Educazione dei bambini

Pagina 6 di 10 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10  Seguente

Andare in basso

Re: Educazione dei bambini

Messaggio Da ettav il Gio Apr 12, 2012 11:48 am

e invece tutte i pedagogisti dicono che è il metodo migliore per affrontare un momento particolarmente capriccioso e inteso dal punto di vista emotivo e fisico.
Io l'ho provato, dicendo parole simile, mio figlio è rimasto in camera piangendo e pochi attimi dopo mi ha chiamata con voce calma dicendo "mamma", e io gli ho risposto dalla sala "sei calmo adesso possiamo parlare" "sì mamma", sono andata in cameretta, l'ho abbracciato e gli ho chiesto di spiegarmi cosa era successo.
Totale tempo: 2 minuti
Risultato: fine del capriccio e grande sorriso
avatar
ettav

Numero di messaggi : 1771
Età : 43
Località : Rescaldina MI
Data d'iscrizione : 12.11.11

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Educazione dei bambini

Messaggio Da nike il Gio Apr 12, 2012 11:51 am

ettav ha scritto:e invece tutte i pedagogisti dicono che è il metodo migliore

Dubito fortemente che TUTTI lo dicano. Come sempre, ci saranno due scuole di pensiero. Per me credere che un bambino sia in grado di parlare, motivare, usare il verbale per esprimersi signnifica ritenerlo un piccolo adulto, cosa che non è! E credimi, i miei bambini sono tutt'altro che capricciosi!
avatar
nike

Numero di messaggi : 5589
Età : 46
Località : Toscana
Data d'iscrizione : 11.06.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Educazione dei bambini

Messaggio Da ettav il Gio Apr 12, 2012 11:53 am

non mi è capitato di sentire l'altra scuola di pensiero. Quale sarebbe?
avatar
ettav

Numero di messaggi : 1771
Età : 43
Località : Rescaldina MI
Data d'iscrizione : 12.11.11

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Educazione dei bambini

Messaggio Da fiordiloto il Gio Apr 12, 2012 11:56 am

Ettav, io ci credo che quel metodo funzioni, però bisogna anche considerare cosa si fa (involontariamente) al bambino.
Sono molto d'accordo con Greenhope, penso venga trasmesso il messaggio che la rabbia è una cosa cattiva che ti porta via la mamma e il bambino credo che smetta di essere capriccioso e arrabbiato solo perché ha paura di non essere amato o di venire abbandonato.
E secondo me farlo crescere con questi timori è davvero deleterio, perché se li potrebbe portare dietro per sempre.
avatar
fiordiloto

Numero di messaggi : 1821
Età : 39
Località : Genova
Data d'iscrizione : 19.08.11

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Educazione dei bambini

Messaggio Da nike il Gio Apr 12, 2012 11:59 am

E' quella di cui parla Green qui sopra, è quella che dice che in quel modo non stai lavorando sulla capacità del bambino di imparare a controllarsi, perchè è troppo piccolo per farlo, semplicemente impara che per avere l'amore della mamma deve corrispondere ad un certo modello, cioè smettere di piangere o di fare i capricci. Questo non gli permette di prendere quell'emozione e trasformarla, ma gli insegna a sopprimerla perchè è sbagliata.
avatar
nike

Numero di messaggi : 5589
Età : 46
Località : Toscana
Data d'iscrizione : 11.06.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Educazione dei bambini

Messaggio Da ettav il Gio Apr 12, 2012 12:05 pm

scusate ma non è che se io li mando in camera significa che non li amo più, non credo proprio che un bambino seppur piccolo, capisca questo. Non esco di casa e lo lascio lì solo per ore. L'ho solo allontanato per un momento.
Mi è capitato di fare come dice Green, di cercare la causa, ma se lui urla e piange disperato... come si fa?
A me non è mai capitato, ma ci sono bambini che arrivano a vomitare per quanto piangono. Datemi un esempio concreto, potrei prenderne spunto. grazie.
avatar
ettav

Numero di messaggi : 1771
Età : 43
Località : Rescaldina MI
Data d'iscrizione : 12.11.11

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Educazione dei bambini

Messaggio Da nike il Gio Apr 12, 2012 12:12 pm

Sai, anche il dire che non lo lasci per ora fa pensare che la tua idea che un bambino abbia lo stesso concetto di tempo che hai tu. Per un bambino piccolo l'allontanamento dalla mamma è più che sufficiente. Secondo te cos'è che lo fa calmare in quel caso? Pensi che lui rifletta sul suo comportamento e capisca che è sbagliato?

Non è che mentre piange disperato gli chiedi qual è la causa, te lo puoi chiedere tu cosa è successo che ha causato la crisi, e distrarlo da quello che sta succedendo, ma non lasciandolo da solo a riflettere. Mi fai un esempio di una crisi?
avatar
nike

Numero di messaggi : 5589
Età : 46
Località : Toscana
Data d'iscrizione : 11.06.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Educazione dei bambini

Messaggio Da Elisina il Gio Apr 12, 2012 12:19 pm

Io la penso come Nike, e ho sperimentato su mio figlio quanto dico: per lui, quando è arrabbiato o disperato (e lo è raramente, specie adesso, ma tra i 2 e i 3 anni qualche episodio c'è stato), l'isolamento in camera è devastante, allora sì che arriva a vomitare o piangere convulsamente.
Anche allarmarti sulla verbalizzazione lo trovo esagerato, mi sembra sempre che si debba trovare modelli univoci adatti a tutti, mentre lo sviluppo del linguaggio varia tantissimo da bimbo a bimbo ma non per questo un bimbo che parla poco non riesce a comunicare! Il pianto, specie se deriva da rabbia, non va soffocato o censurato, anzi, deve trovare un canale di sfogo; ci sono luoghi dove va tamponato (penso ai luoghi pubblici) ma credo che a casa un bambino debba potersi sentire libero di piangere liberamente e sfogare le sue emozioni anzichè trattenerle per avere approvazione e considerazione.
Con Diego, il contenimento fisico serviva e serve tutt'ora molto.
Col contenimento, affettuoso (tenerlo tra le braccia, con decisione), io gli mostro che non lo lascio ferire me nè ferire se stesso, ma che ci sono e delimito lo spazio , in un certo senso proteggendolo dai suoi impulsi. E più resto calma e lo tengo vicino, più velocemente lui prende il ritmo del mio respiro, e si calma a sua volta. Quando gli va di piangere, io lo lascio piangere, con pazienza e senza giudizio (anche se ai miei occhi di adulta non ha motivo di farlo, se lo fa, un motivo c'è sicuramente, magari sono emozioni accumulate che trovano un canale di sfogo)
A proposito di teorie pedagogiche diverse, se vuoi ci sono libri che posso consigliarti, e che trovi facilmente anche in biblioteca..
avatar
Elisina

Numero di messaggi : 8702
Età : 41
Data d'iscrizione : 22.05.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Educazione dei bambini

Messaggio Da ettav il Gio Apr 12, 2012 12:23 pm

ultimamente capita che quando siamo a tavola per mangiare, entrambi facciano capricci. E' capitato che Stefano non volesse mangiare quello che c'era in tavola, no su tutto. Io e mio marito gli abbiamo detto che se voleva mangiare, mangiava quello che c'era altrimenti saltava. Lui si è messo ad urlare piangendo disperato. Io ho provato a farlo smettere ma urlava talmente tanto che non mi sentiva. Allora l'ho preso e l'ho portato in cameretta (che per sua fortuna è davanti alla cucina, quindi mi vedeva - ma è successo anche come sopra, il bimbo in cameretta ed io in sala, quindi senza vederci). Poi lui mi ha chiamata ed era caLmo. Quando è tornato in cucina mi ha spiegato cosa non gli piaceva della cena.
So che lui non riflette sul suo comportamento, ma di certo capisce che urlando come un matto non ottiene niente.
Questo è un esempio stupido ma mi è capitato, quando erano più piccoli, anche episodi dove tendevano ad essere violenti. Rimango dell'idea che è necessario affrontare la faccenda e non trovare distrazioni.
sincro con Elisina.
avatar
ettav

Numero di messaggi : 1771
Età : 43
Località : Rescaldina MI
Data d'iscrizione : 12.11.11

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Educazione dei bambini

Messaggio Da nike il Gio Apr 12, 2012 12:32 pm

Io non intendo dire che lo distrai nel senso che non affronti, ma che sposti l'attenzione, perchè in quel momento non sono in grado di affrontare l'emozione che provano, se sono davvero fuori controllo.

Nell'esempio che fai, non è che arrivano a tavola troppo stanchi? O troppo affamati (a volte non ce ne rendiamo conto, ma la fame può rendere certi bambini davvero difficilmente gestibili)? Perchè se succede sempre è difficile che il problema sia quello che c'è in tavola, improvvisamente. Spesso il modo migliore per affrontare le crisi è, quando è possibile, evitare che le crisi arrivino!
avatar
nike

Numero di messaggi : 5589
Età : 46
Località : Toscana
Data d'iscrizione : 11.06.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Educazione dei bambini

Messaggio Da Leila il Gio Apr 12, 2012 12:40 pm

Solo un attimino per dire che il bimbo di Daneb è ancora molto piccolo, troppo piccolo per simili "ricattini"..scusate, io non amo molto questo metodi pedagogici...

Parla poco,ma ci sta...prima dei due anni molti bimbi non dicono quasi nulla...ci stanno le crisi di rabbia, che poi è frustrazione...sono fisiologiche all'esternazione di sentimenti che non riescono a verbalizzare, tensioni emotive, paure e confusione.

e li fanno con la mamma perché sanno che è la sola che, appunto, non li punirà o li amerà di meno per questo, perché loro da noi si aspettano che li amiamo come loro amano noi, ossia senza condizioni.

al nido reprimono per tutto il giorno e poi tornano a casa e si sfogano con noi.
Ma la nido ce li abbiamo messi noi, è un parcheggio (necessario) ma dobbiamo anche accettare che manifestino un certo disagio in un modo o nell'altro.

Di fronte alla crisi l'unica cosa da fare è l'accettazione della rabbia, cercare di non restituire rabbia, di spiegare con parole semplici che si capisce il suo stato d'animo, che ti dispiace..chiedigli cosa puoi fare per lui , ma stagli vicino, non relegarlo all'isolamento, perché passa il messaggio che quello che fa sia sbagliato e brutto e cattivo, invece non è così perché non lo fanno apposta, a 22 mesi.....

E' un duro lavoro di nervi (per te), ma anche per lui... piano piano capirà che da te sarà compreso ed ascoltato...che non è cattivo o brutto o diverso....e cambieranno anche i suoi atteggiamenti.

Ricordati di gratificarlo sempre, appendi i suoi disegni, fagli fare cose con te....
E' ancora piccolo...quando sarà più grande le punizioni avranno un peso diverso, ma ora non sarebbe in grado di capirle e scatenerebbero ancora più rabbia e senso di inadeguatezza.
avatar
Leila

Numero di messaggi : 1238
Età : 43
Data d'iscrizione : 10.11.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Educazione dei bambini

Messaggio Da sea il Gio Apr 12, 2012 1:57 pm

Io mi ritrovo molto in Elisina, Chiara non è una bambina capricciosa, è solo molto vivace, però capitano i pianti e gli strilli senza motivo, e anche io quando succede la prendo con me e l'abbraccio forte, mi viene istintivo, le faccio sentire che ci sono anche se ai miei occhi da adulta quella "crisi" è quasi incomprensibile...però non mi verrebbe mai in mente di allontanarla perchè è arrabbiata o perchè è scoppiata a piangere.
Daneb, quello che fa Alessandro è comune a molti bimbi e secondo me è una reazione alla giornata passata al nido...per il linguaggio non ti preoccupare, anche la mia dice pochissime parole, ma l'importante è che si facciano capire e che capiscano, quella è già una forma di linguaggio.
Coraggio... I love you
avatar
sea

Numero di messaggi : 5451
Età : 41
Data d'iscrizione : 19.04.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Educazione dei bambini

Messaggio Da daneb il Gio Apr 12, 2012 1:58 pm

Il motivo per cui sono giù è che fondamentalmente non credevo di avere un tiranno in casa
Io mi sento imbranata nel gestirlo quando ha queste sue scene isteriche...tendo (mea culpa) a reagire male, perchè urlo e gli dico che non si fa....lui ovviamente non si calma. Alcune volte, facendo molto lavoro di autocontrollo, ho reagito con calma e gli ho spiegato che così faceva male a mamma, che non si tirano gli oggetti, che non si mena...ma non ho sortito alcun effetto...Non mi ha proprio ascoltato...ha continuato la sua scena di tappetino splamato per terra ad urlare e sbraitare...
Il giorno di Pasquetta eravamo in un ristorante, voleva giocare con il bicchiere di vetro, gliel'ho fatto toccare, ad un certo punto si è versato l'acqua addosso, si è arrabbiato e ha lanciato il bicchiere con violenza in terra....Ha iniziato ad urlare e non ha smesso per un buon quarto d'ora.
io non so proprio come fare quando fa così....

Leila lui non parla poco...non parla proprio, non dice niente! ma niente eh!
si limita a bu-tette (per il giochino quando si nasconde Bubù-settete), daddà (papà), tate (grazie), ma-ha (acqua).

Ma sono cose che comprendo io, che ci ho messo diversi giorni per associare...
E quello che mi dico è che se ora sono a questo punto sono io che ho evidentemente sbagliato nei mesi scorsi...
avatar
daneb

Numero di messaggi : 4011
Età : 37
Data d'iscrizione : 02.08.11

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Educazione dei bambini

Messaggio Da daneb il Gio Apr 12, 2012 2:01 pm

sea ha scritto: ma l'importante è che si facciano capire e che capiscano, quella è già una forma di linguaggio.

e secondo me infatti non capisce proprio
avatar
daneb

Numero di messaggi : 4011
Età : 37
Data d'iscrizione : 02.08.11

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Educazione dei bambini

Messaggio Da nike il Gio Apr 12, 2012 2:03 pm

Daneb, ma nella scena del bicchiere lui si è arrabbiato perchè si è rovesciato il bicchiere? Perchè si è bagnato? O qualcuno gli ha detto qualcosa in merito?
avatar
nike

Numero di messaggi : 5589
Età : 46
Località : Toscana
Data d'iscrizione : 11.06.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Educazione dei bambini

Messaggio Da daneb il Gio Apr 12, 2012 2:06 pm

Lui è arrabbiato, secondo me eh, perchè era finita l'acqua e non gli ho versato l'altra...
avatar
daneb

Numero di messaggi : 4011
Età : 37
Data d'iscrizione : 02.08.11

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Educazione dei bambini

Messaggio Da nike il Gio Apr 12, 2012 2:08 pm

Quindi tu ti sei arrabbiata perchè aveva versato l'acqua e gli hai detto che non ne avrebbe avuta altra?

Aveva qualcos'altro con cui giocare e passare il tempo? Perchè la realtà è che un ristorante per un bambino è un vero supplizio....
avatar
nike

Numero di messaggi : 5589
Età : 46
Località : Toscana
Data d'iscrizione : 11.06.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Educazione dei bambini

Messaggio Da daneb il Gio Apr 12, 2012 2:10 pm

Non mi sono arrabbiata, gli ho detto "amore basta giocare con l'acqua che poi ti bagni di più"...e ho fatto il gesto di prendere il bicchiere (non portato a buon fine, perchè lui l'ha lanciato).

In realtà era un agriturismo in campagna...e aveva lì suo cugino di 5 mesi più piccolo con cui stava giocando.
in quei 5 minuti era in braccio a me perchè stava mangiando un po' di pollo arrosto...
avatar
daneb

Numero di messaggi : 4011
Età : 37
Data d'iscrizione : 02.08.11

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Educazione dei bambini

Messaggio Da nike il Gio Apr 12, 2012 2:13 pm

Guarda che non voglio colpevolizzarti, eh? Sto solo cercando di "scomporre" la scena per capire cosa succede quando inizia la crisi!

Forse non gli interessava affatto mangiare in quel momento, ma voleva giocare? E' normale che sia in braccio a te per mangiare? Cosa hai fatto poi quando lui urlava?
avatar
nike

Numero di messaggi : 5589
Età : 46
Località : Toscana
Data d'iscrizione : 11.06.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Educazione dei bambini

Messaggio Da sea il Gio Apr 12, 2012 2:15 pm

daneb ha scritto:I

Leila lui non parla poco...non parla proprio, non dice niente! ma niente eh!
si limita a bu-tette (per il giochino quando si nasconde Bubù-settete), daddà (papà), tate (grazie), ma-ha (acqua).

Ma sono cose che comprendo io, che ci ho messo diversi giorni per associare...

Daneb, ma se tu le hai capite vuol dire che si è fatto capire . Chiara quando vuole acqua la indica e fa "Haaaaaa", cioè il suono che fa dopo che ha bevuto perchè si è dissetata ...la capiamo solo io e mio marito, ma intanto lei cerca di farsi capire. E mi sembra che anche Ale stia cercando di farlo...scusa se tu gli dici di fare una cosa,tipo "porta questo oggetto a papà" lui non lo fa?
Poi, quando ha le crisi, hai provato invece di parlargli di abbracciarlo e basta? Semplicemente contenerlo, senza dirgli niente...a questa età le parole contano poco in certi frangenti, contano di più i gesti...Nike docet

avatar
sea

Numero di messaggi : 5451
Età : 41
Data d'iscrizione : 19.04.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Educazione dei bambini

Messaggio Da daneb il Gio Apr 12, 2012 2:19 pm

nike ha scritto:Guarda che non voglio colpevolizzarti, eh? Sto solo cercando di "scomporre" la scena per capire cosa succede quando inizia la crisi!

Forse non gli interessava affatto mangiare in quel momento, ma voleva giocare? E' normale che sia in braccio a te per mangiare? Cosa hai fatto poi quando lui urlava?

lo so nike I love you

Non è normale che sia in braccio a me per mangiare, era stato seduto sul suo alzasedia per il primo piatto, poi -visto che l'attesa era lunga- io e mia sorella li abbiamo lasciati a giocare in giro per la sala (eravamo gli unici ospiti). Quando è arrivato il pollo (di cui lui è ghiotto) l'ho preso in braccio (e non ha contestato la cosa) per fare più rapidamente e consentirgli poi di scendere senza tante trafile di legature all'alzasedia.
Ha iniziato a mangiare con appetito, poi ha "puntato" questo bicchiere....Ovviamente dopo la scena del lancio ha smesso di mangiare...l'ho contenuto in po' perchè mi stava cadendo per quanto si dimenava.
Poi è voluto scendere (nel frattempo erano stati rimossi i vetri da terra), l'ho fatto andare.
avatar
daneb

Numero di messaggi : 4011
Età : 37
Data d'iscrizione : 02.08.11

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Educazione dei bambini

Messaggio Da daneb il Gio Apr 12, 2012 2:20 pm

sea ha scritto:..scusa se tu gli dici di fare una cosa,tipo "porta questo oggetto a papà" lui non lo fa?

no, non lo fa ...Lo vedi che ti guarda, poi va a fare tutt'altro.
avatar
daneb

Numero di messaggi : 4011
Età : 37
Data d'iscrizione : 02.08.11

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Educazione dei bambini

Messaggio Da nike il Gio Apr 12, 2012 2:34 pm

Allora però lui non ha fatto una scena immotivata, il motivo c'era (non dico che sia giusto, dico che nella sua scala di valori c'era), ed era che tu gli impedivi di riprendere il bicchiere. Forse una mossa giusta poteva essere quella di metterlo seduto al suo posto per mangiare, di modo che lui potesse distinguere il momento del gioco da quello del pranzo, e nel momento in cui puntava il bicchiere lo facevi alzare dicendogli che poteva andare a giocare, ma non giocare con quello che c'è sulla tavola. Cioè, se lo lasci giocare con un bicchiere di vetro pieno d'acqua in un ristorante devi mettere in conto le conseguenze, e se le conseguenze non sono accettabili devi spostare la sua attenzione prima, non intervenire sull'orlo della crisi. Evitare certi momenti richiede parecchia attenzione, ma limita i danni!
avatar
nike

Numero di messaggi : 5589
Età : 46
Località : Toscana
Data d'iscrizione : 11.06.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Educazione dei bambini

Messaggio Da tatina il Gio Apr 12, 2012 3:10 pm

daneb ha scritto:E quello che mi dico è che se ora sono a questo punto sono io che ho evidentemente sbagliato nei mesi scorsi...
Daneb tesoro, non dire così, non abbiamo mica il libretto di istruzioni I love you
avatar
tatina

Numero di messaggi : 378
Età : 37
Data d'iscrizione : 05.11.11

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Educazione dei bambini

Messaggio Da luisav il Gio Apr 12, 2012 3:35 pm

Daneb intanto coraggio e forza! I love you
E' molto comune questa doppia faccia dei bambini tra nido e casa, a volte succede l'inverso (buoni a casa e scatenati al nido). Non ti torturare con troppe domande, cerca di mettere un punto e di ripartire da zero.
Come dicono le altre l'allontanamento in un'altra stanza non è una soluzione, ma spostarlo in un altro posto della stessa stanza in cui sei tu potrebbe essere utile. Serve per catturare la sua attenzione su di te. Non arrabbiarti con lui, non urlare, lo so che è la parte peggiore e più difficile, ma usa solo un tono deciso per parlare con lui e non troppe parole, poche ma buone (hai fatto male a mamma, mamma è dispiaciuta...). E' una catena, più tu ti innervosisci e alzi la voce, più lui fa lo stesso perché ciò che fai tu è per lui fonte di ispirazione. Lui copia in tutto noi adulti e se tu alzi la voce lui capisce che quello è il modo per farsi ascoltare dagli altri e quindi butta, strilla, spezza, ecc...
Per il fatto del linguaggio, come già ti hanno detto le altre, ognuno ha un suo percorso. Detto questo mi chiedevo se lo anticipi nelle sue richieste. Cioè se lui vuole una cosa cerchi di anticiparlo nel parlare o lo lasci provare? Certo per loro è una frustrazione non riuscire a farsi capire, ma a volte basta poco perché si sblocchino. Fai "finta" di non capirlo quando ti chiede una cosa, per cominciare dagli due alternative, e fatti ripetere da lui la parola giusta. A volte diamo per scontato il loro vocabolario, ma non è detto che davvero conoscano tutte le parole che noi pretendiamo da loro! L'altro giorno ho scoperto che mia nipote di 3 anni non conosceva la parola scoiattolo, eppure è un animale che sta in molte fiabe, cartoni, eppure è così!
Dai coraggio! I love you
avatar
luisav

Numero di messaggi : 2660
Età : 37
Località : Fiumicino
Data d'iscrizione : 17.12.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Educazione dei bambini

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 6 di 10 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10  Seguente

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum