I nostri racconti di parto

Pagina 7 di 10 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: I nostri racconti di parto

Messaggio Da daneb il Ven Set 30, 2011 1:09 pm

pq cos'è la PUPPP?
Il ginecologo che mi seguiva in gravidanza....stendiamo un velo pietoso per favore...è lo stesso che mi ha dimessa dall'ospedale....in quelle condizioni.
ovviamente non mi vedrà mai più.

Alla fine mi hanno diagnosticato un eritema polimorfo...ma i controlli fatti in allergologia non hanno rilevato nulla.
Il farmaco che non hanno potuto controllare è il toradol perchè hanno detto che tende a dare sempre reazione quando si testa....

mi hanno dimessa dal day hospital per i controlli con un foglio...e c'è l'elenco dei farmaci (un mix di cortisone e antistaminico) che dovranno darmi in caso di intervento/parto etc...
avatar
daneb

Numero di messaggi : 4001
Età : 36
Data d'iscrizione : 02.08.11

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: I nostri racconti di parto

Messaggio Da mammamike il Ven Set 30, 2011 1:09 pm

Caspita Daneb, mi hai stesa con tuo racconto..piangevo, leggevo e mi venivano davanti agli occhi le immagini della prima volta che mi diedero mio figlio in braccio! I love you
avatar
mammamike

Numero di messaggi : 1328
Età : 37
Data d'iscrizione : 28.07.11

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: I nostri racconti di parto

Messaggio Da daneb il Ven Set 30, 2011 1:10 pm

a tutte...grazie.
Grazie perchè avete letto dei giorni che più sono nel mio cuore.
Grazie perchè mi fate sentire una brava mamma.

Grazie perchè siete veramente delle donne speciali.
avatar
daneb

Numero di messaggi : 4001
Età : 36
Data d'iscrizione : 02.08.11

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: I nostri racconti di parto

Messaggio Da angelmoon il Ven Set 30, 2011 4:47 pm

Daneb legendo il tua racconto ho rivisuto anche il mio......ed è vero la prima volta che ho visto mio figlio è stato uno dei momenti più belli della mia vita, per quanto riguarda l'allattamento ti capisco perfettamente perchè anche io avrei voluto allattare anche fino a 30 mesi se fosse stato possibile invece il mio corpo ha detto no.......
avatar
angelmoon

Numero di messaggi : 998
Età : 41
Data d'iscrizione : 04.04.09

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: I nostri racconti di parto

Messaggio Da Pachamama il Ven Gen 27, 2012 11:27 am

E' da quando mi sono iscritta che voglio condividere con voi la mia esperienza ma ogni cosa arriva a suo tempo; ora me la sento, ricordo quei momenti attimo per attimo e ne ho ancora terrore.
Era il 24 febbraio del 2009, mi son svegliata alle 4 circa col bagnato sotto al sedere e ho pensato di essermela fatta addosso, poi mi sono alzata per andare a lavarmi e lasciavo la scia di bagnato sul pavimento, così ho capito che si erano rotte le acque..con l' adrenalina a mille, ma allora mi illudevo di essere calma e rilassata, sveglio il mio amore per dirgli che ci siamo.
Chiamo l' ospedale, visto che le acque sono limpide mi dicono di andare ma di fare con calma.Intorno alle 6 partiamo, alla radio i nirvana.Prima delle 7 io e una compagna di corso preparto siamo messe insieme nella stessa stanza, partoni i monitoraggi, il mio piccolo ha rotto le acque in alto, ecco perchè ne perdevo un filo, apparte questo nessuna contrazione, nulla di nulla, Silvano dormiva.
Passa la giornata, la mia compagna di viaggio non riesce a partorire per via naturale e fa il cesareo di urgenza, io intanto aspetto, sempre monitorata ma non muove una foglia..mi si alza la pressione, sono gonfia come una zampogna e sono sospesa nel limbo, mi chiedono se sono agitata, magari la pressione è salita per quello ma non lo sono, non so come sentirmi.Mi danno antibiotico per evitare infezioni al mio piccolo, passata la giornata arriva la notte..dormo poco, mio marito va via dopo le 9, va a casa per occuparsi del quadrupede e riposare.Il 25 alle 6 è già accanto a me, mi avevano detto che se non partiva il travaglio naturalmente me lo avrebbero indotto, e qui comincio ad avere timore, io che avevo sognato di gestire le mie contrazioni naturali avevo paura dell' induzione e non sapevo ancora quanto avrei avuto ragione ad averne.Alle 7 mi applicano la prima striscia di stimolazione intorno al collo dell' utero,niente..seconda applicazione, verso le 12 comincia a muoversi qualcosa, mi faccio la doccia, poi comincio a passeggiare avanti e indietro per il corridoio sorretta da mio marito, ho paura benchè non lo avrei ammesso neanche sotto tortura, cito al marito battute della banda bassotti di una storia che mi era piaciuta molto e ridiamo.Alle 12.30 entro in sala travaglio e lì l' ostetrica mi mette la flebo di ossitocina, dopo poco ho cominciato a sentire SOLO dolore, senza pause, un dolore che non ho mai provato e che non credevo possibile, riesco solo a respirare come ho imparato al corso, non riesco a parlare, respiro, respiro, respiro il mondo non esiste, la testa è vuota, il vuoto come assenza di pensiero, meditazione pura, ero lì, ero presente e basta.Non so come muovermi per trovare sollievo, provo in tutti i modi, mi offrono una marmellatina per ricaricarmi un pò ma non la voglio, ho tanta nausea, ho paura di vomitare..lui è sempre vicino a me, non mi molla neanche un secondo e ringrazio che lui esista perchè ho bisogno di lui..cerca di sdrammatizzare ma io non riesco a parlare.Faticosamente entro nella vasca per il parto in acqua, spero che aiuti ma dopo pochi minuti di quasi sollievo, i dolori riprendono più forti, ho sempre la flebo e il monitoraggio attaccati, dopo un' ora circa di vasca, scoraggiata torno sul lettino, alle 17, trovo la forza di dire alla giovane e omonima ostetrica che mi assisteva con infinita dolcezza, che voglio l' epidurale perchè non ce la faccio più.Dopo 45 minuti arriva l' anestesista, firmo il nullaosta tanto che non si capisce che è la mia, è uno scarabocchio orrendo..fa effetto l' epidurale, mi sciolgo e parlo ma non sento più nulla, nenache quando spingere..passa in fretta l' effetto, dalle 18 alle 19,03 minuti son in sala parto, sdraiata sul lettino, con questo dolore immane, non sento nulla oltre al dolore, spingo quando mi dicono di farlo, la testa di silvano esce per due e rientra di un cm ogni volta, nel frattempo si è girato e tutto si complica;intorno a me ho tre ostetriche, una ginecologa l' anestesista ecc ma non so neanche di essere al mondo, cioè so di essere presente, sono presente ma ho la testa vuota, solo ho paura di non farcela a far nascere mio figlio, non so gestire la situazione e come potrei..mi fanno la manovra di kristeller,poi l' episiotomia dopo spingo e urlo e l' ostetrica più anziana è scocciata "ci manca pure che gridi" dico che non ce la faccio, la gine mi chiede se voglio che mio figlio nasca col forcipe e se non mi vergogno..io mi sento una merda indegna, mio marito continua a reggermi la testa a incoraggiarmi, ad asciugarmi la fronte madida poi alle 19,03 finalmente nasce nostro figlio..lo sento piangere, tutto il dolore non importa più, è nato e sta bene.me lo appoggiano sulla pancia ma non sento niente,la pelle è anestetizzata, chiedo dov'è mio figlio e mi dicono sulla mia pancia allora lo vedo e lo abbraccio, è bellissimo.La placenta non si stacca, l' ostetrica schiaccia la mia povera pancia ancora e ancora poi mi dice che dev' essere tolta chirurgicamente, mi portano in sala operatoria, mio marito è con la pediatra per la prima visita e non sa nulla, gli dicono che mi portano in sala operatoria quando mi cerca.Mi hanno staccato la placenta e dato i punti per episiotomia e l' anestesista mi raccomanda di dimagrire, come se dopo un parto, per di più così ,fosse in cima alla mia wishlist..che stronzo. Alle 21 circa mi riportano in camera, mio marito appena mi vede scoppia a piangere, pensava di non vedermi più, non sapeva per cosa mi avevano portata in sala operatoria.Lo mando a casa, anche lui è stravolto.Questa è la mia storia, il parto mi ha lasciato una ferita profonda in me ma farei nascere mio figlio altre mille e mille volte.
avatar
Pachamama

Numero di messaggi : 1944
Età : 39
Data d'iscrizione : 03.10.11

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: I nostri racconti di parto

Messaggio Da mammamike il Sab Gen 28, 2012 1:55 pm

Pachamama..davvero terribile...e il personale con zero delicatezza!
avatar
mammamike

Numero di messaggi : 1328
Età : 37
Data d'iscrizione : 28.07.11

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: I nostri racconti di parto

Messaggio Da Luna nuova il Sab Gen 28, 2012 5:42 pm

Questi medici hanno davvero sbagliato lavoro.... oltre a questi commenti e pareri non richiesti davvero agghiaccianti, non hanno un briciolo di umanità!!?
Non capiscono che una donna in quei momenti è nelle loro mani, e quanto possono influenzarla?
Pach, Daneb, avete tutta la mia comprensione
avatar
Luna nuova

Numero di messaggi : 1712
Data d'iscrizione : 09.12.09

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: I nostri racconti di parto

Messaggio Da Leila il Sab Gen 28, 2012 5:55 pm

Qua ritorna il mio tormentone che siamo noi a non doverci mettere in toto nelle loro mani, ma purtroppo, come è successo a me, si capisce sempre dopo la prima esperienza!

Un consiglio, se mi permettete...prendendo spunto dal racconto..quando si rompono le acque, se sono limpide, state a casa più che potete!

Anche 24 ore...andare in H a travaglio fermo con il sacco rotto è inutile, ti fanno stare in stanza, non è che fanno chissà che....e mandano via il marito, così rimani sola e non sai che pesci pigliare ......tanto vale che me ne stia a casa mia dove ho serie possibilità che il travaglio parta, mentre in H con tutte le pressioni e le mancanze di rispetto hai voglia!!! ( e soprattutto gli ultimatum, che sono l'antitravaglio....)

Mi dispiace tanto per come è andata...ti capisco, ma sono anche convinta che il prossimo andrà diversamente!
avatar
Leila

Numero di messaggi : 1238
Età : 42
Data d'iscrizione : 10.11.10

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: I nostri racconti di parto

Messaggio Da mononoke il Sab Gen 28, 2012 6:11 pm

Pachamama mi dispiace tantissimo per il trattamento che hai dovuto subire
Posso chiederti, visto che siamo nella stessa città, in che ospedale è avvenuto?
avatar
mononoke

Numero di messaggi : 1466
Età : 38
Data d'iscrizione : 16.06.10

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: I nostri racconti di parto

Messaggio Da Pachamama il Dom Gen 29, 2012 4:59 pm

Ciao mono, anzitutto grazie, e grazie a tutte per la partecipazione, mi fa male e mi fa bene parlare del mio parto, tutte queste cose non le ho raccontate subito, ho patito in silenzio nel dopo parto e oltre, coltivando insicurezza e sensi di colpa sulla mia inadeguatezza come madre..faccio quindi fatica ad eviscerare ciò che ho vissuto, tante volte si è creato nella mia testa il racconto bello e pronto ma quando mi collegavo al forum, poi finivo sempre per fare altro, più o meno incosciamente.Devo dire che le due giovani ostetriche in apprendistato erano la mia sola salvezza, se non ci fossero state loro a parlarmi con dolcezza e ad avere rispetto per me e per il mio dolore, per la paura di non riuscire a fare nascere mio figlio..tutta la sintonia, la simbiosi vissuta con mio figlio fino alla rottura delle acque, è svanita varcata la soglia di casa..mi sono trovata con delle contrazioni violente ed innaturali, senza alcun ritmo..avrei voluto addirittura partorire in casa ma purtroppo senza un supporto femminile famigliare non me la sarei sentita e al momento della rottura delle acque, ho avuto paura.Francamente l' esperienza è stata così traumatica per me che quel giorno sono rinata con mio figlio.In ultimo: l' ospedale, e mi duole il cuore dirlo è l' evangelico..ci sono nata e per il resto il personale è stato splendido e lo è stato anche in altra occasione, però quell' ostetrica e la gine..un incubo.Io mi sono sentita disprezzata, mi ha rincuorata una delle giovani ost, mi ha detto : "sei stata brava, eri davvero riuscita a trovare il tuo ritmo respirando, non preoccuparti e non vergognarti per aver chiesto l' epidurale, il dolore dell contrazioni indotte è molto più forte di quello delle naturali"
avatar
Pachamama

Numero di messaggi : 1944
Età : 39
Data d'iscrizione : 03.10.11

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: I nostri racconti di parto

Messaggio Da Panicqueen il Dom Gen 29, 2012 5:04 pm

Pacha, mi dispiace molto per il tuo vissuto! Se vuoi avere più spazio da dedicare alla tua esperienza, puoi utilizzare il topic Birth Trauma

_________________
Jessica Borgogni
Fertility Educator
Metodo Ladyfertility per la Fertilità Consapevole™
Contraccezione naturale sicura, Ricerca di gravidanza e Salute riproduttiva


I miei grafici di fertilità: http://www.fertilityfriend.com/home/1db1de

Segui tutte le novità di Ladyfertility anche su Facebook
avatar
Panicqueen
Admin

Numero di messaggi : 31198
Età : 33
Data d'iscrizione : 12.04.08

Vedi il profilo dell'utente http://www.ladyfertility.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: I nostri racconti di parto

Messaggio Da Pachamama il Dom Gen 29, 2012 5:08 pm

Grazie PQ I love you lo userò molto volentieri è la prima volta che mi apro davvero a riguardo.
avatar
Pachamama

Numero di messaggi : 1944
Età : 39
Data d'iscrizione : 03.10.11

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: I nostri racconti di parto

Messaggio Da fiordiloto il Dom Gen 29, 2012 5:59 pm

Pachamama, mi hai fatto venire i brividi... Non riesco ad immaginare il dolore fisico e interiore, ma ti mando un forte abbraccio e ti ringrazio tanto per aver condiviso questo tuo vissuto con noi. I love you
avatar
fiordiloto

Numero di messaggi : 1804
Età : 38
Località : Genova
Data d'iscrizione : 19.08.11

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: I nostri racconti di parto

Messaggio Da mononoke il Dom Gen 29, 2012 6:19 pm

Stella, ma certo avrai anche incontrato del personale meglio di così ... però davvero oltre al maltrattamento devo dire che ti hanno riservato delle pratiche barbare ...
Induzione con una piccola rottura alta, monitoraggio continuo, posizione litotomica per giunta con espulsivo lento, e addirittura minacciare il forcipe ??? Mannaggia il problema non eri certo tu, sono loro che non dovrebbero più usarlo per niente al mondo, il forcipe
Anche la rimozione chirurgica della placenta così, a pochi minuti dal parto, senza altri tentativi, mi pare folle. Certo magari hanno visto qualcosa che io non so, ma devo dire che vista così mi sembra una violenza ulteriore.
Ti ringrazio per l'informazione, mi sembra che ciò che ti hanno fatto sia molto in contrasto con ciò che scrivono e proclamano. Anche se questo non mi stupisce purtroppo.

Quanto al disprezzo, certo che non ne meriti, da parte di nessuno.
Ed ha perfettamente ragione l'ostetrica che ti ha detto che il dolore di contrazioni indotte così violentemente dall'ossitocina non ha niente a che vedere con quello delle contrazioni naturali.
Posto che in nessun caso, se una mamma si sente nelle condizioni di chiedere l'epidurale, è un fallimento o una vergogna.
Coraggio, sei ad un ottimo punto per rivedere questo tuo doloroso vissuto!
Ti abbraccio
avatar
mononoke

Numero di messaggi : 1466
Età : 38
Data d'iscrizione : 16.06.10

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: I nostri racconti di parto

Messaggio Da sefora il Dom Gen 29, 2012 8:41 pm

Oh Pacha No che racconto drammatico, uno di quelli che fomenta la mia paura del parto...
Ma come si fa a mettersi nelle mani di certi medici? Sono basita per il trattamento che ti hanno riservato.
avatar
sefora

Numero di messaggi : 6810
Data d'iscrizione : 02.02.11

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

La nascita di Aurora

Messaggio Da Novembrina il Mer Feb 01, 2012 9:22 am

Avevo 21 anni. La gravidanza è stata piuttosto brutta, spesso e volentieri a letto. Ma sono stata ricompensata da un parto stupendo.

Rompo le acque alle sette di mattina. Io e mio marito ci precipitiamo in ospedale. Ancora non ho dolori. Verso le 11 iniziano le prime contrazioni, sopportabilissime, che affronto respirando tranquillamente. Tra una contrazione e l'altra ho una pausa di ben 3 minuti, durante i quali sto benissimo tanto da poter tranquillamente mandare sms a tutti per avvisarli che sono entrata in travaglio.
Più tardi mi fanno la prima di tre iniezioni di ossitocina per velocizzare il tutto, perchè dicono che altrimenti saremmo arrivati a mezzanotte!
Avrebbero dovuto farmi tre iniezioni. Dopo la prima, l'ostetrica si allontana un attimo e mio marito esce e va a fumare. Con me c'è mia madre e inizia all'improvviso la fase espulsiva.
Mia madre nel panico mi dice di non spingere, in attesa dell'ostetrica. Io mi sentivo (scusate il termine) come se me la stessi facendo addosso!!
Arriva l'ostetrica dopo un po' mi controlla e dice:"Corriamo in sala parto"
Mi spiegano in che modo spingere e scopro che spingere è un vero SOLLIEVO, spingendo non sento il dolore, tre spinte e la bimba nasce. Aurora, una bellissima moretta di 3kg e due dagli occhi neri!!!!
Sembra una barzelletta ma ho fatto prima io che mio marito a fumarsi la sigaretta!!!!
Ammetto che sono stata fortunata....So che molte soffrono le pene dell'inferno, ma auguro a tutte le future mamme un parto facile come il mio!!!!
avatar
Novembrina

Numero di messaggi : 42
Età : 34
Data d'iscrizione : 22.01.12

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: I nostri racconti di parto

Messaggio Da sefora il Mer Feb 01, 2012 10:16 am

wow Novembrina, che parto meraviglioso...io che ho una paura folle del parto, se tutte partorissero come te, correrei allegramente in sala parto!
avatar
sefora

Numero di messaggi : 6810
Data d'iscrizione : 02.02.11

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: I nostri racconti di parto

Messaggio Da moonriver il Mer Feb 01, 2012 11:10 am

Novembrina ha scritto:Più tardi mi fanno la prima di tre iniezioni di ossitocina per velocizzare il tutto, perchè dicono che altrimenti saremmo arrivati a mezzanotte!
Ma perche' hanno sempre tutta questa fretta? Alla mia amica per velocizzare hanno rotto il sacco...giu' le mani! Che quando sara' il momento si rompera' da solo!!! Twisted Evil
avatar
moonriver

Numero di messaggi : 5898
Data d'iscrizione : 19.04.10

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: I nostri racconti di parto

Messaggio Da sea il Mer Feb 01, 2012 1:08 pm

Novembrina, sembra il racconto del mio parto , anche io ci ho messo pochissimo, meno di 5 ore ( esattamente 4 ore e 50 minuti) e fino a 7 cm neanche mi sono accorta di avere le contrazioni.

E quanto è vera questa affermazione


Novembrina ha scritto:
Mi spiegano in che modo spingere e scopro che spingere è un vero SOLLIEVO, spingendo non sento il dolore

Assecondando il bisogno di spingere io non sentivo il dolore delle contrazioni, ero solo molto stanca.
Ah...che ricordi, lo rifarei anche domani
avatar
sea

Numero di messaggi : 5451
Età : 40
Data d'iscrizione : 19.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: I nostri racconti di parto

Messaggio Da Novembrina il Mer Feb 01, 2012 1:30 pm

Anzi, ragazze se l'ostetrica non se ne fosse andata nella fase espulsiva non avrei sofferto minimamente!!!! Non sapevo infatti che dovevo spingere e che così non avrei sentito il dolore!!! Devo dire la verità m'ha dato più fastodio l'episiotomia del parto, che mi faceva davvero male per sedermi (per un mese buono). Magari al prossimo parto provo a vedere se non me la fanno! Comunque penso di aver ripreso dalla mia nonna paterna perchè anche lei ha avuto un parto simile al mio!!! Ah dimenticavo, io durante le contrazioni resistevo perchè mi ero psicologicamente preparata a chissà quale dolore atroce, che poi non è mai arrivato per fortuna!!!
avatar
Novembrina

Numero di messaggi : 42
Età : 34
Data d'iscrizione : 22.01.12

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: I nostri racconti di parto

Messaggio Da coccinella il Mer Feb 01, 2012 1:49 pm

quello che non capisco è perchè di fronte ad un parto così semplice abbiano voluto comunque usare ossitocina e episiotomia...mah! comunque complimenti!!
avatar
coccinella

Numero di messaggi : 2804
Età : 38
Data d'iscrizione : 17.12.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: I nostri racconti di parto

Messaggio Da Novembrina il Mer Feb 01, 2012 1:55 pm

Forse perchè la dilatazione procedeva lentamente e le contrazioni senza l'ossitocina erano troppo inefficaci. Per quanto riguarda l'episiotomia mi sono sempre chiesta se senza mi sarei lacerata oppure no.
avatar
Novembrina

Numero di messaggi : 42
Età : 34
Data d'iscrizione : 22.01.12

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: I nostri racconti di parto

Messaggio Da sea il Mer Feb 01, 2012 3:17 pm

Ecco il mio, mi sono resa conto che non era in questo topic, ma che l'avevo solo raccontato in "è nata"


Domenica 4 luglio intorno alle 6 sento delle contrazioni prendermi ancora alla schiena, decido di alzarmi e segnarmi la scadenza, vado in sala e prendo un foglio e una penna, ma poichè non stavo bene torno a letto e chiedo a mio marito di passarmi la sveglia luminosa. Faccio in tempo a segnarmi solo l'orario di una contrazione le 6,06 quando sento il letto inondarsi d'acqua calda, mi giro verso mio marito e gli dico " le acque, le acque" accendiamo la luce e vediamo la pozzetta nel letto, mi alzo e continuo a perdere copiosamente quest'acqua calda e trasparente. Ci guardiamo negli occhi e capiamo che è arrivato il momento e Chiara sta arrivando e ci abbracciamo. Allora faccio la doccia, facciamo con calma colazione super emozionati, ci vestiamo e partiamo per l'ospedale ( io intanto ero un rubinetto aperto ).
Arrivata all'ospedale facciamo tutte le procedure al pronto soccorso, mi visitano ma non ho dilatazione. Mi ricoverano e mi dicono che se per l'una non si avviano bene le contrazioni mi dovranno indurre il parto, anche perchè ero positiva allo streptococco.
Arriva l'una e mi portano in sala travaglio/parto ( è la stessa sala dove ho partorito io ) e mi inducono il parto con ossitocina. Io mi sentivo molto tranquilla. Cominciano con una dose molto bassa, e pian piano aumentano. I dolori sono cominciati molto gradatamente e l'ostetrica mi ha detto che avrei avuto la prima visita dopo 3 orette e mi mette il tracciato mobile, per avere più libertà durante il travaglio. In quelle 3 ore ho fatto davvero ciò che mi pareva, mio marito era con me ( è stato bravissimo!) mi sono messa in tutte le posizioni possibili per alleviare i dolori che fino a quel momento erano sopportabilissimi. Passano le 3 ore, arriva la ginecologa e mi visita ero inaspettatamente già di 7 centimetri, non ci potevo credere. Ma da quel momento si scatena l'inferno, arrivano delle contrazioni che mi spezzano le gambe, non riesco a stare in piedi, mi piego e non riesco a non urlare, chiedo di riempire la vasca. L'ostetrica mi dice che non avrò il tempo di entrarci, ma io continuo ad implorarla, allora lei comincia a riempirla. Ad ogni contrazione crollo in terra, mi trasformo in un animale, a carponi urlo per il dolore, imploro mio marito di non abbandonarmi e di non lasciarmi sola, gli urlo che ho paura....il delirio continua per 15 minuti, ad un certo punto sento il bisogno di fare la cacca, l'ostetrica mi trascina sul lettino, mi deve visitare...in quel momento ho creduto di morire. L'ostetrica mi dice di ascoltarla, che Chiara sarebbe nata presto, di assecondare il bisogno di spingere. Le prime spinte le faccio sul lettino, poi chiedo di andare sullo sgabello. L'ostetrica asseconda il mio volere, cominciano le spinte, non sento dolore, ma solo una stanchezza infinita, credo di non farcela...è uno sforzo troppo grande, ma l'ostetrica mi dice che sono bravissima. Dopo 20 minuti di spinte nello sgabello ci rendiamo conto che non produco, ci spostiamo sul lettino, lì mi aiuta a spingere mio marito, aiutandomi a tirare le gambe. Sento benissimo le spinte, le assecondo, l'ostetrica mi aiuta a sfruttarle tutte per non provare dolore, quando ho le spinte mi pratica il massaggio con un olio e mi dice che non mi taglierà. Ad un certo punto sento un bruciore pazzesco, sento la testa di Chiara tra le mie gambe che si ferma a metà, dobbiamo aspettare un'altra sessione di spinta...resisto...il bruciore è pazzesco...la stanchezza infinita...mio marito mi incoraggia, incoraggia Chiara...ecco, arriva la prima spinta, la sfrutto più che posso, sento la testa di Chiara scivolare...prendo respiro e spingo come un' ossessa...eccolo, il corpicino della mia bimba che scivola fuori...ecco il suo pianto. Me la mettono sopra la pancia, lei piange forte e mi fa la pipì tra le gambe, mio marito taglia il cordone ( mai mi sarei aspettata che l'avrebbe fatto)...Chiara è nata, sono le 17,49...e l'esperienza della sua nascita è stata per me meravigliosa e soddisfacente...sono diventata mamma e sono rinata come donna. E' stato il giorno più bello della mia vita, il dolore che ho provato non me lo ricordo più...mi ricordo solo che c'è stato, mi ricordo solo che ad un certo punto ho creduto di morire per dare la vita...ma mi ricordo anche la gioia di sapere che tutto quello che stavo vivendo aveva un senso straordinario e profondo.
avatar
sea

Numero di messaggi : 5451
Età : 40
Data d'iscrizione : 19.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: I nostri racconti di parto

Messaggio Da moonriver il Mer Feb 01, 2012 3:28 pm

coccinella ha scritto:quello che non capisco è perchè di fronte ad un parto così semplice abbiano voluto comunque usare ossitocina e episiotomia...mah! comunque complimenti!!
Perche' avevano fretta...loro!
avatar
moonriver

Numero di messaggi : 5898
Data d'iscrizione : 19.04.10

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: I nostri racconti di parto

Messaggio Da Novembrina il Mer Feb 01, 2012 10:21 pm

Bellissimo il tuo racconto Sea!
E' molto bello condividere questi ricordi con altre mamme!!! I love you
avatar
Novembrina

Numero di messaggi : 42
Età : 34
Data d'iscrizione : 22.01.12

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: I nostri racconti di parto

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 7 di 10 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum