Prevenzione e controlli in ambito sanitario

Pagina 1 di 2 1, 2  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Prevenzione e controlli in ambito sanitario

Messaggio Da moonriver il Lun Feb 06, 2012 3:59 pm

tartarughina ha scritto:dal topic pap-test e tamponi.

moonriver ha scritto:E se un medico per il bene della sua paziente ritiene di farlo fare una volta all'anno e' giusto che dia questa indicazione.
se e' meglio per te allora e' meglio anche per me e per chiunque altro, a meno che tu non abbia un motivo per cui tu debba farlo piu' volte.
quello che non deve succedere e' che se si decide all'interno della comunita' auropea (ricordiamoci che facciamo parte di una comunita') che farlo ogni 3 anni e' sufficiente, un medico pinco pallino qualsiasi, privato oltretutto, non puo' dire che e' necessario farlo ogni anno affinche' sia efficiente, altrimenti lo voglio fare anche io ogni anno e lo voglio GRATUITO.
per questo sconsigliano programmi di screening non organizzati, perche' pongono polemiche inutili e dividono ancora una volta la popolazione.
se tu (tu generico) decidi di farlo perche' sei ipocondriaca o perche' ti viene piu' comodo per svariati motivi, e' un "problema" tuo, quindi paghi. ma tutti questi controlli "extra" devono rimanere come tali, non possono essere definiti necessari per la salute altrimenti c'e' qualcosa che non va nel sistema. e se tu i soldi non ce li avessi per la tua visita annuale? probabilmente non ti porresti nemmeno il problema perche' non avresti il ginecolo che ti dice che devi fare questi esami ogni anno.

l'eccezioni esistono sempre. per quanto non esista un programma di screening che prevede l'ecografia al seno (almeno non per donne della nostra eta') l'anno scorso me ne hanno fatta una perche' lamentavo un dolore al seno. erano sicuri che non fosse nulla ma me l'hanno fatta fare comunque. quindi non e' impossibile fare dei controlli in piu' se c'e' un motivo. un paziente non sta bene e tu lo devi ascoltare. non ho pagato assolutamente nulla per questo controllo e ho preso mezza giornata di malattia a lavoro. e' cosi' che dovrebbe essere.

Io non volevo scatenare nessuna polemica, pero' sembra quasi che debba sentirmi in colpa se sono seguita privatamente da un ginecologo che una volta all'anno mi rivolta come un calzino. Sono consapevole della fortuna che ho nel potermelo permettere. Detto questo non credo di togliere nulla a nessuno...
avatar
moonriver

Numero di messaggi : 5898
Data d'iscrizione : 19.04.10

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Prevenzione e controlli in ambito sanitario

Messaggio Da tartarughina il Lun Feb 06, 2012 6:08 pm

@moon, non mi sono fatta capire, per questo volevo evitare di intavolare questa discussione.
non e' un messaggio rivolto a te o a chiunque vada dal ginecologo o medico privato. e' una mia riflessione su come funziona il sistema.
io vorrei che il sistema pubblico mi tutelasse e che io non debba finire da un medico privato per avere il trattamento che merito.
qui qualcuno ha torto. se un ginecologo privato dice che e' necessario fare un pap-test all'anno per prevenzione, perche' me ne offrono uno ogni 3 anni? il medico vuole farsi i soldi oppure il sistema mi prende in giro e vuole risparmiare i soldi? io spero sia la prima. in entrambi i casi non e' giusto lo stesso perche' ti sta rubando i soldi. non devono esistere contraddizioni.
lo scoraggiare gli screening privati nella linee guida europee mi sembra logico proprio per evitare queste ambiguita'. poi ognuno fa come vuole.

per me il privato nella sanita' non dovrebbe esistere altrimenti non siamo tutti uguali. al massimo pago per avere i risultati piu' velocemente non per avere un trattamento migliore, perche' cosi' non e' giusto. i soldi li spendo per un di piu' non per il necessario.

spero di essermi fatta capire meglio adesso. non era assolutamente un messaggio rivolto a te. andare da un ginecologo privato e' abbastanza comune e ancora non capisco perche'.
avatar
tartarughina

Numero di messaggi : 1076
Età : 37
Data d'iscrizione : 24.08.10

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Prevenzione e controlli in ambito sanitario

Messaggio Da Valeria il Lun Feb 06, 2012 6:18 pm

Per me è importante andare da un privato perché è una sfera particolare in cui voglio essere seguita (idealmente) dalla stessa persona. Ci sono ginecologi per niente abili e per niente delicati che rendono la visita una mezza tortura, e andando nel settore pubblico non sai mai chi ti ritrovi (tranne quando vai nei consultori, dove ahimè ho avuto le esperienze peggiori!!); in più, c'è anche la questione contraccezione, che nel nostro forum è particolarmente sentita ovviamente, quindi mentre magari la donna media ha semplicemente bisogno di un timbro sul tagliando o di uno che le rinnovi la ricetta della pillola, io e credo molte altre qui cerchiamo qualcuno che alla domanda "che contraccettivo usa?" non pretenda sempre la solita risposta. Con la sanità pubblica è più difficile scegliersene uno e mantenerlo per le visite future, tutto qua.
Poi, io sinceramente è la prima volta che sento parlare di pap test triennale, ho sempre saputo per sentito dire che si faceva ogni anno, e sarà disinformazione diffusa ad arte dai privati per far soldi, sarà che le linee guida tendono al risparmio, ma pazienza: diciamo così, che finché posso permettermi l'extra di farlo ogni anno, lo faccio, poi se dovessi aver bisogno di rinunciare, saprei che comunque le linee guida consigliano ogni tre anni e lo farei abbastanza tranquillamente. Ma finché posso permettermi un pochino di ipocondria lo faccio.

EDIT: mi sono dimenticata una cosa. In passato ho sofferto tanto di candida e quando ho scelto di mollare gli ormoni ho dovuto mollare anche la gine del consultorio, perché da me seguono solo per contraccezione (cioè controlli pillola) o gravidanza. Se usi il preservativo non puoi essere in cura da loro. No che devi pagare o che cosa: proprio non puoi, punto. Ti cerchi un altro posto. Quindi mi si prospettava l'ospedale, con i suoi tempi biblici (e io invece volevo qualcuno che potesse aiutarmi in fretta in caso di candida) oppure il privato. Non ci ho pensato un attimo, e ho provato una ginecologa privata a caso. Non mi è piaciuta e l'anno dopo ne ho provato un altro, che invece mi è piaciuto e me lo terrò. Per adesso non ho bisogno di visite immediate o telefonate frequenti, ma nel posto in cui ho prenotato so che posso chiedere apposta di lui e tra l'altro la differenza di lista d'attesa fra visite pubbliche e private era di diversi mesi. Prenotando la visita privata ho aspettato un paio di settimane. Con il pubblico non ho questa garanzia, e anche se al momento non ho problemi, inizio ad avvicinarmi all'età in cui vorrei cominciare a cercare una gravidanza, quindi avrebbe poco senso tirare avanti per qualche anno con i ginecologi di turno per poi trovarmi senza una persona di fiducia in un momento così delicato. Vorrei avere un ginecologo che conosco già da prima, per non dovermi trovare a testarne diversi proprio a ridosso del tutto, o a gravidanza iniziata.
avatar
Valeria

Numero di messaggi : 9397
Età : 31
Data d'iscrizione : 01.04.10

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Prevenzione e controlli in ambito sanitario

Messaggio Da Persephone il Lun Feb 06, 2012 6:56 pm

Per quel che mi riguarda ho sempre saputo che il pap test vada fatto dai 24 anni in su ogni 3 anni.
In ogni caso anche a me piacerebbe un sistema sanitario più coerente ed efficiente, ma la strada penso sia ancora lunga.
avatar
Persephone

Numero di messaggi : 1685
Età : 30
Data d'iscrizione : 18.04.10

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Prevenzione e controlli in ambito sanitario

Messaggio Da moonriver il Lun Feb 06, 2012 7:13 pm

tartarughina ha scritto:qui qualcuno ha torto. se un ginecologo privato dice che e' necessario fare un pap-test all'anno per prevenzione, perche' me ne offrono uno ogni 3 anni? il medico vuole farsi i soldi oppure il sistema mi prende in giro e vuole risparmiare i soldi? io spero sia la prima. in entrambi i casi non e' giusto lo stesso perche' ti sta rubando i soldi.
Guarda, appena ho un minuto di tempo mando una mail al mio ginecologo e gli chiedo qual e' il motivo per cui fa fare un pap-test una volta all'anno mentre le linee guida europee prevedono uno screening ogni tre anni. Di solito risponde!

Per il resto quoto Valeria: per me e' fondamentale avere davanti una persona che mi conosce, soprattutto quando si tratta di cose cosi' delicate. E' un ottimo medico e il servizio che mi fornisce vale i soldi della sua parcella. Poi se verra' il giorno in cui non potro' permettermelo l'alternativa ce l'ho. Ad ogni modo anche con il SSN puoi fare esami di questo genere ogni anno pagando solo il ticket (ok, non e' gratis ma non e' nemmeno la parcella di un medico privato), basta farsi fare l'impegnativa dal proprio medico. Mia madre non e' sempre andata privatamente, e allora faceva i controlli una volta all'anno con la mutua. Ma puo' essere che siano cambiate le cose nel mentre.
avatar
moonriver

Numero di messaggi : 5898
Data d'iscrizione : 19.04.10

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Prevenzione e controlli in ambito sanitario

Messaggio Da tartarughina il Lun Feb 06, 2012 7:18 pm

nel mio caso c'è anche il fatto che io non ho un medico della mutua fisso dal 1998. mi sono spostata spesso e per forza di cosa adesso che vivo qui in inghilterra devo cambiare ambulatorio se l'area dove vado a vivere non è coperta dall'ambulatorio dove sono al momento iscritta. proprio oggi mi è arrivata la tessera sanitaria con il nome del nuovo medico (mi sono tasferita per l'ennesima volta anche se di pochi chilometri) e non so nemmeno se questo medico sia donna o uomo. adesso controllo sul sito
quindi questo "legame" col medico o ginecologo non ce l'ho. quando chiamo l'ambulatorio prendo appuntamento con il primo medico libero.
mi hanno fatto il pap-test persone diverse finora. non mi interessa andare dalla stessa persona, è solo un test. dieci minuti ed è fatta. ho detto nell'altro topic che se fossi in italia farei il test alla Lilt almeno i soldi andrebbero a loro e al lavoro per la prevenzione.
l'ecografia al seno me l'ha fatta una persona diversa ancora.
questa è forse anche la differenza tra me e voi.

@valeria: comunque questa cosa che non ti seguissero perché non prendevi più la pillola è allucinante...
avatar
tartarughina

Numero di messaggi : 1076
Età : 37
Data d'iscrizione : 24.08.10

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Prevenzione e controlli in ambito sanitario

Messaggio Da Luthien il Lun Feb 06, 2012 7:39 pm

In effetti concordo che per una donna in salute il pap test va eseguito ogni 2-3 anni.Non sarebbe necessario farlo ogni anno se non ci sono problemi. Il discorso sanità pubblica e privata se volete si potrebbe affrontare in un altro topic almeno rischiamo di non mischiare le due tematiche che sono entrambe molto interessanti
avatar
Luthien

Numero di messaggi : 7905
Età : 32
Località : Roma
Data d'iscrizione : 12.05.10

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Prevenzione e controlli in ambito sanitario

Messaggio Da Valeria il Lun Feb 06, 2012 9:31 pm

@Tartarughina: in realtà quella della visita-pillola è una politica di quel singolo consultorio, perché è molto affollato (come mi hanno spiegato loro... e ci credo, il paese vicino pullula di immigrati e quindi di gravidanze che cercano il consultorio come prima risorsa), così per evitare folla eccessiva devono seguire solo alcune categorie. Chi prende ormoni preferiscono controllarlo, rispetto a chi non li prende (che poi, virgola: non ho mai visto un poster sul preservativo o l'AIDS!! Solo ormoni e ormoni!) e poi seguono le gravidanze; le altre donne non hanno reale necessità, diciamo, e vengono mandate ad esempio al consultorio di qualche paese più in là. Io infatti avevo iniziato lì, dove era tutto più orientato ai ragazzini, infatti mi regalavano i preservativi, e dove ho insistito io per il Nuvaring, ma mi era davvero scomodo perché potevo andarci solo coi mezzi e ci mettevo molto tempo, così alla fine ho lasciato. Comunque li ho trovati abbastanza carenti entrambi, per certi versi, ne uscivo comunque piena di dubbi, e credo che qui di pianificato e capillare ci sia ben poco, a livello sanitario...
avatar
Valeria

Numero di messaggi : 9397
Età : 31
Data d'iscrizione : 01.04.10

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Prevenzione e controlli in ambito sanitario

Messaggio Da tartarughina il Lun Feb 06, 2012 10:35 pm

Luthien ha scritto: almeno rischiamo di non mischiare le due tematiche che sono entrambe molto interessanti
però faccio un po' di fatica a capire la tematica di questo topic, cioè... dal titolo mi sembra troppo generico.

ma comunque, visto che si parla di prevenzione di tumori, secondo me è bene sottolineare che se adesso esistono dei programmi di screening gratuiti nazionali o regionali, è grazie alla comunità europea. gli Stati Membri decidono delle linee guida per standardizzare il più possibile i diversi Stati, altrimenti che comunità è? difatti i programmi di screening sono piuttosto giovani (sono nati dopo il 2003) e sono molto simili nei vari Paesi (vedi i 3 anni per il pap-test).
le guidelines sono veri e propri libri, interessanti da leggere, dove è previsto tutto, anche il modo in cui vanno fatto gli inviti e come i pazienti devono venire trattati. nulla è lasciato al caso. ci vuole uno schema ben preciso.
qui per esempio ci sono le linee guida per lo screening per prevenire il cancro al seno:


Breast cancer


la scelta della copertina non è un caso, ovviamente.

insomma, sono cose che non dovrebbero scivolarci addosso così, c'è un grosso lavoro dietro, fanno parte della storia dei nostri tempi.

detto questo (e scusate se la prendo così seriamente ma queste cose mi toccano profondamente ) gli screening presenti al momento sono per il cancro al collo dell'utero, cancro al seno e cancro all'intestino.

uno dei tumori che mi preoccupa è quello all'ovaio.... non esiste un programma di screening al momento e questo perché non esiste uno screening attendibile.
i sintomi al primo stadio sono pressocché inesistenti. a stadio un po' più avanzato i sintomi sono confondibili con altro, difatti in genere sono dolore all'addome, pancia gonfia e mancanza di appetito.
a me spaventa un po'

ci avete mai pensato? i vostri ginecologi ve ne hanno mai parlato? vi fanno controlli di alcun tipo per questo?
avatar
tartarughina

Numero di messaggi : 1076
Età : 37
Data d'iscrizione : 24.08.10

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Prevenzione e controlli in ambito sanitario

Messaggio Da moonriver il Lun Feb 06, 2012 11:54 pm

La compagna di mio cugino si e' beccata tre anni fa un brutto tumore all'ovaio che ovviamente non aveva dato nessun sintomo (purtroppo, come sottolineato da tartarughina, ci sono vari tumori che sono silenti. Anche quello al rene di mio padre non ha dato segnali). Lo ha scoperto nel corso di un normale controllo di routine dalla sua ginecologa, tramite un' ecografia. Le e' stato asportato tutto (utero e ovaie) e ha fatto un ciclo di chemio. E l'ultima volta che aveva fatto la visita era stato nemmeno un anno e mezzo prima. Se avesse aspettato di piu' non so se sarebbe ancora con noi...

Io nel mio controllo annuale dal ginecologo oltre alla visita manuale (si chiama cosi'? ), al pap-test e alla palpazione del seno faccio anche l'ecografia transvaginale.
avatar
moonriver

Numero di messaggi : 5898
Data d'iscrizione : 19.04.10

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Prevenzione e controlli in ambito sanitario

Messaggio Da Valeria il Mar Feb 07, 2012 12:00 am

Ecco, ad esempio a me il ginecologo ha fatto il pap test ma ha detto che l'ecografia non serve a meno di sintomi particolari (gliel'avevo chiesto riferendomi più a squilibri ormonali, cisti eccetera). Lui non ha l'ecografo, in quello studio, quindi dovrei comunque andare altrove. E un lato negativo è che non mi ha esaminato il seno...

Resto dell'idea che dove le indagini non siano invasive né rischiose, se si può è meglio con cadenza annuale. Ad esempio razzolo malissimo in zona nei: sono dieci anni che non faccio la mappatura, e sono peggio di un dalmata!
avatar
Valeria

Numero di messaggi : 9397
Età : 31
Data d'iscrizione : 01.04.10

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Prevenzione e controlli in ambito sanitario

Messaggio Da moonriver il Mar Feb 07, 2012 12:10 am

Io ho comunnque necessita' di andare altrove a fare l'ecografia al seno. Ho un fibroadenoma sul seno sinistro ma vabbe', quello fibroadenoma e' e tale resta. Piu' che altro ho familiarita' con il tumore al seno, una sorella di mia nonna materna l'ha avuto. In ogni caso ho sentito di vari ginecologi che non fanno la visita al seno e mi domando perche'...anche quello da cui ero andata l'anno che avevo vissuto a Padova non la faceva. Sul fatto che l'eco transvaginale non serva a meno che non ci siano sintomi particolari non so...il tumore alle ovaie e' asintomatico come dicevamo...
avatar
moonriver

Numero di messaggi : 5898
Data d'iscrizione : 19.04.10

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Prevenzione e controlli in ambito sanitario

Messaggio Da Valeria il Mar Feb 07, 2012 12:22 am

Sì, però l'anno scorso al master di traduzione medica la docente (medico) ci ha detto che è palpabile anche ai primi stadi, esattamente come per il testicolo, e che per questo le visite annuali sono importanti per uomo e donna. Perché così si possono sentire in tempo con la semplice palpazione e si può intervenire, ok sempre in modo pesante perché si tende ad asportare tutto l'organo, ma si può prenderli in tempo. Poi è ovvio che la garanzia non te la dà nessuno, e che le variabili sono tantissime...

Io comincerò quest'anno con lo screening per il seno, dato che ho mia mamma con tumore + recidiva. Ho letto un consenso informato per chi ha positivo il test BRCA, e spiegava che anche chi non ha fatto il test può seguire lo stesso programma di screening (che parte dai 25 anni). Non so se valesse solo per quell'ospedale o regione, o se intendesse che vai privatamente e puoi farti fare qualunque cosa... mi informerò. In ogni caso, mi ha colpito che negli aspetti negativi di un test positivo (cioè che il gene che dovrebbe proteggere dal tumore è difettoso --> ma non significa automaticamente che ci si ammalerà) segnalassero possibili ripercussioni lavorative. Non vorrei che un domani mi si chiedesse di dichiarare il mio stato di salute, e che fossi discriminata se dovessi affermare di avere un test positivo del genere. Sarei tentata di nasconderlo, quindi forse preferisco non saperlo e farmi degli esami "come se".
avatar
Valeria

Numero di messaggi : 9397
Età : 31
Data d'iscrizione : 01.04.10

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Prevenzione e controlli in ambito sanitario

Messaggio Da Minerva il Mar Feb 07, 2012 7:36 am

Io faccio tutti gli anni il controllo dei nei all'ospedale, mentre il pap test (ogni 3 anni) ho scelto di eseguirlo privatamente; la prima volta mi sono presentata all'ambulatorio per lo screening regionale, ma la situazione mi aveva messo talmente a disagio che sono andata via prima che fosse il mio turno.
Alla prossima occasione vorrei fare un controllo al seno, perché non l'ho mai fatto.
Di tanto in tanto faccio anche un esame del sangue (ogni 3 anni circa)
avatar
Minerva

Numero di messaggi : 1937
Età : 35
Data d'iscrizione : 25.04.10

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Prevenzione e controlli in ambito sanitario

Messaggio Da tartarughina il Mar Feb 07, 2012 8:51 am

l'ecografia interna e' un candidato per lo screening di prevenzione del tumore all'ovaio ma non e' sufficiente perche' non e' abbastanza efficace a rilevare il tumore ai primi stadi e quindi a salvare vite.
stanno pensando di affiancare l'ecografia con un'analisi del sangue mirata a rilevare la proteina CA 125, apparentemente prodotta da donne con cancro all'ovaio.
stanno facendo uno studio in cui testano i due metodi separatamente e poi insieme. questo studio dovrebbe finire nel 2015. speriamo bene...
avatar
tartarughina

Numero di messaggi : 1076
Età : 37
Data d'iscrizione : 24.08.10

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Prevenzione e controlli in ambito sanitario

Messaggio Da Luthien il Mar Feb 07, 2012 9:14 am

@Tartarughina: la tematica del topic è relativa ai controlli di prevenzione cioè quali facciamo, ogni quanto tempo ecc... il confronto tra medico privato e medico pubblico è sicuramente interessante ma rischiamo di andare fuori tema secondo me, tutto qui in quanto la prevenzione resta tale sia in ambiente pubblico che privato
avatar
Luthien

Numero di messaggi : 7905
Età : 32
Località : Roma
Data d'iscrizione : 12.05.10

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Prevenzione e controlli in ambito sanitario

Messaggio Da tartarughina il Mar Feb 07, 2012 12:18 pm

si' si', questo era chiaro. solo che ci sono molte cose che si possono fare per prevenzione, non solo per i tumori, e se si scrivono tutte in questo topic rischiano di perdersi, tutto qui.
avatar
tartarughina

Numero di messaggi : 1076
Età : 37
Data d'iscrizione : 24.08.10

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Prevenzione e controlli in ambito sanitario

Messaggio Da moonriver il Mar Feb 07, 2012 1:31 pm

tartarughina ha scritto:stanno pensando di affiancare l'ecografia con un'analisi del sangue mirata a rilevare la proteina CA 125, apparentemente prodotta da donne con cancro all'ovaio.
Una sorta di marcatore tumorale insomma. Speriamo....
avatar
moonriver

Numero di messaggi : 5898
Data d'iscrizione : 19.04.10

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Prevenzione e controlli in ambito sanitario

Messaggio Da Luthien il Mar Feb 07, 2012 1:39 pm

si ma il CA125 non è molto indicativo in pratica si positivizza solo quando il tumore è in stato avanzato non è sicuramente un marker attendibile per la prevenzione del tumore ovarico
avatar
Luthien

Numero di messaggi : 7905
Età : 32
Località : Roma
Data d'iscrizione : 12.05.10

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Prevenzione e controlli in ambito sanitario

Messaggio Da tartarughina il Mar Feb 07, 2012 1:57 pm

eh si', la situazione non e' chiara. in alcuni casi sia l'analisi della proteina sia l'ecografia sono riuscite a rilevare il cancro ai primi stadi, quindi in donne senza sintomi. per questo sono facendo ulteriori ricerche a riguardo. stanno anche cercando la presenza di geni che possano scatenare il cancro.
i primi risultati sono previsti nel 2015.
e' un cancro un po' bastardo No
avatar
tartarughina

Numero di messaggi : 1076
Età : 37
Data d'iscrizione : 24.08.10

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Prevenzione e controlli in ambito sanitario

Messaggio Da moonriver il Mar Feb 07, 2012 1:59 pm

Si, e' terribile.... No
avatar
moonriver

Numero di messaggi : 5898
Data d'iscrizione : 19.04.10

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Prevenzione e controlli in ambito sanitario

Messaggio Da Silvia Mimosa il Dom Nov 02, 2014 2:46 pm

Buongiorno a tutte...
Riprendo questo topic per chiedervi dei consigli riguardo la prevenzione di alcune patologie.
Come accennato in un altro topic, mia madre sta lottando da qualche mese con il tumore al seno: esami di prevenzione ci hanno permesso di scoprire il nodulo quando era grande solo 5-6 mm. E adesso la lotta continua dopo l' intervento con varie terapie. (P.S. Scusate se non ne parlo molto, ma sto ancora metabolizzando la cosa...).

Da qualche giorno ho iniziato a chiedermi se sarebbe il caso di "prender precauzioni" anche per me stessa: non solo mia madre ha alle spalle una certa familiarità con i tumori, ma anche mio padre soffre da 20 anni di diabete e problemi cardiaci.
Vorrei far qualcosa per il mio corpo, per PREVENIRE!
Per ora ho sostituito pasta e pane normali con quelli integrali, limito molto i dolci, sale,olio, e ho quasi eliminato la carne.
Oltre a questo, potrei far altro secondo voi? Attività fisica particolare? Esami specifici per cuore, diabete e tumori?

Purtroppo, frequentando spesso i reparti di oncologia e diabetologia, ho conosciuto molti ragazzi giovanissimi che stanno lottando con queste patologie, ed inizio ad avere un po' paura...

Reindirizzatemi pure su altri topic più adatti, se ce ne fosse necessità!
avatar
Silvia Mimosa

Numero di messaggi : 1387
Età : 30
Data d'iscrizione : 04.06.13

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Prevenzione e controlli in ambito sanitario

Messaggio Da Valeria il Dom Nov 02, 2014 5:49 pm

Per quanto riguarda il diabete volevo fare anche io qualche controllo che andasse oltre la semplice glicemia (che ho sempre piuttosto bassa) perché oltre ad una fortissima familiarità ho anche una leggera tendenza al sovrappeso e ho sempre l'impressione di fare quantità esagerate di pipì rispetto a quanto bevo Ci penso da qualche giorno e sicuramente mi informerò più nello specifico, ma volevo lasciare lo zampino qua dentro!
avatar
Valeria

Numero di messaggi : 9397
Età : 31
Data d'iscrizione : 01.04.10

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Prevenzione e controlli in ambito sanitario

Messaggio Da Silvia Mimosa il Dom Nov 02, 2014 5:52 pm

I diabetologi che seguono mio padre mi hanno sempre consigliato di seguire la sua stessa dieta, perché i figli di diabetici tendono ad avere la glicemia bassa da giovani e a sviluppare il diabete in età adulta, anche a seguito di un cattivo stile di vita...
avatar
Silvia Mimosa

Numero di messaggi : 1387
Età : 30
Data d'iscrizione : 04.06.13

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Prevenzione e controlli in ambito sanitario

Messaggio Da naturElly il Dom Nov 02, 2014 7:59 pm

Ragazze, avete letto The China Study. Parla di tutto questo, c'è una sezione specifica per i tumori, una per le cardiopatie e una per il diabete. Ve lo consiglio perché mi sorprende ad ogni pagina che sto leggendo. Vi illuminerà su tutti i dubbi che avete appena espresso.
avatar
naturElly

Numero di messaggi : 928
Età : 40
Località : Verona
Data d'iscrizione : 13.07.12

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Prevenzione e controlli in ambito sanitario

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 1 di 2 1, 2  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum