Forum Ladyfertility®
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi click o accedi per continuare.

La percezione del dolore fisico

+9
Parsley
Jessica
Emanuela
tomoe
fiordiloto
greenhope
Julie
daneb
cinciarello
13 partecipanti

Pagina 1 di 2 1, 2  Successivo

Andare in basso

La percezione del dolore fisico Empty La percezione del dolore fisico

Messaggio Da cinciarello Mer Mag 09, 2012 8:12 pm

Apro questo topic per confrontarmi con voi su un argomento apparentemente insignificante...ovvero la soglia del dolore.
Io credo di averla molto alta, nel senso che non mi lamento facilmente e che spesso non prendo farmaci al primo fastidio solo perché non sopporto un dolore...
...ad esempio prendo antidolorifici solo per il mal di testa (sempre collegato alle mestruazioni), ma quasi mai lo prendo per i dolori mestruali che tendo a sopportare...
Anni fa mi colpì molto quello che mi raccontò una ragazza al lavoro...mi raccomandò di non sopportare mai i dolori forti con eroismo perché a volte sono la spia di qualcosa di grave...lei aveva contratto la clamydia senza saperlo e l'infezione restò per molto tempo asintomatica, quando arrivò a manifestarsi con mal di pancia atroci lei (soglia del dolore altissima) sopportava e minimizzava collegando il tutto a momenti del ciclo e pensando sempre che fosse normale...quando ha deciso di farsi vedere l'hanno operata d'urgenza e adesso è sterile... La percezione del dolore fisico 680442
Mi è capitato di pensarci in questi giorni perché mi sono resa conto che sopporto più o meno tutto perché nessun dolore mi sembra sufficientemente forte da fermarmi...l'altro ieri mi si è bloccata un'anca facendo una semplice torsione da seduta e ho zoppicato tutto il giorno...un collega mi ha chiesto cosa fosse successo e quando gliel'ho spiegato mi ha detto che quando è capitato a lui è stato 5 giorni a casa in riposo assoluto...io ho preso un Oki ieri sera e oggi sto un po' meglio, comunque ho lavorato cercando di non fare i movimenti che mi procurano più dolore...di sicuro sarei stata molto meglio a casa sul divano, ma allo stesso tempo credo di aver fatto bene anche così (vi giuro che ieri ero proprio zoppa e non riuscivo nemmeno a stare seduta)...
Voi che dite? qual è il vostro rapporto con il dolore fisico?
cinciarello
cinciarello

Numero di messaggi : 5657
Età : 49
Data d'iscrizione : 10.04.10

Torna in alto Andare in basso

La percezione del dolore fisico Empty Re: La percezione del dolore fisico

Messaggio Da daneb Mer Mag 09, 2012 8:16 pm

io sono esattamente come te... La percezione del dolore fisico 4123
daneb
daneb

Numero di messaggi : 3823
Età : 41
Data d'iscrizione : 02.08.11

Torna in alto Andare in basso

La percezione del dolore fisico Empty Re: La percezione del dolore fisico

Messaggio Da Julie Mer Mag 09, 2012 10:27 pm

Io non prendo antidolorifici, assumo antibiotici solo una volta all'anno quando ho le placche Twisted Evil e qualche cosa per la diarrea o il vomito quando ho il virus intestinale.
Non so se centra con una soglia del dolore bassa o con la buona salute, ma non mi lamento molto per i vari dolori, nemmeno durante quelli del parto ho invocato l'epidurale La percezione del dolore fisico 75035 .
Io credo che dipenda anche dal tipo di dolore. Mio marito per esempio soffre di emicranie fortissime che a volte lo fanno vomitare dal dolore e soglia bassa o alta ci sono alcune situazioni che sono debilitanti (io annovero in esse il mal di testa e il mal di denti).

In generale sono convinta che l'uomo abbia una soglia del dolore più bassa per natura, ma non so se c'è una spiegazione scientifica. A me d'istinto viene in mente il fatto che non debbano sopportare dolori mestruali e quelli delle doglie, ma non so se centra.

Cinciarello, la storia che hai raccontato mi ha colpito molto Shocked
Julie
Julie

Numero di messaggi : 1252
Età : 38
Data d'iscrizione : 14.11.11

Torna in alto Andare in basso

La percezione del dolore fisico Empty Re: La percezione del dolore fisico

Messaggio Da greenhope Mer Mag 09, 2012 10:41 pm

Io non sopporto minimamente il dolore fisico.
Per mia fortuna sono sempre stata bene ma per esempio sono terrorizzata dal mal di denti che raramente mi passa coi farmaci. Non so perché ma quello non se ne va mai del tutto.
Comunque io appena ho un dolore che supera il fastidio prendo qualcosa, mi sembra inutile sopportare.

Quando invece capita che mi faccio male all'improvviso (tipo qualcosa che ti cade su un piede per esempio) scoppio a ridere e continuo fino alle lacrime. Chi mi conosce mi prende anche in giro per questa cosa. Io ci ho pensato e credo che sia una strategia del mio corpo per rilasciare endorfine...

Il dolore piú forte che ho provato é stata una fitta allo stomaco durata una mezz'oretta in cui ho pianto, contorcendomi pensando di dover morire.
Quella volta non ho preso niente, cercavo di vomitare e basta ma ero spaventatissima. Pensavo di avere qualcosa di brutto.

Dolori mestruali non ne ho mai. Secondo me sono abituata troppo bene, per questo non riesco a tollerare il dolore invece chi ne ha di cronici si abitua.
greenhope
greenhope

Numero di messaggi : 2070
Età : 44
Data d'iscrizione : 01.05.10

Torna in alto Andare in basso

La percezione del dolore fisico Empty Re: La percezione del dolore fisico

Messaggio Da fiordiloto Gio Mag 10, 2012 7:19 am

greenhope ha scritto:Secondo me sono abituata troppo bene, per questo non riesco a tollerare il dolore invece chi ne ha di cronici si abitua.
Io non credo sia proprio così, penso che la sopportazione o meno del dolore sia proprio dovuta ad una tolleranza individuale e anche, in un certo modo, ad una qualche "ideologia".
Riporto il mio caso: io sono in buona salute e raramente ho dolori o altri disturbi. L'unica cosa che prendo, per il primo giorno di mestruazione (che è sempre assai difficile da sopportare) è un integratore naturale che mi calma gli spasmi ma non li fa cessare del tutto, però mi è sufficiente.
Ho un'avversione e una paura quasi patologica di antibiotici, antidolorifici & Co. tanto che qualche mese fa, con la febbre a 38.8 non ho preso nessun farmaco e ho continuato testardamente a curarmi con la Propoli, ma onestamente non stavo così male, ero solo molto debole.
Però, a differenza di quanto diceva Cincia, io sto a casa se non sto bene. Forse me lo posso permettere perché capita davvero raramente, ma colgo quelle occasioni come un segnale del mio corpo che mi dice: "Fermati e riposa, ne hai bisogno". La percezione del dolore fisico 414422
fiordiloto
fiordiloto

Numero di messaggi : 1662
Età : 43
Località : Genova
Data d'iscrizione : 19.08.11

Torna in alto Andare in basso

La percezione del dolore fisico Empty Re: La percezione del dolore fisico

Messaggio Da Julie Gio Mag 10, 2012 7:39 am

Anche io non prendo nulla quando ho la febbre e basta, ho notato che se la lascio sfogare mi passa prima e mi rimetto più in fretta.
Fiordiloto , anche io penso che i malesseri siano indice di dover fermarsi e riposarsi, solitamente lo faccio, ora che non me lo posso permettere (vengo pagata solo le ore che faccio e sono già stata additata dall'assistente sociale come quella che si ammala sempre perchè non sono andata a lavorare una volta che avevo 39 di febbre Suspect ) mi rendo conto che faccio più fatica a tornare in forma.

Mi è venuto in mente che l'anno scorso ho avuto un episodio di calcoli renali e sono stata per più di un giorno senza prendere nulla Shocked Ho bevuto più di 2 litri di camomilla, che era l'unica cosa che mi faceva stare un po' meglio, ma non ho ceduto al pronto soccorso La percezione del dolore fisico 333199 (non amo gli ospedali)

La mia curiosità è se la sopportazione del dolore sia legata a qualche fattore fisico o solo psicologico La percezione del dolore fisico 649468
Julie
Julie

Numero di messaggi : 1252
Età : 38
Data d'iscrizione : 14.11.11

Torna in alto Andare in basso

La percezione del dolore fisico Empty Re: La percezione del dolore fisico

Messaggio Da cinciarello Gio Mag 10, 2012 7:57 am

secondo me bisogna fare una distinzione tra sopportazione di un dolore atroce e percezione di un dolore sopportabile (anche quando molto acuto)
Parlavo di soglia del dolore proprio perché credo che quello che per me è più che sopportabile per qualcun altro potrebbe essere motivo di correre all'ospedale e viceversa...
L'avversione verso i farmaci è un'altra sfaccettatura del problema, ma da l'opportunità di scoprire quanto inutili siano certi farmaci ad esempio quelli per il raffreddore...il mese scorso ho avuto un raffreddore epocale di quelli che sei tutto chiuso, ti lacrimano gli occhi, ti gocciola il naso e ti scoppia la testa...beh, non ho preso nulla (solo un Oki per il mal di testa il primo giorno) e mi è durato 2 giorni e mezzo! perché avrei dovuto intossicarmi di antistaminici e porcherie varie? per farlo durare meno? meno di 2 giorni e mezzo? però nel caso del mal di pancia di quella mia collega, sarebbe stato opportuno recarsi immediatamente dal medico per accertamenti...
sto riflettendo proprio su quanto sia sottile il confine tra sopportazione inutile (e potenzialmente pericolosa) e inutile assunzione di farmaci!
cinciarello
cinciarello

Numero di messaggi : 5657
Età : 49
Data d'iscrizione : 10.04.10

Torna in alto Andare in basso

La percezione del dolore fisico Empty Re: La percezione del dolore fisico

Messaggio Da tomoe Gio Mag 10, 2012 8:00 am

Non so dove ho letto che il dolore non va mai sopportato ma bisogna capire quel dolore cosa nasconde, io non ho ancora capito se ho una soglia del dolore alta o bassa, lo so che può sembrare strano ma non lo so davvero ...
Soffro di terribili mal di testa nei 2 giorni precedenti l'arrivo delle M, alcuni mesi mi sforzo di sopportarlo mentre alcune volte proprio non ce la faccio e prendo il nimesulide.
Una sola volta nella vita ho avuto mal di denti, l'ho sopportato quasi per un anno, alla fine sono andata dal dentista e l'ha dovuto devitalizzare.
Quando racconto i miei sintomi alle persone tutti mi chiedono come io possa riuscire a sopportare, che loro al mio posto "non ce la farebbero" quindi forse mi devo fare una domanda da sola : la mia paura nel farmi curare (ho il terrore di dottori dentisti anestesie e rogne post-cure) quanto ha influito nella mia sopportazione del dolore?
Green in questo siamo uguali, a fronte di forti dolori improvvisi anche io reagisco ridendo, a volte fino alle lacrime che non si capisce mai se sono di dolore o per la risata ... ricordo dopo un colpo di frusta ho fatto un pò di fisioterapia (dolorosissima, mai più) e quando andava a smuovere parti molto doloranti cominciavo a ridere come una matta Suspect , sarà una reazione di protezione verso il dolore?
tomoe
tomoe

Numero di messaggi : 1484
Età : 42
Località : Ardea - Roma
Data d'iscrizione : 17.03.10

Torna in alto Andare in basso

La percezione del dolore fisico Empty Re: La percezione del dolore fisico

Messaggio Da Emanuela Gio Mag 10, 2012 9:37 am

Secondo me la percezione del dolore è più che altro una cosa psicologica.
Se ho un dolore fortissimo ma, per qualsiasi motivo, per un periodo mi distraggo, in quel lasso di tempo non lo sento quasi più. Soffro di emicrania a grappolo che ritengo essere veramente insopportabile (un trapano tra gli occhi?). Beh, una volta questo mal di testa ha coinciso con una visitina indesiderata di un topo in casa. Il mal di testa è cessato improvvisamente (ero troppo terrorizzata dal topo) ed è ripreso quando, in quei giorni, mi sono trasferita temporaneamente in un'altra casa.
Voglio dire, secondo me sentiamo il dolore più o meno forte a seconda di quanto siamo concentrati su di esso e di quanto gli diamo importanza La percezione del dolore fisico 294699
Emanuela
Emanuela

Numero di messaggi : 2472
Età : 49
Località : Roma
Data d'iscrizione : 15.07.09

Torna in alto Andare in basso

La percezione del dolore fisico Empty Re: La percezione del dolore fisico

Messaggio Da Jessica Gio Mag 10, 2012 9:50 am

Io ho sofferto di dolore cronico dal 2003 al 2010, prima con la pubalgia che mimava i sintomi della cistite ed era più o meno sempre presente e poi dal 2008 con il mal di schiena. Il mio ragazzo dice sempre che ho una soglia del dolore alta, non so se sia vero, però in effetti il dolore di per sé non mi disturba, ma mi disturba psicologicamente sapere di soffrire. Oppure mi disturba perché mi preoccupo per la causa, se non la conosco, e per le conseguenze che può rappresentare. Ad esempio, quando ho l'influenza io soffro parecchio più per il fatto che sto male e la mia libertà è limitata, piuttosto che per i sintomi. C'è da dire che un rapporto particolare con alcuni dolori, ad esempio gli aghi che in tanti temono, a me piacciono La percezione del dolore fisico 654381

Direi che in generale, però, quando ci si fa male, è importante dare attenzione al dolore, perché è il segnale che il corpo usa di farci capire che qualcosa non va! Ad esempio, camminare con un muscolo strappato o un osso rotto non ci fa affatto bene, perché non permette di guarire e aggiunge danno al danno! Infatti c'è una condizione medica rarissima congenita per la quale l'individuo non ha fisicamente la percezione del dolore e questi bambini cadono, inciampano, si rompono tutti e poi gli si calcificano male le ossa perché i genitori non se ne accorgono, dato che non si lamentano!

_________________
Dott.ssa Jessica Borgogni
www.jessicaborgogni.it

Psicologa perinatale
Educatrice del Metodo Ladyfertility

I miei grafici: https://www.fertilityfriend.com/home/1db1de
Jessica
Jessica
Admin

Numero di messaggi : 32725
Età : 38
Data d'iscrizione : 12.04.08

http://www.jessicaborgogni.it

Torna in alto Andare in basso

La percezione del dolore fisico Empty Re: La percezione del dolore fisico

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 1 di 2 1, 2  Successivo

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.