La paura del parto

Pagina 7 di 8 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: La paura del parto

Messaggio Da Panicqueen il Mar Nov 22, 2011 1:52 pm

E' un classico che la pancia resti alta e il travaglio si faccia attendere nelle donne che hanno paura! E' la risposta del corpo alle emozioni: non vuoi partorire e il corpo non avvia il parto!

_________________
Jessica Borgogni
Fertility Educator
Metodo Ladyfertility per la Fertilità Consapevole™
Contraccezione naturale sicura, Ricerca di gravidanza e Salute riproduttiva


I miei grafici di fertilità: http://www.fertilityfriend.com/home/1db1de

Segui tutte le novità di Ladyfertility anche su Facebook
avatar
Panicqueen
Admin

Numero di messaggi : 31198
Età : 33
Data d'iscrizione : 12.04.08

Vedi il profilo dell'utente http://www.ladyfertility.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: La paura del parto

Messaggio Da Luna nuova il Mer Nov 23, 2011 10:41 am

Scusate ma non ho resistito e ci rimetto becco sulla discussione cyclops
queste ultime cose dette son davvero interessantissime... gravidanza cercata con leggerezza , oh caspita, mi si è accesa una lampadina!!
Ma pure la mia gravidanza è stata in un certo senso cercata così per curiosità, più che altro non mi volevo perdere questa "esperienza", la maternità mi incuriosiva perchè vedevo tutte le madri con i cuori al posto degli occhi, e pensavo "ma cosa ci sarà di così speciale? Proviamo".
Motivazioni un pò fiacche, no?
Poi alla resa dei conti mi è preso un colpo: vedendo il pancione enorme, Fantozzi realizzò.... Madonnamiasanta, ma allora è vero, sono io che tra un pò sfornerò questa cosina che sconvolgerà la mia vita.. ora indietro non si torna, ma io non sono pronta, no, non ancora! Ohmiserialadra ! Aiuto! No io voglio continuare a cazzeggiare all'infinito , andare in vacanza dove mi pare, poltrire la domenica, mettere il jeans stretto, fare orari da sconvolta. Non voglio dovermi occupare di qualcuno che non sia Me Stessa. No no no no!!!!

Ecco, e lì è uscita la mia paralizzante fobia del parto, anzi per essere precisi fobia del "taglietto". Quel taglietto che avevano subito quasi tutte le donne che conoscevo, e che magari non erano manco loro così sicure e consapevoli delle loro pancione.
Ero alla resa dei conti.
Del mio cesareo non mi pentirò mai, è stato il mio paracadute, la mia salvezza. Il modo che avevo per far diventare quel giorno il più bello della mia vita.
Con quei presupposti il mio parto credo che sarebbe stato davvero difficile, me la sarei "tirata", mi sarei portata Jella da sola.

Ovviamente ora vi dico che la mia bimba è ciò che di più caro ho al mondo, non saprei trovare le parole per dirvi quanto la amo, morirei per lei.
E'andato tutto come doveva andare, questo è stato il mio percorso, nessun coraggio e nessun dolore . Nessun rimpianto.
Quando ho visto quella creaturina cosi piccola tirata su dal chirurgo davanti a me il pianto di gioia che ho fatto quel giorno è stato lo sfogo dei mille sentimenti che ho provato in tutta la mia vita, e ho capito che la vita stessa mi ha portato fino a lì.
E all'amica di Sea auguro un cesareo felice, piuttosto che un parto naturale incerto.
Mille volte.
avatar
Luna nuova

Numero di messaggi : 1712
Data d'iscrizione : 09.12.09

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La paura del parto

Messaggio Da daneb il Mer Nov 23, 2011 11:04 am

luna scusa, hai preferito il cesareo (insomma ben più di un taglietto), ad un'incerta episiotomia?

per capire, non per giudicare!
avatar
daneb

Numero di messaggi : 4001
Età : 36
Data d'iscrizione : 02.08.11

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La paura del parto

Messaggio Da Luna nuova il Mer Nov 23, 2011 11:26 am

Si si, la mia fobia era il taglietto "lì"!! _Quella zona per me doveva rimanere integra a tutti i costi. Per il resto non mi importava niente, avrebbero potuto anche tirarmi fuori la bimba dalle orecchie o da qualsiasi altro posto!! mi sono fidata di un chirurgo che era chiamato "mani d'oro" e devo dire che è stato all'altezza dell'appellativo!
In quel momento non pensavo al fatto che era un intervento, non pensavo ai rischi , non pensavo più a niente!!
avatar
Luna nuova

Numero di messaggi : 1712
Data d'iscrizione : 09.12.09

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La paura del parto

Messaggio Da LadySpank il Mer Nov 23, 2011 12:51 pm

A me interesserebbe approfondire la connessione tra pancia alta e paura del parto ... cosa intendete esattamente con pancia alta? fate riferimento alla posiizione del bambino? (sto leggendo un libro di psicologia prenatale e mi incuriosisce...)
avatar
LadySpank

Numero di messaggi : 2136
Età : 41
Data d'iscrizione : 28.10.10

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La paura del parto

Messaggio Da daneb il Mer Nov 23, 2011 1:00 pm

quando il travaglio si avvicina la pancia si "abbassa", il bambino inizia lentamente ad impegnare le pelvi se non erro...sta di fatto che la mia pancia era bassa anche a 8 mesi ed è nato con induzione una settimana oltre il termine Neutral
avatar
daneb

Numero di messaggi : 4001
Età : 36
Data d'iscrizione : 02.08.11

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La paura del parto

Messaggio Da LadySpank il Mer Nov 23, 2011 1:11 pm

Sì. il meccanismo fisiologico è chiaro, ma quello che mi chiedevo io è appunto se c'é una connessione tra la paura del parto della madre e l'attivazione del meccanismo nel bambino. ovvero se la psiche può addirittura inibire l'attivazione del processo ormonale che porta all'inizio del travaglio...
avatar
LadySpank

Numero di messaggi : 2136
Età : 41
Data d'iscrizione : 28.10.10

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La paura del parto

Messaggio Da greenhope il Mer Nov 23, 2011 1:19 pm

L'adrenalina (che si scatena con la paura) è antagonista dell'ossitocina e può bloccare il travaglio. Può essere che in una donna con la paura costante del parto restino sempre certi livelli di adrenalina nel sangue e quindi il travaglio stenti a partire. Spero di non aver detto una cagata.

Per la cronaca la mia pancia è sempre stata bassissima. Gioia già alla morfologica era in posizione. Si vede che sentiva che non vedevo l'ora di vederla
avatar
greenhope

Numero di messaggi : 2193
Età : 39
Data d'iscrizione : 01.05.10

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La paura del parto

Messaggio Da mononoke il Mer Nov 23, 2011 2:05 pm

Penso proprio sia come dice green
e poi è un meccanismo sottile, di "collaborazione" tra mamma e bimbo, ma prima o poi il pupo nasce comunque.

Comunque, occhio, non fatevi angosciare se a termine avete la "pancia alta" .. è un segno esterno, che non per forza ha significato. La pancia può abbassarsi anche dopo la prima contrazione importante, è soggettivo, e non vederla abbassarsi non pregiudica niente.
avatar
mononoke

Numero di messaggi : 1466
Età : 38
Data d'iscrizione : 16.06.10

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La paura del parto

Messaggio Da LadySpank il Mer Nov 23, 2011 3:09 pm

avevo letto che l'adrenalina può addirittura far regredire la dilatazione nel corso del travaglio. penso che la paura, nei limiti, sia più che normale e un minimo di adrenalina e di eustress possa anche giocare a favore della mamma. anche io credo molto nella collaborazione tra mamma e piccino: pesno sia l'antidoto migliore alla paura...però di questo collegamento tra pancia alta e la paura non ne avevo mai sentito parlare
avatar
LadySpank

Numero di messaggi : 2136
Età : 41
Data d'iscrizione : 28.10.10

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La paura del parto

Messaggio Da moonriver il Mer Nov 23, 2011 5:05 pm

Luna nuova ha scritto:Quando ho visto quella creaturina cosi piccola tirata su dal chirurgo davanti a me il pianto di gioia che ho fatto quel giorno è stato lo sfogo dei mille sentimenti che ho provato in tutta la mia vita, e ho capito che la vita stessa mi ha portato fino a lì.
Oddio Luna!!!!! Che bello!!!
Comunque ti capisco. Io non ho mai partorito e non prevedo di farlo a breve ma di una cosa sono certa: nonostante la paura del parto e del dolore vorrei un parto naturale. Credo che se mi trovassi nell'emergenza di un cesareo la prenderei male...la cosa che pero' mi terrorizzerebbe piu' dei dolori stessi del parto e appunto l'episiotomia. Ragazze ve lo giuro, solo al pensiero di una taglio netto li inizia a venirmi la nausea e a girarmi la testa...forse mi fa meno effetto l'idea di lacerarmi. Quindi, questa e' la cosa che credo temerei di piu' del parto, ma piuttosto che il cesareo rischierei anche un taglio alla patatina...
@LadySpank: come si intitola il libro che stai leggendo?
avatar
moonriver

Numero di messaggi : 5898
Data d'iscrizione : 19.04.10

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La paura del parto

Messaggio Da Leila il Mer Nov 23, 2011 5:11 pm

La paura mete in circolo anche cortioslo, ormone negativo...oltre all'adrenalina ovviamente...inoltre il bimo sente le emozioni negative della mamma e può reagire anche mettendosi podalico, per evitare il parto, o manifestando la sua volontà di non nascere..insomma ci sono molti modi in cui le emozioni forti e negative possono influire sul Travaglio perché partorire e' una cosa a due, anche se il secondo non lo vediamo che alla fine. Io quando stavo male per la dermatite ed avevo avuto la diagnosi di necrolisi tossica iniziale dopo che persi le unghie ed il cuoio capelluto, inizia a desiderare inconsciamente che il piccolo nascesse, anche se con la ragione volevo arrivare almeno a 39 settimane per averne due di tempo per fare una cura e levarmi almeno la sovra infezione da stafilococco che mi avrebbe impedito di tenerlo con me dopo la nascita. Ma il mio istinto ala vita ed alla mia conservazione e' passato al bimbo...ho rifiutato induzione e tutto, contro il parere dei medici. Ma a 37 settimane lui ha rotto il sacco ed in soli 60 minuti ha abbandonato la nave, senza ferirmi ulteriormente, senza u'abrasione, come un gesto d'amore nei miei confronti..io l'ho visto così, magari sono un po' troppo poetica eh.....


Ultima modifica di Leila il Gio Nov 24, 2011 1:10 pm, modificato 1 volta
avatar
Leila

Numero di messaggi : 1238
Età : 42
Data d'iscrizione : 10.11.10

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La paura del parto

Messaggio Da greenhope il Mer Nov 23, 2011 7:54 pm

Leila
avatar
greenhope

Numero di messaggi : 2193
Età : 39
Data d'iscrizione : 01.05.10

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La paura del parto

Messaggio Da selvynina il Mer Nov 23, 2011 9:40 pm

...visto che sono ancora alla ricerca di una ragione scientifica ai pupetti che nel pancino non si girano e restano podalici...
Ascoltando i vostri argomenti, mi viene da pensare una cosa.

Io amavo così tanto il mio Pistacchietto dentro il pancino, inconsciamente avrei voluto tenerlo sempre lì così era al riparo dai pericoli, aveva tutto ciò di cui aveva bisogno...ma soprattutto (e l'ho capito da poco) non avrebbe, con la sua nascita, cambiato estremamente la mia vita come poi così è stato.

Tutto ciò può aver influenzato nel non farlo girare?
avatar
selvynina

Numero di messaggi : 3558
Età : 40
Località : Piemonte/Lombardia
Data d'iscrizione : 17.03.10

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La paura del parto

Messaggio Da Panicqueen il Mer Nov 23, 2011 10:48 pm

ci sono studi a questo riguardo, comunque il topic per discutere della posizione del feto ci sono già alcuni spunti in Parto podalico, ma è più opportuno aprire un topic nuovo dal titolo Posizione del feto. Grazie!

_________________
Jessica Borgogni
Fertility Educator
Metodo Ladyfertility per la Fertilità Consapevole™
Contraccezione naturale sicura, Ricerca di gravidanza e Salute riproduttiva


I miei grafici di fertilità: http://www.fertilityfriend.com/home/1db1de

Segui tutte le novità di Ladyfertility anche su Facebook
avatar
Panicqueen
Admin

Numero di messaggi : 31198
Età : 33
Data d'iscrizione : 12.04.08

Vedi il profilo dell'utente http://www.ladyfertility.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: La paura del parto

Messaggio Da Pachamama il Gio Nov 24, 2011 9:01 am

Non ho ancora avuto il coraggio di raccogliere i ricordi e di raccontarvi il mio parto, però, senza mancare di rispetto a Luna Nuova, sia chiaro, in quel momento, quello in cui mi hanno fatto il taglietto dell' episiotomia, ero così stravolta, così preoccupata di non sapere quando spingere che non ho sentito nulla, un lieve bruciore e basta:grin:
Certo la paura è soggettiva, avrei avuto più paura del cesareo ma ognuna è un caso a sè.
avatar
Pachamama

Numero di messaggi : 1944
Età : 39
Data d'iscrizione : 03.10.11

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La paura del parto

Messaggio Da daneb il Gio Nov 24, 2011 10:15 am

Pachamama ha scritto:avrei avuto più paura del cesareo ma ognuna è un caso a sè.

io invece ho proprio terrore del cesareo....Ad oggi il solo pensiero di essere tagliata dentro/fuori/intorno mi fa sentire male.
Ho visto anche un parto cesareo su youtube e per poco non svenivo.
avatar
daneb

Numero di messaggi : 4001
Età : 36
Data d'iscrizione : 02.08.11

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La paura del parto

Messaggio Da luisav il Gio Nov 24, 2011 10:50 am

Ho letto con attenzione tutto...un po' ci penso, è ovvio! La prospettiva della paura è diretta precisamente a cesareo, episiotomia e un po' anche epidurale. Devo ammettere (forse da pazza!) che per ora non ho paura del parto naturalr in sé! Poi leggendo tutte queste idee sul rapporto a due del parto, il fatto che lei si sia già girata dal quinto mese mi tranquillizza molto, mi fa piacere pensare che abbia capito che la aspettiamo con gioia davvero! Per una mia sicurezza ho pensato di far venire a dormire mia mamma dalla 38a settimana, quando mio marito non c'è (ovviamente!), perchè in fondo ogni giorno è buono! E tutti mi dicono "Ah, tranquilla, tanto te la porterai avanti almeno 10 giorni, vedrai!" Ma dove sta scritto? Perchè dovrebbe per forza aspettare altri 10 giorni oltre il termine? Io credo - e spero - di non dover aspettare così tanto per conoscerla!
avatar
luisav

Numero di messaggi : 2622
Età : 36
Località : Fiumicino
Data d'iscrizione : 17.12.09

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La paura del parto

Messaggio Da LadySpank il Gio Nov 24, 2011 11:36 am

Concordo con Mono (strano… ) e con Leila, anche se purtroppo solo in via teorica visto che io il parto non l’ho ancora vissuto, sull’importanza assoluta del legame mamma-bambino e sul fatto che il parto nasce da un'alchimia e da una fusione a due, che è molto delicata e personale. Per quel che può valare penso anche che, al di là della strizza fisiologica e normale, sulla reazione alla paura a certi livellli influsica la forza d’animo e il vissuto precedente della mamma e quindi anche l’eventuale confronto con altre situazioni di difficoltà, dolore e sofferenza e la modalità di reazione alla vita costruita e maturata. Detto questo, credo che ci sia una grossa responsabilità, da parte dell’ambito medico, sulla corretta e completa informazione su quali sono le conseguenze che eventuali “rimedi” chirurgici e/o medici al dolore del parto possono comportare sia per la mamma che per il bambino. Credo che scegliere certi metodi per arginare la paura sia una decisione molto importante e individuale, da modellare sul carattere, le esigenze e la salute di ognuna, ma che proprio per questo dovrebbe poter contare su un’informazione chiara, per poter essere veramente consapevole; invece mi sembra che a volte questo lasci il posto alla promozione di un approccio medicalizzato e tecnologizzato che mira probabilmente a ben altri interessi che il rispetto per la mamma, per il bambino e per l’evento del parto stesso…e così certe paure si alimentano, o peggio, si inducono.
@ moon: ti rispondo nel topic dei libri sulla gravidanza.
avatar
LadySpank

Numero di messaggi : 2136
Età : 41
Data d'iscrizione : 28.10.10

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La paura del parto

Messaggio Da Leila il Gio Nov 24, 2011 1:22 pm

Io penso anche che la paura del parto sia indotta dagli altri, dalle altre donne, che ci destabilizzano facendo racconti di terrore assurdamente inutili...io non le ho mai ascoltate, non ho mai fatto corsi preparto, ero assolutamente fiduciosa che ce l'avrei fatta, che il dolore sarebbe stato sopportabile, fisiologico, che ce l'abbiamo fatta tutte ed anch'io non sarò da meno, che il mio corpo era riuscito a far scoccare la scintilla della vita in un grumo di cellule, l'aveva nutrito ed accudito, trasformandolo con una alchimia a cui nessuno darà mai una risposta in un bimbo vero, con già il so temperamento e la sua incredibile perfezione..eccheca@@@@@ e poi, questo stesso corpo, non me lo fa partorire????

Il parto è solo l'ultimo atto, ma non è cosa scissa da tutto il resto, che accade al di sotto della soglia della nostra coscienza...accade e basta..perchè il parto no??
poi, ecco, chi ha già partorito lo sa già...non è che siamo sole a fare tutto..il bambino ha una forza nell'atto nascita, una sua volontà...i miei sono nati in modo diverso a molto determinati entrambi..Rachele più dolce, si è incuneata con dolcezza, ha subito il travaglio come una piccola leonessa, ma calma e serafica, il suo cuore era perfetto, lei si muove molto ma ha sempre mantenuto salda la strada ed è uscita con uno sprint finale molto deciso...
Alessandro ha lottato pe uscire prima, ha deciso tutto lui..ha rotto il sacco, si è girato tardi, si è incastrato con più giri di cordone ovunque, ma ha premuto e sgambettao finchè non è uscito, incavolato ed urlante per essersene dovuto andare ante tempo e per la paura che doveva aver provato con quel cordone stretto intorno al collo ....e la mia pancia, in entrambe le occasioni ma soprattutto con il secondo faceva tutto da sola! io non contavo quasi più nulla, tutto andava da solo, come doveva andare....

Io non ho avuto paura di un evento simile, ma solo un grande e stupito rispetto...e non vedo l'ora di riprovarlo!
avatar
Leila

Numero di messaggi : 1238
Età : 42
Data d'iscrizione : 10.11.10

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La paura del parto

Messaggio Da fiordiloto il Gio Nov 24, 2011 1:33 pm

Cavolo, Leila! Sto leggendo tutto in silenzio perché la paura del parto è ciò che più di tutto, da sempre, fa pendere la bilancia verso la decisione di non avere figli, ma leggendo te....mi fai quasi venire voglia di affrontarla, prima o poi!
avatar
fiordiloto

Numero di messaggi : 1804
Età : 38
Località : Genova
Data d'iscrizione : 19.08.11

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La paura del parto

Messaggio Da Leila il Gio Nov 24, 2011 3:14 pm

Abbiamo una visione culturale del parto come violento, insanguinato, urlante, sudato, lacerato, strappato, pieno di camici verdi e bianchi che ci dicono cosa fare, ferri lucidi che stagliuzzano..ti credo che abbiamo paura!!! chi non avrebbe paura????

Io penso che in realtà non sia programmato per essere così, ma lo abbiamo reso noi, così, applicando a questo evento la ragione...la mia ostetrica mi ha raccontato dei sei mesi passati a Bali, in una regione poverissima, a far nascere bimbi senza la possibilità di effettuare cesarei, quindi podalici e gemelli solo per via naturale..e le mamme balinesi non hanno i fianchi mediterranei.
Nessun bimbo perso, o ferito, o cerebroleso, nessuna mamma mutilata o ferita...mi ha raccontato come queste donne,che non sanno cos'è un cesareo, in travaglio parlavano e lavoravano e poi, quando le doglie si facevano più insistenti, si appartavano al buoi e sospiravano, facendo nascere da sole bimbi che non piangevano mai...mi dice sempre (ed io l'ascolto ogni volta con rinnaovato entusiasmo) come queste mamme non perdevano sangue, non si laceravano, non urlavano...la sua ssistenza era dolce, e discreta e se qualcuna aveva bisogno d aiuto si capivano dagli sguardi....

Incredibile, sempre per il nostro concetto di interventismo (a priori aggiungo io) come non succedeva mai nulla di male in questi parti...se portassimo lo stesso numero di parti in un nostro H, ci sarebbero non so quante episiotomie, sofferenze fetali, ossitocine e quant'altro..i problemi, che poi sono quelli che causano la paura nella donna, perchè portano agli interventi medici, spesso sono causati proprio da quegli stessi interventi fatti in modo difensivo, quindi ben prima che siano davvero necessari..ma ne abbiamo già parlato e non vorrei andare ot
avatar
Leila

Numero di messaggi : 1238
Età : 42
Data d'iscrizione : 10.11.10

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La paura del parto

Messaggio Da Valeria il Gio Nov 24, 2011 3:58 pm

Questa è da stampare e far leggere a tutte le donne che conosco!!
avatar
Valeria

Numero di messaggi : 9380
Età : 30
Data d'iscrizione : 01.04.10

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La paura del parto

Messaggio Da LadySpank il Gio Nov 24, 2011 9:38 pm

concordo con leila. é anche la visione della schmid I love you (ma non dell'ambito medico purtroppo...vedi sopra e, ripeto, questo secondo me è uno degli ostacoli maggiori a un confronto sereno con la paura del parto)
avatar
LadySpank

Numero di messaggi : 2136
Età : 41
Data d'iscrizione : 28.10.10

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La paura del parto

Messaggio Da selvynina il Ven Nov 25, 2011 8:40 am

Che parole sante!
Io il parto cesareo l'ho vissuto e lo sento ancora come uno shock!

Era tutto freddo, sterile. Tutti quei ferri. Tutte quelle persone attorno che parlano con termini medici e si dimenticano che lì c'è una persona, anzi due, e non dei pezzi di carne!

Per carità! Sono stati tutti bravi e professionali. Ma la paura che ho provato ha certamente rovinato il giorno più bello della mia vita.
I giorni passano e il ricordo si allontana. Ma la paura ancora non me la scordo mica!
avatar
selvynina

Numero di messaggi : 3558
Età : 40
Località : Piemonte/Lombardia
Data d'iscrizione : 17.03.10

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La paura del parto

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 7 di 8 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum