Educazione dei bambini

Pagina 10 di 10 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10

Andare in basso

Re: Educazione dei bambini

Messaggio Da Hythien il Mer Nov 12, 2014 9:35 pm

Per me capriccio è una parola che indica i comportamenti di sfogo di bambini piccoli e grandi, senza specifcare da cosa siano provocati (incomprensioni, ansie,non riuscire/potere fare qualcosa, aspettare....) tende ad assumere una connotazione negativa per le vagonate di pazienza che richiede ai genitori la loro gestione. Io, anche a casa mia, non ne ho mai sentito parlare come di un "pianto inutile" o un qualcosa da non tollerare, quindi non ho problemi ad usarla come parola, riassume che c'è un problema che va capito e affrontato.

Parlando di limiti intendevo quello che dici tu Zara (soprattutto pericolo), e lì per lì non mi vengono in mente altri tipi di "limiti". Mentre mi vengono in mente un altro tipo di "capriccio" quello derivato dalla difficoltà nell'imparare, a loro volta, la "pazienza" intesa come "non si può sempre avere tutto e subito", ma questa è una cosa decisamente recente anche per noi.... col tempo vedrò che nuovi motivi di rimostranze per le mie decisioni ci saranno  

Invece non conosco quasi per nulla questi problemi riguardanti il proprio corpo, l'unica cosa era il pannolino, ma lo è stato da quando è nata... cioè non le dava fastidio il pannolino pulito o sporco che fosse, ma proprio la gestualità del cambio, infatti i due mesi che abbiamo imparato a farlo da in piedi non ha più protestato... peccato non averci pensato prima.

Poi sono d'accordissimo con  luisav che facendo attenzione dal principio, o imparando dall'esperienza si può riuscire a prevenire/evitare molti momenti di stress; tipo io so che è vitale evitare di far stare la Anto coi cugini mentre ha sonno.
Però ci sono delle cose che proprio non si possono evitare, penso per esempio ai recenti post di Tomoe sull'assenza del papà, o anche più banalmente al mio cruccio sulle prese nei muri, quelle non posso nasconderle come i coltelli, ma neanche soprassedere come quando usa i tupperware come sua personale batteria (qualcosa lo dovrà pur fare..... e pazienza se ha un buon numero di giochi tutti suoi che giacciono inutilizzati).
avatar
Hythien

Numero di messaggi : 967
Età : 33
Località : Genova
Data d'iscrizione : 06.12.13

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Educazione dei bambini

Messaggio Da fatina il Gio Nov 20, 2014 3:10 pm

Sto leggendo una raccolta di scritti della Montessori, si chiama "educare alla libertà", me l'ha regalata mio marito lo scorso anno per natale (sì ok praticamente un anno fa... ma avevo un sacco di arretrati!). Volevo riportarvi qui un paio di passaggi che mi hanno davvero colpita.

"Crediamo che i bimbi siano simili a fantocci inanimati: li laviamo, li imbocchiamo come essi fanno con le bambole. Non pensiamo mai che il nostro dovere verso il bambino, il quale non sa, non sa fare, ma dovrà poi fare e ha i mezzi fisio-psicologici per imparare a fare, è senza eccezione quello di aiutarlo alla conquista di atti utili. La madre che imbocca il bambino senza compiere il minimo sforzo per insegnargli a tenere il cucchiaio e a cercare la propria bocca, o che almeno non mangia ella stessa invitandolo a guardare come fa, non è una buona madre. Ella offende la dignità umana di suo figlio, lo tratta come un fantoccio, mentre è un uomo affidato dalla natura alle sue cure. Chi non comprende che insegnare ad un bambino a mangiare, a lavarsi e a vestirsi, è un lavoro ben più lungo, difficile e paziente che imboccarlo, lavarlo e vestirlo? Il primo è il lavoro dell'educatore, il secondo è il lavoro inferiore e facile del servo."

"Questa è la nostra missione: gettare un raggio di luce e passare oltre.
Io paragono gli effetti di queste prime lezioni alle impressioni di un viandante solitario che cammina, sereno e felice, all'ombra di un boschetto, meditando, lasciando, cioè, libero il suo corso di pensiero. A un tratto, il suono della campana di una chiesa vicina lo richiama a sé; allora egli sente più profondamente la pacifica beatitudine che già era nata in lui, ma che si era assopita.
Stimolare la vita, lasciandola però libera di svilupparsi, ecco il primo dovere dell'educatore."
avatar
fatina

Numero di messaggi : 1482
Età : 36
Data d'iscrizione : 09.08.13

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Educazione dei bambini

Messaggio Da Rossana il Gio Nov 20, 2014 4:02 pm

verissimo, anche se poi va adattato ai ritmi della vita reale, es. il vestirsi, al mattino alle 7 quando si hanno i minuti contati è impossibile cyclops

sicuramente è fondamentale insegnare loro tutto, non trattarli da burattini.....conosco mamme che ai figli di 7/8 anni ancora infilano i pantaloni, anche no!

con la prima ad esempio avevo più tempo per insegnarle a mangiare da sola e bene, non ho mai amato i pasticci esagerati di bimbi piccoli che si mettono la pappa sui capelli ad esempio, perciò su questo ero rigida e ho aspettato i suoi tempi, della serie mangi da sola quello che puoi e che contiene i danni
con la seconda invece non avevo tutto questo tempo, e preferivo darle da mangiare io il primo e poi da sola il prosciutto

la giusta misura ecco
avatar
Rossana

Numero di messaggi : 1125
Età : 41
Data d'iscrizione : 02.03.10

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Educazione dei bambini

Messaggio Da Hythien il Gio Nov 20, 2014 4:52 pm

Rossana ha scritto:sicuramente è fondamentale insegnare loro tutto, non trattarli da burattini.....conosco mamme che ai figli di 7/8 anni ancora infilano i pantaloni, anche no!

io conosco di peggio.... mia suocera, potesse, si prenderebbe la briga ancora oggi di vestire il suo caro piccolo figlioletto (di 37anni).
Quando andiamo giù dai nonni mi aspetto sempre che vada a mettergli il pigiama e a rincalzargli le coperte, per fortuna riesce a trattenersi...
Per il resto ora che abbiamo superato gli attriti su allattamento prolungato/dormire nel lettone siamo sulla stessa "lunghezza d'onda educativa", per questo vederla che si affaccenda così dietro a mio marito è di un assurdità unica, sia per la situazione che crea sia perchè è completamente incoerente con tutto il resto degli atteggiamenti che ha nei confronti di tutti i nipoti e della figlia femmina. Mah?
avatar
Hythien

Numero di messaggi : 967
Età : 33
Località : Genova
Data d'iscrizione : 06.12.13

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Educazione dei bambini

Messaggio Da ArdathLilith il Dom Ott 30, 2016 10:38 pm

Help? Posso chiedere aiuto?
Cavolo, che due giorni "di inferno"...
Leo ha quasi 3 anni, andiamo d'accordo, ci divertiamo insieme, abbiamo accesi dibattiti su cosa fare/quando farlo, ma tutto sommato conviviamo pacificamente, con lui che si esprime come vuole e io che cerco di guidarlo per quanto possibile. Ogni tanto mi fa venire il nervoso, ogni tanto "si oppone", ma diciamo che son tutte situazioni che si risolvono chiacchierando.
Tranne in questi giorni. Siamo da amici in vacanza, io e lui, 2 giorni fuori casa in un ambiente per me piacevole con persone che mi aiutano (e che mi andava di vedere).
Lui è IMPAZZITO, letteralmente. Quando dico impazzito, intendo:
- incontenibili crisi isteriche per mangiare/dormire/cambiarsi pannolino
- schiaffi in faccia, addosso, morsi, urla

Sono rimasta basita, perché non mi era mai successo, nemmeno con mia mamma, che lo vizia di brutto.
Ora, cose "anomale" da riferire:
- io chiacchiero con gli altri e non ha il 100% della mia attenzione
- una persona del gruppo lo rimpinza di dolci (molto, molto)
- non c'è suo padre
- passaggio ora legale-ora solare

Io ho reagito a questo disastro meglio che potevo, cioè contenendolo fisicamente quando esagerava, portandolo in camera nostra per calmarlo e cambiarlo quando necessario, una volta sola l'ho "sgridato" davanti agli altri perché aveva dato un ceffone a una delle altre persone e non ho potuto lasciar correre.
Lui è... quando siamo soli, si calma. Con gli altri intorno (2 adulti che potrebbero essere i suoi nonni, e 2 ragazzi della mia età) è satana, ma veramente, satana.

Che diavolo non sto capendo? Che sta succedendo?
Io non è che esco tantissimo di casa, ma così è ingestibile, veramente mi vien voglia di seppellirlo davanti alla televisione e farlo riemergere a 19 anni...
Aiuto?
avatar
ArdathLilith

Numero di messaggi : 2724
Età : 37
Data d'iscrizione : 19.02.11

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Educazione dei bambini

Messaggio Da luisav il Lun Ott 31, 2016 8:17 am

Ardath, riferisci tutte cose che sicuramente lo possono aver destabilizzato un po'. Detto questo, capita, e ci mancherebbe che ti muri in casa per evitare queste situazioni.
Per esperienza ti dico che, fra tutte le cose che hai scritto, se non sono abituati, lo zucchero da' una sovraeccitazione inspiegabile. Se puoi declinare qualche dolce (rispetto ai molti molti che riferisci) sarebbe già cosa buona. 
Ti sei portata qualche suo gioco o libro? Nei momenti più "intensi", puoi portarlo 10 minuti con te e (fatica immmmmmmensa) giocare con lui o leggergli una storia).
Anche se a 3 anni potrebbero parlare abbastanza bene, a volte faticano a comunicare le emozioni che provano, per cui le mettono in pratica, urlando, facendo i matti ecc...
Considera pure che la tv puoi sempre usarla, non è il demonio, ma anche lì, non sperare che lui rimanga davanti da solo, pretenderà la tua attenzione nel guardarla con lui 
Facci sapere come va!  I love you
avatar
luisav

Numero di messaggi : 2639
Età : 37
Località : Fiumicino
Data d'iscrizione : 17.12.09

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Educazione dei bambini

Messaggio Da ArdathLilith il Lun Ott 31, 2016 3:40 pm

Grazie Luisa,
sì avevamo portato giochini e libri per lui, poi c'erano libri anche lì e quelli li legge sempre volentieri. Comunque, probabilmente erano gli zuccheri, perché dal secondo giorno ho chiesto di smettere di dargli cioccolatini di continuo ed è andata meglio. Abbiam giocato al parco, fatto un giro in città, ed è stato "il solito Leo"... Ha anche mangiato un trancio gigante di pizza.
Certo che la gente rompe tanto le palle, eh... Chi non ha figli veramente non immagina che diavolo significa e pensa che "ma chissà che mamma pallosa, che non gli dà mai caramelle e cioccolato"...
No, veramente glielo do, ma non certo a ciclo continuo.
Ora comunque siamo rientrati...
Per la prossima volta che andrò in visita a qualcuno mi farò un piccolo vademecum di cose importanti: un minimo di rispetto degli orari e meno dolci :)
Grazie dei consigli...
avatar
ArdathLilith

Numero di messaggi : 2724
Età : 37
Data d'iscrizione : 19.02.11

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Educazione dei bambini

Messaggio Da ArdathLilith il Lun Ott 31, 2016 7:22 pm

Comunque, ragazze, non so come dirlo in termini tecnici, ma Leonardo "annusa" quando ci sono persone che possono spalleggiarlo nei suoi capricci.
Tornato a casa, ha provato a fare il matto: anziché la cena (un piatto che gli piace molto, peraltro) voleva il cioccolato.
Io e suo padre abbiamo detto un no secco e gli abbiamo spiegato A) che quella era l'unica cena che avrebbe avuto, B) che se voleva un pezzetto di cioccolato doveva prima cenare.
Dopo circa 12 minuti di sclero, in cui noi semplicemente gli dicevamo "No, Leo, mi dispiace", si è calmato da solo, si è seduto a tavola, ha mangiato tutto.
Gli ho dato un pezzettino piccolo di cioccolato, me ne ha chiesto ancora, gli ho detto di no, fine, senza scene.

Quindi: il disastro è che gli altri non tollerano l'idea di dire di no a un bambino, oppure (forse) non tollerano il rumore che il No genera in un primo momento. Perché è più facile accontentarli SEMPRE, piuttosto che stabilire delle regole basilari.
Io rifletto molto sul fatto che non voglio un figlio-soldato, che obbedisca e basta, ma non posso nemmeno avere un essere che con il suo pianto isterico tiene in scacco gli adulti che ha intorno. Non tutti per fortuna ci cascano. I miei suoceri, le educatrici: loro sono nostri "alleati".
Per gli altri... ahimè temo che sia un tema vecchio come il mondo, che peraltro ho letto e riletto qui da più parti: la gente non si fa i ca**i suoi e fa ingerenze pesanti. Devo trovare un equilibrio: non voglio un clima di terrore, ma non voglio nemmeno passare due giorni come gli ultimi due, in cui mi sento costantemente a disagio e in cui mio figlio sembra un maniaco assassino assetato di sangue (il mio).
avatar
ArdathLilith

Numero di messaggi : 2724
Età : 37
Data d'iscrizione : 19.02.11

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Educazione dei bambini

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 10 di 10 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10

Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum