Carriera lavorativa e figli

Pagina 11 di 19 Precedente  1 ... 7 ... 10, 11, 12 ... 15 ... 19  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: Carriera lavorativa e figli

Messaggio Da Gipsy il Gio Mar 10, 2011 6:44 pm

Sono d'accordo. Ma ti assicuro che io, come personalità, tendo già a ridurre tutto al minimo indispensabile per star bene. E così risparmio anche moltissimo. Fortunatamente nè io nè mio marito abbiamo particolari esigenze, per cui ce la facciamo bene. Ma, come diceva pippi, noi siamo forse anche fortunate, perchè credo, anzi so, che ci sono famiglie messe peggio.
Tutti vorrebbero stare a casa di più con i propri figli ma si decide: o non si fanno figli, o si fanno compromessi con se stessi e si cercano soluzioni quali nidi e asili.
avatar
Gipsy

Numero di messaggi : 3810
Età : 33
Data d'iscrizione : 05.07.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Carriera lavorativa e figli

Messaggio Da mononoke il Gio Mar 10, 2011 7:03 pm

sì, gipsy, ma insisto che io non ho nessuna intenzione di farvi i conti in tasca.
anche il concetto di 'riduzione' è molto personale, cose per qualcuno sono indispensabili, per altri non lo sono affatto.
io di mio il margine di miglioramento di riduzione ce lo avevo eccome e l'ho sfruttato, ma non sto accusando nessuno di non farlo eh!
noi non ci siamo mai trovati a non poter fare la spesa o pagare il mutuo con i soldi che ci entrano e mi guardo bene dal parlare di chi questo problema invece ce l'ha.
avatar
mononoke

Numero di messaggi : 1466
Età : 38
Data d'iscrizione : 16.06.10

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Carriera lavorativa e figli

Messaggio Da sea il Gio Mar 10, 2011 9:41 pm

Noi in questo momento stiamo vivendo con un solo stipendio, e neanche tanto alto, anzi! Certo, non si naviga nell'oro, ma ce la facciamo..e paghiamo anche il mutuo. C'è anche da dire che con una bimba piccola certi extra, tipo cene fuori, uscite, cinema ecc....praticamente non esistono più, e secondo me vuol dire tanto non uscire più, è un bel risparmio. Poi abbiamo solo una macchina, io ad esempio non ce l'ho.
Con questo non significa che se ci fosse un altro stipendio in casa mi farebbe schifo, però anche se non navighiamo nell'oro ho deciso, insieme a mio marito, che il mio prossimo lavoro sarà solo e soltanto part-time.
avatar
sea

Numero di messaggi : 5443
Età : 40
Data d'iscrizione : 19.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Carriera lavorativa e figli

Messaggio Da ettav il Sab Mag 19, 2012 9:40 am

su suggerimento riporto qui l'argomento anche se la parola "carriera" non è contemplata sia nel mio discorso che nell'azienda dove lavoro

Sono sempre stata presente in ufficio. Sempre attenta, disponibile, sul pezzo, senza orario (mi è capitato di lavorare 12 ore al giorno), ecc.
Da quando sono mamma ho dovuto per scelta personale ridurre l'orario a 6 ore per occuparmi dei miei bimbi. Spesso sono stata a casa per le loro malattie.
Ora il mio capo ha definito che io sarò l'utente guida nell'implementazione del gestionale. Ieri riunione con lui e altre 4 colleghe per parlare di questo discorso. Lui ha fatto capire che deve avere priorità su tutto e quindi è richiesto un grande impegno da parte di tutti. Una collega ha detto:"beh io non ho bimbi piccoli"
Nessuno ha raccolto.
Qualcuno mi spiega come sia possibile andare avanti se non esiste coalizione fra noi donne? Preciso che lei è mamma.
avatar
ettav

Numero di messaggi : 1773
Età : 42
Località : Rescaldina MI
Data d'iscrizione : 12.11.11

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Carriera lavorativa e figli

Messaggio Da cinciarello il Sab Mag 19, 2012 10:52 am

come sempre, ettav, mi trovo a darti ragione... I love you
avatar
cinciarello

Numero di messaggi : 6032
Età : 44
Data d'iscrizione : 10.04.10

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Carriera lavorativa e figli

Messaggio Da ettav il Sab Mag 19, 2012 11:01 am

ho vinto 100 euro con me stess! La scommessa era: la prima che risponde è la cincia!

Questa notte ho comunque ripensato agli avvenimenti di questa settimana.
Io mi armo di santa pazienza, computer, carta e penna e vincerò questa guerra!
avatar
ettav

Numero di messaggi : 1773
Età : 42
Località : Rescaldina MI
Data d'iscrizione : 12.11.11

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Carriera lavorativa e figli

Messaggio Da cinciarello il Sab Mag 19, 2012 11:08 am

fossimo state più vicine con quei 100 euro ci avremmo fatto una bella cena alla faccia di chi ci vuol male!!!!


avatar
cinciarello

Numero di messaggi : 6032
Età : 44
Data d'iscrizione : 10.04.10

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Carriera lavorativa e figli

Messaggio Da ettav il Ven Lug 20, 2012 7:36 pm

Biancospino ha scritto:ettav, capisco, capitano queste cose.

qui si discuteva del pianificare o meno una gravidanza senza una solida situazione economica, e delle preoccupazioni di un padre che non se la sente di fare un figlio con una situazione di precarietà.

un conto affrontare una cosa quando capita, un conto buttarsi nella difficoltà.
Biancospino, io ho pianificato la gravidanza e alla fine ho avuto la grande fortuna di avere i gemelli. Se tu pensi però di pianificare la tua gravidanza adesso che hai raggiunto un certo livello lavorativo senza avere alcuna difficoltà poi nel momento della nascita beh...io non ne sarei così certa!
Io ho dovuto rinunciare allo stipendio pieno e richiedere il part-time che mi è stato dato solo perché adesso c'è la crisi, se no dovevo lasciare il lavoro. Poi quando sto a casa è sempre una tragedia... perché o lasci che qualcun'altro si occupi di tuo figlio quando sta male e anche se tuo figlio avrà una bella cameretta rimpiangerà sempre la tua assenza nel momento del bisogno...oppure te ne occupi tu e altro che carriera.
E allora? Torno nell'altro topic!
avatar
ettav

Numero di messaggi : 1773
Età : 42
Località : Rescaldina MI
Data d'iscrizione : 12.11.11

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Carriera lavorativa e figli

Messaggio Da sere il Ven Lug 20, 2012 9:21 pm

Sharon ha scritto: La frase che la carriera non è compatibile con l'essere una buona mamma mi fa venire la pelle d'oca... E lo dice una la cui mamma (a questo punto sciagurata) l'ha lasciata a 9 mesi con i nonni per potersi tenere stretta il posto di lavoro che ci permetteva di arrivare dignitosamente a fine mese, la cui mamma faceva i turni quindi niente sabati e domeniche in famiglia, niente feste comandate, spesso lei era a casa quando io ero a scuola e capitavano giorni in cui non ci si incontrava neppure..anche mio padre facendo i turni spesso non c'era.

Biancospino ha scritto: Non mi meraviglio, perchè purtroppo qui in Italia una donna che non vuole figli, una donna che desidera crescere professionalmente, una donna che si dedica alla carriera, una donna che considera la maternità uno degli aspetti della sua vita e non necessariamente il più importante, una donna che ragiona lasciatemi dire, da uomo, guardando anche l'aspetto pratico della faccenda, il soldo, è ancora oggi nel 2012 additata come una strega, come una "non mamma".
E' la mentalità provinciale e paesana che ci tiene indietro anni luce rispetto ad altri paesi europei; è la mentalità che ci affossa, ci rende vittime prima di tutto di noi stesse, ci relega al ruolo di "donne di casa" che anche quando lavorano lo fanno di straforo, quasi fosse una concessione, un di più, un qualcosa che ci è concesso solo perchè 2 stipendi sono meglio di 1. Che amarezza.

Sharon, anche mia madre ha ripreso a lavorare quando avevo 6 mesi, lasciandomi con i nonni, e non penso di avere avuto grandi problemi per questo, ma i suoi orari le permettevano di passare del tempo con i figli; non voglio giudicare ovviamente i tuoi, nè conosco la tua storia , però permettimi di pensare che in generale la situazione in cui un figlio passa giorni senza vedere i suoi genitori non sia il massimo a cui aspirare! Io conosco una donna dirigente, che ha una figlia di 7 anni che riempie di giocattoli come surrogati della sua presenza, visto che torna sistematicamente dal lavoro alle 8 o alle 9 di sera e il sabato e la domenica spesso ha dei master da seguire in un'altra città; la sua fortuna in questo è che il marito, pur avendo un lavoro full time, torna a casa prepara la cena recupera la bimba dalla baby sitter e insomma fa la donna di casa e la bambina comunque inizia a mostrare segnali di disturbi alimentari...
Certo quando il bambino è più grandicello le cose si semplificano, non c'è bisogno di una continua presenza dei genitori, ma quando sono piccolini? Se la mamma o il papà non hanno tempo da trascorrere con i loro figli, perchè hanno altri interessi, i bimbi finiscono con i nonni, o con le tate, che alla fin fine fanno il lavoro della mamma! Comunque ci tengo a sottolineare la differenza tra lavorare e fare carriera: i genitori che lavorano per guadagnare (e certo, anche perchè amano quello che fanno) riescono più facilmente ad accantonare il loro lavoro quando serve e a dedicarsi completamente ai figli; una persona in carriera (uomo o donna che sia) invece accantona i figli (e qualsiasi altro legame) in funzione del suo lavoro.
Biancospino, io non penso che la maternità sia un obbligo della donna, nè che per essere felici e completi come coppia servano dei figli: se vuoi fare carriera, se vuoi comportarti come un uomo, allora devi rinunciare ad altre cose, ad esempio all'idea della famiglia felice stile Mulino Bianco, perchè (a mio parere, poi magari smentitemi) le due cose sono incompatibili tra loro; questo non vuol dire che una mamma deve stare chiusa in casa, sfornare bambini ogni anno e passare le giornate a fare il bucato e spazzare i pavimenti drunken , ma che deve riuscire anche a fare "la mamma", un lavoro che secondo me a volte è più impegnativo di molti altri e che purtroppo nel nostro paese non è riconosciuto! Se guardiamo a livello europeo, i paesi con maggiore tasso di natalità sono i paesi nordici, dove ci sono una serie di agevolazioni reali per le coppie che hanno bambini: asili nido, permessi per mamme e papà, part time non concesso come grazia divina ma considerato una cosa normale, e via dicendo...
avatar
sere

Numero di messaggi : 409
Età : 41
Data d'iscrizione : 01.06.10

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Carriera lavorativa e figli

Messaggio Da Luna nuova il Mar Lug 24, 2012 1:17 pm

volevo aggiungere solo una cosa a tutte queste giustissime riflessioni:
uno dei motivi per cui non faccio altri figli (non il motivo principale, ma pur sempre un motivo) è che non voglio rinunciare al mio attuale lavoretto.
Questa mia scelta (in completo accordo con mio marito) può essere biasimata, lo capisco.
Ma il mio lavoretto mi da tanto, per me stare a casa è sempre stato un pò alienante, poi faccio anche alcune ore a sett, di volontariato al tele soccorso, e al telefono amico, è una cosa che completa il mio essere realizzata, la ciliegina sulla torta, e fa di me una persona felice.
Se ora facessi un altro figlio dovrei smettere tutto questo.
Credo che nella vita ci vuole carattere, e le palle per decidere e scegliere del proprio destino se tanti sapessero, mi giudicherebbero male e questo non è giusto.
So per certo che se dovessi aspettare un alto figlio ora, lascerei l'associazione, ma più in là gliela farei pesare in un certo senso, e questo per me sarebbe inaccettabile
non ho mai avuto la vocazione al sacrificio, e mi sa che non inizio ora a un passo dai 40...
però è brutto dover nascondere questi pensieri, per evitare di essere giudicati egoisti Neutral
ognuno nella vita dovebbe farsi i ca... propri e gli altri dovrebbero solo starsene zitti e pensare ai loro.

(forse si capisce dalla mia firma, che ultimamente alcune persone con me sono stati invadenti e ho dovuto rimetterli al loro posto. Che fatica....)
avatar
Luna nuova

Numero di messaggi : 1712
Data d'iscrizione : 09.12.09

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Carriera lavorativa e figli

Messaggio Da Pachamama il Mar Lug 24, 2012 1:39 pm

Luna ti quoto in tutto: anche io la penso così e mi secca enormemente che la gente, e chiaramente non parlo di noi fertiline, si prenda con me la briga di intromettersi con zero tatto "allora, quando fai il secondo?" dopo aver spiegato trilioni di volte i motivi per cui non faremo un altro figlio, "il secondo completa la famiglia, il terzo la rende perfetta" la collega 50enne che ha 1[u] solo figlio, tra l'altro ecc, ecc..forse ma io sarei ricoverata alla neuro..non ho ancora il lavoro che vorrei e forse non farò mai carriera in senso stretto, però il mio lavoro mi permette di vedere un po' di "mondo" e non c'è nulla di male in questo.Ammiro una donna che ha una carriera strepitosa e ha tre figli, io oggettivamente non sarei in grado, meglio farmene una ragione che sbroccare!Non ho esperienza diretta o esempi ma credo che esistano donne che sono ottime madri pur lavorando molto, se è vero che conta quanto tempo si passa coi figli, conta molto anche il come.
avatar
Pachamama

Numero di messaggi : 1944
Età : 39
Data d'iscrizione : 03.10.11

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Carriera lavorativa e figli

Messaggio Da daneb il Mar Lug 24, 2012 1:42 pm

ettav ha scritto:Biancospino, io ho pianificato la gravidanza e alla fine ho avuto la grande fortuna di avere i gemelli. Se tu pensi però di pianificare la tua gravidanza adesso che hai raggiunto un certo livello lavorativo senza avere alcuna difficoltà poi nel momento della nascita beh...io non ne sarei così certa!
Io ho dovuto rinunciare allo stipendio pieno e richiedere il part-time che mi è stato dato solo perché adesso c'è la crisi, se no dovevo lasciare il lavoro. Poi quando sto a casa è sempre una tragedia... perché o lasci che qualcun'altro si occupi di tuo figlio quando sta male e anche se tuo figlio avrà una bella cameretta rimpiangerà sempre la tua assenza nel momento del bisogno...oppure te ne occupi tu e altro che carriera.
E allora? Torno nell'altro topic!

assolutamente d'accordo!
avatar
daneb

Numero di messaggi : 3986
Età : 35
Data d'iscrizione : 02.08.11

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Carriera lavorativa e figli

Messaggio Da Zara il Mer Set 12, 2012 8:12 pm

Ho letto tutto il topic, personalmente mi piacerebbe avere dei figli e avere del tempo da dedicare loro. Soprattutto finchè sono in età pre scuola materna. Un ottimo compromesso per me sarebbe un lavoro part time, senza grandi aspirazioni, quelle le ho accantonate per scelta.
E credo che sarebbe per molte donne una buona opportunità. Eppure qui in Italia, nemmeno quello è valorizzato come si dovrebbe, è mai possibile?
Se dici di voler lavorare part time ti guardano come se fossi un ufo o ti considerano una che non ha voglia di lavorare Neutral
avatar
Zara

Numero di messaggi : 3788
Età : 31
Data d'iscrizione : 19.08.12

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Carriera lavorativa e figli

Messaggio Da ettav il Dom Set 23, 2012 12:01 pm

Zara ha scritto:Mica male stare a casa 5 giorni durante le mestruazioni, indipendentemente dal motivo

non ci sono più i datori di lavoro di una volta... adesso quando ti beccano che vai in bagno con la tua pochette per il cambio, ti guardano, sorridono e pensano "uh per fortuna non è incinta!"

ridiamoci su
avatar
ettav

Numero di messaggi : 1773
Età : 42
Località : Rescaldina MI
Data d'iscrizione : 12.11.11

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Carriera lavorativa e figli

Messaggio Da Julie il Dom Set 23, 2012 1:01 pm

Non so se è il topic giusto perchè in realtà tocca vari argomenti questo mio post, al massimo mi sposto in corso d'opera
I pensieri sul secondo figlio si fanno più reali ma allo stesso tempo mi sembra che dal punto di vista lavorativo non sia mai il momento giusto No
Come dicevo in qualche altro post, sono stata "promossa" responsabile di un doposcuola della cooperativa e sono molto contenta di quest'opportunità. Ma ora mi sto mettendo dei problemi per il futuro. Vorrei mantenere questo ruolo ma l'unico modo è avere un bimbo verso aprile-maggio in modo da perdere solo la fine della scuola e poter rientrare per l'anno scolastico successivo, ma per il prossimo aprile ho già perso il treno e l'idea di aspettare 10-11 mesi per cercare il secondo mi sembra un'eternità.
In più si aggiunge il fatto che potrebbe non arrivare subito e che non mi piace pianificarlo così tanto, mi mette ansia.
Ma perchè per avere un lavoro e una famiglia numerosa bisogna fare i salti mortali? Suspect
avatar
Julie

Numero di messaggi : 1323
Età : 32
Data d'iscrizione : 14.11.11

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Carriera lavorativa e figli

Messaggio Da sea il Dom Set 23, 2012 1:33 pm

Julie cara, guarda ti capisco...io in questo periodo sto nel pallone...troppi troppi pensieri...troppe situazioni che si devono incastrare per poter solo pensare di mettere al mondo un altro figlio. Io un lavoretto quest'anno me lo devo cercare, ne avremmo bisogno...quindi quest'anno nessuna possibilità neanche di pensarci...però poi penso che comunque in giro c'è solo della tristezza e non credo che sarò così fortunata da trovare un lavoro a tempo indeterminato, chi me lo farebbe in un momento in cui si licenzia e basta? Quindi il problema viene solo rinviato.
Il mio cruccio è fare il secondo subito, crescerlo e poi cercarmi un lavoro serio oppure cercare un lavoretto, fare il secondo sapendo già che molto probabilmente se rimango incinta perderò il lavoretto?
E il pensiero di fare questi calcoli, di pianificare così a tavolino mi devasta, non fa parte di me...mi sto davvero violentando con tutta questa razionalità.
Io so solo che pensa che ti ripensa passano i giorni, i mesi , gli anni.....e alla fine i pensieri e i crucci sono sempre gli stessi No
avatar
sea

Numero di messaggi : 5443
Età : 40
Data d'iscrizione : 19.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Carriera lavorativa e figli

Messaggio Da Julie il Dom Set 23, 2012 9:21 pm

Potrei quotare ogni singola parola di ciò che hai scritto sea
Io di "lavoretti" vado avanti da 4-5 anni e non vedo una stabilità prossima o imminente.
Rimango ultra pensierosa...
avatar
Julie

Numero di messaggi : 1323
Età : 32
Data d'iscrizione : 14.11.11

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Carriera lavorativa e figli

Messaggio Da Valeria il Lun Set 24, 2012 4:56 am

Non so se è esattamente il topic giusto, ma ho appena iniziato un lavoro nuovo, dove richiedono 8 ore di straordinari a settimana (in pratica riposi un giorno solo) e turni fino alle 23. Avevo il dubbio se fosse opportuno tenere nascosto il fatto che vivo col mio ragazzo, per tutelarmi da eventuali discriminazioni Suspect poi ho visto che lì non badano alla teoria, ai preconcetti ma a quanto effettivamente sei in grado di dare. Quindi immagino che una mamma part time o con figli che si ammalano spesso non avrebbe posto, ma quantomeno non mi guardano con diffidenza perché convivo... e comunque, mio malgrado, da poco ho iniziato a mettere in forse la possibilità di avere figli, mentre prima davo per scontato che un domani sarebbe successo di sicuro. Trovo sia drammatico perché la scelta dovrebbe essere nostra, anche dettata dall'istinto del momento come dice Sea, e invece dobbiamo piegarla alle esigenze di una società che non si può permettere figli No adesso mi ritrovo a pensare a tanti aspetti difficili dell'essere genitore, e a non capire se mi spaventano in sé o se faccio come la volpe e l'uva, per non sognare troppo!
avatar
Valeria

Numero di messaggi : 9371
Età : 30
Data d'iscrizione : 01.04.10

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Carriera lavorativa e figli

Messaggio Da Elisina il Lun Set 24, 2012 7:34 am

Sea, Julie, non sapete quanto vi capisco e quanto mi ritrovo nelle vostre parole.
Anch'io sto spesso a rimuginare e la cosa mi fa tantissimo arrabbiare..
Non so se avrò un altro figlio, lo metto in forse tutti i giorni; anch'io ho dovuto rimandare l'idea perchè ho avuto un bell'incarico (anche se super precario) in ambito educativo, e di rinunciare non se ne parlava, perchè a noi quei soldi servono proprio..
Mio marito la fa più facile, lui si butterebbe anche subito, ma io non riesco e non penso lo farò, perchè tutte le illusioni a riguardo (sul rientrare presto perchè tanto c'è il nido, sul trovare qualcosa di più sicuro dopo.... seeeee) mi sono crollate, una ad una, con Diego! Ergo, in Italia, o hai una squadra di nonni a sostenerti, o è veramente un casino.
avatar
Elisina

Numero di messaggi : 8703
Età : 40
Data d'iscrizione : 22.05.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Carriera lavorativa e figli

Messaggio Da Onigiriyum il Lun Set 24, 2012 9:46 am

Prova a dire a tuo marito che se ne può parlare a patto che sia lui a rimanere a casa dal lavoro
avatar
Onigiriyum

Numero di messaggi : 1859
Età : 50
Data d'iscrizione : 08.08.12

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Carriera lavorativa e figli

Messaggio Da Julie il Lun Set 24, 2012 9:48 am

Non serve nemmeno la squadra di nonni o parenti: io ho 4 nonni e 5 zii (senza contare i consorti) disponibili su organizzazione a tenermi il bimbo, ma non posso permettermi di stare a casa i primi 3-4 mesi di vita del mio ipotetico secondo. Io tornerei a lavorare anche subito (lavoro solo di pomeriggio e per 3 ore), ma per legge non posso e la stessa legge non mi garantisce nemmeno di essere pagata in quei mesi Shocked
Più ne parlo più mi viene il nervoso.
Allo stesso tempo non voglio lasciare solo Lele e la situazione di mia suocera e di mio papà (entrambi figli unici) me lo ricordano tutti i giorni.
E' vero che ho ancora 10 anni probabili di fertilità davanti, ma ho il sentore che un contratto a tempo indeterminato lo vedrò sui 50-55 se mi va fatta bene Twisted Evil
avatar
Julie

Numero di messaggi : 1323
Età : 32
Data d'iscrizione : 14.11.11

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Carriera lavorativa e figli

Messaggio Da Zara il Lun Set 24, 2012 10:02 am

In teoria la maternità obbligatoria non deve essere retribuita per legge?
avatar
Zara

Numero di messaggi : 3788
Età : 31
Data d'iscrizione : 19.08.12

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Carriera lavorativa e figli

Messaggio Da Julie il Lun Set 24, 2012 10:11 am

Se hai un contratto a tempo determinato sì, se hai un contratto a progetto devi aver lavorato almeno 10 mesi l'anno precedente e poi altri 2 o 3 cavilli che leggerò più avanti perchè per ora non ho raggiunto nemmeno questo requisito.
Il Comune dà una piccola somma, ma è veramente irrisoria
avatar
Julie

Numero di messaggi : 1323
Età : 32
Data d'iscrizione : 14.11.11

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Carriera lavorativa e figli

Messaggio Da Zara il Lun Set 24, 2012 10:35 am

Che fregatura Neutral
avatar
Zara

Numero di messaggi : 3788
Età : 31
Data d'iscrizione : 19.08.12

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Carriera lavorativa e figli

Messaggio Da Elisina il Lun Set 24, 2012 10:39 am

Onygirium non c'è davvero bisogno, non è che mi fa pressioni di nessun tipo, anzi, dice così per rassicurare me. Se rimanesse a casa dal lavoro lui , tra l'altro, (e per inciso, ci rimarrebbe ben volentieri, poveraccio, dato che lavora 12 ore al giorno per poco più di mille euro con un capo diciamo poco gentile) moriremmo di fame , la mia situazione contrattuale è simile a quella di Julie
avatar
Elisina

Numero di messaggi : 8703
Età : 40
Data d'iscrizione : 22.05.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Carriera lavorativa e figli

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 11 di 19 Precedente  1 ... 7 ... 10, 11, 12 ... 15 ... 19  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum