Infertilità - Aspetti psicologici

Pagina 2 di 2 Precedente  1, 2

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: Infertilità - Aspetti psicologici

Messaggio Da June il Mer Lug 06, 2016 7:43 pm

Zara, è bellissimo, grazie! I love you
Sea, tesoro, non immaginavo quello che può succedere con l'infertilità secondaria. Ora come ora nessuno azzarda una battuta o un consiglio verso di noi, anzi: il fatto che io abbia scoperto la gravidanza della mia amica al quinto mese dimostra chiaramente che la rete sociale protegge la coppia sterile da notizie potenzialmente dolorose.
I tempi in cui mi chiedevano "Sei incinta? Ancora no?" sono lontani, grazie a Dio. Allora avevo da combattere con un matrimonio in crisi oltre all'infertilità e praticamente pioveva sul bagnato.
Poi la terapia di coppia mi ha fatto un grande servizio: mi ha insegnato a parlare. Chi mi conosce da poco (e con la scuola capita tutti gli anni) prima o poi si stupisce che una donna espansiva, allegra e innamorata dei bambini a cui insegna non ne abbia di propri, quindi prima o poi la domanda arriva "Hai figli?".
Ho imparato a scodellare subito la situazione, così mi metto al riparo da "Eh certo, sei precaria!" "Eh ma guarda che 36 non sono pochi come sembrano!" e simili. Dico semplicemente "Non ne sono venuti! Stiamo provando l'adozione".
A qualcuno può sembrare un'esposizione in piazza dei panni sporchi ma secondo me è una tutela per me e per chi parla con me, così lui non fa gaffe ed io non devo ingoiare rospi. Anzi, a quel punto partono storie sui parenti che hanno adottato e quanto sono felici.
Si, l'inconveniente è che ci sta sempre l'aneddoto di quella che appena è andata a prendere la bambina è rimasta incinta, ma tutto sommato la mitologia non ha mai ucciso nessuno!
Voglio dire: certo che può succedere, soprattutto a chi non monitora il ciclo o a chi si fa un'ossessione del figlio biologico: magicamente appena la tensione si abbassa l'ovulo riparte, si fa l'amore come da fidanzati e il "miracolo" può succedere.
Chicca raccontatami da una famiglia adottiva: alcuna coppie adottanti, quando si è avvicinato il momento fatidico di partire per andare a prendere il bambino, hanno iniziato a prendere precauzioni perché il giudice blocca l'iter in caso di gravidanza! Roba da pazzi!
avatar
June

Numero di messaggi : 2041
Età : 38
Data d'iscrizione : 02.08.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Infertilità - Aspetti psicologici

Messaggio Da sea il Gio Lug 07, 2016 9:07 am

Grazie mille Zara, è davvero bellissimo e io abbraccio anche te I love you
Junina io invece quello che non mi spiego e non accetto è perchè debba per forza arrivare la domanda Neutral
io quando mi ritrovo davanti a queste situazioni ho imparato a starmi zitta e magari farmi nella mia testa le mille possibilità....e a rispettare in silenzio tutte le varianti possibili!!!
Solitamente chi chiede non sa neanche cosa significhi vivere certe cose, chi chede è solitamente colei a cui è andato tutto liscio.
Io invece ho scelto di non dire a tutti, primo perchè dovrei andare a spiattellare cose molto dolorose che fa male in primis anche a me andare a raccontare e poi se dico un generico "non ne sono più arrivati" i commenti si sprecano tipo " Ma come ne hai già una e anche sana" oppure " Forse non vi state impegnando abbastanza" fino ad arrivare alla chicca " Forse dovresti cambiare ginecologo...è sicuramente colpa sua che ti sta seguendo male"....o anche " E' perchè or ce l'hai grande e non hai voglia di ricominciare...hai aspettato troppo"...ed altre amenità.E allora li dovrei aprofondire e non mi va. Non mi va perchè se poi racconto di più c'è anche chi sminuisce quel di più.....tipo se racconto degli aborti mi è capitato mi dicessero " Bhè dovevi stare a casa da lavorare...io sono rimasta a casa dal giorno del test".
Quindi io di base sorrido, faccio spallucce ed ingoio...perchè potrei espormi a giudizi ancora più dolorosi e ho imparato a proteggermi.
E' che di base la gente a mio parere dovrebbe imparare a starsi zitta e a pensare che dietro all'apparenza potrebbe esserci anche una situazione molto difficile
avatar
sea

Numero di messaggi : 5461
Età : 40
Data d'iscrizione : 19.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Infertilità - Aspetti psicologici

Messaggio Da Panicqueen il Gio Lug 07, 2016 10:24 am

sea ha scritto:
Spesso mi viene la voglia di rispondere a queste persone insensibili e indiscrete raccontando quello che mi è accaduto....e poi voglio vedere se sta gente non sprofonderebbe dalla vergogna.
 
Appunto, perché non lo fai?
Ne beneficerebbero tutti.

_________________
Jessica Borgogni
Fertility Educator
Metodo Ladyfertility per la Fertilità Consapevole™
Contraccezione naturale sicura, Ricerca di gravidanza e Salute riproduttiva


I miei grafici di fertilità: http://www.fertilityfriend.com/home/1db1de

Segui tutte le novità di Ladyfertility anche su Facebook
avatar
Panicqueen
Admin

Numero di messaggi : 31432
Età : 33
Data d'iscrizione : 12.04.08

Vedi il profilo dell'utente http://www.ladyfertility.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Infertilità - Aspetti psicologici

Messaggio Da June il Gio Lug 07, 2016 10:45 am

Sono sicura che l'aver sperimentato una situazione dolorosa sviluppa l'empatia.
Quindi secondo me una donna che ha sperimentato un aborto o una qualche forma di infertilità non va a chiedere ad altri spiegazione sulle loro situazioni, perché conosce uno o più scenari che possono esserci dietro un'apparenza serena.
Quando ho raccontato del mio aborto, metà delle donne che hanno ascoltato hanno tirato un sospiro e poi mi hanno raccontato il loro. L'altra metà si è ammutolita e ha calato un velo di rispetto. Qualcuna ha aggiunto "Io sono stata fortunata".
Sea, io capisco che la tua prima perdita è stata molto più dolorosa di un raschiamento, e che la seconda ha rincarato la dose.
E' una tua scelta parlare o no dei tuoi due angeli, ma ti assicuro che le persone di solito sono ignoranti, non cattive: non devi raccontare i dettagli, ma puoi semplicemente dire che dopo la principessa hai perso due bambini. Non devi mica andare in giro con la tua cartella clinica!
Le persone sono ignoranti, ripeto, ma se sanno che sono morti due figli cambiano atteggiamento perché (in media) per queste cose esiste il rispetto. Un abbraccio fortissimo!
avatar
June

Numero di messaggi : 2041
Età : 38
Data d'iscrizione : 02.08.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Infertilità - Aspetti psicologici

Messaggio Da sea il Gio Lug 07, 2016 9:48 pm

Non lo faccio per proteggermi...perchè in media esiste il rispetto...e in media esiste anche chi ti chiede i perchè e i percome...e spesso mi sono pentita di aver parlato.
Poi certo non è mica la regola....ci sono anche tante persone carine, sensibili e rispettose....ci sono state tantissime persone che mi hanno raccontato loro volta e di cui io ho accolto il dolore...ma prima di scucire ci penso 10 volte...prima sondo molto bene il terreno....
avatar
sea

Numero di messaggi : 5461
Età : 40
Data d'iscrizione : 19.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Infertilità - Aspetti psicologici

Messaggio Da Keira il Ven Lug 08, 2016 9:50 am

Ragazze ho letto di filato i vostri post, ci tenevo a ringraziarvi x aver condiviso con tutte noi la vostra esperienza. Io non ho passato quello che avete passato voi, ma nel mio piccolo ho vissuto un periodo di malattia x il quale non mi sentivo capita e anzi molte volte ho sentito risposte superficiali quando si entrava anche di striscio nel discorso. Penso cmq che la solidarietà femminile che nasce dall'aver vissuto queste esperienze sia bellissima, e che come già si diceva porti a sviluppare molta sensibilità. Vi abbraccio a tutte  I love you
avatar
Keira

Numero di messaggi : 463
Età : 27
Località : Roma
Data d'iscrizione : 11.10.15

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Infertilità-Aspetti psicologici

Messaggio Da Luigia il Dom Giu 18, 2017 10:01 pm

June ha scritto:Aperto il topic sulla Naprotecnologia in Ricerca di Gravidanza, ho cercato di raccontare sia le linee essenziali del metodo che la mia (neonata!) esperienza come paziente.
Grazie delle vostre parole  I love you 

Ciao June. Ho sentito parlare anche io di Naprotecnologia, una tecnica di procreazione assistita del tutto naturale a cui sono molto interessata. Ho già preso contatti con un'insegnate. Non trovo, però, il topic cui fai riferimento. Come posso trovare informazioni sulla tua esperienza o quella di altri per un confronto? Ho provato a contattarti privatamente, ma un messaggio dice: "Questa modalità è stata disattivata dal forum". Se puoi aiutarmi, aspetto informazioni. Grazie mille !
avatar
Luigia

Numero di messaggi : 9
Età : 42
Data d'iscrizione : 18.06.17

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Infertilità - Aspetti psicologici

Messaggio Da cinciarello il Lun Giu 19, 2017 7:59 am

Ciao Luigia, eccoti il link qui sotto per il topic che cercavi...ho inserito la parola chiave (in questo caso "naprotecnologia"), nel tasto "cerca" in alto a dx  
http://ladyfertility.forumattivo.com/t8185-naprotecnologia?highlight=naprotecnologia
avatar
cinciarello

Numero di messaggi : 6083
Età : 44
Data d'iscrizione : 10.04.10

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Infertilità - Aspetti psicologici

Messaggio Da Luigia il Lun Giu 19, 2017 9:14 am

Cinciarello sei molto gentile. Grazie  Il fatto è che l'esito della ricerca è sempre negativo e cliccando sul tuo link sono esclusa dall'accesso, che è limitato ad utenti con accesso speciale. Sbaglio io qualcosa o devo fare qualche passaggio in più? Grazie I love you
avatar
Luigia

Numero di messaggi : 9
Età : 42
Data d'iscrizione : 18.06.17

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Infertilità - Aspetti psicologici

Messaggio Da Coppoletta il Lun Giu 19, 2017 9:23 am

Ah è vero, il topic fa parte della sezione riservata a chi ha fatto e superato il corso sul Metodo Ladyfertility! Un corso che peraltro ti consiglierei, potrebbe esserti molto utile!
Prova a contattare in privato l'amministratrice del forum, Panicqueen, e chiedi informazioni
avatar
Coppoletta

Numero di messaggi : 319
Età : 34
Data d'iscrizione : 12.06.13

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Infertilità - Aspetti psicologici

Messaggio Da cinciarello il Lun Giu 19, 2017 9:42 am

ooops scusami Luigia, non avevo proprio pensato alla sezione riservata!
Per contattare l'admin devi mandarle una mail all'indirizzo ladyfertility@gmail.com (spero di averlo scritto giusto!!!) I love you
avatar
cinciarello

Numero di messaggi : 6083
Età : 44
Data d'iscrizione : 10.04.10

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Infertilità - Aspetti psicologici

Messaggio Da Luigia il Lun Giu 19, 2017 4:36 pm

Grazie ragazze. Ora mi è tutto più chiaro
avatar
Luigia

Numero di messaggi : 9
Età : 42
Data d'iscrizione : 18.06.17

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Infertilità - Aspetti psicologici

Messaggio Da Luthien il Sab Set 16, 2017 10:16 am

Oggi mi sento di scrivere in questo topic perché ultimamente l'infertilità sta giocando un ruolo abbastanza prepotente nella mia serenità quotidiana. Ormai è più di un anno che ci proviamo, ci siamo presi una piccola pausa nel mezzo ma tanto non è servita a molto. Abbiamo fatto i primi accertamenti, lui è ok (spermiogramma, spermiocoltura e doppler dei vasi spermatici) mentre io sto facendo delle indagini. Ogni mese sempre la stessa storia... Infezione da candida praticamente onnipresente anche se cerco di aiutarmi con i fermenti. Ho deciso che voglio fare delle indagini più approfondite della solita eco+pap test. A breve prenoterò anche un'isteroscopia di testa mia perché ormai lo spotting mi sta distruggendo la vita, spesso ce l'ho anche per quasi tutto il ciclo (ora sono quasi 3 settimane consecutive). Sono stanca di sentirmi dire che è normale perché non lo è. La nostra relazione è sicuramente qualcosa di speciale anche senza un figlio però onestamente mi sento un po'giù lo stesso, credo che qualcuno possa capirmi qui. Scusate lo sfogo.
avatar
Luthien

Numero di messaggi : 7915
Età : 32
Località : Roma
Data d'iscrizione : 12.05.10

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Infertilità - Aspetti psicologici

Messaggio Da June il Sab Set 16, 2017 4:27 pm

Luth mi dispiace tanto leggere queste parole. Mi ricordano un periodo non tanto lontano e sinceramente non vorrei che a nessuno capiti questa situazione che descrivi e che ho conosciuto. Pare che vada tutto bene ma quello che per le altre coppie è normale, per noi è una specie di miraggio e non si sa il perché.
Certo che eco+pap test non bastano! Io sono arrivata anche all'isterosalpingografia ed era tutto a posto, e non c'erano motivi, e il bambino non arrivava.
La PCOS è bastarda, sfugge alle indagini più comuni e anche l'endometriosi, e sono solo due delle carognette che stanno nascoste e fanno i danni.
Nel mi caso ti posso dire che la medicina non ha risolto, ma ha spiegato. Conosco molte storie per cui la diagnosi è stata l'inizio della soluzione, per noi è stata l'inizio di una strada verso la libertà e verso l'adozione. In ogni caso ha fatto del bene! Un abbraccio fortissimo!
avatar
June

Numero di messaggi : 2041
Età : 38
Data d'iscrizione : 02.08.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Infertilità - Aspetti psicologici

Messaggio Da Luthien il Sab Set 16, 2017 5:55 pm

June sapevo che mi avresti capito al volo I love you infatti voglio scoprire se c'è qualcosa che finora non si è visto. Oggi ho ritirato le prime analisi fatte in fase luteale e sono perfette tranne la vitamina d che sta sotto al livello di carenza, praticamente è inesistente. Andrò avanti con la scoperta della causa, spero di trovarla anche solo per darmi pace. Vi aggiornerò qualora dovessi scoprire qualcosa in più
avatar
Luthien

Numero di messaggi : 7915
Età : 32
Località : Roma
Data d'iscrizione : 12.05.10

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Infertilità - Aspetti psicologici

Messaggio Da sea il Sab Set 16, 2017 8:07 pm

Cara Luth, ti capisco tantissimo e ti dico di non arrenderti mai e di continuare a cercare la verità, anche se dovessi farlo solo con le tue forze, senza l'appoggio del medici. La mia è solo un'infertilità secondaria, ma credimi, capisco cosa provi..............
Io nonostante tutto, nonostante una figlia ce l'abbia, sto continuando a cercare la mia verità, e non mi stancherò mai di cercarla anche solo per darmi pace.....
Un abbraccio grande grande
avatar
sea

Numero di messaggi : 5461
Età : 40
Data d'iscrizione : 19.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Infertilità - Aspetti psicologici

Messaggio Da Luigia il Lun Set 18, 2017 1:20 pm

Cara Luthien, hai tutta la mia comprensione. Io ho fatto di tutto, comprese isterosalpingografia e isteroscopia, analisi del sangue per dosare ogni tipo di ormone, tamponi vaginali sempre positivi e cure antibiotiche, che mi rovinavano ancora di più la flora intestinale, il cui squilibrio è causa principale di queste nostre infezioni. Ho risolto assumendo un integratore specifico a base di Escherichia Coli Nissle 1917 (ceppo buono in grado di combattere il ceppo cattivo. Non scrivo il nome per paura di violare qualche regola del sito, ma con una semplice ricerca su Google lo trovi). E' particolarmente efficace contro batteri quali E. Coli, Klebsiella, Proteus e Candida. Con questo, assunto dopo qualche giorno dall'ultima cura antibiotica, ho risolto definitivamente. Faccio cura di mantenimento ogni tanto. Trovi tutte le informazioni sul sito specifico. Prova, almeno ti liberi di un potenziale ostacolo...la candida e le infezioni varie. Per la Vitamina D sto facendo una cura di una fiala a settimana; ne ero carente come te e la gine mi ha detto che può portare infertilità. Ora sono all'insufficienza, ma già si è alzata di diversi punti. Anche mio marito non ha problemi. Oltre alle infezioni e alla vitamina D carente, a me è stata riscontrata una carenza di riserva ovarica, del tutto compatibile con la mia età. Io non mollo. A volte mi sembra di impazzire, di non avere la forza di andare avanti, ma poi mi alzo dal letto e comincio a camminare, un passo alla volta. Non è facile. Il pensiero è fisso ed è sempre quello. Dicono che devo distrarmi e non pensarci, ma di solito chi lo dice, non sa quello che sta dicendo, nonostante le ottime intenzioni! Potrei non avere mai figli miei e potrei dover convivere con questa sofferenza lancinante ogni altro giorno che mi rimane. Come farò? Ancora non lo so. Un abbraccio.
avatar
Luigia

Numero di messaggi : 9
Età : 42
Data d'iscrizione : 18.06.17

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Infertilità - Aspetti psicologici

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 2 di 2 Precedente  1, 2

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum