[Ruota dell'Anno] Mezzo Inverno

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

[Ruota dell'Anno] Mezzo Inverno

Messaggio Da Panicqueen il Lun Feb 01, 2016 10:32 am

Secondo il nostro calendario, è appena iniziato il mese di Febbraio: dal punto di vista delle stagioni e del ciclo solare, ciò significa che ci troviamo a metà strada tra l'inizio dell'Inverno (21 Dicembre, Solstizio invernale) e l'inizio della Primavera (21 Marzo, Equinozio primaverile).

Siamo quindi esattamente a metà dell'Inverno: ci siamo appena lasciati alle spalle il momento più freddo dell'anno e stiamo per addentrarci invece in quella porzione della stagione invernale che si apre alla primavera.

E proprio in questo momento la Natura ci mostra un cambiamento. Il ghiaccio che inneva le montagne ora brilla alla luce del sole, sempre più presente, ed è pronto a sciogliersi al primo calore. I rami degli alberi, ancora freddi e immobili in apparenza, cominciano ad essere riattraversati dalla vita. Le giornate hanno ricominciato lentamente ad allungarsi dopo il Solstizio di Inverno e le rigide temperature invernali sono sempre più un ricordo. Il clima è ancora freddo, ma adesso è promettente.
Se affiniamo l'olfatto, infatti potremo percepire, a passeggio nelle campagne ma anche nelle città, i primi timidi accenni di Primavera negli acerbi effluvi delle piante, che cominciano a risvegliarsi dal gelo invernale e ci avvisano che la Primavera sta avviando il suo cammino. E' un momento quindi in cui possiamo fiutare nell'aria le promesse della stagione ventura.




Nelle tradizioni rurali questo momento è celebrato l'1-2 Febbraio e la festività prende storicamente il nome di Imbolc o Candelora o Candlemas.
Il termine Candelora è una sovrascrizione cristiana successiva che significa "festa delle candele", perché in questo momento venivano benedette le candele che si sarebbero utilizzate per la processione di Pasqua.

Ma proprio perché è un tempo di promesse e anticipazioni su ciò verrà, questa fase dell'anno è anche utilizzata per predire l'arrivo dell'"imprevedibile" Primavera. Ci sono moltissimi proverbi popolari, infatti, dedicati alla Candelora che ci permettono di fare previsioni sul clima delle settimane successive, il più famoso recita più o meno così (a seconda della variante regionale):

"Per la santa Candelora,
de l'inverno semo fora,
ma se piove o tira vento,
de l'inverno semo drento."

Secondo la tradizione popolare, quindi, al momento della Candelora (2 Febbraio) siamo ormai fuori dalla stagione invernale, però se quel giorno piove o tira vento, la stagione invernale per quell'anno risulterà protratta un po' oltre il consueto.

Il nome Imbolc invece deriva dal gaelico "oimelc" ("in milk"), ovvero "nel latte" perché nel mondo animale, questo è il momento in cui gli animali da fattoria, come pecore o mucche, si preparano a dare alla luce i propri cuccioli e li nutriranno con il latte di cui sono ora cariche le loro mammelle. Per  questo motivo, questo momento della ruota dell'anno delle tradizioni pagane (ovvero rurali, dal greco "pagòs" = "villaggio") corrisponde alla festa di Imbolc, un nome che si ritiene derivi dal gaelico "oimelc" ("in milk"), ovvero "nel latte".

Ad Imbolc nelle tradizioni pagane è celebrata in particolare la divinità di Brigid, la "fanciulla di fuoco", che incarna un archetipo significativo per questo periodo dell'anno, quello della "vergine", inteso nell'accezione di "giovane donna", che ancora non conosce l'età matura. La fertilità della Natura in questo momento infatti può essere osservata nel suo aspetto di "giovane", di preparazione all'inizio della vita fertile, che inizierà invece con la Primavera, la stagione in cui il regno vegetale ed animale in Natura proliferano, si accoppiano e si riproducono, perpetuando il ciclo della vita sulla Terra. Quindi, metaforicamente, questa fase dell'anno ci permette di sintonizzarci all'anima fresca e giovane della Natura, che si prepara, come una fanciulla, al momento in cui potrà "sbocciare", come i fiori, e diventare una donna matura, in grado di riprodursi attraverso la sessualità.





Inoltre, per quanto riguarda la fertilità umana, Imbolc e il periodo di Febbraio corrispondono al momento in cui sono partoriti i figli concepiti nel periodo di Maggio (quando si celebra Beltaine), la fase dell'anno in cui la fertilità della Natura è al suo picco.
Trazionalmente, nelle campagne questo momento era propizio per le nascite poiché gli abitanti delle case erano ancora ritirati dalle loro occupazioni all'esterno a causa dell'Inverno e le donne potevano raccogliersi intorno alle partorienti ed assisterle. Infatti le divinità associate a questo periodo presiedono l'arte ostetrica e la protezione del parto.

E' un momento dell'anno che ci presenta dei richiami ad alcuni aspetti specifici della fertilità e dei cicli di vita in cui siamo immersi, in particolare in questo caso relativi alla fertilità come unione: è il momento che ci anticipa e ci prepara alla "stagione degli amori" e dell'accoppiamento tipica della Primavera. Non a caso, in questo periodo dell'anno cade la festa di San Valentino, ovvero la celebrazione dell'amore di coppia, come fondamentale premessa dell'espressione della fertilità umana e della riproduzione.

Se sovrapponiamo i ritmi delle stagioni alle fasi di vita della donna, corrisponde alla fase una giovane fanciulla innamorata che si prepara a conoscere, incontrare o sposare l'uomo con cui condividerà il suo percorso della sua vita fertile.
Per questo si tratta di un momento opportuno per concentrarsi sulla propria relazione di coppia o cominciare i preparativi di un matrimonio (infatti la maggior parte dei matrimoni si celebrano nel pieno della Primavera, al culmine della fioritura, come simbolo e riflesso della fertilità). E' un momento in cui circondarsi delle amiche più care e fantasticare sul proprio futuro, oppure trascorrere del tempo con le proprie madri o le anziane della famiglia per fare tesoro della saggezza che possono trasmettere rispetto alla vita matrimoniale, proprio come si usava un tempo.

Tradizionalmente, alla festa di Imbolc erano diffusi riti propiziatori e divinatori che le ragazze usavano per prevedere l'arrivo di un innamorato nella loro vita.

E' un momento quindi che ogni donna può utilizzare per coltivare se stessa, per identificarsi con questa fase del ciclo dell'anno in cui sentirsi giovane e nuova, capace di nuovi inizi e nuovi percorsi. Possiamo utilizzare questa fase per riflettere con dolcezza e ispirazione sulla nostra identità e sul nostro percorso, per prepararci a metterlo in condivisione con l'altro.
Possiamo immaginarci come una sposa (in inglese "bride", collegato etimologicamente a Brid, diminuitivo di Brigid, fanciulla) nel mattino del suo matrimonio, mentre si prepara ad indossare l'abito nuziale e carica di emozioni e di anticipazione per il momento speciale della sua vita che la attende.



Se siamo in una relazione di coppia, è il momento adatto per farci ispirare dai fermenti timidi e stuzzicanti che si librano nell'aria per celebrare l'amore all'interno di una coppia, in tutte le sue forme, da quella più fisica e intima a quella più emotiva e spirituale. Approfittiamo di questo momento per fare l'amore, per dedicarci qualche momento speciale come coppia e riflettere insieme sul percorso di vita che stiamo condividendo e la direzione che vorremmo prendere insieme. Condividiamo con il partner i nostri sogni, i nostri progetti, creiamone di nuovi insieme, da realizzare grazie al reciproco supporto durante il resto dell'anno. Progettiamo una piccola vacanza solo per noi due, oppure dedichiamoci una cena speciale o piccoli gesti di attenzione per affermare e quindi rafforzare il nostro legame.

E' un momento in cui nella Natura il gelo austero dell'Inverno lascia il passo alla lenta preparazione verso le stagioni più calde. Non si tratta ancora delle energie esuberanti e travolgenti dell'esplosione della Primavera, ma possiamo cominciare a intuirne sommessi suggerimenti nell'aria. Per questo, il momento è espressione di un'energia mite, dolce e morbida. E' un'energia ancora lieve, è nata con il Solstizio e sta risvegliandosi lentamente. Armonizzarci a questo momento significa quindi assaporare il brio leggero che la caratterizza e lasciarci ispirare dalla tenerezza dei sentimenti.

I colori tipici che rappresentano questo momento dell'anno sono infatti colori tenui ed eleganti, come il bianco del latte, della neve e dello stato di purezza, il rosa dell'amore tenero che potrà sbocciare e crescere, il rosso brillante della promessa di un amore maturo e soddisfacente. Si tratta, infatti, dei colori tipici che ritroviamo nelle classiche decorazioni e regali di San Valentino (cuori, cioccolatini, fiori, orsacchiotti, ecc.).





E' un momento adatto anche per celebrare i nuovi nati, accolti da poco nel calore di casa. Come le madri nel mondo animale che in questo momento sono occupate a nutrire i piccoli con il loro latte, dedichiamo allora ai piccoli una coccola speciale, ad esempio durante l'allattamento, per ricordarci che sono il simbolo di un nuovo inizio, la promessa del futuro e l'ispirazione a guardare avanti, come fa l'eterna Ruota, alle nuove stagioni della vita.




Ultima modifica di Panicqueen il Lun Mar 21, 2016 12:42 pm, modificato 1 volta

_________________
Jessica Borgogni
Fertility Educator
Metodo Ladyfertility per la Fertilità Consapevole™
Contraccezione naturale sicura, Ricerca di gravidanza e Salute riproduttiva


I miei grafici di fertilità: http://www.fertilityfriend.com/home/1db1de

Segui tutte le novità di Ladyfertility anche su Facebook
avatar
Panicqueen
Admin

Numero di messaggi : 31198
Età : 33
Data d'iscrizione : 12.04.08

Vedi il profilo dell'utente http://www.ladyfertility.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: [Ruota dell'Anno] Mezzo Inverno

Messaggio Da Rossana il Lun Feb 01, 2016 10:59 am

meraviglia, le giornate si allungano, e ormai è ben visibile!
proprio stamattina ho fatto notare alle mie bimbe il cambiamento!

certo questo inverno non si è fatto proprio sentire e la cosa mi preoccupa un po'...ma attendo la primavera a braccia aperte!
avatar
Rossana

Numero di messaggi : 1125
Età : 40
Data d'iscrizione : 02.03.10

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: [Ruota dell'Anno] Mezzo Inverno

Messaggio Da Scrigno del Melograno il Gio Feb 25, 2016 11:46 am

Mezzo inverno è il giorno del mio compleanno I love you E' solo da pochi anni che ho realizzato la magia che porta con sé!
avatar
Scrigno del Melograno

Numero di messaggi : 59
Età : 30
Data d'iscrizione : 23.02.16

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: [Ruota dell'Anno] Mezzo Inverno

Messaggio Da sefora il Lun Feb 13, 2017 8:18 pm

Come sempre interessantissimo ciò che scrivi Pq!
Il detto popolare pare veneto.
Grazie mille per condividere le tue conoscenze con noi!
avatar
sefora

Numero di messaggi : 6810
Data d'iscrizione : 02.02.11

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: [Ruota dell'Anno] Mezzo Inverno

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum