Parto in ospedale

Pagina 4 di 17 Precedente  1, 2, 3, 4, 5 ... 10 ... 17  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: Parto in ospedale

Messaggio Da Camilla il Mar Ott 11, 2011 9:11 pm

Mamma mia, se ricordo il dolore della spremitura dell'utero piango ancora
Ma ovviamente pensavo fosse la prassi, mi rendo conto solo ora che nonostante credessi di essere informatissima, in realtà non sapevo proprio nulla!!!! No
Ora quello che mi spaventa è il prossimo!!! Cos'è che devo fare, sapere, pretendere che facciano o meglio che non facciano? confused
Nella mia regione non conosco nessuno, vivo a Milano e li farò tutta la gravidanza mentre mi sposterò a Cagliari in prossimità del parto.
Probabilmente gli ospedali (ma come dice Sea non il San Giovanni di Dio, questo lo sapevo anch'io) sono meglio delle cliniche private, ma come faccio ad accertarmi del protocollo?
Conoscere una brava ostetrica la vedo più dura. E poi mi potrebbe seguire nell'ospedale prescelto?
avatar
Camilla

Numero di messaggi : 591
Età : 41
Data d'iscrizione : 21.07.09

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Parto in ospedale

Messaggio Da Camilla il Mar Ott 11, 2011 9:15 pm

sea ha scritto:Camilla, il Metergin non serve se non hai problemi. Dal tuo racconto è evidente che lo hanno dato a tutte di routine. A me non l'hanno dato...e non ho mai fatto neanche una puntura per l'embolia Shocked
Inoltre la spremitura manuale dell'utero è una tortura che non viene praticata più da anni Shocked
Non voglio demoralizzarti ulteriormente Cami, ma non credo che a Cagliari ci sia di meglio purtroppo, forse al Santissima Trinità si stanno dando una svegliata...ma in tutti gli altri la realtà è triste, è per questo che io ho scelto di partorire qui in Emilia...pur essendo un ospedale c'è un abisso come trattamento Non riesci davvero a partorire nella tua zona e, magari, farti raggiungere da tua madre per una mano?

Mmhh, sarebbe molto complicato partorire a Milano..... e poi a quanto sento anche qui non sono messi molto meglio (tranne forse il Buzzi).
Quindi nemmeno il Brotzu sarebbe consigliabile? Del SS Trinità sapevo anch'io che stanno cambiando molte cose in meglio (prima c'era da mettersi le mani nei capelli...).
E credo che la clinica S.Elena a questo punto non sia tanto distante per protocollo da S.Anna...
avatar
Camilla

Numero di messaggi : 591
Età : 41
Data d'iscrizione : 21.07.09

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Parto in ospedale

Messaggio Da mononoke il Mar Ott 11, 2011 9:20 pm

ma sei a Milano e vai a partorire a Cagliari ??
posso chiederti perchè?
oltretutto così non avrai mai modo di conoscere l'ospedale, gli operatori, di informarti, di scegliere, di trovare eventualmente un'ostetrica che ti accompagni ... non so, scusa se mi permetto.
Per accertarti del protocollo devi andare e parlare col personale, l'ostetrica la puoi far venire a casa durante il travaglio e poi in ospedale come accompagnatrice, in modo che ti difenda e consigli. Io ne conosco sicuramente una che oltre ai parti in casa fa anche accompagnamenti. Poi non so, di soluzioni ce n'è tante.
avatar
mononoke

Numero di messaggi : 1466
Età : 38
Data d'iscrizione : 16.06.10

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Parto in ospedale

Messaggio Da sea il Mar Ott 11, 2011 9:22 pm

Camilla, io so per certo che a Cagliari il cammino è ancora tutto in salita...cioè da quello che mi racconti e da quello che mi dice mia cugina si è ancora fermi a Matusalemme. Credo per certo che non esistano neanche ostetriche che praticano il parto in casa, quindi non so sinceramente a chi ti possa affidare.
Neanche io sapevo niente della realtà dell'Emilia, ma mi sono affidata a un buon passaparola, l'ospedale dove ho partorito io me l'hanno consigliato in una Casa di Maternità ( dove non mi potevo permettere di partorire per via dei costi). Io credo che tu possa informarti un pò in giro sulla realtà di Milano e dintorni. hai ancora tempo per farlo.
Per Cagliari l'unico è il Santissima Trinità ( Is. Mirrionis) da prendere molto con le pinze però, io ci ho fatto un'ecografia lì e mi avevano detto che il nuovo direttore sanitario è una donna giovane con idee innovative e che quindi con molta fatica si stanno aggiornando ( fanno il rooming in ad esempio, prima neanche quello), NO il Civile e NO il Brotzu ( per carità!).
Se ho qualche info ti faccio sapere!

Edit: sempre sincro con Mono
avatar
sea

Numero di messaggi : 5440
Età : 40
Data d'iscrizione : 19.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Parto in ospedale

Messaggio Da sea il Mar Ott 11, 2011 9:25 pm

[quote="Camilla"]
sea ha scritto:
E credo che la clinica S.Elena a questo punto non sia tanto distante per protocollo da S.Anna...

La maternità della Clinica Sant'Elena è stata chiusa!
avatar
sea

Numero di messaggi : 5440
Età : 40
Data d'iscrizione : 19.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Parto in ospedale

Messaggio Da mononoke il Mar Ott 11, 2011 9:25 pm

eh sì, sincro
ma qualche parto in casa c'è, garantisco!
avatar
mononoke

Numero di messaggi : 1466
Età : 38
Data d'iscrizione : 16.06.10

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Parto in ospedale

Messaggio Da Camilla il Mar Ott 11, 2011 9:27 pm

Perchè diciamo che a Milano sono solo "di passaggio".
Io e mio marito siamo di Cagliari cosi come tutti i parenti e gli amici, a Milano non abbiamo praticamente nessuno e anche durante l'anno spesso siamo a Cagliari (anche adesso, per circa un mese). Poi adesso, con Bea cosi piccolina, credo che avrò bisogno di aiuto ben prima del parto. Con Bea ero gonfissima, 17 kg in più per 1,56 di altezza, avevo dolori ovunque e faticavo a muovermi nell'ultimo mese. Avrei proprio paura a star sola con Bea nell'ultimo mese.
Per Bea sono arrivata a Cagliari circa 2 mesi prima del parto e sono stata in clinica per verificare l'ambiente, ma non avevo cognizione delle domande da fare, quindi mi sono limitata a visitare il reparto e chiedere la lista degli indumenti... Certo, ho detto che preferivo il parto naturale, ma tutto qui Neutral
avatar
Camilla

Numero di messaggi : 591
Età : 41
Data d'iscrizione : 21.07.09

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Parto in ospedale

Messaggio Da Camilla il Mar Ott 11, 2011 9:32 pm

Si, effettivamente ho ancora tempo, se avete notizie utili e potete informarmi vi ringrazio tantissimo, perchè mi rendo conto di essere stata tanto ignorante in materia!
Ma se decidessi di visitare un ospedale (il SS trinità a questo punto!) cosa dovrei chiedere per accertarmi che vengano incontro alle mie lecite esigenze? Prima tra tutte il parto naturale dopo il cesareo!!
E poi cos'è il piano del parto? Chi lo prepara? L'ospedale è tenuto ad accettarlo e attenervisi?
avatar
Camilla

Numero di messaggi : 591
Età : 41
Data d'iscrizione : 21.07.09

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Parto in ospedale

Messaggio Da mononoke il Mar Ott 11, 2011 9:37 pm

certo, capisco, anche noi a Milano siamo stati "di passaggio" per qualche anno..
non so che dirti, le priorità sono molto personali, io col secondo bimbo ho fatto la scelta opposta, ma ognuno è diverso, poi per me si trattava di un parto in casa, a cui tenevo moltissimo, non avrei mai potuto rinunciarvi
ma capisco bene i tuoi dubbi, con due bimbi così vicini ...
non so che dirti, sicuramente a Milano hai molta scelta, molte ostetriche e c'è l'ospedale di Monza che è ben diverso dalla media degli ospedali italiani
se cerchi c'è tutto un topic sul piano del parto
avatar
mononoke

Numero di messaggi : 1466
Età : 38
Data d'iscrizione : 16.06.10

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Parto in ospedale

Messaggio Da greenhope il Mar Ott 11, 2011 9:37 pm

Camilla c'è il topic sul piano del parto
http://ladyfertility.forumattivo.com/t4195-il-piano-del-parto
spero ti sia utile.
avatar
greenhope

Numero di messaggi : 2193
Età : 38
Data d'iscrizione : 01.05.10

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Parto in ospedale

Messaggio Da Camilla il Mar Ott 11, 2011 9:53 pm

mononoke ha scritto:per me si trattava di un parto in casa, a cui tenevo moltissimo, non avrei mai potuto rinunciarvi
Mi sapete dare un'idea, almeno approssimativa, del costo di un parto in casa?
avatar
Camilla

Numero di messaggi : 591
Età : 41
Data d'iscrizione : 21.07.09

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Parto in ospedale

Messaggio Da daneb il Mer Ott 12, 2011 7:03 am

credo che per il parto in casa tu debba prendere in considerazione il costo dell'ostetrica...e credo siamo sui 2-3000 euro...

il metergin comunque lo diedero anche a me...in ospedale da me lo davano di default a tutte...
avatar
daneb

Numero di messaggi : 3986
Età : 35
Data d'iscrizione : 02.08.11

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Parto in ospedale

Messaggio Da Sharon il Mer Ott 12, 2011 8:30 am

Camilla scusa se mi intrometto nella discussione, mia sorella è ostetrica al Niguarda e ha partorito là un mese e mezzo fa, ora lei era particolarmente coccolata dalle colleghe, ma posso dire che tutto sommato le altre ostetriche mi sono sembrate tutte ragazze molto in gamba, quella che l'ha assisitita al parto è stata un angelo! L'incidenza dei cesarei è piuttosto bassa...

Lei parla molto bene anche della Mangiagalli in cui ha fatto tirocinio, anche lì ragazze in gamba... non parla benissimo invece del Buzzi... io sono nata in macedonio melloni e mia mamma è contentissima di come è andato il parto e dell'assistenza che ha avuto (vabbè però sono passati 23 anni!) ora dovrebbe essere abbastanza all'avanguardia sotto certi aspetti...
Detto questo per farti capire il giudizio da chi arriva, mia sorella è sempre stata per il parto naturale, la sua tesi di laurea voleva essere sull'incidenza del cesareo negli ospedali del sud e del nord Italia, poi le è stato sconsigliato e ha ripiegato sulle posizioni della donna nel parto nella storia...
Naturalmente se per te tornare a casa per partorire è la scelta più comoda fai finta di non aver letto!!
avatar
Sharon

Numero di messaggi : 3898
Età : 28
Località : milano
Data d'iscrizione : 06.06.11

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Parto in ospedale

Messaggio Da Panicqueen il Mer Ott 12, 2011 8:57 am

Ricordo che per il parto in casa, trovate e potete chiedere le informazioni necessarie nel topic apposito in bocca al lupo a Camilla per la scelta dell'ospedale!

_________________
Jessica Borgogni
Fertility Educator
Metodo Ladyfertility per la Fertilità Consapevole™
Contraccezione naturale sicura, Ricerca di gravidanza e Salute riproduttiva


I miei grafici di fertilità: http://www.fertilityfriend.com/home/1db1de

Segui tutte le novità di Ladyfertility anche su Facebook
avatar
Panicqueen
Admin

Numero di messaggi : 31134
Età : 33
Data d'iscrizione : 12.04.08

Vedi il profilo dell'utente http://www.ladyfertility.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Parto in ospedale

Messaggio Da mammamike il Mer Ott 12, 2011 11:56 am

Io sono del Centro e anche a me (e alle altre) è stato dato il Metergin per 2 settimane più le punture da fare a casa che mi sono fatta da sola..Che fifa...
Anche la spremitura la fanno a tutte e moltissime neo-mamme piangevano davvero dal dolore arrivando a dire addirittura che è peggio del parto! Shocked
Io ho avuto la "fortuna" di essere ancora sotto l'effetto dell'anestesia del cesareo, per cui non ho sentito molto dolore.
avatar
mammamike

Numero di messaggi : 1328
Età : 37
Data d'iscrizione : 28.07.11

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Parto in ospedale

Messaggio Da coccinella il Mer Ott 12, 2011 12:04 pm

cesareo + spremitura??? Shocked
comunque non ho sentito nessuna alla qule sia stata praticata, da queste parti. e neanche del metergin. a parte mia mamma, che dice che le avevano dato "qualcosa", ma più di 30 anni fa
avatar
coccinella

Numero di messaggi : 2804
Età : 38
Data d'iscrizione : 17.12.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Parto in ospedale

Messaggio Da sea il Mer Ott 12, 2011 12:06 pm

Non ci posso credere che si è ancora a questi livelli Shocked .La spremitura dell'utero me la racconta mia mamma come l'evento più terribile dei suoi 4 parti e quando ha saputo che a me non l'hanno fatta ha ringraziato il cielo, perchè per lei è un ricordo davvero terribile!
E' inconcepibile che in alcuni ospedali la pratichino sncora, è una tortura gratuita Shocked
avatar
sea

Numero di messaggi : 5440
Età : 40
Data d'iscrizione : 19.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Parto in ospedale

Messaggio Da greenhope il Mer Ott 12, 2011 12:08 pm

A me dopo il parto hanno fatto una puntura, dovrei spulciare la cartella clinica per sapere cos'è ma purtroppo è scritta in gallinese...
avatar
greenhope

Numero di messaggi : 2193
Età : 38
Data d'iscrizione : 01.05.10

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Parto in ospedale

Messaggio Da mammamike il Mer Ott 12, 2011 12:15 pm

coccinella ha scritto:cesareo + spremitura??? Shocked

E' assurdo vero?? Eppure è la prassi qui, e l'ho avuta in entrambi i cesarei...
Solo che mentre col primo è andato tutto bene e le perdite post-parto sono durate 1 settimana, con il secondo parto credevo di morire perchè le perdite non finivano mai, era passato già 1 mese e mezzo, poi mi hanno RI-prescritto il Metergin per altre 2 settimane e tutto si è risolto...
Se non chè dopo 1 mese mi sono tornate le mestruazioni (non allattavo) e invece che semplice mestruo ho avuto un'emorragia durata circa 1 giorno intero! Di corsa dal medico che mi ha fatto delle punture (non ricordo il nome), in questo modo l'emorragia si è rallentata ed è proseguito come una normale mestruazione.
avatar
mammamike

Numero di messaggi : 1328
Età : 37
Data d'iscrizione : 28.07.11

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Parto in ospedale

Messaggio Da LadySpank il Mer Ott 12, 2011 12:17 pm

avatar
LadySpank

Numero di messaggi : 2136
Età : 40
Data d'iscrizione : 28.10.10

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Parto in ospedale

Messaggio Da mononoke il Mer Ott 12, 2011 6:39 pm

Sharon devo dirti che mi stupisce moltissimo l'opinione di tua sorella, in particolare sulla Mangiagalli, che è un vero e proprio partificio, con tassi di cesareo folli, oltre il 40%! (anche perchè raccoglie quasi tutte le gravidanze patologiche di Milano, certo).
Mi dispiace ma mi sento proprio di dissentire, io non lo consiglierei mai a chi vuole un buon parto.
Il Buzzi fino a qualche anno fa aveva una buona ostetricia, perchè il primario era Battagliarin, medico decisamente fuori dal comune ed intelligente, nonchè marito di un'ostetrica della Via Lattea. Uno dei pochi a fare rivolgimenti manuali etc ...
Da quando se ne è andato non so bene come siano cambiate le cose, ma sicuramente in peggio.
Per certo nel 2006 non facevano di routine cose come la spremitura dell'utero (scusate ma sono sconvolta), ma nemmeno episio, litotomiche etc .. ed accettavano con tranquillità i piani del parto.
Sicuramente le ostetriche non sono cambiate tutte ...
Alla Melloni invece so che c'è un corpo medico discutibile, ma un gruppo di ostetriche molto buono, che di solito riesce a tenere alla larga i gine.
Sono comunque ospedali in cui se vai con la tua ostetrica privata non hanno troppo da dire, mentre in altri so che è un problema.

avatar
mononoke

Numero di messaggi : 1466
Età : 38
Data d'iscrizione : 16.06.10

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Parto in ospedale

Messaggio Da Nina il Mer Ott 12, 2011 7:48 pm

Per il mio secondo parto puntavo a un VBAC e mi sono informata un po' in tutta la Lombardia e devo dire che non è stato facile sentirsi serene in questa ricerca.

Sulla Mangiagalli ho sentito cose quasi inenarrabili da una mia amica che si è subita un cesareo assolutamente non necessario (per lo meno non quando glielo hanno praticato) ai racconti di una ragazza sul corso preparto. Questa ragazza riportava che l'ostetrica del corso preparto a una ragazza che chiedeva della nascita dolce ha risposto qualcosa del tipo: "qui gestiamo oltre 8000 parti all'anno contro i 2000 del Buzzi, Macedonio Melloni o San Paolo... quindi non la tiriamo per le lunghe: peridurale a 3 cm di dilatazione, ossitocina per accellerare le contrazioni, episiotomia di default e via. Non è certamente la procedura migliore per mamma e bambino, ma siamo i numeri uno per la terapia intensiva neonatale, per cui ci prendiamo la libertà di "esagerare" durante il travaglio, se dovessero esserci problemi riusciamo a risolverli sicuramente."
Io avevo suggerito di segnalare questa ostetrica al primario, ma la ragazza che raccontava l'episodio (il cui marito se non sbaglio ci lavora alla Mangiagalli)si è informata e pare che fosse un'ostetrica nuova e che non è questa la prassi dell'ospedale....Non so, ovviamente, dove stia la verità, ma nel dubbio ho evitato questo ospedale (tranne che per i controlli in gravidanza, sono effettivamente bravissimi e hanno attrezzature moderne).

Però conosco anche due donne che hanno ottenuto il loro VBAC alla Mangiagalli.
Il San Paolo era la mia seconda scelta (io sono andata a Monza, per me il TOP), secondo me valido per un VBAC e ho sentito parlar bene del MAcedonio Melloni e del Buzzi (anche se non è più quello di una volta).

Io mi sono informata chiedendo in giro, guardando su internet sui siti degli ospedali (la presenza del bollino rosa è già un buon punto di partenza!).

Camilla, se decidi di partorire a Cagliari ti conviene informarti sul protocollo che hanno sulle precesarizzate, non tutti gli ospedali "accettano" un VBAC.
L'ideale sarebbe prendere un appuntamento con il responsabile della sala parto, anche perché per telefono o via mail difficilmente ti diranno qualcosa...
Fatti dire prima di tutto se ti farebbero fare quello che loro chiamano "travaglio di prova" (prova di cosa? o travagli o no!) e se sì:
- che tempistiche hanno se vai oltre termine
- se inducono
- se usano epidurale/ossitocina
- se ti lasceranno il tempo di travagliare in pace (in un VBAC il travaglio può essere più lento, l'utero ha subito un intervento che ricorda e che quindi fa procedere le cose con la giusta calma)

Puoi sempre cercare un'ostetrica lì a Cagliari (ce ne sono anche disponibili alla trasferta) e provare ad andare in ospedale a travaglio molto ben avviato, per evitare che come arrivi al ps un gine particolarmente scrupoloso Twisted Evil decida di tagliare e basta!

Avere un VBAC non è sempre semplice, si deve essere molto motivate e molto informate, specie di fronte al personale medico che spesso fa un po' di pressione per il cesareo ripetuto (che non è esente da rischi!).

Io questo percorso l'ho fatto recentemente, quindi se ti serve qualche info non esitare a chiedere e io faccio il tifo per te !

Un'altra cosa importante, se non l'hai già fatto, sarebbe farti dare la cartella clinica del primo tc da leggere prima insieme a una ostetrica (che non necessariamente dovrà essere quella che ti seguirà) e poi col personale dell'H per valutare la possibilità del VBAC.

Scusate la lungaggine, ma l'argomento mi appassiona!
avatar
Nina

Numero di messaggi : 255
Località : Pavia
Data d'iscrizione : 05.09.11

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Parto in ospedale

Messaggio Da Camilla il Mer Ott 12, 2011 9:59 pm

Nina grazie mille, mi sei stata di grande aiuto, è fondamentale per me capire quali domande porre e su cosa indagare!!!! Credo che mi farò una scaletta e poi inizierò a prendere informazioni concrete, questa volta vorrei davvero arrivare informata e consapevole al momento del parto. Nel mio caso quello che ha fatto la differenza è stata soprattutto la mancanza delle giuste informazioni che mi ha portato a fidarmi ciecamente dei medici
avatar
Camilla

Numero di messaggi : 591
Età : 41
Data d'iscrizione : 21.07.09

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Parto in ospedale

Messaggio Da Nina il Mer Ott 12, 2011 10:12 pm

Arrivare informata, consapevole e convinta è fondamentale, anche solo per riuscire a capire se l'H è davvero pro-naturale o meno. Tante volte è solo un'etichetta di cui si fregiano, ma in pratica poi non è così.
In altri casi dipende dai singoli ginecologi che incontri quando arrivi in pronto soccorso...

Se non lo hai ancora fatto, leggiti "Dopo un cesareo" di Ivana Arena, a me è servito moltissimo per capire le pratiche usate in H e i rischi reali di un VBAC e di un TC ripetuto. Tutte quelle informazioni che purtroppo non trovi agevolmente dai ginecologi e che ti servono per affrontare serenamente il tuo percorso!

In bocca al lupo! I love you
avatar
Nina

Numero di messaggi : 255
Località : Pavia
Data d'iscrizione : 05.09.11

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Parto in ospedale

Messaggio Da nike il Gio Ott 13, 2011 6:30 am

Devo dire che anche io su Milano ho opinioni parecchio diverse da Sharon. Nel caso, fino a qualche anno fa, da valutare c'era decisamente il San Paolo: tengono un tetto massimo di parti proprio per poter assecondare i tempi fisiologici, non sono invasivi, niente visite tremende post parto, ma molto rispetto e ostetriche in gamba!
avatar
nike

Numero di messaggi : 5592
Età : 45
Località : Toscana
Data d'iscrizione : 11.06.09

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Parto in ospedale

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 4 di 17 Precedente  1, 2, 3, 4, 5 ... 10 ... 17  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum