Genitorialità ---> Figli unici e fratelli

Pagina 3 di 3 Precedente  1, 2, 3

Andare in basso

Re: Genitorialità ---> Figli unici e fratelli

Messaggio Da Valeria il Gio Nov 27, 2014 10:02 pm

Secondo me è presto per preoccuparsi di come ti sentirai in futuro, o meglio: anche io corro spesso in avanti con il pensiero perché mi piace analizzare tutto a fondo etc etc, e odio che mi si dica "pensarci non ha senso" io penso quel che mi pare e piace. Però credo che avere già da adesso come un sottile senso di colpa, o una delusione verso te stessa nell'aver scoperto quanto è totalizzante e sfiancante avere un figlio... così sfiancante da non riuscire a immaginare l'ipotesi di altri figli... sia eccessivo e inutile per te. È comprensibile che tu abbia paura di perdere altri clienti in futuro, di non avere più tempo per le tue passioni, per aver pensato con "leggerezza" ad un secondo figlio. Ma va benissimo così, non ci sono delle tappe prestabilite per provare di nuovo il desiderio di mettere al mondo un figlio, e può anche non arrivare mai questo desiderio. L'importante è cosa provi ora, e cioè che per ora nella tua vita c'è Leo, c'è il lavoro che deve ricevere nuovo ossigeno, c'è tutta la tua famiglia. Vai avanti forte di quello che sei ora!
Mi permetto un'ultima riflessione, magari mi sbaglio e ci ho visto male, ma mi hai ricordato gli stessi pensieri negativi che mi auto-impongo quando penso ad una difficile prova che mi attende; ne ho parlato poco tempo fa nel topic "Vorrei ma non è il momento" e in pratica per evitare che mi salga un desiderio eccessivo, continuo a castrarmi dicendomi che non sarò in grado di gestirli, addirittura che potrei pentirmene, e cose orribili così... il problema è che questi pensieracci non nascono da una vera presa di coscienza o da un ragionamento fisiologico e maturo, ma da un'insoddisfazione che provo nel presente, direi che sono molto insoddisfatta del poco tempo libero che ho e di quante cose devo incastrarci e organizzarci dentro. In passato invece mi auto-ridimensionavo per una questione di insicurezza, nonostante gli ottimi risultati durante il percorso mi ripetevo che presto sarebbe finita, che non sarei stata veramente così brava da fare bene anche il prossimo passo... ecco, mi sembra un po' che tu stia cercando di dirti che non sei abbastanza brava da fare anche il secondo e il terzo figlio e invece dovresti pensare solo che per ora non ti va, senza anche giudicarti. Se ho sbagliato mi scuso in anticipo I love you
avatar
Valeria

Numero di messaggi : 9404
Età : 31
Data d'iscrizione : 01.04.10

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Genitorialità ---> Figli unici e fratelli

Messaggio Da fatina il Gio Nov 27, 2014 10:30 pm

Avevo iniziato a scrivere qui oggi pomeriggio, ma dal cellulare mi sono subito scocciata e ho buttato via tutto Io sono la prima di sei sorelle e sarei una persona cieca se dicessi che i miei ci amano tutte e sei allo stesso modo. L'amore si moltiplica, è vero, ma non si clona; siamo tutte molto diverse e richiediamo tempo e attenzioni in modi e tempi diversi e in questo i miei hanno sempre cercato di assecondarci. Mio babbo ha sempre lavorato tanto (è un libero professionista e non conosce ferie, sabati, domeniche, ...), paradossalmente lo vedo più attento adesso nei confronti di tutte noi e, anzi, molto legato alle mie due sorelle più piccole (che ok tanto piccole non sono più perchè hanno 19 e 22 anni), con le quali gioca e scherza come non ha mai fatto con noi.
Riguardo alle rivoluzioni in famiglia non so bene cosa dire: mia mamma ha smesso di lavorare quando era incinta di me e non ha mai ripreso, in compenso ha sempre fatto un sacco di cose e continua a farle in modo esponenziale adesso che ha più tempo libero: in lei vedo una donna realizzata, pur senza nessun stipendio a fine mese (e in questo senso il lavoro di mio babbo devo dire che non ci ha mai fatto mancare niente dello stretto necessario e pure qualcosa di superfluo, pur essendo state abituate fin da subito al valore dei soldi). Come ha detto qualcuna qui sopra: i figli poi crescono e non hanno più bisogno di una mamma a pieno servizio, arriverà il tempo della scuola e di mille altre cose e, pur restando la famiglia un punto fermo, è secondo me fondamentale che la mamma abbia anche altre aspirazioni oltre a fare, appunto, la mamma ed è giusto che assecondi queste aspirazioni e non si senta in colpa per farlo.
Ardath di tutto quello che hai scritto mi hanno colpito diverse cose, ma una in particolare sulla gestione del tempo mi ha lasciata perplessa: perchè non mangiate anche voi con Leonardo? Sarebbe un bel momento di vita familiare che vi vede riuniti la sera dopo lavoro, asilo, nonni e tutto il resto... io non potrei rinunciarci per niente al mondo, al punto tale che di solito finisce che samu passa un po' di tempo con mauri quando lui torna dal lavoro e io cucino per poi metterci tutti intorno alla stessa tavola. Risparmieresti anche un sacco di tempo ;-) Altra cosa: se vi piace perchè avete istituito una routine e la trovate tutti piacevole ben venga il bagnetto tutte le sere, io credo non ne uscirei viva
avatar
fatina

Numero di messaggi : 1481
Età : 36
Data d'iscrizione : 09.08.13

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Genitorialità ---> Figli unici e fratelli

Messaggio Da daneb il Ven Nov 28, 2014 7:26 am

e comunque......non è un obbligo avere più di un figlio :)
avatar
daneb

Numero di messaggi : 4016
Età : 36
Data d'iscrizione : 02.08.11

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Genitorialità ---> Figli unici e fratelli

Messaggio Da ArdathLilith il Ven Nov 28, 2014 7:51 am

Sono al volo, rispondo dopo a tutto con calma (soprattutto a Valeria, che deve avermi impiantato una "sonda cerebrale" per leggere i miei pensieri )
Volevo solo precisare a fatina che non RIUSCIAMO a cenare con Leo! Perché lui ha FAME INDEMONIATA alle 18 e alle 19-19.30 massimo crolla nel lettino.
Per ora quindi non possiamo cenare insieme, purtroppo, perché il mio compagno non riesce a tornare alle 18. Però recuperiamo nel weekend, quando pranziamo insieme e facciamo almeno la merenda tutti al tavolo.
Sono sicura che crescendo "allungherà" un po' gli orari, ma ora non ce la fa :)

EDITO questo messaggio: Valeria, probabilmente hai centrato il problema a 360 gradi. Sul mio sovrapensare, sul mio "colpevolizzarmi" o demoralizzarmi preventivamente, su tutto.
Penso che seguirò il saggio consiglio di non pensare al di là del presente. Certo, non come la cicala e la formica, ma più come un monaco buddista: cercando di concentrarmi sul presente per viverlo appieno, accantonando le ansie da "E se... e quando... e poi...".
È difficile scandagliarmi l'animo e capire cosa mi causa questo senso di inadeguatezza, ma a un certo punto non so nemmeno se l'indagine ha tutto questo senso. Con Leonardo mi rendo conto e cerco di mettere in pratica di cose che non ho mai visto prima, come ad esempio la qualità del tempo che passiamo insieme (cellulare rigorosamente in un'altra stanza per non avere l'assillo del lavoro o di What's App), ma anche dell'immagine di me che voglio dare a lui, che non è quella di una mamma frustrata, infelice, e soprattutto che si auto-mortifica, ma di una persona che, effettivamente, è felice di ogni istante che passa con lui (un po' meno quando, come stanotte, si sveglia immotivatamente ogni ora e mezza Twisted Evil ).
Daneb dice una verità assoluta: nessuno ti OBBLIGA a fare più figli! Perché questa necessità di giustificarsi, di sovrapensare (ancora) se andasse a finire che la nostra famiglia è composta da me, Giacomo, Leonardo. I nostri gatti. Nonni e zie. Il nostro co-sceneggiatore che vive occasionalmente da noi. Il nostro amico regista che si rifugia qui tra un progetto e l'altro. La mia amica Alice che ci sta accanto qualunque cosa accada. Eccetera eccetera eccetera. Perché mi devo auto-giudicare? Ancora una volta, forse, è questo concetto di "normalità" che ho fortemente inculcato. Forse è più NORMALE avere due figli. Forse è più NORMALE fare come gli altri. Per le motivazioni degli altri.
Ridicolo, vero? Ma sono così. Ridicola, talvolta.
Sapevo che parlarne un po' approfonditamente con voi mi avrebbe aiutato a rifletterci meglio sopra e a vedere meglio il problema... Grazie, carissime I love you
avatar
ArdathLilith

Numero di messaggi : 2730
Età : 37
Data d'iscrizione : 19.02.11

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Genitorialità ---> Figli unici e fratelli

Messaggio Da tomoe il Ven Nov 28, 2014 8:06 am

Ovvio che non è un obbligo, ma è normale pensarci e porsi il problema fratellino sì o fratellino no, il bello del forum è proprio questo potersi confrontare
Probabilmente i miei brutti pensieri su un'eventuale gravidanza sOno ricollegati ai problemi che ho avuto dal parto in poi, sto ancora cercando di metabolizzare e capire quello che in realtà è accaduto, però mi rendo conto che spesso mi trovo a pensare a tutto quello che ho scritto nell'altro post e questo mi fa capire che probabilmente non sono pronta, e forse non lo sarò mai, ad avere un altro figlio.
Poi ci si aggiunge il fatto che anche mio marito me lo dice in continuazione, abbiamo una figlia fantastica e la amo, ma rischiare di dover passare di nuovo tutto quello che abbiamo passato nei mesi dopo il parto NO, quindi anche avere questo riscontro si aggiunge a quello che già penso io.
Quindi per ora vedo nel nostro futuro un bellissima famiglia con una figlia unica I love you
avatar
tomoe

Numero di messaggi : 1588
Età : 38
Località : Ardea - Roma
Data d'iscrizione : 17.03.10

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Genitorialità ---> Figli unici e fratelli

Messaggio Da nike il Ven Nov 28, 2014 8:19 am

Ho letto un po' di corsa, ma la domanda che mi viene dal cuore è: perchè DOVRESTI avere un altro figlio? Io conosco moltissime famiglie con un figlio, e non mi sembrano da meno di altre, i figli non mi sembrano più o meno felici di quelli con fratelli, non vedo davvero l'obbligo o il problema. Per me la prima regola fondamentale è che tu devi sentirti nel tuo posto giusto, Personalmente, per esempio, mi piacciono le famiglie con 3 figli, ma io ho sentito che con uno in più non sarei riuscita a dare la qualità che IO ritengo essenziale per come IO vedo e sento le cose. Ma non è un assoluto, è quello che io sento giusto per me e per la mia famiglia!
Poi credo anche che sia presto per te per una valutazione, ma davvero non me ne preoccuperei, se ritieni che questo sia giusto per te.
Riguardo invece ad una cosa che diceva Daneb, sull'amore uguale per tutti i figli, io non sono d'accordo: secondo me non li si ama nello stesso modo, perchè ogni figlio è un essere unico ed irripetibile, e come tale la relazione ed il sentimento che crei con ognuno è diverso, e di conseguenza anche le modalità in cui ti comporti. Anche perchè, per esempio, quello che per uno potrebbe essere una punizione per l'altro non lo è, perchè i caratteri sono diversi. Poi se si intende che per ognuno ti butteresti nel fuoco, questo si, assolutamente e senza distinzione!
avatar
nike

Numero di messaggi : 5593
Età : 45
Località : Toscana
Data d'iscrizione : 11.06.09

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Genitorialità ---> Figli unici e fratelli

Messaggio Da daneb il Ven Nov 28, 2014 8:37 am

nike ha scritto:come tale la relazione ed il sentimento che crei con ognuno è diverso, e di conseguenza anche le modalità in cui ti comporti.

io ho inteso la domanda incentrata sul "se si riesce a provare tutto quell'amore che si prova per il primo, anche per i successivi"....

è ovvio che la relazione sia diversa perché sono persone diverse.
come è ovvio che si amano tutti allo stesso modo
avatar
daneb

Numero di messaggi : 4016
Età : 36
Data d'iscrizione : 02.08.11

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Genitorialità ---> Figli unici e fratelli

Messaggio Da Jillian il Ven Nov 28, 2014 9:21 am

Ardath io sono d'accordissimo con quello che ti hanno detto tutte e che non sto a ripetere. Più leggo i tuoi post e più sembra che tu ti stia giustificando strenuamente (con noi? con te stessa? con il "mondo"?) per non sentire adesso il bisogno di un altro figlio. E' un limite che ti crei tu, io davvero non penserei mai che tu non sei una buona madre per voler restare con un figlio solo I love you

ArdathLilith ha scritto: Vorrei conservare un po' per le altre mie passioni. Magari è difficile capirlo, magari vi sembrerà una bestemmia, ma per me le storie che lascio al mondo sono un po' come dei figli. Impegnativi, faticosi, misteriosi. Gratificanti, dolci, terribili
O.T. Ora però sono curiosissima di leggere qualche tua storia!!! Si può?? (magari in un topic più consono)
avatar
Jillian

Numero di messaggi : 4760
Età : 32
Data d'iscrizione : 26.08.12

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Genitorialità ---> Figli unici e fratelli

Messaggio Da Valeria il Ven Nov 28, 2014 9:32 am

Ardath ti rispondo velocemente: per me indagare su cosa fa nascere questa insicurezza e inadeguatezza è importantissimo, perché nel mio caso stavolta nasce da qualcosa di completamente diverso dall'argomento figli/genitori, e cioè il mio equilibrio lavoro-tempo libero. Non trovo nessun collegamento diretto con la conclusione che non sono capace di gestire anche dei figli (e guardacaso, anche io mi dico che un figlio forse sì, ma più di uno ci farebbe implodere!) e quindi non è facile rendersene conto, ma non sai il sollievo che ho provato quando l'ho capito! Adesso so fino a che livello di frustrazione può portarmi la situazione in cui mi trovo al momento, se non faccio subito qualcosa per essere io a comando, invece che farmene schiacciare, e sto dando molta più importanza a tanti dettagli che prima ritenevo superflui, e che invece a quanto pare mi fanno stare male. Magari puoi incastrare una seduta dalla terapeuta per rifletterci insieme, a me di solito ne basta una sola quando si tratta di una questione così specifica. Dopo ti si solleva un peso enorme, e affronti tutto con un bel "chissenefrega"
avatar
Valeria

Numero di messaggi : 9404
Età : 31
Data d'iscrizione : 01.04.10

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Genitorialità ---> Figli unici e fratelli

Messaggio Da daneb il Ven Nov 28, 2014 9:48 am

Jillian ha scritto: Più leggo i tuoi post e più sembra che tu ti stia giustificando strenuamente (con noi? con te stessa? con il "mondo"?) per non sentire adesso il bisogno di un altro figlio.

ecco esatto, per questo ho scritto che non è obbligatorio avere un altro figlio....
avatar
daneb

Numero di messaggi : 4016
Età : 36
Data d'iscrizione : 02.08.11

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Genitorialità ---> Figli unici e fratelli

Messaggio Da sea il Lun Mar 16, 2015 11:07 pm

In questi giorni guardo la mia bimba con occhi diversi....la guardo e mi chiedo come rassegnarsi all'idea del figlio unico pur desiderandone almeno un altro.
Sembra davvero una beffa del destino....io la prima di 4 figli...che ho amato e amo avere la compagnia di sorelle e fratello...che mi rasserena pensare che insieme a loro ho passato e passerò ancora tante situazioni belle e meno belle. Ecco proprio non volevo lasciare mia figlia da sola. Ovvio che non desidero un altro figlio solo per questo...no...però sto vivendo anche questo lutto.
Non ho ancora gettato la spugna...ma in ogni caso anche se avrò un secondo figlio ormai saranno due bimbi con esigenze totalmente diverse....una a scuola e l'altro attaccato alla tetta...giocheranno mai insieme?? Cresceranno insieme?
Quello che avrei voluto per me è già totalmente perso.
E anche avere un amore così totalizzante per Chiara...pensare che lei è la mia unica figlia...mi spaventa e mi carica di ansia.
Se i suoi primi due anni di vita non mi sentivo pronta ad amare altri bimbi...adesso mi terrorizza concentrare tutto il mio amore su di lei....ho paura di soffocarla...perchè in ogni caso non è una situazione che ho scelto o che desidero.
Tutti mi dicono che sono fortunata ad avere almeno lei....ma lo so già, questo lo so da sempre, dall'istante in cui ho scoperto di attenderla...lei per me è tutto...ma questo cosa c'entra con quello che sognavo e che volevo e che ormai è andato perso?
avatar
sea

Numero di messaggi : 5461
Età : 41
Data d'iscrizione : 19.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Genitorialità ---> Figli unici e fratelli

Messaggio Da Zara il Lun Mar 16, 2015 11:53 pm

Cara Sea, io sono rimasta figlia unica fino ai 12 anni, quando è nato mio fratello. Dopo altri 5 anni è nato mio fratello più piccolo. Non siamo "cresciuti assieme", ma abbiamo giocato insieme lo stesso, siamo molto molto legati (e con mio fratello piccolo non ho mai vissuto perchè abita a Roma). Quando è mancato il mio papà sapere che non ero sola mi ha un poco aiutato e penso abbia aiutato anche Matteo. Non è rimasto orfano di padre da solo. Questo per dirti che i tuoi dubbi e la tua sofferenza sono più che legittimi, ma quello della differenza di età tra fratelli è un fardello che puoi posare. I fratelli si amano (o si odiano) con qualsiasi differenza di età. I love you
avatar
Zara

Numero di messaggi : 3853
Età : 31
Data d'iscrizione : 19.08.12

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Genitorialità ---> Figli unici e fratelli

Messaggio Da dipkick il Mar Mar 17, 2015 6:06 am

Sea I love you
Io e mio fratello abbiamo 6 anni emmezzo d differenza. Non so bene perche' i miei non mi abbiano fatta prima :), e proprio in questi giorni mi e' capitato di pensare che shock (sia in positivo che in negativo) sia stato il mio arrivo per la mia famiglia dopo 6 anni e 1/2 di vita a tre...
Pero', che dire, io sono felicissima di avere mio fratello e penso proprio che anche lui lo sia di avere me, anche se abbiamo sempre avuto un rapporto senza tante smancerie e con parecchia gelosia da parte sua. Ma in fondo siamo legatissimi, non so come spiegarlo. Ultimamente, anzi, diventando adulti, avendo una famiglia, e' come se la distanza di eta' si sia accorciata, e siamo ancora piu' in sintonia.
Quindi concordo con Zara sul poter posare il fardello della differenza di eta' e soprattutto sulla sua frase finale
avatar
dipkick

Numero di messaggi : 2088
Età : 34
Località : Perth-Australia
Data d'iscrizione : 24.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Genitorialità ---> Figli unici e fratelli

Messaggio Da Valeria il Mar Mar 17, 2015 6:27 am

Sea noi non eravamo più figlie uniche ma ti assicuro che il regalo più bello che abbiamo potuto ricevere sia stato il nostro fratellino (7 e 11 anni di differenza). Siamo tornate a giocare, ognuna a modo suo dato il carattere e data l'età, e non ha ancora smesso di essere il principino speciale della famiglia
avatar
Valeria

Numero di messaggi : 9404
Età : 31
Data d'iscrizione : 01.04.10

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Genitorialità ---> Figli unici e fratelli

Messaggio Da ArdathLilith il Mar Mar 17, 2015 8:17 am

Sea, porto anche la mia testimonianza: ho una sorella naturale di 6 anni meno di me, che anche con Leo mi ha aiutata tantissimo ed è un grande punto di riferimento, anche se, appunto, è più "piccola" di 6 anni. Anche da piccole noi giocavamo insieme, forse la fase adolescenziale è stata più delicata, ma non è certo una garanzia che avere fratelli o sorelle vicini di età ti mettano al riparo da qualche momento di distanza (il mio compagno ha una sorella di soli 18 mesi più piccola, ma io e mia sorella di 6 anni di meno siamo molto più legati).

Prendo spunto dalla tua riflessione, però, per sottoporvi una mia curiosità, un mio dubbio, un mio pensiero peregrino: ho provato la maternità, so di che esperienza totale di legame con il proprio figlio si tratta, ma nella mia testa - è veramente un'osservazione personale, che faccio SU DI ME, non sulle altre - c'è anche un grande spazio per l'adozione. Ad esempio, se non potessi avere altri figli o se mi accorgessi che diventa troppo tardi, io penso che cercherei di intraprendere il cammino per l'adozione. In questo momento, vivo appieno la mia famiglia "a tre", mi sembra il numero perfetto e non ho spinte nell'allargare ulteriormente il nostro nucleo, però devo dire che se tra qualche anno dovessi sentire l'esigenza di un fratellino o di una sorellina per Leo, prenderei in seria considerazione l'adozione, forse addirittura prima di un'altra gravidanza. Perché? Ci sono tanti perché e non so se questo è il momento né il luogo adatto per parlarne, soprattutto perché non voglio togliere spazio a Sea, però visto che le cose che dici mi fanno capire che ti manca un'altra figura da amare e anche un compagno/a per la tua piccina, mi domandavo quale fosse la tua posizione a riguardo e, in generale, perché così tante persone che non riescono ad avere figli (ne conosco diverse) provano tutte le strade "mediche" (FIVET eccetera), ma quando tutto fallisce poi non si rivolgono all'adozione.
Spero di non urtare nessun sentimento con questa domanda, è una riflessione veramente innocente, che però mi frulla nella testa da tanto e che vorrei affrontare con voi...
avatar
ArdathLilith

Numero di messaggi : 2730
Età : 37
Data d'iscrizione : 19.02.11

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Genitorialità ---> Figli unici e fratelli

Messaggio Da cinciarello il Mar Mar 17, 2015 8:34 am

Porto anch'io, volentieri, la mia testimonianza a sea...
Ho una sorella di 6 anni più grande, io non ero prevista (anche se i miei non erano proprio due assi della contraccezione...) e questa differenza di età ha portato un alternarsi di vantaggi e piccoli svantaggi a seconda della fascia di età che si attraversava...
Un grosso vantaggio è stato, per me, quello di non fare la 1° elementare dato che mia sorella, per giocare a fare la maestra, mi ha insegnato a leggere e scrivere quando avevo 4 anni!!!...poi, certo, la sua adolescenza e il suo ingresso nel magico mondo degli ormoni ha cozzato un po' con il mio essere ancora bambina...e quando l'adolescenza è toccata a me lei si sentiva tanto adulta da prendermi continuamente in giro ( Twisted Evil )...però adesso che siamo tutte e due adulte si è livellato tutto e ci sono confidenze che non avrei mai osato sperare... I love you

@Ardath, molto interessante la tua osservazione sull'adozione...se trovi, o apri, un topic dove discuterne partecipo volentieri
avatar
cinciarello

Numero di messaggi : 6092
Età : 44
Data d'iscrizione : 10.04.10

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Genitorialità ---> Figli unici e fratelli

Messaggio Da sea il Mar Mar 17, 2015 9:41 am

Ragazze mi state rasserenando un pò. Noi siamo stati fatti quasi tutti in scaletta...tranne l'ultima mia sorella che è arrivata non programmata....e noi con lei siamo state quasi come delle mammine più che sorelle....quindi ho vissuto da vicino cosa significa avere una sorella di soli due anni di differenza e una di 13 anni di differenza...e sinceramente avrei scelto la prima opzione per la mia idea di famiglia
Però ecco sicuramente queste due stelline che ho perso mi hanno allargato tanto il cuore....non mi sento più mamma di una figlia unica...è per quello che soffro ancora di più all'idea di avere una sola bimba.
In questi giorni le frasi che mi fanno stare più male sono quelle in cui mi si dice " Hai lei, cosa vuoi di più dalla vita?"....sono frasi che sinceramente non capisco...ho lei...ma siccome ho lei allora il desiderio di un altro non vale niente? E gli altri che sono stati desiderati quanto lei....non sono niente??
Sinceramente in questo momento sento il mio abbraccio così vuoto che prenderei lei e anche quelli che ho perso...e se me ne dovessero arrivare due insieme io sarei strafelice....
Ho una figlia unica...ma ormai il cuore e i desideri sono di una mamma di più figli...e mi sento comunque monca...è una sensazione stranissima...che non so come spiegare.
Per quanto riguarda l'adozione...forse si potrebbe aprire una ltro topic perchè forse qui siamo OT.
Però certo che sarebbe stupendo...ma la via dell'adozione è difficilissima Ardath...io non credo che ci darebbero mai un bimbo in adozione nella situazione di precariato che abbiamo. Non lo metto neanche in conto per non crearmi illusioni strane...perchè vedo che tutte le persone che hanno adottato sono comunque persone con ampie possibilità economiche...quindi credo che certe cose si guardino.
Poi ci sarebbe l'affido...solo che credo che il mio cuore non reggerebbe I love you
avatar
sea

Numero di messaggi : 5461
Età : 41
Data d'iscrizione : 19.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Genitorialità ---> Figli unici e fratelli

Messaggio Da ArdathLilith il Mar Mar 17, 2015 10:27 am

Andiamo nel post già esistente Adozione, che ne dite?
avatar
ArdathLilith

Numero di messaggi : 2730
Età : 37
Data d'iscrizione : 19.02.11

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Genitorialità ---> Figli unici e fratelli

Messaggio Da Valeria il Mar Mar 17, 2015 4:53 pm

Il fatto Sea è che non si può mai fare il conto su come verranno fuori i figli, uno magari spera di farne due vicini perché crescano insieme e poi magari sono cane e gatto (è più facile che ci siano confronti, rivalità... magari a scuola...) e al contrario con molta differenza d'età a volte ci si può isolare e ok, ma è difficile che le situazioni diverse vengano paragonate, ad esempio mio fratello ha avuto la strada spianata per tantissime cose, non potrei nemmeno elencarle tutte da quante sono ma intanto è nato un decennio dopo di me quando i tempi erano diversissimi, magari nascendo tardi avrei avuto anche io le stesse cose, e poi sono più adulta e non posso essere gelosa come lo sarei magari a 14 anni di un fratello di 12 o 10... oltre che essere innamorata persa di lui e a dovermi trattenere io stessa dal viziarlo
Lo dico contro il mio carattere e il mio bisogno di controllo e pianificazione (che è un modo per rassicurarsi eh, e ci cascherò in pieno se sarò mamma anche io!) ma volente o nolente fai un figlio con un'idea in testa e poi quest'idea viene sconvolta... sono persone completamente distinte dai tuoi piani e desideri. Magari si ameranno e staranno vicini in un modo totalmente diverso da quello che avevi in mente... e comunque credo che Chiaretta sia saggia e dolce in un modo così disarmante che accoglierà un eventuale fratellino come un bellissimo dono, e basta I love you
avatar
Valeria

Numero di messaggi : 9404
Età : 31
Data d'iscrizione : 01.04.10

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Genitorialità ---> Figli unici e fratelli

Messaggio Da svenneuandaz il Ven Nov 06, 2015 4:45 pm

Ah, ragazze, spero tanto che qualcuna sia ancora in ascolto in questo topic perché sono in piena impasse...Io non solo non so bene se voglio un altro figlio o no, ma quando propendo per il sì comincio ad avere terrore di quello che vorrà dire per noi come coppia, per la mia piccolina, per il tempo, l'organizzazione, i soldi, gli spazi, il lavoro ecc. Con la mia prima bimba tutti dicono che sono stata fortunata, è simpatica, coccolona, amichevole e dolcissima. Una bambina normale coi suoi alti e bassi ma, diciamocelo, di facile gestione. Ecco, io ho paura che se la prima volta è andata "liscia", il secondo figlio potrebbe essere tutto il contrario, la gravidanza più problematica, un carattere tremendo che mi da filo da torcere e ...sì so che sembra brutto ma...e se mi pentissi poi? É possibile pentirsi?
avatar
svenneuandaz

Numero di messaggi : 70
Età : 37
Data d'iscrizione : 05.07.10

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Genitorialità ---> Figli unici e fratelli

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 3 di 3 Precedente  1, 2, 3

Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum