9:27 pm

Bluce, io leggo solo ora la storia del tuo parto e sono rabbiosa...quoto mononoke in toto ed aggiungo che purtroppo questa esperienza, che ormai fa parte di te e servirà a rendere forte la tua determinazione per i parti futuri, DEVE avere la forza di insegnare a te, a chi legge che il parto non è cosa di altri, non è cosa degli operatori, ma è solo cosa della donna.
La delega è il vero grande problema del parto...deleghiamo tutto, dal test di gravidanza che ci dice se siamo incinte o no, alle ecografie perchè dobbiamo dare una sbirciatina, agli esami sempre ed in continuazione, alle visite dei ginecologi ogni venti giorni..la delega trova la sua summa nel parto, epilogo finale di un viaggio che abbiamo fatto in modo miracoloso..il nostro corpo perfetto è capace di dare vita dal nulla, nutrirla e farla crescere fin o a sembianze di neonato e poi...basta, non siamo più in grado di partorie se non facciamo monitoraggi a raffica, visite interne, ecografie, amnioressi, dilatazioni manuli, ventose, kristeller induzioni...i bimbi non li partoriamo più noi ma ci vengono estratti, diamo il nostro corpo ai medici che ci mettono in posizioni innaturali comode solo alle loro forbici o ai loro macchinari...

E che dire del monitoraggio?? sembra che tutto dipenda da quella macchina infernale..infatti ha un margine di errore altissimo, così si sono alzati i tassi di cesarei e non è calato assolutamente il tasso di mortalità perinatale.

Bluce, pensa a che ruolo assurdo ha avuto un monitoraggio mal posizionato nel tuo parto...

Bluce, tu sai partorire come ogni donna, solo che il contesto era avverso...troppo avverso: Colpevolizzare la madre dicendole che la paura ha bloccato tutto è meschino ed anche se fosse chi ha causato paura? gli operatori..il meccanismo dell'adrenalina causata dalla paura che blocca il travaglio ci sta, è perfettamente naturale e testimonia che il tuo corpo è altamente adatto a partorire...

Scusami lo sfogo, sono molto sensibile a queste tematiche...spero che questa esperienza sia l'inizio di un percorso di rivalutazione del parto come cosa tua e solo tua, che possiedi perchè miliardi di donne l'hanno fatto prima di te e che potrai vivere in tutta serenità se desidererai un altro figlio.

A me è servito molto capire, andare fino in fondo, fino all'ultimo dubbio o zona grigia..capire prima con la ragione e poi piangere con il cuore...è servito darmi le mie colpe e poi assolvermi ed al contempo darle a chi le aveva più di me anche solo per il fatto di essere personale qualificato...

Abbracci

avatar
Leila

Numero di messaggi : 1238
Età : 42
Data d'iscrizione : 10.11.10

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Insoddisfazione per il proprio parto (Birth Trauma)

Messaggio Da bluce il Sab Apr 02, 2011 11:54 pm

ciao Leila..io mi sto piano piano "riappacificando" con quello che ho passato..lo sto rielaborando, cercando di capire cos'è successo, e sto cercando di perdonarmi e lasciare andare la rabbia. E' stata sicuramente una lezione importante, che mi sta insegnando tante cose su me stessa.. Sono totalmente d'accordo con quello che dici sul "delegare" la gravidanza, anche se un minimo di controllo medico sul decorso penso che continuerei a volerlo..per tranquillizzarmi. Spero per una prossima gravidanza di essere in grado di fidarmi di più di me stessa e seguire quello che sento, spero di riuscire a fare un parto naturale, in casa (l'unico luogo dove mi sembra possibile potrei in un futuro partorire).
Sì, quello che mi è successo fa arrabbiare..ma sto cercando di vederlo da un'ottica diversa, come un punto di partenza.
Sai, quando leggevo storie di terribili parti in ospedale pensavo che a me non sarebbe mai successo, semplicemente perchè io sapevo quello che volevo, perchè avevo letto tanto sul parto naturale, perchè quelle cose lì capitano sempre agli altri.
Poi per un insieme di circostanze, per presunzione, per leggerezza, per stanchezza, per emozione, ho accettato l'induzione. E quando una voce nella mia testa mi ha detto che era sbagliato, che dovevo rispettare i tempi di Viola, ho scosso le spalle e ho pensato ad altro..forse ai vestitini che avevo in valigia e che presto avrei potuto metterle. Il resto è caos, non c'è più nessuna lucidità, pensieri logici..solo dolore lancinante..per cui hanno fatto di me quello che hanno voluto. E no, non avrei mai potuto partorire naturalmente Viola in quell'ambiente ostile, sarebbe stato "contro natura" lasciar uscire la mia bimba in quel posto di lupi. Il mio corpo si è comportato esattamente come doveva comportarsi..
Quella ferita io e Viola ce la stiamo curando stando tanto abbracciate e facendoci un sacco di sorrisi e di coccole, ora questa è la priorità..
I love you

Ecco alcune parole che sento molto vicine, prese QUI, un testo molto bello che vi consiglio di leggere!


Al momento in cui è successo, il medico mi ha chiesto il permesso, ed io gliel’ho dato. Il permesso di scrivere sul mio corpo una storia, che troppo tardi mi sono accorta di non volere, una storia che, allo stesso tempo, mi ha aperto i cancelli di una consapevolezza, che spesso, nella storia delle donne, procede per tagli e cicatrici.

Non avevo visto la sua “barba blu”, avevo creduto ingenuamente, che loro, i medici fossero le persone giuste a cui affidarsi, che il parto fosse più sicuro in ospedale, nonostante tutto quello che avevo letto, nonostante tutto quello che sapevo, mi sono distratta, come Demetra si distrae, quando le rapiscono Persefone, è solo un momento, un momento in cui la nostra “coscienza femminile” si assenta, il nostro intuito, il nostro sapere profondo. Quante volte l’ho sentito: Sapevo che in ospedale succede così, ma non ci ho creduto… e Cappuccetto Rosso si perde nel bosco. Non può essere che succeda davvero, che mi trattino in quel modo, che mi facciano un’operazione inutile, un taglio, che poi per una settimana mi impedirà di sedermi con in braccio mio figlio, e che non serve a niente. Non è possibile, non può essere vero. Perché lo hanno fatto. Perché ho detto di si ? L’ingenuità però, per chi si fa toccare da queste domande, dalle emozioni realmente provate, sparisce per sempre.
avatar
bluce

Numero di messaggi : 614
Età : 34
Data d'iscrizione : 02.08.09

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Insoddisfazione per il proprio parto (Birth Trauma)

Messaggio Da Leila il Dom Apr 03, 2011 6:39 am

Che belle parole..le tue e quelle riportate...

e che bella che sei tu...sembra un controsenso ma penso che questa esperienza ti abbia dato un valore aggiunto...

ps: l'unico "neo" del parto in casa è che poi ne vuoi fare un altro..e poi un altro...e così...si finisce a pensare sempre di fare figli!!!
avatar
Leila

Numero di messaggi : 1238
Età : 42
Data d'iscrizione : 10.11.10

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Insoddisfazione per il proprio parto (Birth Trauma)

Messaggio Da greenhope il Lun Apr 04, 2011 1:22 pm

Ragazze io sono abbastanza contenta di come è andato il mio parto, l'unica cosa è che mi è rimasta una sensazione strana per il fatto che Gioia sia nata con la ventosa. Non riesco a spiegarmi perché io non ce l'abbia fatta da sola...
In ospedale mi ero persino fissata con le teste dei bambini: le fissavo tutte, come per misurarle e fare paragone con quella della mia piccolina. No, Gioia non ha un testone, Suspect ... Non so se sono io che non spingevo abbastanza ma vi giuro che ce l'ho messa tutta, e ho spinto per più di due ore...

Se avessi fatto l'epidurale avrei dato la colpa a quella sicuramente ma non l'ho fatta quindi non saprei proprio. E se fossi stata a casa? Che sarebbe successo?

Comunque io l'uso della ventosa non l'ho vissuto come una violenza, anzi, mi sono proprio sentita sollevata quando me l'hanno proposta perché davvero non ce la facevo più
avatar
greenhope

Numero di messaggi : 2193
Età : 38
Data d'iscrizione : 01.05.10

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Insoddisfazione per il proprio parto (Birth Trauma)

Messaggio Da Martinamarina il Lun Apr 04, 2011 1:38 pm

green, se tu fossi stata a casa sarebbe nata un po' dopo
la ventosa è stata usata solo per accellerare le cose, tu spingevi e ti sei data da fare in modo perfetto
hai pensato di portare gioia dall'osteopata? può aiutare molto i bambini nati con l'uso della ventosa.
avatar
Martinamarina

Numero di messaggi : 826
Età : 25
Data d'iscrizione : 30.07.10

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Insoddisfazione per il proprio parto (Birth Trauma)

Messaggio Da greenhope il Lun Apr 04, 2011 1:46 pm

Non so davvero se sarei riuscita a spingere ancora... ero esausta

Dall'osteopata? Aiutare per cosa?
avatar
greenhope

Numero di messaggi : 2193
Età : 38
Data d'iscrizione : 01.05.10

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Insoddisfazione per il proprio parto (Birth Trauma)

Messaggio Da Martinamarina il Lun Apr 04, 2011 2:09 pm

http://www.osteopata.it/consultazione.asp?Id=16&canale=2
qui trovi info per quel discorso dell'osteopata.
In breve,le nascite un po' "traumatiche", come cesarei, uso di forpice e ventosa, possono causare dei problemi nel bambino che possono essere risolti con questo metodo, veloce e indolore .Su partonaturale alcune mamme l'hanno fatto e si sono trovate molto bene, io personalmente non l'ho provato, anche perchè la nascita di Marina è stata molto tranquilla e non ha mai avuto particolari problemi, fortunatamente.
Ma se gioia sta bene, non occorre te lo dicevo solo per informazione visto che ti ho letto un po' preoccupata per la testa.
Tutto questo discorso (al limite dell'OT) per dirti che al massimo il problema della ventosa lo puoi risolvere così,per la bimba.

Per quanto riguarda te, green ti potresti stupire da quante potenzialità e forza ha il corpo femminile! Purtroppo è andata così,non che sia andata male però magari, in una situazione diversa,sarebbe cambiato tutto...
ti assicuro, anche io a casa spingevo, spingevo e non usciva, non ce la facevo più..poi l'ostetrica mi ha detto "marti perchè non provi ad alzarti?proviamo a cambiare posizione" mi sono alzata e marina è cascata giù ...se io invece non mi fossi alzata chissà quanto ci sarei stata ancora..
avatar
Martinamarina

Numero di messaggi : 826
Età : 25
Data d'iscrizione : 30.07.10

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Insoddisfazione per il proprio parto (Birth Trauma)

Messaggio Da mononoke il Lun Apr 04, 2011 2:10 pm

green io quando ho letto il racconto del tuo parto ho pensato subito che tu stavi attraversando la fase di transizione e che ci hanno messo mano.
è una fase che può essere lunga, è molto delicata e può essere snervante per chi assiste e non dovrebbe fare niente, è un momento del parto che spesso viene ingiustamente accellerato.
tu ti sei stancata a spingere perchè non eri in fase espulsiva, ti credo che spingere due ore inutilmente è stancante.
probabilmente gioia avrebbe cominciato a spingere alla fine di quelle due ore e non avresti avuto bisogno di fare sforzi perchè avresti dovuto solo assecondare le spinte verso l'esterno, addirittura Odent lo chiama 'il riflesso di eiezione del feto', altro che spingi spingi ...
ma questo lo dico solo per non farti sentire sbagliata, non perchè voglio demolire la tua felicità per il tuo parto, anzi ... mi sembra bellissimo che tu sia abbastanza contenta di come è andata!
avatar
mononoke

Numero di messaggi : 1466
Età : 38
Data d'iscrizione : 16.06.10

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Insoddisfazione per il proprio parto (Birth Trauma)

Messaggio Da Panicqueen il Lun Apr 04, 2011 2:46 pm

Anche io concordo che sarebbe nata appena tu avessi ripreso un po' le energie ma il medico ti ha visto stanca e ha pensato di aiutarti (e sembra che abbia valutato bene, dal momento che hai effettivamente provato sollievo).

In casa avrebbero atteso che riprendessi forze, magari dandoti qualcosa da mangiare o bere o semplicemente lasciandoti riposare e ti avrebbero incoraggiato suggerendo magari un cambio di posizione, come a quattro zampe o dentro l'acqua e rassicurandoti sul fatto ce la potevi fare!
Poi se fosse stato proprio palese che eri allo stremo e i tuoi parametri fisiologici avessero cominciato a risentirne, allora avrebbero fatto la stessa scelta.

_________________
Jessica Borgogni
Fertility Educator
Metodo Ladyfertility per la Fertilità Consapevole™
Contraccezione naturale sicura, Ricerca di gravidanza e Salute riproduttiva


I miei grafici di fertilità: http://www.fertilityfriend.com/home/1db1de

Segui tutte le novità di Ladyfertility anche su Facebook
avatar
Panicqueen
Admin

Numero di messaggi : 31134
Età : 33
Data d'iscrizione : 12.04.08

Vedi il profilo dell'utente http://www.ladyfertility.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Insoddisfazione per il proprio parto (Birth Trauma)

Messaggio Da greenhope il Lun Apr 04, 2011 3:12 pm

Vi ringrazio molto per le vostre parole ragazze. Almeno so che non ho "sbagliato" nulla.

@Martinamarina: la testa di gioia è a posto. era un po' allungata il primo giorno ma si è sistemata subito. Ero io che ero in fissa con le teste dei bimbi perché cercavo di capire se la sua fosse troppo grossa
avatar
greenhope

Numero di messaggi : 2193
Età : 38
Data d'iscrizione : 01.05.10

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Insoddisfazione per il proprio parto (Birth Trauma)

Messaggio Da Gipsy il Lun Apr 04, 2011 6:00 pm

Mononoke ha scritto:green io quando ho letto il racconto del tuo parto ho pensato subito che tu stavi attraversando la fase di transizione e che ci hanno messo mano.

L'ho pensato anch'io e concordo con le altre. Ma l'importante è che tu sia serena.
avatar
Gipsy

Numero di messaggi : 3810
Età : 33
Data d'iscrizione : 05.07.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Insoddisfazione per il proprio parto (Birth Trauma)

Messaggio Da mononoke il Mer Apr 13, 2011 10:46 pm

sulla fase di transizione, e più in generale sui tempi del parto:
http://www.lostetricainforma.it/article-8-thread-0-0.html
spero di non essere ot, l'ho messo qui per rispondere meglio alle perplessità di greenhope.
avatar
mononoke

Numero di messaggi : 1466
Età : 38
Data d'iscrizione : 16.06.10

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Insoddisfazione per il proprio parto (Birth Trauma)

Messaggio Da greenhope il Gio Apr 14, 2011 8:16 am

Grazie.
avatar
greenhope

Numero di messaggi : 2193
Età : 38
Data d'iscrizione : 01.05.10

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Insoddisfazione per il proprio parto (Birth Trauma)

Messaggio Da Pachamama il Lun Gen 30, 2012 10:47 am

Come ho scritto nei nostri racconti di parto, il mio non è andato come avrebbe potuto, sono contenta di aver deciso di parlarne perchè è un peso che mi porto ancora dentro e che mi ha limitato molto nel sentirmi una madre assolutamente normale quale posso dire di essere.
Ieri rileggendo il mio racconto mi sono ricordata di altri particolari..apparte i commenti idioti sul fatto che ho urlato con tutte le mie forze da un certo punto in poi, apparte le lamentele della ostetrica incriminata sul fatto che "ci mancava pure la treccia a rompere" mentre con un' infermiera mi trasferivano dalla barella al letto..ho i capelli lunghi fin sotto al sedere, chissà cosa avrebbe detto se li avessi avuti sciolti..io non dissi nulla, ero stanca, esausta,depressa ma certo non mi sfuggì il disprezzo..la stessa ostetrica mi chiese il giorno dopo in tono paternalistico se mi "ero ripresa", il che implicava un altro giudizio, ovviamente negativo, sul mio modo di affrontare un parto che è stato tutto tranne che naturale.Che dire della gine che mi ha ricucita? L' altra buona, quella che dopo avermi fatta sentire una merda " non vorrai mica che nasca col forcipe?" " quanti anni hai? trenta? e allora ce la fai, sei grande abbastanza" e io che entravo sempre più in paranoia..se non fosse stato per le giovani e dolcissime ostetriche, per mio marito sempre accanto, non ce l' avrei fatta no, come si fà a gestire qualcosa di così violentemente indotto, io non ci capivo più nulla, non sentivo mio figlio, non sapevo quando spingere, era solo dolore..alla fine le spinte decisive, con la forza della disperazione, le uniche utili, le ho date DOPO aver urlato con tutte le mie forze e sono contenta di averlo fatto, nonostante i commenti perchè le "signore" erano infastidite..aargh, avessi potuto sarei scesa dal lettino per dargli il fatto loro; vorrei sapere se la saccente ostetrica ha mai partorito e con l' induzione, forse non avrebbe capito ugualmente ma mi pento di non essermi fatta sentire anche se nelle condizioni in cui ero sono stata pure troppo brava.Immaginatevi la scena in sala operatoria. con la stessa gine della manovra di kristeller e del forcipe che mi ricuciva e mi guardava male e l' anestesista che mi continuava a dire che devo dimagrire..che delicatezza !!Oggi sono passati quasi tre anni ma ora capisco perchè fino a non molto tempo fà avevo paura di attaccarmi troppo a mio figlio, perchè mi sentivo sempre sbagliata se non ero impeccabile con lui.Il dopo parto, giunta a casa, è stato un incubo durato tre mesi, sapeste quante volte ho pianto di nascosto senza mai dire nulla; ho cercato di tirare dritto perchè pensavo che se non avessi fatto così sarei caduta in depressione e non avrei potuto occuparmi di Silvano.Oggi mi rendo conto che affrontare ed elaborare questo lutto è importante e ne beneficio anche oggi e oltre.
Grazie a tutte per il vostro sostegno, mi fate un gran bene, davvero, scusate solo se sono frammentaria nello scrivere ma ho ancora qualche resistenza e paciugo un po'.
avatar
Pachamama

Numero di messaggi : 1944
Età : 39
Data d'iscrizione : 03.10.11

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Insoddisfazione per il proprio parto (Birth Trauma)

Messaggio Da greenhope il Lun Feb 27, 2012 1:29 pm

Ieri ho realizzato una cosa...

Ho sempre avuto un vago senso di angoscia quando andavo dai miei suoceri e credo di aver capito il perché.
mia suocera ha sempre avuto il brutto vizio di strapparmi Gioia dalla braccia. Non appena arrivo me la strappa di braccio, dopo che l'ho cambiata me la porta via che ancora non ho finito di vestirla. Appena ho finito di allattare se la prende.
Ieri appena siamo arrivati anche mia cognata ci si è messa: non le avevo ancora finito di togliere la giacca che l'ha presa e me la portata via.

non so perché non ci sono arrivata prima ma a me questa cosa, oltre che a mandarmi in bestia, mi fa male. mi fa male veramente, la vivo come un sopruso e anche se ne parlassi so che mi guarderebbero come una pazza.
Io non ho ancora preso in braccio il bimbo di mia cugina perché davvero non me la sono sentita di toglierlo dalle braccia della mamma. Se me lo chiederà sarò ben lieta di prenderlo ma di mia iniziativa no, lo lascio a lei.

Fatto sta che adesso almeno ho capito il perché: perché quando è nata me l'hnno portata via e l'ho rivista solo dopo qualche ora. E questa cosa mi ha fatto male e a quanto pare ne porto ancora le conseguenze. Quando penso a quelle ore senza lei ricordo con invidia mia sorella che in sala post-parto stringeva tra le braccia il suo cucciolo. E com'era pacifico...

Ecco, adesso almeno a voi l'ho detto e sto un po' meglio. Purtroppo è andata come è andata ma comunque quel distacco c'è stato e ne portiamo i segni sia io che lei. Perché se è vero che io soffro in queste occasioni anche lei comunque è tacciata di "mammismo" perché mi sta sempre attaccata.
Mio nipote ad esempio è più "autonomo" diciamo, forse perché lui è stato SUBITO rassicurato dalle braccia della mamma e non da una culletta termica. Forse lui e mia sorella non hanno nulla da recuperare, sbaglio?
avatar
greenhope

Numero di messaggi : 2193
Età : 38
Data d'iscrizione : 01.05.10

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Insoddisfazione per il proprio parto (Birth Trauma)

Messaggio Da martymcfly il Lun Feb 27, 2012 2:03 pm

guarda,non penso che c'entri con il fatto che siano attaccati o meno alla mamma "solo" perchè dopo il parto non ci sono state quelle due ore.sono importanti perchè l'attaccare al seno provoca le contrazioni per aiutare a far tornare l'utero alle sue dimensioni,ma per creare il legame c'è molto altro e ogni bimbo ha il suo carattere,chi si appiccica alla mamma e non si stacca più,chi deve farsi richiamare 1000 volte per stare viceno alla mamma ecc. ora sei gelosa della tua bimba,come giusto che sia,i parenti ti ricorderanno quella sensazione,ma non metterei in discussione il rapporto con la tua Gioia
avatar
martymcfly

Numero di messaggi : 602
Età : 33
Data d'iscrizione : 25.07.11

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Insoddisfazione per il proprio parto (Birth Trauma)

Messaggio Da Valeria il Lun Feb 27, 2012 2:11 pm

Invece secondo me il legame c'è. Green, la mia psicologa direbbe che se tu hai collegato le due cose vuol dire che sono collegate per davvero. Non so cosa consigliarti, ma ti capisco tanto e come te credo che per un cucciolo sia importantissimo avere vicino il suo sole, in cui ha vissuto fino a pochi minuti fa; non sono esserini inermi che non si accorgono di cosa gli succede intorno e che possono essere appoggiati così da una parte come un oggetto... e viceversa per la mamma. Hai tutto il diritto di sentirti così...
avatar
Valeria

Numero di messaggi : 9369
Età : 30
Data d'iscrizione : 01.04.10

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Insoddisfazione per il proprio parto (Birth Trauma)

Messaggio Da moonriver il Lun Feb 27, 2012 2:47 pm

Io mi trovo d'accordo con Vale. Anche perche' come facciamo ad affermare con sicurezza che tra le due cose non c'e' legame? Pure io non la vivrei benissimo se immediatamente dopo il parto mi portassero subito via mio figlio anche se solo per qualche ora....poi per carita', magari c'e' chi non patisce o chi stremato dal parto ha proprio bisogno di riprendersi ma credo che lo stato d'animo di green sia piu' che comprensibile.
avatar
moonriver

Numero di messaggi : 5898
Data d'iscrizione : 19.04.10

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Insoddisfazione per il proprio parto (Birth Trauma)

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 3 di 4 Precedente  1, 2, 3, 4  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum