Prepuzio maschile e fimosi

Andare in basso

Prepuzio maschile e fimosi

Messaggio Da Panicqueen il Gio Ott 29, 2015 6:17 pm

Questo articolo riguarda una questione molto importante e di attualità che ho personalmente a cuore.
La corretta informazione su questi temi è essenziale per proteggere la vita sessuale del maschio (e quindi della coppia). E' dedicato alle madri e future madri di figli maschi e alle partner di tanti uomini che soffrono o hanno sofferto e pagato con la loro salute le conseguenze di un'errata informazione medica.

Partiamo dalle basi: l'anatomia dei genitali maschili



A sinistra, vediamo come si presenta un pene a riposo non circonciso.
La punta del pene (glande) è ricoperta da uno strato di pelle (prepuzio).
A destra, è mostrato il prepuzio ritratto e il glande di conseguenza scoperto: questa posizione del prepuzio è naturale SOLO a partire dall'età puberale.
Il pene è fisiologicamente "chiuso" nei bambini ed è normale che NON sia possibile retrarre il prepuzio (e quindi scoprire il glande) fino circa alla pubertà e alla maturazione sessuale completa, che viene raggiunta dai maschi in tempi estremamente soggettiva e può completarsi anche in tarda adolescenza (17-18 anni).

Come funziona?
Nel bambino e nel pre-adolescente la pelle del prepuzio è letteralmente incollata alla superficie del glande attraverso strati cheratinici, in modo molto simile a come le unghie sono attaccate alla punta delle nostre dita. Alla pubertà, sotto l'effetto dei livelli di testosterone in aumento, questa patina viene dissolta in modo naturale, permettendo la scopertura del glande.
Questo meccanismo serve a proteggere il pene maschile dal contatto con germi e batteri finché il maschio non è pronto alla vita sessuale. In senso biologico-evoluzionistico, poiché la penetrazione quando prepuzio non è in grado di ritrarsi è dolorosa, serve anche ad impedire la paternità prima che il maschio fosse fisicamente (oggi psicologicamente) maturo a sufficienza da provvedere alla prole.

Perché questo articolo? Perché è importante sapere che da decenni questo argomento è vittima di una scorretta informazione da parte della classe medica. Generazioni di pediatri, a partire dalla prima metà del 900, hanno raccomandato alle madri di figli maschi di "insegnare" ai loro bambini a scoprire il pisellino durante i lavaggi, per rimuovere la presunta sporcizia che vi si accumulerebbe. A qualcuna è stato insegnato addirittura a provvedere lei stessa a queste manovre in età neonatale, durante i cambi del pannolino. Le conseguenze di questa cultura medica distorta sono devastanti.

Come si sono diffuse queste errate convinzioni? A partire dalla prima metà del '900, attraverso la classe medica dominante negli Stati Uniti (vissuti come leader degli sviluppi medici e scientifici), vittima di un misto di pregiudizi sulla sessualità e sulle parti intime, percepite come "sporche" e bisognose di attenzioni igieniche estreme e per imitazione della tradizione ebraica, nella quale la circoncisione neonatale è centrale per l'appartenenza etnico-religiosa e praticata attraverso un'apposita cerimonia all'ottavo giorno dalla nascita (brit milah).
Negli Stati Uniti, la pratica della circoncisione alla nascita è entrata in vigore come pratica di routine per tutti i maschi, tanto che nella seconda metà del '900 l'uomo non circonciso era pressoché sconosciuto dalle donne americane, che lo percepivano come "strano", "poco pulito", "meno bello esteticamente". Secondo alcuni la diffusione di questo atteggiamento verso la circoncisione è da attribuire in parte all'intuizione circa presunti benefici igienici che comporterebbe (durante le epidemie di Sifilide intorno agli anni '20, gli ebrei riuscirono, in propozione, ad esserne risparmiati), secondo altri per una cultura proibizionista guidata da estremismi cristiani verso la sessualità, nella speranza che la circoncisione impedisse la masturbazione maschile.
Questo percorso storico-culturale ha condotto la pediatria moderna a considerare come "dannoso" il prepuzio, poiché la sua presenza sarebbe responsabile di infezioni genito-urinarie perché all'interno si acculumerebbe la sporcizia. Oggi sappiamo che questo è del tutto FALSO e che il prepuzio rappresenta un'importante protezione del pene maschile.

Quali sono le conseguenze del forzare la retrazione del prepuzio manualmente in età pediatrica?
La più semplice, diretta e immediata è la fimosi in età adulta. Questa condizione indica, nell'adulto (ovvero quando il pene deve potersi scoprire), una qualsiasi difficoltà nello scorrimento del prepuzio sul glande. La difficoltà può essere lieve come un "ostacolo" a ritrarre in erezione (o spesso anche solo la difficoltà non di scoprire il glande, quando a far risalire il prepuzio) grave quanto l'impossibilità di scoprire il pene anche a riposo.
Questa condizione può essere causata anche da altri fattori, come il diabete o le infezioni balano-prepuziali (un semplice episodio di micosi da Candida può scatenare l'insorgenza della fimosi). Ma la causa più frequente è la forzatura del prepuzio in età pediatrica. Perché? Perché le membrane che tenevano il prepuzio aderente al glande, per proteggerlo, con questa forzatura vengono "strappate" e causano spesso, oltre che dolore, irritazione e fastidio sul momento, anche esiti cicatriziali nel lungo termine che progressivamente andranno a trasformarsi nella condizione di fimosi in età adulta.
Parti del prepuzio interno o esterno formano tessuto cicatriziale che renderà nel tempo il prepuzio non più funzionale. Una manifestazione classica è il cosidetto "anello fimotico", una cicatrice circolare sull'orifizio del prepuzio biancastra e scarsamente elastica, che tende a formare ragadi (taglietti), che portano a loro volta ad una crescita della cicatrice e così via.

Questa patologia è sempre progressiva, ciò significa che dal momento in cui i primi sintomi fanno insorgenza, non è possibile curarla e continuerà a causare un livello di fastidio sempre crescente.
In una minoranza di casi l'irritazione cronica dei tessuti comporta una degenerazione cellulare riconoscibile istologicamente come Lichen Sclerosus Atroficus (prima indicata nella letteratura medica con il nome di Balanitis Xerotica-Obliterans), condizione dermatologica rara e invalidante, ma ancora poco conosciuta.

Vale anche la pena soffermarsi sulle conseguenze psicologiche dirette delle manovre di scollamento forzato del prepuzio, ad opera della madre o del pediatra. Questa situazione dolorosa e imbarazzante può essere vissuta con grande sofferenza (anche non manifesta) del bambino e costituire un'esperienza traumatizzante, che potrà successivamente influire negativamente sulla sua vita sessuale. Sono a rischio anche i neonati e bambini più piccoli, contrariamente a quanto si pensa in generale ("è piccolo, non si rende nemmeno conto!"), perché in questa circostanza l'informazione traumatica non viene processata dalla mente cosciente, ma resta inelaborato nella mente inconscia, da dove esplicherà i suoi effetti, al di fuori del controllo dell'individuo.

Quali sono i sintomi della fimosi?
Si parla di fimosi ogni qualvolta si presenta una difficoltà percepita dall'uomo (non dal bambino!!!) a far scorrrere il prepuzio sul glande, di qualsiasi entità:
Fimosi di I°grado: il prepuzio fa "resistenza" alla scopertura, ma si retrae e risale correttamente
Fimosi II° grado: il prepuzio fa resistenza, si retrae, ma ha difficoltà a risalire scorrevolmente
Fimosi di III° grado: il prepuzio deve essere forzato per ritrarsi e ciò comporta fastidio o dolore
Fimosi serrata (completa): il prepuzio non è più in grado di ritrarsi e risulta "incollato" al glande. Si sono formate delle gravi aderenze balano-prepuziali (tra il glande e il prepuzio) che possono essere sbrigliate solo con l'intervento chirurgico della circoncisione.

La fimosi in età adulta può comportare un'aumentata frequenza di irritazioni balano-prepuziali ed infezioni urinarie o genitali, che aggravano la condizione, in un circolo vizioso.
Una conseguenza estrema della fimosi, che quando si presenta costituisce un'emergenza da pronto soccorso, è la parafimosi: dopo essersi retratto, il prepuzio non riesce a risalire sul glande e si incastra a livello del solco balano-prepuziale, causando una strozzatura del pene. Questa condizione richiede immediata attenzione medica (e spesso si risolve in un intervento di circoncisione d'emergenza). Talvolta alla presenza di fimosi è associato il frenulo corto (frenulum brevis), condizione in cui il frenulo è rigido e anelastico e che ne aumenta il rischio di rottura durante i primi rapporti sessuali (anche questa una condizione che NON deve verificarsi).

La fimosi è una patologia da NON trascurare assolutamente.
La fimosi causa gravi danni ed impedimenti nella vita sessuale dell'uomo, anche nelle sue forme più lievi, poiché è uno stato patologico, non naturale, per il pene maschile. Molti uomini non ricorrono all'assistenza medica per vergogna e pregiudizio, ma anche perché ad alcuni è stato insegnato che la loro condizione è "normale" (tanto è frequente).

Come riconoscerla: tra i sintomi fisici frequenti:
Impossibilità o dolore alla penetrazione o durante i rapporti
Ferite, lacerazioni o irritazioni del prepuzio durante i rapporti
Disfunzione erettile (difficoltà a raggiungere una completa erezione o a mantenerla durante un rapporto)
Eiaculazione precoce (modifica delle sensazioni legate al controllo eiaculatorio)
Difficoltà/fastidio ad indossare il preservativo (il prepuzio non scorrevole si impiglia nel condom)
Ostacolo al flusso urinario e al corretto svuotamento della vescica

Tra i sintomi psicologici (causati dalle difficoltà fisiche):
Calo della libido
Modifica delle abitudini sessuali
Eccessiva timidezza nell'approccio alla donna (soprattutto nei ragazzi più giovani)
Ansia, frustrazione, rabbia
Bassa autostima

Come si diagnostica la fimosi?
Tramite apposita visita urologica o andrologica.
E' importante notare che può essere normale per i maschi fino a 17-18 anni l'impossibilità di scoprire il prepuzio. Attenzione alla diagnosi di "fimosi in età pediatrica", poiché si tratta di una non-diagnosi. Intervenire solo se sono presenti evidenti disturbi legati alla non retrazione del prepuzio (es. infezioni ricorrenti, avendo prima escluso altri fattori, quali abitudini urinarie, ecc.)

Quali sono le soluzioni?
La soluzione definitiva è la circoncisione (parziale o totale). Esistono in commercio creme elasticizzanti o a base di cortisone che vengono prescritte nella speranza di ripristinare l'elasticità del prepuzio, ma purtroppo al massimo queste strategie comprano tempo, ma non hanno la capacità di risolvere la condizione. Esistono anche trattamenti sperimentali, quali infiltrazioni e congegni meccanici per l'estensione graduale del prepuzio, ma la loro efficacia è dubbia e discutibile (oltre che la loro applicazione mal tollerata).

Con la circoncisione viene rimossa la parte affetta del prepuzio, impedendo così di fatto la ricomparsa della fimosi. L'intervento è risolutivo e il grado di soddisfazione per la nuova condizione è elevato.
Per maggiori informazioni: http://www.circoncisi.it/forum

_________________
Jessica Borgogni
Fertility Educator e Coach dei Cicli di Vita
Metodo Ladyfertility® per la contraccezione naturale sicura, ricerca di gravidanza, conoscenza della fertilità e...molto altro ancora!

Novità! Entra nel GRUPPO Facebook di Ladyfertility per informazioni, curiosità e domande!
Clicca Mi piace sulla PAGINA Facebook per restare sempre aggiornata!

avatar
Panicqueen
Admin

Numero di messaggi : 32128
Età : 34
Data d'iscrizione : 12.04.08

Visualizza il profilo http://www.ladyfertility.it

Torna in alto Andare in basso

Re: Prepuzio maschile e fimosi

Messaggio Da luisav il Gio Ott 29, 2015 9:31 pm

Grazie Pq, come sempre puntuale e precisa. Proprio poche settimane fa la mia pediatra mi ha proposto una crema (che poi ho controllato essere al cortisone e con ormoni) per aprire piano piano il prepuzio. Mi ricordavo che già tu ne avevi parlato varie volte e sono andata a rileggere vari articoli (su Uppa ad esempio) e non ho fatto un bel niente.
avatar
luisav

Numero di messaggi : 2665
Età : 38
Località : Fiumicino
Data d'iscrizione : 17.12.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Prepuzio maschile e fimosi

Messaggio Da Licine il Mar Apr 19, 2016 3:36 pm

Celestino (oggi 2 anni e 5 mesi) soffre da quando aveva circa un anno di dermatite atopica (o almeno è quello che si presume) che si concentra esclusivamente all'inguine.
Da un anno, oltre all'eczema e al rush che si presentano ciclicamente, compaiono, anche queste ciclicamente, piccole vesciche bianche sul prepuzio, attorno all'apertura. Queste piccole bolle dopo poco si rompono e sotto rimane una lesione della pelle che fa molta fatica a rimarginarsi. Appena se ne secca una ne compare un'altra.
Ora è da circa un mese che ha queste lesioni aperte, che non si rimarginano e non scompaiono, nonostante l'uso di creme antibiotiche e cortisoniche, disinfettanti e quant'altro.
Oltre alla nostra pediatra e a un altro pediatra, l'hanno visto tre dermatologi pediatrici.
Fino a ieri non c'era una diagnosi vera e propria, ma associavano comunque il problema alla dermatite atopica.
Ieri ennesima visita. I medici che l'hanno visto sono arrivati alla conclusione che possa trattarsi di lichen scleroartrofico, con già un inizio di fimosi.
Faremo una biopsia per confermare questa ipotesi.
Ci hanno detto che l'unica terapia (o perlomeno la più efficace e definitiva) è la circoncisione.
Siamo rimasti un po' spiazzati.
So che è un intervento veloce e abbastanza "banale", ma è comunque un intervento, che modifica definitivamente il pene, e per questo sono un po' preoccupata.
Oggi ci hanno contattati dall'ospedale e ci hanno già fissato l'intervento a breve.
Io pensavo che prima facessimo almeno una visita con il chirurgo, almeno per vedere se l'intervento è indispensabile  se può esserci qualche possibilità di risolvere in altro modo.
Non so se sono io troppo in ansia, se vale la pena sentir altri pareri... Avete esperienze riguardo la circoncisione terapeutica in bambini piccoli?
avatar
Licine

Numero di messaggi : 655
Età : 34
Località : Provincia di Verona
Data d'iscrizione : 07.02.12

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Prepuzio maschile e fimosi

Messaggio Da Sharon il Mar Apr 19, 2016 4:36 pm

Mio nipote l'ha fatta, per un'ipospadia lieve mi sembra intorno ai 2 anni al mayer di firenze... L'intervento è andato bene e non ci sono state conseguenze se non che quando fa pipì sembra un idrante purtroppo riguardo a quello che ti hanno detto non saprei proprio darti consigli... Magari però individuato il problema può valere la pena sentire il parere di un altro specialista
avatar
Sharon

Numero di messaggi : 4014
Età : 30
Località : milano
Data d'iscrizione : 06.06.11

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Prepuzio maschile e fimosi

Messaggio Da Licine il Mer Apr 20, 2016 6:40 am

Grazie sharon. Sicuramente sentiremo qualcun altro, o almeno chiederemo che il chirurgo lo veda prima dell'intervento.
Ora però mi sembra di capire che, lichen a parte (che dovrà essere confermato o meno), fimosi e intervento sono più un problema urologico che dermatologico, giusto?
avatar
Licine

Numero di messaggi : 655
Età : 34
Località : Provincia di Verona
Data d'iscrizione : 07.02.12

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Prepuzio maschile e fimosi

Messaggio Da Panicqueen il Mer Apr 20, 2016 6:56 am

Ciao Licine! Chiaramente da genitore ti spaventa l'idea di modificare il corpo del tuo bambino in maniera irreversibile e vuoi fare la scelta giusta I love you sappi che in caso di fimosi l'unica soluzione, come scritto nell'articolo, è appunto l'intervento! Però tieni anche presente che, tra gli interventi chirurgici, è un intervento molto facile, soprattutto nel bambino, quindi staresti evitando a tuo figlio problemi maggiori in età più avanzata L'età potrebbe essere un fattore da considerare per l'impatto psicologico dell'intervento, ma quanto sia possibile aspettare senza ingravescenze dipende molto dalla situazione attuale a livello fisico.

La fimosi è un problema sia dermatologico che urologico, poiché è una patologia che colpisce i tessuti del prepuzio, causando un restringimento meccanico, associato quindi ad un impatto sul funzionamento urologico: infatti dopo la circoncisione, sia nell'uomo che nel bambino, il mitto urinario diventa potente, come notava Sharon, e di questo ne guadagna a lungo andare tutto l'apparato urinario-riproduttivo (prostata, reni, ecc) perché si libera più efficacemente. Molto spesso, se non sempre, in caso di fimosi è responsabile il Lichen e il 99% dei pazienti maschili affetti da Lichen risolve questo problema con la circoncisione. In una ristretta minoranza di casi il Lichen può colpire altre parti del pene come il glande e l'uretra, ma la circoncisione risulta protettiva in modo indiretto anche su questo aspetto (perché la pelle sottostante si libera). Considera che è possibile fare la biopsia contestualmente alla circoncisione e questo evita di dover intervenire due volte sul bambino, se poi decidete comunque per l'intervento.

La biopsia è importante per ottenere l'esenzione perché il Lichen sclerosus oggi è considerato patologia rara, cronica e invalidante. Questo non deve spaventare, perché fortunatamente nell'uomo la circoncisione tende a risolvere tutto, ma è utile saperlo per potersi avvalere, in caso di positività, dei propri diritti sanitari.
In bocca al lupo per la vostra decisione! Vedrai che andrà tutto bene!

_________________
Jessica Borgogni
Fertility Educator e Coach dei Cicli di Vita
Metodo Ladyfertility® per la contraccezione naturale sicura, ricerca di gravidanza, conoscenza della fertilità e...molto altro ancora!

Novità! Entra nel GRUPPO Facebook di Ladyfertility per informazioni, curiosità e domande!
Clicca Mi piace sulla PAGINA Facebook per restare sempre aggiornata!

avatar
Panicqueen
Admin

Numero di messaggi : 32128
Età : 34
Data d'iscrizione : 12.04.08

Visualizza il profilo http://www.ladyfertility.it

Torna in alto Andare in basso

Re: Prepuzio maschile e fimosi

Messaggio Da daneb il Mer Apr 20, 2016 7:17 am

Alessandro dovrà sottoporsi a circoncisione terapeutica tra poche settimane...
avatar
daneb

Numero di messaggi : 4011
Età : 37
Data d'iscrizione : 02.08.11

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Prepuzio maschile e fimosi

Messaggio Da Licine il Mer Apr 20, 2016 10:07 am

Grazia PQ, come sempre...
Mi sto informando un po', e in effetti come hai detto tu l'unica soluzione sembra essere l'intervento.
Mi sono un po' spaventata perché siamo passati da "è la sua pelle atomica fatta così, appena toglierete il pannolino di notte si risolve tutto, intanto sfiammiamo con crema al cortisone" a "è necessario un intervento di circoncisione e bisogna farlo nel più breve tempo possibile perché c'è già fimosi e bisogna fare la biopsia per il lichen ed eventualmente iniziare trattamento dopo l'intervento" da un giorno all'altro... e non è che nel frattempo non lo abbiamo mai fatto vedere...è da più di un anno che tra pediatri e dermatologi lo vedono almeno una volta al mese...
Ora vorrei vedere la chirurga, almeno perché veda il bimbo e veda a che livello è la fimosi...dal momento che finora nessuno, se non la nostra pediatra, ha provato a scoprire il glande.
A quanto ho capito comunque la fimosi non regredisce, quindi nel caso fosse avanzata si dovrebbe comunque fare l'intervento.
Quindi avrebbe senso fare prima solo la biopsia e poi eventualmente l'intervento?
Daneb, io l'intervento ce l'avrei fissato per il 6 maggio. Sai come funziona il post-intervento?
avatar
Licine

Numero di messaggi : 655
Età : 34
Località : Provincia di Verona
Data d'iscrizione : 07.02.12

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Prepuzio maschile e fimosi

Messaggio Da daneb il Mer Apr 20, 2016 10:20 am

Ale lo fa il 5 maggio!

Noi lo faremo in Day Hospital in sedazione profonda.
Ancora devono darmi le indicazioni specifiche per la gestione del post operatorio...ma so già che per una decina di giorni dovrà stare a riposo.
avatar
daneb

Numero di messaggi : 4011
Età : 37
Data d'iscrizione : 02.08.11

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Prepuzio maschile e fimosi

Messaggio Da Panicqueen il Mer Apr 20, 2016 11:56 am

Licine ha scritto: finora nessuno, se non la nostra pediatra, ha provato a scoprire il glande.
Aspetta, hai letto l'articolo? I tentativi di scoprire il glande in età pediatrica purtroppo causano la fimosi. Avevo immaginato fino a qui che ti riferissi a fimosi serrata, cioè che il prepuzio stesse cominciando a chiudersi sul glande in maniera da impedire il flusso urinario (è il caso più grave di fimosi e richiede intervento in urgenza).?

La fimosi purtroppo non può mai regredire, se non temporaneamente con il cortisone. Anche infiltrazioni e cose varie non hanno alcun provato beneficio scientifico e consideriamo che stiamo parlando di un bambino, quindi è cruciale interferire il meno possibile con i suoi genitali per il rischio che questo ha sullo sviluppo psico-fisico. Come ti dicevo nel post precedente, personalmente in una situazione già compromessa (non un'irritazione/infezione transitoria) risparmierei al bambino la biopsia e procederei solo con l'intervento, per il confronto rischi-benefici.

Il post-operatorio nel bambino è molto breve (nell'adulto sono 20-40 giorni per la guarigione completa, più 6-12 mesi per la stabilizzazione della cicatrice), i punti sono pochissimi e la guarigione è rapida! Teniamo presente che nella millenaria cultura ebraica viene fatta nei neonati a 8 giorni.

_________________
Jessica Borgogni
Fertility Educator e Coach dei Cicli di Vita
Metodo Ladyfertility® per la contraccezione naturale sicura, ricerca di gravidanza, conoscenza della fertilità e...molto altro ancora!

Novità! Entra nel GRUPPO Facebook di Ladyfertility per informazioni, curiosità e domande!
Clicca Mi piace sulla PAGINA Facebook per restare sempre aggiornata!

avatar
Panicqueen
Admin

Numero di messaggi : 32128
Età : 34
Data d'iscrizione : 12.04.08

Visualizza il profilo http://www.ladyfertility.it

Torna in alto Andare in basso

Re: Prepuzio maschile e fimosi

Messaggio Da daneb il Mer Apr 20, 2016 12:12 pm

PQ mi rincuori tantissimo!!!
avatar
daneb

Numero di messaggi : 4011
Età : 37
Data d'iscrizione : 02.08.11

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Prepuzio maschile e fimosi

Messaggio Da Licine il Mer Apr 20, 2016 4:23 pm

Scusa, mi sono espressa male.
Volevo dire che finora mi sembra che nessuno abbia esaminato quanto questa fimosi sia avanzata e quanto invece dipenda dal gonfiore dovuto all'infiammazione.
Fino a poco tempo fa il glande si scopriva naturalmente, anche se è un bimbo piccolo, nessuno ha mai forzato. Ora invece il prepuzio è più chiuso, ma non ancora da impedire il flusso urinario.
Per il momento, fortunatamente, non ha disturbi nel fare la pipì.
Il referto del dermatologo comunque parla di balanite non responsiva alle terapie, con esiti di pregressi episodi bollosi, con iniziale fimosi e sospetto lichen scleroatrofico.
Rileggendo l'articolo questa parte mi ha colpita:
Parti del prepuzio interno o esterno formano tessuto cicatriziale che renderà nel tempo il prepuzio non più funzionale. Una manifestazione classica è il cosidetto "anello fimotico", una cicatrice circolare sull'orifizio del prepuzio biancastra e scarsamente elastica, che tende a formare ragadi (taglietti), che portano a loro volta ad una crescita della cicatrice e così via.
In effetti lui aveva piccole ferite attorno all'orifizio, che hanno creato piccole cicatrici che rendevano molto rigida la pelle. Ma ripeto, nessuno ha mai forzato lo scorrimento del prepuzio, né noi né la pediatra. Possibile che sia questa la causa della fimosi?
Comunque tutti quelli che ho sentito finora consigliano, come te, la biopsia contestualmente all'intervento, che mi sembra di capire, è a questo punto indispensabile...
Come dice daneb mi rincuora sapere che sia l'intervento che il post siano veloci e senza (speriamo) particolari complicazioni...
avatar
Licine

Numero di messaggi : 655
Età : 34
Località : Provincia di Verona
Data d'iscrizione : 07.02.12

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Prepuzio maschile e fimosi

Messaggio Da luisav il Ven Set 30, 2016 12:42 pm

Ci risiamo, la mia pediatra è ripartita con la crema altrimenti l'anno prossimo dobbiamo pensare di operarlo. Pq, io ho riletto mille volte l'articolo e davvero non ha problemi ad urinare. È da pochissimo che abbiamo tolto il pannolino, non ha mai lamentato dolori, fastidi o irritazioni. Per qualche periodo l'anno scorso sembrava più aperto, ma ora è di nuovo chiuso, ma sempre morbido e anche quando è bello gonfio non ha mai lamentato dolore o altro. Che devo fare, litigare con la pediatra?
avatar
luisav

Numero di messaggi : 2665
Età : 38
Località : Fiumicino
Data d'iscrizione : 17.12.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Prepuzio maschile e fimosi

Messaggio Da Panicqueen il Lun Ott 03, 2016 6:47 am

Nel bambino, l'unica indicazione medica a trattare il prepuzio (chirurgicamente o farmacologicamente) sono le ripetute infezioni, come balanopostiti, uretriti, cistiti.

_________________
Jessica Borgogni
Fertility Educator e Coach dei Cicli di Vita
Metodo Ladyfertility® per la contraccezione naturale sicura, ricerca di gravidanza, conoscenza della fertilità e...molto altro ancora!

Novità! Entra nel GRUPPO Facebook di Ladyfertility per informazioni, curiosità e domande!
Clicca Mi piace sulla PAGINA Facebook per restare sempre aggiornata!

avatar
Panicqueen
Admin

Numero di messaggi : 32128
Età : 34
Data d'iscrizione : 12.04.08

Visualizza il profilo http://www.ladyfertility.it

Torna in alto Andare in basso

Re: Prepuzio maschile e fimosi

Messaggio Da daneb il Lun Ott 03, 2016 7:47 am

Luisa io ho fatto visitare Alessandro al Bambin Gesù.
A 6 anni è stato operato. Ora non ha alcun problema.
avatar
daneb

Numero di messaggi : 4011
Età : 37
Data d'iscrizione : 02.08.11

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Prepuzio maschile e fimosi

Messaggio Da luisav il Lun Ott 03, 2016 10:56 am

Appunto Pq, io non vedo una necessità medica, se non il fatto il pene ancora non si scopra. Ma non sembra sufficiente per intervenire. 
Daneb, ma tu lo hai fatto operare perché aveva disturbi?
avatar
luisav

Numero di messaggi : 2665
Età : 38
Località : Fiumicino
Data d'iscrizione : 17.12.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Prepuzio maschile e fimosi

Messaggio Da daneb il Lun Ott 03, 2016 1:41 pm

era fimotico...totalmente.
2 pediatri (UPPA) + 2 chirurghi specializzati mi hanno altamente suggerito di operarlo.

avatar
daneb

Numero di messaggi : 4011
Età : 37
Data d'iscrizione : 02.08.11

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Prepuzio maschile e fimosi

Messaggio Da Coppoletta il Gio Feb 01, 2018 2:01 pm

Non so se mi trovo nel topic giusto....
Michele è nato con una ipospadia lieve (non grave), che però va operata. Lo hanno dichiarato più volte e in momenti diversi della sua vita (breve ovviamente!!) sia i chirurghi che i pediatri da noi consultati. Adesso mi hanno appena telefonato dal San Amillo, l'operazione è stata fissata a fine mese. Voi che mi consigliate?? Qualcuna ci è passata? Anche se è davvero lieve, tutti mi dicono che l'operazione è inevitabile.... il mio pediatra (uppa) e il san camillo propendono per un'operazione fatta il prima possibile, per evitare traumi ecc....adesso michi ha 8 mesi e mezzo... al Bambin Gesù mi hanno detto che si può fare anche più tardi, a 2-3 anni, perché il pisellino è più grande ed è più semplice l'operazione, con meno possibilità di errori, essendo comunque una ioospadia lieve. Io vorrei aspettare, ma mi rendo conto che sono solo ansie le mie, fosse per me vorrei non operarlo mai! :( è che tra poco inizierà l'inserimento al nido...non vorrei si accumulassero troppe cose...è appena uscito da una brutta influenza...boh!!!! Ah , specifico che si tratta di anestesia totale e di un ricovero di 5 giorni.
avatar
Coppoletta

Numero di messaggi : 340
Età : 35
Data d'iscrizione : 12.06.13

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Prepuzio maschile e fimosi

Messaggio Da Panicqueen il Gio Feb 01, 2018 3:37 pm

Il discorso degli interventi pediatrici è molto delicato e la medicina tradizionale non guarda tipicamente agli aspetti più psicologici e sottili in questo senso. Ci sono studi che dimostrano che un intervento chirurgico fatto prima dei 2 anni comporta maggiori lasciti a livello psicologico nell'adulto, perché il sé non è pienamente sviluppato fino a questa età, ovvero c'è maggiore labilità a vivere l'ingresso sul fisico perché le barriere psichiche non sono ancora stabilite. E' un intervento che "ti entra dentro", ti rimane e non sai rappresentarti il perché (questo può essere rivissuto con problematicità a livello adulto). E' chiaro che operare un neonato incontra minore resistenza da parte degli adulti perché è inerme e questo è spesso un motivo di prediligere un intervento prima , unito al fatto che in certi casi può essere meglio da un punto di vista fisico operare prima (ma sembra non sia questo dalle valutazioni che ti sono state fatte) ma soprattutto unito ai pregiudizi rispetto ai "traumi" come purtroppo hai visto: si pensa che siccome un bambino di 2-3-4 anni strilla e strepita prima di andare incontro ad un intervento, oppure è in grado di lamentarsi di più durante la guarigione, allora questa esperienza sarà "traumatica". Questo semplicemente non è vero, almeno non in senso così letterale (dipende tutto dal come viene gestito), si potrà avere un ricordo cosciente negativo (se l'esperienza è negativa, come il ricordo di essere stati legati o trattenuti o rimproverati malamente, ecc), ma dà alla psiche armi maggiori da opporre rispetto al non poter ricordare affatto o poco a livello cosciente. Il ricordo esiste nel corpo fisico e psichico ma è più difficile per l'adulto posizionarlo, riviverlo, esplorarlo, elaborarlo, se l'intervento avviene prima dei 18-24 mesi.

Per semplificare: ricordiamo sempre l'istinto di mamma non dare per scontato che le tue ansie siano da scacciare, potrebbero essere invece il corretto segnale a guidarti verso la risposta giusta. Soprattutto se ci sono indicazioni mediche che suggeriscono vantaggi nell'attendere, quali sono le motivazioni che ti sono state date per accelerare i tempi? Sospetterei la convenienza di chi te lo propone.
La situazione con la crescita potrebbe sempre cambiare, potrebbe addirittura correggersi (non si sa mai). Sarebbe una scelta più difficile se fosse una lotta contro il tempo. Se la salute non è direttamente a rischio, un approccio wait and see difficilmente è la scelta sbagliata.
In questo caso ci sono anche altre considerazioni: uno sguardo rapido alla letteratura suggerisce che non sia stata ancora individuata un'età ideale da un punto di vista del successo dell'intervento, ma rivela che spesso sono necessarie nel corso della vita correzioni multiple (facile da intuire perché appunto il pene cresce e si modifica), quindi prima si comincia ad intervenire e più è probabile che il numero di interventi nella vita sia maggiore. Un'altra considerazione, sempre in assenza di prove che l'intervento sia preferibile prima piuttosto che poi per ragioni di salute, è cosa preferirà  l'adulto che abiterà in quel corpo: preferirà aver avuto la libertà di scegliere se/ come / quando intervenire sul proprio corpo ? Se l'anomalia (rispetto a quella che consideriamo normalità statistica) fosse solo estetica, potrebbe essere perfettamente soddisfatto lo stesso di un pene integro. Sopratutto se la condizione è lieve, potrebbe non percepire mai nella vita che ci sia neanche qualcosa che non va, mentre un intervento ha sempre dei rischi e in ogni caso forma delle cicatrici.

_________________
Jessica Borgogni
Fertility Educator e Coach dei Cicli di Vita
Metodo Ladyfertility® per la contraccezione naturale sicura, ricerca di gravidanza, conoscenza della fertilità e...molto altro ancora!

Novità! Entra nel GRUPPO Facebook di Ladyfertility per informazioni, curiosità e domande!
Clicca Mi piace sulla PAGINA Facebook per restare sempre aggiornata!

avatar
Panicqueen
Admin

Numero di messaggi : 32128
Età : 34
Data d'iscrizione : 12.04.08

Visualizza il profilo http://www.ladyfertility.it

Torna in alto Andare in basso

Re: Prepuzio maschile e fimosi

Messaggio Da Coppoletta il Sab Feb 03, 2018 5:16 pm

Grazie infinite PQ! I love you È proprio quello che speravo di sentire.... come sempre le tue parole mi "liberano", mi rasserenano. Penso che aspetteremo. Il mio istinto di mamma dice proprio questo, e ascoltandolo metto a tacere tutte le mie ansie e paure. I love you
avatar
Coppoletta

Numero di messaggi : 340
Età : 35
Data d'iscrizione : 12.06.13

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Prepuzio maschile e fimosi

Messaggio Da luisav il Sab Feb 10, 2018 12:24 pm

Coppoletta, ti riporto la mia esperienza. Ho scritto più volte in questo topic. Alla fine ho aspettato, nonostante l'insistenza della pediatra, arrivata al consiglio dell'operazione ormai per l'arrivo dei 3 anni senza un pene aperto.
Ho aspettato, visto che lui non mostrava fastidi né sintomi né cistiti.
Un giorno arriva bello bello da me:"mamma, guarda! si vede il pisello sotto!".
avatar
luisav

Numero di messaggi : 2665
Età : 38
Località : Fiumicino
Data d'iscrizione : 17.12.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Prepuzio maschile e fimosi

Messaggio Da daneb il Lun Feb 12, 2018 10:13 am

mio figlio è stato operato per fimosi accertata a 6 anni quasi compiuti.
Lo stesso destino si presenta anche per Emiliano...Non ho scelto io, ma quando dei chirurghi pediatrici comunque ti consigliano caldamente di intervenire anche per evitare serie complicanze diciamo che l'istinto di mamma per forza di cose lo metti da parte.
avatar
daneb

Numero di messaggi : 4011
Età : 37
Data d'iscrizione : 02.08.11

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Prepuzio maschile e fimosi

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum