Iperinsulinemia, resistenza insulinica, diabete

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Iperinsulinemia, resistenza insulinica, diabete

Messaggio Da Luthien il Sab Lug 16, 2016 9:00 pm

Ciao a tutte, apro questo topic perché da anni soffro di crisi ipoglicemiche che solitamente seguono l'assunzione di alimenti ad alto indice glicemico. Il mio medico un paio di anni fa mi ha fatto misurare la glicemia a digiuno e quella postprandiale non trovando nulla di anomalo. Le crisi purtroppo si sono  ripetute più volte e ho cercato di tenerle a bada mangiando alimenti a basso indice glicemico (razioni più ridotte ma frequenti). Stufa però di questa condizione ho chiesto nuovamente al mio medico di indagare e mi è stata prescritta la curva da carico di glucosio (curva glicemica e insulinemica). Questi i valori riscontrati:
Glicemia
0' 87 mg/dl
30' 162 mg/dl
60'172 mg/dl
90' 200 mg/dl
120' 150 mg/dl

Insulina
0' 15.03 micrU/ml
30' 147 micrU/ml
60' 161 micrU/ml
90' 281 micrU/ml
120' 216 micrU/ml

Premetto di aver avuto un'altra crisi ipoglicemica proprio il giorno stesso dell'esecuzione della curva (dopo circa 1 ora e mezza dal termine) e sono stata malissimo. Ho iniziato a sudare,tremare, avere palpitazioni e ad essere quasi inebetita. Fortunatamente ero a casa e quando mi succede inizio ad ingurgitare qualcosa di zuccherino (pane, pasta, dolci) per compensare e per sentirmi meglio.
Sono andata con questi risultati dal medico (che non c'era) e il sostituto di turno mi ha prescritto la metformina dicendo che sembra che si tratti di una sorta di prediabete. Onestamente io non credo che sia diabete e soprattutto non mi fido a prendere la metformina così tanto per... a casa mi prendono in giro perché quando ho visto questi valori di insulina così alti ho pensato ad un insulinoma ma onestamente a me sembrano proprio fuori da ogni logica. Anche il valore dell'insulina a digiuno non è altino? Il limite massimo è pari a 20 ma solitamente non è al di sotto di 6/7 micrU/ml? se qualcuno sa darmi un contributo mi faccia sapere, sono un po'preoccupata
avatar
Luthien

Numero di messaggi : 7893
Età : 32
Località : Roma
Data d'iscrizione : 12.05.10

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Iperinsulinemia, resistenza insulinica, diabete

Messaggio Da AbbyOtto il Dom Lug 17, 2016 5:17 am

Ciao Luthien, io farei vedere gli esiti ad un endocrinologo per un'interpretazione corretta e per capire finalmente cosa fare.

Un abbraccio intanto, immagino lo stato d'animo I love you
avatar
AbbyOtto

Numero di messaggi : 198
Età : 29
Data d'iscrizione : 14.06.14

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Iperinsulinemia, resistenza insulinica, diabete

Messaggio Da chiaretta il Dom Lug 17, 2016 8:26 am

Concordo, vai da un endocrinologo, ancor meglio uno di quelli che si occupa soprattutto di diabete.. prima di prendere la metformina c'è tutta una serie di accorgimenti da prendere, come una dieta che limiti gli zuccheri e un aumento dell'attività fisica e poi, eventualmente, se a distanza di mesi queste cose non sono risolutive si può pensare ad un farmaco...a parte che nel tuo caso è anche da accertare se possa essere un prediabete, anche se lo fosse, sono cose da seguirne nel tempo l'andamento e di certo non lo può fare il sostituto del tuo medico di base che ti ha vista una volta Neutral
avatar
chiaretta

Numero di messaggi : 723
Età : 30
Data d'iscrizione : 13.01.14

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Iperinsulinemia, resistenza insulinica, diabete

Messaggio Da June il Mar Lug 19, 2016 11:08 am

Luth, per un confronto ti riporto i miei valori

Glicemia
0' 91 mg/dl
30' 114 mg/dl
60' 99 mg/dl
90' 90 mg/dl
120' 77 mg/dl

Insulina
0' 7.07 uU/ml
30' 37.9 uU/ml
60' 53.6 uU/ml
90' 62.5 uU/ml
120' 48.6 uU/ml

Non avevo mai avuto crisi ipoglicemiche vere e proprie come quella che descrivi, solo attacchi di fame improvvisi. Le curve le ho fatte per confermare la sindrome dell'ovaio policistico correlata a insulinoresistenza.
I valori che vedi sono stati ritenuti sufficienti per confermare la diagnosi, perché in generale un picco di insulina che supera 5 volte il valore a digiuno è sufficiente a confermare il pre-diabete e l'insulinoresistenza.
Quello che mi lascia perplessa è che nel mio caso la glicemia "obbedisce" all'ondata di insulina e scende sotto il valore a digiuno. Questo spiega il mal di testa e la stanchezza che avevo a fine esame e spiega anche gli attacchi di fame improvvisi, quasi sempre correlati all'assunzione di cibi ad alto indice glicemico 2-3 ore prima.
In pratica l'insulinoresistenza consiste in una difficoltà da parte delle cellule di recepire l'insulina, per cui il glucosio continua a circolare per il sangue. La reazione del sistema endocrino è sollecitare il pancreas a rincarare la dose di insulina per togliere il glucosio dal circolo. Il risultato è il picco insulinemico, il brusco calo glicemico e quello che ne consegue.
La correlazione con la sindrome dell'ovaio policistico sta nel fatto che l'ambiente iperinsulinemco che si viene a creare "stordisce" le ovaie che non riescono a portare a maturazione i follicoli.
Questo stato è correlato anche con il sovrappeso, perché si crea spesso un circolo vizioso per cui "più mangi, più hai fame".
Last but not least, chiaramente il pancreas sovrastimolato alla fine si stufa e rischia di collassare, per questo si chiama "pre-diabete".

Ma guardando i tuoi valori, nonostante una massiccia produzione di insulina, la glicemia continua a essere alta.
Quindi, secondo me una visita dall'endocrinologo è di dovere.
Riguardo la metformina, io la prendo da due anni a dosi piuttosto alte (ho alzato fino a 2000 mg/die). Nel mio caso è più volta a controllare la PCOS che il pre-diabete, perché con i miei valori sarebbe stata sufficiente la dieta. Però, per ripristinare la funzionalità ovarica bisogna essere di mano forte a quanto pare.
Non ho particolari effetti collaterali, ma qualche ragazza la tollera male in effetti (nausea, diarrea...).
Facci sapere!

Edit: quando scrivo di corsa faccio errori di ortografia, sorry!
avatar
June

Numero di messaggi : 2034
Età : 38
Data d'iscrizione : 02.08.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Iperinsulinemia, resistenza insulinica, diabete

Messaggio Da Panicqueen il Mar Lug 19, 2016 12:23 pm

ciao Luth!
Mi dispiace che ti trovi alle prese con questo problema 
anche io ho fatto la curva glicemica + insulinemica nel 2013 per un forte aumento ponderale improvviso.
I miei risultati sono stati letti da un endocrinologo che mi ha spiegato quello che forse troverai anche in rete, ovvero che ancora non esistono dei parametri standard per l'interpretazione della curva insulinemica e che quindi anche gli endocrinologi vanno un po' a braccio.
Da quello che scrive June per esempio vedo che è stato introdotto il criterio dell'insulina 5 volte tanto quella a digiuno, questa per esempio è una novità e ora riprenderò anche io le mie analisi per vedere il confronto.

Il meccanismo con cui si sviluppa il diabete è proprio quello descritto da June e purtroppo soprattutto se si ha familiarità (io la ho da entrambi i rami familiari), significa che si deve stare più attenti degli altri a non sommare i fattori di rischio. Considerando anche per ogni aumento del peso di 10-15% circa, il metabolismo fa uno "scatto" in più verso la resistenza insulinica, quindi è un circolo che può essere vizioso, ma anche virtuoso.
Con un endocrinologo Luth dovrai valutare se il tuo punto già richiede l'aiuto della metformina, ma che comunque deve essere abbinata ad una dieta bilanciata e all'attività fisica, soprattutto quella di resistenza (weight training/resistance training) perché incrementare la massa muscolare è il primo modo per aumentare la sensibilità dell'insulina e questo permette al pancreas di allentare il tiro nella sua produzione.
In alcuni casi si può far rientrare solo con questo regime, in altri equilibri già spostati verso il diabete può invece essere proprio necessaria la metformina, almeno in una prima fase.

La PCOS è causata praticamente sempre da una situazione di resistenza insulinica e o pre-diabete, e controllare la situazione a livello del metabolismo glucidico significa automaticamente controllare la situazione a livello delle ovaie (solo in certi casi sono necessari ulteriori interventi perché le ovaie sono danneggiate, ma si parla di anni). Da notare che anche altre situazioni di malfunzionamento ovarico, senza arrivare alla PCOS conclamata, sono sostenute dallo stesso squilibrio glucidico, anche in donne con curve glico-insulinemiche normali e tanto sovrappeso quanto sottopeso.

Una nota la faccio per quanto riguarda i farmaci, perché ce ne sono tanti che favoriscono l'insorgenza del diabete, e questo viene abbondantemente taciuto ancora oggi quando vengono prescritti, tra cui antidepressivi, beta-bloccanti, pillola anticoncezionale, ecc. e se si hanno i geni per la predisposizione, ecco che l'equilibrio comincia a incrinarsi.

Una prima cosa da fare in attesa della visita endocrinologica sarebbe un controllo ematico di colesterolo e trigliceridi (tanto te li chiede direttamente l'endocrinologo) perché spesso una situazione di disequilibrio glucidico si accompagna alla cosiddetta sindrome metabolica.Il colesterolo alto è infatti prodotto da picchi glicemici incontrollati e ripetuti nel tempo.

_________________
Jessica Borgogni
Fertility Educator
Metodo Ladyfertility per la Fertilità Consapevole™
Contraccezione naturale sicura, Ricerca di gravidanza e Salute riproduttiva


I miei grafici di fertilità: http://www.fertilityfriend.com/home/1db1de

Segui tutte le novità di Ladyfertility anche su Facebook
avatar
Panicqueen
Admin

Numero di messaggi : 31198
Età : 33
Data d'iscrizione : 12.04.08

Vedi il profilo dell'utente http://www.ladyfertility.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Iperinsulinemia, resistenza insulinica, diabete

Messaggio Da June il Mar Lug 19, 2016 1:46 pm

Grazie del tuo intervento PQ.
Una precisazione: la regola del "5 volte tanto" non è universalmente riconosciuta come cut/off, ma in realtà non esiste una convergenza unica sul valore di guardia.
Secondo alcuni si può arrivare a 10 volte, secondo altri già 5 è un campanello d'allarme e 7 è patologico.
In linea conservativa, il valore 5-6 richiede approfondimenti, come quelli giustamente proposti.
Il mio 63/7=8.2 è stato già sufficiente a confermare.
La correlazione con la PCOS nel mio caso è lampante perché la mia unica gravidanza confermata è avvenuta dopo 2 settimane di metformina e l'ovaio sinistro edematoso visto in laparo ne è un'ulteriore conferma.
Luth, con il rapporto 281/15=18,7 è molto importante approfondire.
Un abbraccio, mi dispiace molto che tu debba affrontare questa situazione, però ci sono ampi margini d'intervento e forse scoprirlo ora ti ha risparmiato problemi seri più tardi!

EDIT: riguardo alla familiarità, confermo: mio padre lievemente diabetico, sotto met anche lui (quando la dimentico a casa gliela rubo, porello!) e mia madre con infertilità secondaria e sovrappeso, 13 anni tra me e mia sorella che è "figlia del clomid". Quindi, credo proprio che dove prendevo, prendevo male!
avatar
June

Numero di messaggi : 2034
Età : 38
Data d'iscrizione : 02.08.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Iperinsulinemia, resistenza insulinica, diabete

Messaggio Da Panicqueen il Mar Lug 19, 2016 2:11 pm

June ha scritto:
Una precisazione: la regola del "5 volte tanto" non è universalmente riconosciuta come cut/off, ma in realtà non esiste una convergenza unica sul valore di guardia.
Infatti l'endocrinologo che mi prescrisse la curva mi disse, dopo averla fatta, che l'interpretazione era lasciata al clinico perché non c'erano linee guida. 
Non mi fece alcuna diagnosi, se non mettermi in guardia per il fatto che già solo con la familiarità sono a rischio (cosa che appunto si sapeva già anche senza curva). 
Peccato che poi mi prescrisse una dieta classica ipocalorica, piena di carboidrati (più di quelli che già consumavo!) e senza minima considerazione per l'indice glicemico. All'epoca io avevo già intrapreso la paleo e con quella abbinata al movimento riuscii a perdere il peso e rimettere a posto i parametri. 
Li vorrei rivedere adesso però perché chissà se oggi invece mi farebbero diagnosi... Così a memoria mi sembra proprio che il valore di insulina arrivasse a 10 volte l'iniziale... 
Fast forward ad oggi e sono tornata al punto di prima, nonostante la stessa dieta...e so perfettamente tutto quello che dovrei fare (come ci sono riuscita la prima...), il problema sono tutti i motivi per cui non riesco a farlo, ma questo rimanderebbe a 20 diversi topic.

La correlazione con le ovaie la rivedo moltissimo nelle donne che seguo con la mia professione...se c'è un disturbo dell'ovulazione, quasi sempre c'è un metabolismo glucidico alterato, che fortunatamente si può correggere! A seconda della gravità della situazione, nei casi più blandi, anche senza metformina si arriva benissimo!  (coraggio Luth!!) 
La cosa curiosa è che invece non sempre nei casi di alterazione del metabolismo glucidico c'è un disturbo della fertilità, in tanti casi è propriamente conservata. 
Ma è bene conoscere il proprio status perché se c'è resistenza insulinica in gravidanza si può trasformare in diabete gestazionale senza gli opportuni accorgimenti, quindi assolutamente meglio saperlo prima che poi!


Ultima modifica di Panicqueen il Mar Lug 19, 2016 3:03 pm, modificato 2 volte

_________________
Jessica Borgogni
Fertility Educator
Metodo Ladyfertility per la Fertilità Consapevole™
Contraccezione naturale sicura, Ricerca di gravidanza e Salute riproduttiva


I miei grafici di fertilità: http://www.fertilityfriend.com/home/1db1de

Segui tutte le novità di Ladyfertility anche su Facebook
avatar
Panicqueen
Admin

Numero di messaggi : 31198
Età : 33
Data d'iscrizione : 12.04.08

Vedi il profilo dell'utente http://www.ladyfertility.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Iperinsulinemia, resistenza insulinica, diabete

Messaggio Da June il Mar Lug 19, 2016 2:17 pm

Eh... 10 volte secondo me è proprio quel che è!
Io con 8 ho manifestato tutti i sintomi!
Riguardo al fatto che saprei benissimo cosa fare ma... dovrei andare in qualche decina di topic!
Non mi è sufficiente come motivazione per dieta ed esercizio nemmeno l'infertilità
avatar
June

Numero di messaggi : 2034
Età : 38
Data d'iscrizione : 02.08.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Iperinsulinemia, resistenza insulinica, diabete

Messaggio Da Panicqueen il Mar Lug 19, 2016 2:20 pm

Mi dispiace molto June...io penso che la sopravvivenza dovrebbe essere la prima motivazione. Quindi non mi stupisco che l'infertilità non ti sia da spunto..la tua vita conta più di quella che deve venire, in questo credo fortemente.
Però una considerazione che mi torna in mente spesso è quella sul significato del diabete da un punto di vista psicosomatico, nella "vecchia medicina" si diceva che era sinonimo di mancanza di dolcezza nella vita, di isolamento e solitudine schiaccianti. 
Non posso dire se sia vero per tutti, ma se penso al mio caso, mi viene da sorridere, appunto, con amarezza. Un abbraccio I love you

_________________
Jessica Borgogni
Fertility Educator
Metodo Ladyfertility per la Fertilità Consapevole™
Contraccezione naturale sicura, Ricerca di gravidanza e Salute riproduttiva


I miei grafici di fertilità: http://www.fertilityfriend.com/home/1db1de

Segui tutte le novità di Ladyfertility anche su Facebook
avatar
Panicqueen
Admin

Numero di messaggi : 31198
Età : 33
Data d'iscrizione : 12.04.08

Vedi il profilo dell'utente http://www.ladyfertility.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Iperinsulinemia, resistenza insulinica, diabete

Messaggio Da June il Mar Lug 19, 2016 2:34 pm

Panicqueen ha scritto:nella "vecchia medicina" si diceva che era sinonimo di mancanza di dolcezza nella vita, di isolamento e solitudine schiaccianti. 

Cosa posso fare se non specchiarmi nel tuo sorriso amaro e abbracciarti? I love you
Non so se nella mia vita questo sia ora o sia stato tanto a lungo da lasciare i segni, ma in fin dei conti la cosa non cambia perché ormai ho imparato a relazionarmi in un certo modo con le persone e ricreo io quello che prima avveniva al di là della mia volontà
E sotto questo aspetto, la familiarità può andare molto oltre ai geni ed al metabolismo: quante volte mi hanno detto "sei la copia di tuo padre?".
Comunque, mia madre mi ripete in tutti i toni che devo prendermi cura di me finché sono in tempo.
Ecco, forse non ho ancora capito che si tratta di sopravvivenza, dentro di me credo di essere onnipotente e immortale
Oltretutto il diabete riguarda un aspetto fondamentale della vita: la nutrizione! Modificare quello che mangi significa modificare te stesso, il tuo stile di vita e le tue relazioni, anche intime. C'è bisogno di un bel lavoro su sé stessi. Papà, appena vede la glicemia tornare sotto i livelli, va a caccia di cioccolata... io e mamma quando lo vediamo ci arrabbiamo ma praticamente è il bue che dice cornuto all'asino!
avatar
June

Numero di messaggi : 2034
Età : 38
Data d'iscrizione : 02.08.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Iperinsulinemia, resistenza insulinica, diabete

Messaggio Da Luthien il Mar Lug 19, 2016 5:27 pm

Eccomi qua!
Tanto per iniziare grazie mille per avermi aiutato ad interpretare la situazione. Sono andata oggi a fare una visita endocrinologica a pagamento perché con il ticket sanitario se ne parlava nel 2017... no comment. Praticamente ho solo buttato il mio denaro sentendomi umiliata. La dottoressa (di una simpatia unica) non mi ha permesso neanche di parlare, dicendomi che se sto così è colpa della frutta che mangio perché devo fare una dieta ricca di pane e pasta. prediligendo l'integrale. Le ho spiegato che con un regime di dieta di tipo paleo le crisi ipoglicemiche si erano di molto ridotte e lei mi ha detto che non conosce la paleo ma che di sicuro è una dieta sbilanciata... mi ha consegnato un apparecchio per la misurazione della glicemia dicendomi di misurarmela durante una crisi e mi ha prescritto la solita dieta preimpostata da 1200 kcal farcita di inositolo (già lo assumo da mesi) e di camminata veloce da 30 minuti al giorno. Ho chiesto se fosse necessario approfondire la situazione per capire come mai i valori fossero così alti e lei mi ha detto di no,perché a detta sua mangio solo male e si vede visto che sono una persona in sovrappeso. Io non sono assolutamente in sovrappeso, tengo a precisarlo, porto una 42 non credo di essere una balena ma lei ha deciso così. Ah ha aggiunto che non devo prendere la metformina perché non serve e mi ha lasciato la sua email per farle sapere....
Morale; ho riprenotato un'altra visita tra un paio di mesi totalmente gratuita per avere un altro parere sperando che nel mentre se ne liberi una in un tempo più breve. che amarezza, sono arrabbiata per i soldi ed il tempo perso e mi chiedo come sia possibile che si verifichino ancora situazioni del genere.
Si sa che in questi casi si preferisce prediligere una dieta a basso indice glicemico e insulinemico e lei cosa mi mette? Gli oro saiwa a colazione perché la frutta a colazione fa male, fa venire il diabete perché ha un indice glicemico basso ma si assimila più rapidamente... certe cacate io non ce la faccio proprio a sopportarle scusate.
avatar
Luthien

Numero di messaggi : 7893
Età : 32
Località : Roma
Data d'iscrizione : 12.05.10

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Iperinsulinemia, resistenza insulinica, diabete

Messaggio Da Panicqueen il Mar Lug 19, 2016 7:40 pm

Junina I love you 

Mi dispiace tanto Luth  purtroppo ti capisco perfettamente...
l'endocrinologo di cui parlavo su mi ha detto -testuali parole- che "tutti i ciccioni sono bugiardi", perché "poverini, mica lo fanno apposta, ma proprio non si rendono conto che mangiano più del dovuto".
E poi lui è lo stesso che a colazione lui gli dà due fette biscottate con la marmellata e stop!
Quindi come vedi l'endocrinologia è fatta così...addirittura quello a cui mi ero rivolta anni prima mi aveva detto che siccome il peso era nella norma (lo sarebbe stato ancora per poco), lui non mi poteva prescrivere la curva (l'avrei fatta a mie spese).

Se non sei formalmente in sovrappeso (da BMI), benissimo!! E' un fattore di rischio in meno che ti aiuterà a ri-bilanciarti.
In pratica il tuo problema erano i sintomi ipoglicemici, giusto?
Secondo me potrebbe facilmente essere una situazione transitoria che con la dieta bilanciata (anche sugli orari) e il movimento bilanciato puoi superare!
Hai notato se con l'inositolo la situazione è peggiorata/migliorata/cambiata? Perché l'inositolo accelera (anche se di molto poco in genere)  il metabolismo degli zuccheri e potrebbe non essere particolarmente adatto nel tuo caso...

_________________
Jessica Borgogni
Fertility Educator
Metodo Ladyfertility per la Fertilità Consapevole™
Contraccezione naturale sicura, Ricerca di gravidanza e Salute riproduttiva


I miei grafici di fertilità: http://www.fertilityfriend.com/home/1db1de

Segui tutte le novità di Ladyfertility anche su Facebook
avatar
Panicqueen
Admin

Numero di messaggi : 31198
Età : 33
Data d'iscrizione : 12.04.08

Vedi il profilo dell'utente http://www.ladyfertility.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Iperinsulinemia, resistenza insulinica, diabete

Messaggio Da June il Mer Lug 20, 2016 5:21 am

Mi incavolo come una iena a sentire l'ignoranza degli endocrinologi! Il problema dell'indice glicemico lo conoscono persino le riviste dietologiche!
Io in realtà non sono mai andata da un endocrinologo: mi ha seguito una bravissima diabetologa prima ancora di scoprire l'insulinoresistenza. Era a titolo preventivo per il sovrappeso e la familiarità. Era un buon metodo, purtroppo stava a 40 km e con gli impegni di lavoro e formazione non sono più riuscita a frequentare! Si basava su un monitoraggio dell'alimentazione e delle crisi, nel frattempo mi educava ad una corretta igiene alimentare e devo a lei la semplicità di regole quali il tris imprescindibile del diabetico (carboidrati proteine e fibre), mai sentire fame (per diabetici e prediabetici la fame è incontrollabile, è questione di sopravvivenza e la volontà non c'entra un fico secco: la fame va prevenuta con piccoli frequenti tris). E la sua parola d'ordine era "con moderazione!". Stava progettando una terapia a quattro mani con una psicologa, ma vi immaginate quanto veniva sostenuta dall'ospedale in cui lavorava? Poi sono passata sotto le ali della napro, li ho fatto le curve e ho iniziato la met.
Per mia esperienza quindi un buon diabetologo è il top, ma anche un ginecologo informato non è male!
avatar
June

Numero di messaggi : 2034
Età : 38
Data d'iscrizione : 02.08.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Iperinsulinemia, resistenza insulinica, diabete

Messaggio Da chiaretta il Mer Lug 20, 2016 7:07 am

Luthien non so di dove sei ma non c'è il centro regionale per il diabete o un altro centro di riferimento a cui potresti rivolgerti? Per ogni problematica io prediligerei sempre il centro di riferimento della zona, dovrebbero essere i più aggiornati e i più preparati
avatar
chiaretta

Numero di messaggi : 723
Età : 30
Data d'iscrizione : 13.01.14

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Iperinsulinemia, resistenza insulinica, diabete

Messaggio Da Luthien il Mer Lug 20, 2016 3:20 pm

Panic non so, con l'inositolo mi sembra non sia cambiato nulla, mi ha giovato solo per quello che riguarda il muco ma per il resto non mi sembra abbia fatto miracoli. Ho trovato una rinuncia per una visita al policlinico a Roma , andrò a sentire se hanno da propormi un'altra dieta inutile oppure se hanno intenzione di indagare un attimo meglio la situazione! E poi se anche questo sarà un buco nell'acqua mi farò prescrivere una visita diabetologica a questo punto
avatar
Luthien

Numero di messaggi : 7893
Età : 32
Località : Roma
Data d'iscrizione : 12.05.10

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Iperinsulinemia, resistenza insulinica, diabete

Messaggio Da Panicqueen il Gio Lug 21, 2016 7:16 am

Quello che ti vorrei dire però è di non avere elevate aspettative sulla ricerca di una diagnosi di livello superiore, nel senso che se cerchi una causa particolare alla tua situazione, non è detto che non si sia già arrivati. Se c'è un'alterazione del metabolismo glucidico (quella che si vede dalla tua curva), le cause possibili a monte non sono tantissime purtroppo e rimandano quasi sempre ad un equilibrio tra alimentazione ed attività fisica, soprattutto se c'è familiarità per patologia diabetica. In quel caso, quella è la "causa", proprio la predisposizione genetica, che si manifesta quando incontra altri fattori di rischio (es. dieta non bilanciata e/o attività fisica non bilanciata, BMI, farmaci, stile di vita, ecc.) e nella maggior parte dei casi è così.

C'è da considerare anche che le crisi tipo-ipoglicemiche che riscontri possono essere facilmente legate anche ad una sindrome ansiosa, perché con i livelli della tua curva non per forza ci aspetteremmo una sintomatologia associata, anche perché è una prova che simula una realtà alterata (difficilmente ci ingolliamo tutto quello zucchero libero in un'unica seduta nella vita reale, quindi quello che si vede alla curva è fatto per vedere cosa fa il corpo in condizioni estreme di prova, ma difficilmente si troverà a farlo davvero nel tuo quotidiano.
Dovresti effettivamente verificare se la glicemia è bassa durante l'episodio, tuttavia anche questo non sarebbe dirimente perché durante un attacco di ansia la glicemia può benissimo schizzare da tutte le parti, mediata dall'aumento di cortisone legato al picco di adrenalina.

A parte il discorso di base alimentazione+attività fisica, che è anche il modo di gestire eventualmente la situazione, un dismetabolismo glucidico può essere collegato ad altri fattori a monte, ma sono pochi. Anche io li avevo indagati all'epoca e in particolare vogliamo guardare la tiroide (TSH, FT3, FT4), la prolattina (curva con ago-butterfly) ed eventualmente considerare la curva di cortisolo per escludere la Sindrome di Cushing. Se hai per qualche motivo costanti elevati livelli di cortisolo (ormone dello stress), questo è un noto fattore di rischio per la slatentizzazione del dismetabolismo glucidico.
Vedere anche il colesterolo e i trigliceridi serve per capire se siamo in presenza di sindrome metabolica.
L'altra cosa frequentemente associata a questa condizione è la celiachia, che non trattata porta nel tempo proprio all'intolleranza glucidica (reazione di iperinsulinemia), associato o meno ad ipotiroidismo.
Considerando in generale che il glutine è tossico per l'organismo umano, si capisce come questo sia un fattore di rischio importante per la popolazione e spiega potenzialmente perché in tanti hanno problemi di questa natura (peso, diabete, ecc.)

Sono tutti esami che puoi intanto fare per conto tuo e portare poi in visita

E' estremamente raro che si possa trattare di insulinomi o altre malattie rare, però uno specialista scrupoloso dovrebbe effettivamente proporti la ricerca della diagnosi differenziale.

Buona fortuna, aggiornaci! I love you

_________________
Jessica Borgogni
Fertility Educator
Metodo Ladyfertility per la Fertilità Consapevole™
Contraccezione naturale sicura, Ricerca di gravidanza e Salute riproduttiva


I miei grafici di fertilità: http://www.fertilityfriend.com/home/1db1de

Segui tutte le novità di Ladyfertility anche su Facebook
avatar
Panicqueen
Admin

Numero di messaggi : 31198
Età : 33
Data d'iscrizione : 12.04.08

Vedi il profilo dell'utente http://www.ladyfertility.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Iperinsulinemia, resistenza insulinica, diabete

Messaggio Da Keira il Gio Lug 21, 2016 8:18 am

Luthien mi sono appena aggiornata sulla tua situazione di salute, mi dispiace molto che sei alle prese con questi problemi, spero riuscirai a risolvere quanto prima.  I love you
avatar
Keira

Numero di messaggi : 425
Età : 27
Località : Roma
Data d'iscrizione : 11.10.15

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Iperinsulinemia, resistenza insulinica, diabete

Messaggio Da June il Gio Lug 21, 2016 11:01 am

Ragazze, volevo solo dirvi che grazie alla discussione emersa qui mi si sbloccato qualcosa.
Probabilmente gioca anche il fatto che nelle ultime due settimane ho provato a portare rasoterra gli zuccheri semplici e a seguire con attenzione i tris de diabetico, quindi è facile che un equilibrio glucidico migliore mi abbia schiarito le idee.
Ieri ho telefonato al centro diabetologia di cui vi parlavo sopra e che avevo vergognosamente disertato due anni fa.
Purtroppo o per fortuna, certi pentimenti hanno un costo: data la lunga assenza ero stata depennata dalla lista dei loro monitorati. La segretaria comunque è stata gentilissima e mi ha spiegato come rientrarvi con tutti i dettagli per essere riasseganta alla stessa dottoressa ed avere la visita in breve tempo.
Non è stato semplice: ho dovuto fare due ore di fila dal medico curante per avere l'impegnativa prioritaria, poi stamattina sono andata al distretto sanitario con in mano l'impegnativa ed il calendario della presenze della "mia" dottoressa nei vari ospedali in cui opera.
Fortunatamente l'impiegata del centro prenotazioni mi è venuta incontro ed ha smanettato con il software fino a farmi avere una visita mercoledì prossimo proprio con "lei"!!!
Ho dovuto quindi spostare e riorganizzare il viaggio in visita dai suoceri ed a Lugano dalla doc, ma con qualche magheggio ho un programma più bello di prima.
Mia madre quasi si è commossa quando le ho detto che torno in terapia...
Sono convinta che aver dovuto lavorare per "rientrare" è un buon segno: se ti scomodi, vuol dire che qualcosa è cambiato.
Vi farò sapere!
avatar
June

Numero di messaggi : 2034
Età : 38
Data d'iscrizione : 02.08.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Iperinsulinemia, resistenza insulinica, diabete

Messaggio Da Luthien il Gio Lug 21, 2016 2:43 pm

Bene June I love you
Panic non so cosa aspettarmi nemmeno io in realtà, solo che non riesco a capire come sia possibile se già seguo un'alimentazione abbastanza corretta ormai da anni. L'attività fisica è diminuita ultimamente per colpa del lavoro e dei turni ma sull'alimentazione sono sempre stata abbastanza rigida. La tiroide è ok e anche colesterolo e trigliceridi. Boh sarà forse colpa dello stress, sicuramente il periodo non è dei migliori in effetti
avatar
Luthien

Numero di messaggi : 7893
Età : 32
Località : Roma
Data d'iscrizione : 12.05.10

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Iperinsulinemia, resistenza insulinica, diabete

Messaggio Da June il Sab Ott 22, 2016 3:32 pm

Aggiornamento:
2 visite dal duo dietologa-diabetologa;
3 mesi di transito verso una dieta a basso indice glicemico e zero-fame, molto semplice e flessibile e cucita sulle mie abitudini, ormai stabile da 1 mese:
1 mese di attività fisica costante (acquafitness, mon amour) con la media di 5 ore a settimana;
risultato... da 74.5 a 66.5 kg!!!! 8 kg!!!! il 10% abbondante!
in più massa muscolare aumentata e resistenza alla fatica migliorata!
Ho solo un piccolo problema... sto a 4 caffè al giorno! Ma credo sia dovuto alle 75 "bestiole" che curo 4 ore al giorno!
Insomma... con me funziona!


avatar
June

Numero di messaggi : 2034
Età : 38
Data d'iscrizione : 02.08.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Iperinsulinemia, resistenza insulinica, diabete

Messaggio Da Luthien il Sab Ott 22, 2016 4:26 pm

Wow June che progressi!!! Sei sulla strada giusta direi I love you
avatar
Luthien

Numero di messaggi : 7893
Età : 32
Località : Roma
Data d'iscrizione : 12.05.10

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Iperinsulinemia, resistenza insulinica, diabete

Messaggio Da June il Sab Ott 22, 2016 7:28 pm

Grazie! E devo dirti... lo sento! Sto davvero meglio a livello di energia, concentrazione e umore.
Occhio, l'attrazione per il dolce non passa (ancora?) ma è molto controllabile.
Tu come stai Luth? Novità sulle indagini e sulle crisi ipoglicemiche?
avatar
June

Numero di messaggi : 2034
Età : 38
Data d'iscrizione : 02.08.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Iperinsulinemia, resistenza insulinica, diabete

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum