Parto in ospedale

Pagina 15 di 17 Precedente  1 ... 9 ... 14, 15, 16, 17  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: Parto in ospedale

Messaggio Da Eowyn il Gio Set 03, 2015 4:03 pm

Grazie ragazze! Valuterò, magari ci faccio un giro, anche se mi sembra un sacco di strada.... :(
Però ora sto guardando, e anche l'ospedale di Trento non mi sembra male, guardate qui:http://www.mammole.it/forum-gravidanza/triveneto/72151-presidio-ospedaliero-santa-chiara-di-trento.html
Tra l'altro l'hanno anche ampliato da quanto ho capito, aggiungendo una vasca per il parto in acqua! :-)
avatar
Eowyn

Numero di messaggi : 3310
Età : 30
Località : Trento
Data d'iscrizione : 05.12.10

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Parto in ospedale

Messaggio Da viva il Gio Set 03, 2015 7:04 pm

Ciao cara! io ho partorito i primi due a Vipiteno (da casa mia 2 ore e mezza). Ce la fai alla stragrande. Santa Chiara lo sconsigliano tutti: 6 donne per camera, un delirio alle visite e durante tutto il giorno con 6 bambini urlanti. Vipiteno è fantastico. Passa tutto il ssn, puoi andare lì anche solo per partorire, non devi farti seguire (io ho fatto così). Un bacione
avatar
viva

Numero di messaggi : 379
Età : 33
Località : Trento
Data d'iscrizione : 08.04.12

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Parto in ospedale

Messaggio Da Zara il Mar Ott 13, 2015 2:09 pm

Continuo qui dal topic sulla casa maternità. 

Rossana ha scritto:però credo che sia cambiato tanto l'approccio al parto, io ho partorito a Gallarate, ospedale con un reparto nuovo di maternità, e forse sono stata fortunata, però le sale travaglio/parto ora sono studiate davvero per accogliere, non si va a partorire in ospedale perché si è malate, è questo il preconcetto di cui parlavo, l'idea dell'ospedale=malattia, nei reparti maternità non è più così, e anche il ginecologo interviene solo e soltanto se chiamato.

Certo inconvenienti come i cambi turno possono capitare, ma so che ora fanno colloqui e si può parlare con il personale e stabilire alcune regole secondo il volere della donna-mamma.

per mia esperienza infermiere e ginecologo intervengono solo se chiamate dalle ostetriche, e tra l'altro si dimostrano tanto tanto comprensive   mi sa che sono stata fortunata in questo...

sarà che sono fifona, e mi piace pensare che, andasse storto qualcosa, ci sia subito personale competente e tempestivo, io ne ho avuto bisogno...e purtroppo certe cose non si possono prevedere prima.


Purtroppo nella maggior parte degli ospedali non funziona così  , e non lo dico io, bensì la percentuale di cesarei o parti operativi che in Italia supera di gran lunga quella che l'Oms considera accettabile e sinonimo di buona pratica medica. 

Certo che non si va a partorire in ospedale perchè si è malate, ma ripeto che per me non è il luogo migliore  dove mettere al mondo un figlio, non che non ci si debba andare mai. In ogni caso anche chi partorisce in casa maternità o a domicilio ha a disposizione personale competente e preparato in caso di imprevisti   nessuna madre sceglierebbe di partorire mettendo a rischio la salute di suo figlio, su questo siamo d'accordo, no?Anzi, solitamente siamo disposte a subire di tutto in nome di questa sicurezza ospedaliera: dall'episiotomia (che per me rappresenta una vera e propria mutilazione genitale) alla manovra di Kristeller, al farci sottrarre il nostro bambino appena nato così che possa essere pesato, misurato e lavato. Quello che mi auguro io è che ogni donna possa avere un buon parto, sia che abiti nel nord o nel sud Italia, sia che sia abbiente o povera, italiana o straniera.
Purtroppo, troppe donne non possono godere ancora del diritto di essere considerate competenti al momento della nascita e troppo spesso devono sperare di essere fortunate per avere un buon parto.
avatar
Zara

Numero di messaggi : 3824
Età : 31
Data d'iscrizione : 19.08.12

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Parto in ospedale

Messaggio Da Rossana il Mar Ott 13, 2015 2:37 pm

grazie per averlo spostato qui

ovviamente io parlo per le mie esperienze, e devo dire che io non mi sono sentita medicalizzata, ma ammetto che è anche questione di fortuna, forse un ospedale grande e ben attrezzato ha permesso un approccio così naturale
avatar
Rossana

Numero di messaggi : 1125
Età : 40
Data d'iscrizione : 02.03.10

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Parto in ospedale

Messaggio Da fatina il Mar Ott 13, 2015 5:42 pm

Io sinceramente tornerei a partorire dove è nato samu: durante il travaglio e il parto c'è sempre stata solo l'ostetrica che ha iniziato il turno proprio quando sono arrivata io e mi ha accompagnata fino all'arrivo in camera. Nessun intervento da parte del personale medico, il bimbo è stato solo con me e mio marito per le prime due ore, quando mio marito l'ha portato al nido per bagnetto, misure etc, ma in 10/15 minuti sono tornati. L'unica cosa che, potendo cambierei, è il post partum: mio marito poteva stare con noi solo fino a mezzanotte e di giorno solo in orario visite: è stata la cosa che più mi è pesata. E questo è uno dei motivi principali per cui sceglierei la casa maternità.
avatar
fatina

Numero di messaggi : 1458
Età : 35
Data d'iscrizione : 09.08.13

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Parto in ospedale

Messaggio Da Jillian il Mer Ott 14, 2015 8:06 am

A me l'idea del parto in casa maternità affascina molto, il problema sono i costi e la reperibilità (io ora ho vicino quella di Induno Olona, ma avessi abitato ancora in provincia di Pavia non saprei dove andarne a cercare una, se non forse a Milano che è un po' lontano).
Nella zona dove mi sono trasferita adesso c'è un piccolo ospedale che ha la "stanza della cicogna" che ricrea un po' le condizioni del parto in casa maternità. Il problema è che in quell'ospedale non hanno la TIN e se il bimbo dovesse averne bisogno lui verrebbe mandato a Varese e io resterei lì, a circa mezz'ora di strada. Ora, lo so che tutto andrà bene e non si può partire con l'idea che qualcosa andrà male, ma nel caso io non voglio trovarmi in un ospedale diverso da quello del mio bimbo.
Quindi partorirò a Varese, che per fortuna pare essere un ottimo ospedale per ostetricia e ha un approccio abbastanza naturale e mi sento di aver fatto un "upgrade" rispetto a quello della mia città d'origine. L'unica cosa che mi preoccupa sono l'episiotomia e la Kristeller, ma per quelle parlerò col personale e sottoporrò il piano del parto.
Comunque io penso che il parto in ospedale dipenda tantissimo dalle persone che ti trovi davanti, e capisco il discorso di Zara sulla faccenda cambio turni o persone estranee.
Ad esempio nella mia città d'origine due mie amiche hanno partorito a distanza di 1 anno nello stesso ospedale: ad entrambe hanno fatto l'epidurale a semplice richiesta (mi hanno detto che a Varese invece te la fanno solo se stai male da morire), ma poi la prima ha potuto attaccare subito la bimba e tenerla lì, alla seconda invece (nata 2 giorni fa) la bambina appena nata non è stata neppure posata addosso ma subito portata via per bagnetto etc. Questo perchè c'era di turno personale diverso. Ora la seconda bimba fa fatica ad attaccarsi e le dicono di svegliarla ogni 2-3 ore per provare (che anche lì, dovrò informarmi bene se è la corretta pratica per l'allattamento, ma forse qui siamo O.T.).
Ecco, io ho letto sul depliant e sul sito di Varese che le prime due ore di bonding sono garantite, e credo che i padri possano stare lì tutta notte (su una sedia ovviamente), è concesso e favorito l'uso di diverse posizioni e strumenti per il parto (palla, corda etc) e il bagnetto e la pesata avviene nella stessa sala parto (non so se è così dappertutto però). Inoltre favoriscono il VBAC.
e questo per ora mi basta, riservandomi ovviamente di informarmi di più appena comincerà il corso preparto.
avatar
Jillian

Numero di messaggi : 4760
Età : 31
Data d'iscrizione : 26.08.12

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

dubbi....

Messaggio Da sarynah il Ven Gen 15, 2016 8:09 am

Ciao a tutte, ho bisogno di un consiglio. Sono un pò combattuta, non riesco a scegliere l'ospedale dove andrò a partorire.... Io abito a ovest di Milano, l'ospedale più vicino, che ha anche neonatologia e terapia intensiva di I livello è Magenta. E' un ospedale abbastanza grande ed operativo, ho prenotato il corso pre-parto lì perchè vicinissimo a casa mia... Però...Il mio ginecologo lavora a Vigevano, è un pò più lontano, ma è una clinica convenzionata col SSN, dove sicuramente si è seguiti di più, in più conosco quasi tutta l'equipe medica di ginecologia e so che sono ottimi medici... Questa clinica però non ha la neonatologia, in caso di necessità si viene trasferiti in un altro ospedale, probabilmente quello di Pavia...No so che scegliere per un eventuale parto naturale, se dovessi fare il cesareo elettivo andrei sicuramente a Vigevano, per essere operata dal ginecologo che mi segue... Voi cosa ne pensate?
avatar
sarynah

Numero di messaggi : 251
Età : 35
Data d'iscrizione : 24.04.14

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Parto in ospedale

Messaggio Da LucyintheSky il Ven Gen 15, 2016 8:32 am

Non conosco ovviamente gli ospedali, non essendo della zona, però ti direi di scegliere più in funzione del rispetto della naturalità del parto e dell'allattamento, del rooming in, piuttosto che della TIN. Il parto lo devi fare di sicuro, la TIN con altissima probabilità, e per fortuna, non ti servirà affatto
avatar
LucyintheSky

Numero di messaggi : 7892
Età : 35
Data d'iscrizione : 29.05.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Parto in ospedale

Messaggio Da Jillian il Ven Gen 15, 2016 8:36 am

Sarynah ti ho scritto in pvt ;)
avatar
Jillian

Numero di messaggi : 4760
Età : 31
Data d'iscrizione : 26.08.12

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Parto in ospedale

Messaggio Da Eowyn il Ven Gen 15, 2016 9:48 am

LucyintheSky ha scritto:però ti direi di scegliere più in funzione del rispetto della naturalità del parto e dell'allattamento, del rooming in, piuttosto che della TIN. Il parto lo devi fare di sicuro, la TIN con altissima probabilità, e per fortuna, non ti servirà affatto
Ecco, io ci sto ancora riflettendo, non riesco a fare chiarezza su questa cosa... mio marito (e anche mio papà che è medico) mi dicono che scegliere un ospedale senza neonatologia non è proprio il caso... Io in generale concorderei con Lucy, ma cosa succede SE (speriamo di no) servisse la neonatologia? In che casi serve? È una cosa che serve di urgenza o cmq le procedure di emergenza le fanno in qualunque ospedale? E quali sono le situazioni in cui serve?
Poi, mi hanno detto che semmai portano il bimbo in un altro ospedale, ma la mamma resta dov'è, e questa è un'idea che mi non mi piace affatto! No
Poi eh, c'è da dire che anche l'ospedale con neonatologia che potrei scegliere io è comunque molto orientato al naturale, certificato unicef, ecc ecc... quindi la mia non è una scelta difficilissima... Ma mi dà fastidio non riuscire a trovare informazioni serie e complete su a cosa effettivamente serve la neonatologia...
avatar
Eowyn

Numero di messaggi : 3310
Età : 30
Località : Trento
Data d'iscrizione : 05.12.10

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Parto in ospedale

Messaggio Da daneb il Ven Gen 15, 2016 10:32 am

io non partorirei MAI in un ospedale senza TIN. il discorso della naturalità, del rooming in, dell'allattamento, scusate se lo dico, sono secondarie rispetto alla sopravvivenza in caso di problemi.
E comunque, non dimentichiamo, in ospedale ci si sta 3 giorni, poi si va a casa....quindi si è perfettamente in tempo per stabilire degli equilibri mamma-bimbo ad hoc una volta a casa....
avatar
daneb

Numero di messaggi : 4007
Età : 36
Data d'iscrizione : 02.08.11

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Parto in ospedale

Messaggio Da Jillian il Ven Gen 15, 2016 10:49 am

Io partorirò a Varese che ha sia la TIN che il rooming-in, il sostegno dell'allattamento e la libertà delle posizioni del parto, oltre ai tentativi di VBAC. Quindi penso che una cosa non escluda l'altra, e più che "sulla carta" bisogna informarsi anche attraverso le esperienze dirette presso i singoli punti nascita.
avatar
Jillian

Numero di messaggi : 4760
Età : 31
Data d'iscrizione : 26.08.12

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Parto in ospedale

Messaggio Da LucyintheSky il Ven Gen 15, 2016 10:50 am

Daneb, sicuramente il compromesso sarebbe l'ideale. Ma ci sono ospedali che sono dei veri e propri "partorifici" e in cui i tassi di cesareo sono altissimi, per non parlare delle episiotomie di default. Io avevo davvero il terrore di queste cose e non so che scelta avrei fatto, nel caso fossi stata costretta.
Le procedure di reale emergenza salvavita le sanno fare anche le ostretriche in casa, per arrivare al caso proprio meno "ospedalizzato" possibile.

Considera che uan ragazza che conosco personalmente ha avuto la grandissima sfortuna di partorire al sesto mese compiuto (un bimbo con con una sindrome genetica, oltretutto), ha partorito in una struttura senza TIN (non credeva ovviamente di dover partorire) e sono riusciti e tenere in vita il bimbo di neanche 900 grammi e a trasferirlo nell'ospedale del capoluogo con TIN.

Eowyn, il problema della madre che resta nel primo ospedale è bypassabile. Io metterei firma e scapperei nell'altro ospedale, a costo di dormire su una sedia.
avatar
LucyintheSky

Numero di messaggi : 7892
Età : 35
Data d'iscrizione : 29.05.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Parto in ospedale

Messaggio Da nike il Ven Gen 15, 2016 11:17 am

Io quoto Lucy: non è che se non c'è la TIN li abbandonano su una brandina! Sono sempre ospedali!
Anche per me è stato più importante valutare su quello che sicuramente sarebbe successo e avrei voluto (quindi l'andamento del parto) piuttosto che ragionare su un'ipotesi, se questo vuol dire rinunciare al resto!
avatar
nike

Numero di messaggi : 5592
Età : 45
Località : Toscana
Data d'iscrizione : 11.06.09

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Parto in ospedale

Messaggio Da acquarietta il Ven Gen 15, 2016 2:16 pm

Io ragazze concordo con Daneb. Ovvero per me avere un ospedale con una UTIN é estremamente importante e il resto passa davvero in secondo piano. Certo che se si potessero unire le cose (UTIN) e parto il più possibile naturale, rooming in ecc. Sarebbe ancora meglio. Dove partorirò ci sono entrambe le caratteristiche ma se avessi dovuto scegliere tra una delle varianti in primis avrei messo un'efficiente neonatologia. É vero che nessuno si augura di averne bisogno e che anche nei piccoli ospedali, dove esiste la possibilità di partorire sono in genere attenti, ma io sarei molto più tranquilla. Poi giustamente ogni futura mamma penso che nel suo cuore abbia delle priorità e idee diverse.
avatar
acquarietta

Numero di messaggi : 954
Età : 32
Data d'iscrizione : 30.12.13

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Parto in ospedale

Messaggio Da sea il Ven Gen 15, 2016 6:39 pm

Io ho partorito in un ospedale senza TIN ma con neonatologia ( non sono uno il sinonimo dell'altro).
Ad esempio Chiara ebbe l'ittero e venne ricoverata nella neonatologia
Io comunque non mi sento di aver rischiato ad aver scelto un ospedale senza la TIN...in ogni caso i pediatri della neonatologia una manovra di emergenza l'avrebbero di sicuro fatta almeno fino al trasferimento in ospedale con TIN.
Io mi sono sentita ugualmente abbastanza al sicuro.
avatar
sea

Numero di messaggi : 5461
Età : 40
Data d'iscrizione : 19.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Parto in ospedale

Messaggio Da Eowyn il Dom Feb 07, 2016 6:37 pm

Ragazze, ma è vero che se si partorisce in ospedale ti mettono l'agocannula nel braccio per tutto il tempo?
Me l'ha detto mio papà, parlandone come di una cosa normalissima, e in effetti capisco che in quel momento magari non ci si accorge neanche di averla... Ma io ho il terrore degli aghi, proprio la fobia, e vedrei questa cosa magari semplicissima come un'intrusione non da poco... ho paura influenzi negativamente tutto il parto...
avatar
Eowyn

Numero di messaggi : 3310
Età : 30
Località : Trento
Data d'iscrizione : 05.12.10

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Parto in ospedale

Messaggio Da sea il Dom Feb 07, 2016 7:16 pm

Si, è vero. Io le ho dovute pregare poi per togliermela perchè mi era d'impiccio con l'allattamento, ma non l'hanno fatto, perchè per loro credo sia un protocollo di sicurezza....serve per iniettarti qualcosa in caso di emergenza Me l'hanno tolta alla dimissione....
Sinceramente Eowyn...durante il parto è stato l'ultimo dei miei pensieri
avatar
sea

Numero di messaggi : 5461
Età : 40
Data d'iscrizione : 19.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Parto in ospedale

Messaggio Da Eowyn il Dom Feb 07, 2016 7:23 pm

Sì sì capisco la questione delle emergenze... Razionalmente... e capisco che per chiunque sembra l'ultimo dei problemi...
È che per me è proprio una fobia... ma se li supplico non c'è possibilità che abbiano pietà e non me la mettano?
avatar
Eowyn

Numero di messaggi : 3310
Età : 30
Località : Trento
Data d'iscrizione : 05.12.10

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Parto in ospedale

Messaggio Da Sharon il Dom Feb 07, 2016 7:25 pm

Io nessunissimo ago!!! Onestamente non ne ho mai sentito parlare... Prova eventualmente a contattare il reparto...
avatar
Sharon

Numero di messaggi : 3918
Età : 28
Località : milano
Data d'iscrizione : 06.06.11

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Parto in ospedale

Messaggio Da fatina il Dom Feb 07, 2016 8:37 pm

Infatti neanche a me l'hanno messo... non so se cambia da ospedale ad ospedale.
avatar
fatina

Numero di messaggi : 1458
Età : 35
Data d'iscrizione : 09.08.13

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Parto in ospedale

Messaggio Da Hythien il Dom Feb 07, 2016 8:41 pm

Dove ho partorito io invece la mettono... nello specifico la mettono quando ti fanno entrare in sala parto e lo tolgono in momenti diversi a seconda di com'è andato il parto, il migliore dei casi è appena tornati in stanza col pupo; io questa volta ho tenuto l'ago fino alla dimissione per via della lacerazione di terzo grado che mi ha fatto vincere antibiotico per 9 giorni.
avatar
Hythien

Numero di messaggi : 967
Età : 32
Località : Genova
Data d'iscrizione : 06.12.13

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Parto in ospedale

Messaggio Da Zara il Dom Feb 07, 2016 9:25 pm

Anche nell'ospedale vicino a casa mia lo fanno di prassi. Non è una cosa che serve, soprattutto se non si ha difficoltà a trovare le vene, sarà mica comoda una cannula nel braccio per partorire e tenere un neonato per la prima volta in braccio Suspect . Hai già scelto l'ospedale in cui andrai a partorire? Quando hai occasione di visitarlo puoi chiedere come si comportano. 
In ogni caso, non hai bisogno di impietosire nessuno Eowyn, puoi rifiutarti!!! È un tuo DIRITTO!  Lo dico e lo ripeto sempre: NESSUN intervento medico può essere imposto(tranne i TSO, che però non riguardano di certo il momento del parto). Ricordiamocelo sempre, sempre, sempre! Se hai intenzione di redigere un piano del parto e nella struttura inseriscono l'agocannula per prassi, puoi scrivere chiaramente che, vista la tua fobia, desideri che non sia fatto se non in caso di reale necessità (che non significa: magari potrebbe essercene bisogno, bensì ce n'è bisogno adesso).

[Scusate, lo so che passo per una pazza invasata del parto naturale a tutti i costi, ma per me questi sono diritti fondamentali che troppo spesso vengono calpestati in virtù dei protocolli ospedalieri (leggasi: medicina preventiva).]
avatar
Zara

Numero di messaggi : 3824
Età : 31
Data d'iscrizione : 19.08.12

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Parto in ospedale

Messaggio Da sea il Dom Feb 07, 2016 10:39 pm

Mah a me durante il parto non mi aveva assolutamente dato fastidio e neanche ostacolata sinceramente. Più fastidio mi aveva dato invece mentre dovevo allattare la piccola....però alla fine secondo me, a parte la fobia come potrebbe essere il problema di Eowyn, penso che sia l'ultimo dei problemi della medicalizzazione del parto....ci sono cose ben più importanti e peggiori di un ago cannula.
Io sinceramente in un piano del parto darei la priorità allo scongiurare l' episiotomia ad esempio
avatar
sea

Numero di messaggi : 5461
Età : 40
Data d'iscrizione : 19.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Parto in ospedale

Messaggio Da Eowyn il Dom Feb 07, 2016 10:41 pm

Zara, tra due settimane andremo alla presentazione del reparto (la fanno ogni mese) e ho intenzione di chiedere il più possibile! (Mio marito già dice che farà finta di non conoscermi! )
Oltre a chiedere se è possibile fare il piano del parto, pensavo di chiedere quanto aspettano a tagliare il cordone, se si sta sul lettino o si può usare la posizione che si vuole (anche se mi hanno già detto che si può spostarsi e c'è pure la vasca, ma meglio chiedere!), se fanno l'episiotomia di prassi (anche qui, ho sentito di no, ma non si sa mai...)..
Altro che non mi viene in mente?
Per l'allattamento sono abbastanza tranquilla perché fanno molta pubblicità sul fatto di essere ospedale amico del bambino... con rooming in e tutto...

Edit: sincro con Sea! Ciò che dici è vero, in fondo bisogna trovare un equilibrio e un po' un compromesso anche in questo... mio marito dice che se alla fine mi fisso troppo su troppi dettagli del parto naturale, passerò il tempo a stare attenta ai medici e ad arrabbiarmi, influenzando negativamente il parto... ha ragione! Solo che.. se mi dicono che quest'ago me lo devono proprio mettere, devo iniziare ora a fare esercizi per contrastare la mia fobia... (che già è migliorata con tutti i prelievi di sangue fatti in gravidanza!)
Certo... mi sto rendendo conto che forse l'ospedale non sarebbe il massimo per una che ha la fobia di tutte le cose mediche!
avatar
Eowyn

Numero di messaggi : 3310
Età : 30
Località : Trento
Data d'iscrizione : 05.12.10

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Parto in ospedale

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 15 di 17 Precedente  1 ... 9 ... 14, 15, 16, 17  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum