Carriera lavorativa e figli

Pagina 19 di 19 Precedente  1 ... 11 ... 17, 18, 19

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: Carriera lavorativa e figli

Messaggio Da MissPat il Mer Mag 24, 2017 10:51 am

Non voglio insistere perchè è il tuo lavoro e lo sai sicuramente meglio di me, ma i clienti che chiamano, non possono avere la chiamata inoltrata automaticamente su un cellulare di reperibilità?
Il punto è che cerchi di far stare tutte quelle ore lontano da casa nella routine normale, devi cercare un compromesso: fino a settembre, anzichè portare la piccola a casa per i vostri 15 minuti, prova a cercare un posto più vicino al nido che vi consenta le coccole con un pò di tranquillità: non so, un'associazione di ostetriche, una sala del nido, un parente. Per evitarti di fare quell'ulteriore spostamento nido - casa-nido in pausa.
Io credo sia molto dura conciliare più di 10 ore lontano da casa con una bimba piccola. Lei ha molto bisogno di te, ed è normale che tu sia stanca. Non vorrei essere drastica, ma con un datore di lavoro così poco flessibile, devi chiederti in futuro come potrà andare (permessi per l'inserimento a scuola, malattie bimbo, ecc).

avatar
MissPat

Numero di messaggi : 5945
Età : 39
Località : Castellanza
Data d'iscrizione : 22.08.11

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Carriera lavorativa e figli

Messaggio Da Eowyn il Mer Mag 24, 2017 11:43 am

Grazie miss, capisco quello che mi consigli.
In realtà finora i miei datori di lavoro sono stati flessibilissimi su tutto, infatti mi ha un po' spiazzata questa cosa, e anche per questo sono piombata nellangoscia. Per l'inserimento al nido invece non ci saranno problemi, ho già chiarito, prendo maternità facoltativa a ore e bon.

Non mi sono spiegata bene. Attualmente va dalla tagesmutter a qualche km da dove lavoro io solo alla mattina, il pomeriggio sta a casa col papà.
Potrei farla andare a prendere a lui e io andare diretta a casa... ma mi sentirei in colpa... a volte sono belli anche quei 15-20 minuti di macchina insieme, quando è di buonumore e cantiamo le canzoncine ecc ecc... :-)
Nella mia idea c'era il fatto di eliminare il ritorno a casa in pausa pranzo già ora, ma mi rendo conto che lei ne avrebbe ancora bisogno... Uff, che casino, mi rendo conto che su qualcosa devo mollare, ma ho un gran casino in testa al momento... magari posso stare semplicemente ancora in apnea per due mesi, poi ci sono le ferie in agosto e poi l'inserimento al nuovo nido a settembre...

La cosa che mi ha messo in crisi forse è anche che davo per scontato di avere un altro anno di contratto, invece no (ma a voi non sembra strano??). Davo anche per scontato di venire riconfermata, prima ero un elemento molto importante per l'azienda, mentre ora non più.
avatar
Eowyn

Numero di messaggi : 3283
Età : 29
Località : Trento
Data d'iscrizione : 05.12.10

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Carriera lavorativa e figli

Messaggio Da ArdathLilith il Mer Mag 24, 2017 1:11 pm

Eowyn, allora, non sono espertissima, quindi prendi con le pinze quello che ti dico (io non l'ho mai fatto, ma mi dicevano che funziona così): puoi andare dal tuo medico di base e dire che hai bisogno di psicotterapia, lei ti fa un'impegnativa per un tot di colloqui con uno psicologo della mutua (tipo 10 incontri mi pare), così che tu paghi solo il ticket della prestazione non il costo di uno psicologo privato.
Puoi anche partire dal consultorio, anziché dal medico di base: di solito è un punto di incontro che non tratta solo tematiche di sessualità, ma anche di famiglia in generale...

Prova con queste strade anche se ovviamente se le altre hanno altri pareri o rettifiche a quello che ti ho scritto possono sicuramente contribuire meglio!
Bottom line: anche i colloqui con Panicqueen potrebbero esserti molto utile e secondo me sono accessibilissimi, magari informati con lei!
avatar
ArdathLilith

Numero di messaggi : 2698
Età : 36
Data d'iscrizione : 19.02.11

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Carriera lavorativa e figli

Messaggio Da ArdathLilith il Mer Mag 24, 2017 2:16 pm

Eowyn, mi sono accorta che non ho risposto a una tua domanda riguardo come "dall'altra parte della barricata", venga percepita una donna sul posto di lavoro (una donna che poi diventa mamma).
È difficilissimo parlarne, perché è un discorso di una complessità tale che bisognerebbe aprire una biblioteca per raccogliere i materiali :)
Il problema principale è che il sistema consumistico/capitalista è fortemente "maschile", come impostazione e spinge tutti i membri che vi fanno parte a essere costanti nelle performance, e a non ottimizzare le risorse di ognuno in base al suo reale potenziale, bensì a uniformare tutti per avere un output sicuro, certo, magari anche al di sotto del reale potenziale, ma "garantito".
Questo come si concretizza e interpreta? Con il numero di ore passate al lavoro. La performance viene spesso associata biecamente a questo dato perché chi organizza il lavoro parte già sovraccaricando le persone: se per un task lavorando 6 ore al giorno BENISSIMO ci vorrebbe troppo tempo per completarli, allora si programma l'attività su 9 ore al giorno MALINO, perché alla fine la quantità compensa la qualità. La gente, poi, ha paura del licenziamento, viene trattata come bestiame, e quindi si uniforma a queste richieste e anzi dà il massimo anche ben oltre le 9 ore a volte.
Come può una donna, una madre, dare il massimo in questo sistema? Non lo so, la risposta che mi viene è "a prezzo di enormi sacrifici e sensi di colpa". Perché puoi lasciare la bambina al nido dalle 7.30 alle 19.00, mangiare in ufficio al volo e quindi lavorare 11 ore, restando produttiva come "loro" ti vogliono, ma questo è un modello di vita sostenibile? No. Purtroppo oggi la gente non si interroga più su questa questione, perché "tanto è così che va", oppure "Se te ne vai tu, fuori trovo la fila di gente più brava" e così via.
Avere un'attività in proprio è un delirio, se lo avete provato sapete che difficoltà ci sono, ma per me il principio è: se devo mandare avanti la società A DISCAPITO della mia vita o di quella dei miei collaboratori allora no. Perché non è che viviamo per lavorare, ma lavoriamo per vivere e per crescere.
Come mi comporterei io con una donna che va in maternità? Boh. Certo, per noi sarebbe un casino. Siamo in pochi, a volte noi soci non ci paghiamo lo stipendio per pagarlo ai nostri 2 dipendenti a fine mese (non scherzo) e prendiamo in media meno di loro ogni mese eh. Ma lavoriamo quando ci pare e piace, come ci pare e piace. In questo momento, se assumessi una persona che resta incinta 2 mesi dopo, probabilmente l'azienda chiuderebbe. Non per cattiveria, ma perché se io dò a un'impiegata 1.500€ al mese, io come ditta ne spendo almeno 2.500€ al mese, che in un anno sono 25.000€. Se devo pagare quei soldi e poi anche i soldi di una sostituta, io non ce la faccio economicamente, non siamo la FIAT, siamo in 6, quindi è così. Attualmente non abbiamo dipendenti donne, perché dai colloqui per le altre posizioni sono andate meglio due ragazzi, ma abbiamo una collaboratrice che dovrebbe prendere il mio posto (viaggi lunghi, trasferte, ecc.) che è donna. Chissà cosa succederà.
Quindi vedi, è un casino!
Non so se ti ho risposto, so solo che sicuramente il sistema così com'è non funziona per le madri, è conclamato e comprovato. Se avessi una madre in ufficio, cercherei di capire con lei come rendere ugualmente proficue le sue ore anche se sono meno (magari 8.30-16.30, ma BENE BENE BENE)...
E quando poi deve andare via 2-3 mesi come facciamo? È parte integrante del lavoro, lo si sa dall'inizio. Siamo dei mostri se glielo chiediamo? È un mostro lei se nel mentre la sua vita è cambiata e ci dice di no? Boh, io non lo so, so solo che è difficile e continuerò a lottare perché vada un po' meglio!
avatar
ArdathLilith

Numero di messaggi : 2698
Età : 36
Data d'iscrizione : 19.02.11

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Carriera lavorativa e figli

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 19 di 19 Precedente  1 ... 11 ... 17, 18, 19

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum