Parto in ospedale

Pagina 1 di 17 1, 2, 3 ... 9 ... 17  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Parto in ospedale

Messaggio Da sea il Gio Mar 11, 2010 12:34 pm

Salve ragazze, ho visto che il topic non c'era e così l'ho aperto ! Io ho "battezzato" due ospedali dove partorire ( per chi li conoscesse quello di Bentivoglio e quello di Imola), non son degli ospedali molto grandi (ovvio sempre degli ospedali sono...) e mi sento più a mio agio così, perchè magari l'ambiente è un pò più "intimo" e non ho quella sensazione di "pollo in batteria" che si ha negli ospedali delle grandi città ( Come molti mi hanno raccontati di quelli di Bologna). Stamattina ho telefonato per chiedere informazioni sulla visita dei reparti di maternità. Volevo chiarirmi le idee prima, ma ci sono rimasta un pò male, perchè in tutt'e due la visita è consentita solo quando sei vicino al termine. In uno mi hanno dato l'appuntamento per il 29 giugno, dopo la 34 settimana abbondante ( potrei anche aver già partorito :roll: ) fanno un colloquio di due ore con ostetriche, ginecologo e anestesista e nell'altro mi hanno detto che l'iter è quello di frequentare il corso pre-parto da loro e poi visitare il reparto, quindi per adesso mi hanno dato solo le informazioni per frequentare il corso pre-parto. Mi chiedo, perchè fanno così? Perchè non posso visitare il reparto adesso e chiarirmi di più le idee...perchè in effetti questa della scelta dell'ospedale è una cosa che mi mette molta ansia, più del resto...ci tengo molto a scegliere un posto decente per partorire mio figlio e mi fa rabbia dover aspettare qualche settimana prima del termine, che magari devo scegliere senza averli visitati, perchè ho un urgenza !
Anche da voi fanno così? Mi potete spiegare perchè?
avatar
sea

Numero di messaggi : 5451
Età : 40
Data d'iscrizione : 19.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Parto in ospedale

Messaggio Da Rossana il Gio Mar 11, 2010 1:37 pm

non saprei aiutarti! ma anche qui da noi non è possibile! io ho dovuto frequentare il corso che poi non ho potuto concludere causa rischio parto prematuro....di conseguenza ho saltato la visita organizzata dal corso e non ho potuto recuperarla!
ammetto che io l'ospedale non l'ho scelto, quello avevo comodo e quello mi sono tenuta, ma credo che lo facciano per un discorso di organizzazione, per non avere un via vai continuo in reparto che magari intralcerebbe.
se ti posso consigliare scegli quello che ritieni più valido, ma anche il più comodo meglio che sia a portata di mano ecco! e meglio ancora se è provvisto di tin, insomma, oltre all'intimità del reparto guarda la competenza!
in bocca al lupo!!
avatar
Rossana

Numero di messaggi : 1125
Età : 40
Data d'iscrizione : 02.03.10

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Parto in ospedale

Messaggio Da elysa il Gio Mar 11, 2010 4:06 pm

Sea, anche qui è cosi'. Io avevo la visita alla sala parto e il colloquio con l'anestesista nella 37^ settimana... peccato pero' che non ci sono arrivata Shocked
Non mi sarebbe cambiato molto, l'ospedale che potevo scegliere era quello e basta ma mi avrebbe fatto piacere riuscire a fare la visita alla sala e l'incontro con l'anestesista per tempo e non essere costretta a parlarci durante il travaglio
avatar
elysa

Numero di messaggi : 598
Età : 36
Data d'iscrizione : 04.03.09

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Parto in ospedale

Messaggio Da sea il Gio Mar 11, 2010 5:52 pm

Ecco, quindi vedo che è la routine. Rossana da me l'unico ospedale che ha una Tin degna di questo nome è l'ospedale universitario. Ci sono dei famosissimi e bravissimi luminari, che però non si scomodano di certo per assisterti al parto, nel senso che nella pratica ti capita di essere seguita sopratutto da un tirocinante, che deve imparare...ovvio...ma se posso evitare che lo faccia sulla pelle mia e di mio figlio evito. Ho sentito di racconti allucinanti, di parti effettuati con i tirocinanti che assistevano...poi è ovvio che in un posto così il parto è quello "classico" per eccellenza.
Ecco, io un'esperienza così non la vorrei mai, anche se c'è la Tin d'eccellenza, è per questo che vorrei prima valutare lo "stile" dei vari ospedali...se me ne dessero l'occasione :roll:
avatar
sea

Numero di messaggi : 5451
Età : 40
Data d'iscrizione : 19.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Parto in ospedale

Messaggio Da tomoe il Ven Mag 21, 2010 6:52 am

ieri una coppia di amici mi hanno detto che sono "incinti"
lei è molto giovane, ha 23 anni e non ha amiche che ci sono già passate o esperienze di altre persone cui fare affidamento...
io vorrei aiutarla ma anche io non ho mai avuto figli.
lei finora ha solamente fatto le analisi del sangue che le hanno confermato la gravidanza, ma non ha ancora trovato la ginecologa.
io so che fin dall'inizio devi trovare una gine, nell'ospedale dove intendi partorire, che poi ti segua fino al parto...
anche lei come me abita fuori roma ma lì gli ospedali non è che siano il massimo, così mi sono sentita intanto di consigliarle di farsi seguire in un ospedale di roma.
lei mi diceva di aver sentito parlare del parto in acqua e voleva provare ma io ho letto il vostro post in merito e mi è sembrato di capire che ancora non ci sono i mezzi per poterlo fare e che non risulta molto igienico...
potete suggerirmi dei consigli da darle, almeno x muovere bene i primi passi? qualcuna di voi conosce qualche ospedale a roma migliore di altri?
intanto vi ringrazio
avatar
tomoe

Numero di messaggi : 1581
Età : 37
Località : Ardea - Roma
Data d'iscrizione : 17.03.10

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Parto in ospedale

Messaggio Da Panicqueen il Ven Mag 21, 2010 12:45 pm

Il Parto in acqua è assolutamente igienico! però potresti effettivamente trovare difficoltà a trovare un ospedale che lo faccia o che cmq lo garantisca, perché spesso hanno una sola vasca ed è occupata!

Su Roma so che molte si trovano bene all'Isola Tiberina e altre male all'Aurelia Hospital, però è meramente sentito dire, spero che qualcun'altra ti sappia dare info più precise

_________________
Jessica Borgogni
Fertility Educator
Metodo Ladyfertility per la Fertilità Consapevole™
Contraccezione naturale sicura, Ricerca di gravidanza e Salute riproduttiva


I miei grafici di fertilità: http://www.fertilityfriend.com/home/1db1de

Segui tutte le novità di Ladyfertility anche su Facebook
avatar
Panicqueen
Admin

Numero di messaggi : 31198
Età : 33
Data d'iscrizione : 12.04.08

Vedi il profilo dell'utente http://www.ladyfertility.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Parto in ospedale

Messaggio Da Pantofolina il Ven Mag 21, 2010 6:29 pm

io se non c'er problemi sarei riuscita a farlo...
ma da noi per esempio c'e' una sola vasca... io ero arrivata per prima quindi ok.... ma se arrivi dopo ciao....
e si fa solo in orari dove c'e' il primario di turno e delle infermiere informate e preparate per questo tipo di parto.
magari quando si avvicina alla dpp e ha deciso un ospedale puo informarsi...
da me non c'era problema... abbiamo un ospedale solo!!!
avatar
Pantofolina

Numero di messaggi : 1753
Età : 34
Località : Provincia di Perugia
Data d'iscrizione : 18.06.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Parto in ospedale

Messaggio Da Elisabetta il Ven Mag 21, 2010 8:01 pm

Io sono contenta dell'ospedale in cui partorirò..e' piccolino e più o meno sono circa 25-30 le nascite in un mese! Non consigliano l'epidurale o meglio solo in caso di travagli infiniti e le ostetriche sono molto gentili! Poi le stanze x la degenza sono nuovissime e piccole, solo x due persone!
avatar
Elisabetta

Numero di messaggi : 977
Età : 37
Data d'iscrizione : 05.02.09

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Parto in ospedale

Messaggio Da lula il Ven Mag 21, 2010 8:12 pm

ciao...qui da noi si può visitare l'ospedale in qualsiasi momento...organizzano delle specie di "tour" guidati da un ostetrica (mi sembra uno al mese ma non ricordo bene) a cui si può partecipare indipendentemente dalla settimana di gestazione. Sono "fortunata" perché parlo di un ospedale di provincia nel quale molto é stato fatto per il parto naturale (le toscane lo conosceranno, Burresi di Poggibonsi), però credo che dovrebbe essere la NORMA e non la fortuna, di poter conoscere e SCEGLIERE il luogo dove partorire. Purtroppo siamo in Italia, devo dirlo, e ancora é così, é una ruota della fortuna ed é scarsa l'attenzione ai desideri della donna, alla costruzione di un legame di fiducia...............

Per quanto riguarda il parto in acqua, la mia prima figlia é nata proprio così (la seconda non ho fatto in tempo ad arrivare in ospedale!!) ed é un parto assolutamente igienico e sicuro. L'acqua non viene cambiata, rimane (più o meno) pulita finché non si rompono "le acque" e quindi si tinge con il liquido amniotico, ma questo evento non accade sempre nello stesso momento. A me ad esempio é successo alla fine, ovvero poco prima dell'espulsione,e comunque non mi ha affatto impressionato, perché semplicemente l'acqua diventa un po' più scura, non é né sanguinosa né schifosa, anzi ti rimane addosso un certo odore di neonato, lo stesso che annuserete estasiate dalla testa del vostro piccolino, e che quasi quasi non vorreste lavare via :-))))
Per quanto riguarda "i mezzi per farlo"...bhe non c'é bisogno di alcun mezzo, solo di una vasca riempita di acqua calda! Quello di cui c'é veramente bisogno sono invece delle ostetriche preparate, e purtroppo in alcuni ospedali la vasca viene usata solo per alcuni momenti del travaglio o magari messa li perché va di moda, ma non usata in maniera consapevole.
L'acqua di solito allevia il dolore delle contrazioni e induce uno stato di rilassatezza, che favorisce il benessere della donna e il buon procedere del parto. Ci sono alcuni casi in cui il travaglio procede benissimo in acqua e ne é anzi favorito e quindi il bimbo può nascere in acqua, altri casi in cui l'acqua non permette al processo di andare avanti e bisogna quindi cambiare "situazione" (é qui che ci vuole la preparazione dell'ostetrica a riconoscere cosa sta succedendo) e trovare una soluzione migliore per la donna.
Personalmente ho un ricordo BELLISSIMO del mio parto in acqua. L'atmosfera ovattata, il calore dell'acqua, la possibilità di assumere senza fatica qualsiasi posizione e di rilassarmi lasciandomi andare completamente fra una contrazione e l'altra...insomma un'esperienza così piena e bella e intensa............
avatar
lula

Numero di messaggi : 97
Età : 40
Data d'iscrizione : 18.04.10

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Parto in ospedale

Messaggio Da lula il Ven Mag 21, 2010 8:14 pm

ooooops scusate ma io mi PERDO! non mi ero accorta che c'é un topic sul parto in acqua ...non mi bannate vi pregooooooo (spero di non essere andata troppo OT silent )
avatar
lula

Numero di messaggi : 97
Età : 40
Data d'iscrizione : 18.04.10

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Parto in ospedale

Messaggio Da tomoe il Lun Mag 31, 2010 6:51 am

grazie per i consigli ragazze, mi metto su internet a vedere come posso aiutarla ... cmq è incredibile ho provato a fare un sondaggio tra le varie persone che hanno avuto figli ed è proprio vero ogni parto è diverso e per ogni persona che si è trovata bene in un ospedale ne trovi almeno una che ti sconsiglia invece quell'ospedale... com'è difficile!
avatar
tomoe

Numero di messaggi : 1581
Età : 37
Località : Ardea - Roma
Data d'iscrizione : 17.03.10

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Parto in ospedale

Messaggio Da Panicqueen il Lun Mag 31, 2010 11:17 am

Approfitto del topic tirato su per trasmettervi quello che è stato discusso ieri a Terra Futura, nel caso qualcuna in Toscana fosse interessata: hanno parlato di alcuni ospedali, principalmente il Lotti di Pontedera, la Margherita di Careggi a Firenze e l'ospedale di Prato, che hanno avviato da pochi anni l'uso della Medicina Tradizionale Cinese (agopuntura, massaggio tuina, moxibustione) al Percorso Nascita, quindi sia per chi si rivolge in gravidanza sia per le partorienti!

_________________
Jessica Borgogni
Fertility Educator
Metodo Ladyfertility per la Fertilità Consapevole™
Contraccezione naturale sicura, Ricerca di gravidanza e Salute riproduttiva


I miei grafici di fertilità: http://www.fertilityfriend.com/home/1db1de

Segui tutte le novità di Ladyfertility anche su Facebook
avatar
Panicqueen
Admin

Numero di messaggi : 31198
Età : 33
Data d'iscrizione : 12.04.08

Vedi il profilo dell'utente http://www.ladyfertility.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Parto in ospedale

Messaggio Da sea il Lun Mag 31, 2010 6:32 pm

Sono due sere che con le ragazze del corso proviamo a visitare le sale parto dell'ospedale dove partoriremo, tutt'e due le sere erano tutt'e tre super occupate...questa luna ha fatto danni, l'ostetrica ci ha detto che tra venerdì e sabato sono nati tantissimi bambini
avatar
sea

Numero di messaggi : 5451
Età : 40
Data d'iscrizione : 19.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Parto in ospedale

Messaggio Da bluce il Ven Giu 25, 2010 4:59 pm

anch'io ho bisogno di un consiglio, anche se so che ho ancora parecchio tempo per pensarci
le soluzioni potrebbero essere due:

- ospedale del piccolo centro dove abito. distanza da casa: 10 min. tutte le mamme ne parlano benissimo, ambiente accogliente e familiare, poco affolato, ostetriche simpatiche e gentili, rooming in, non riesco a trovare nessuna che dice di essersi trovata anche solo "così così". unico neo: non c'è un reparto di terapia intensiva neonatale. So che hanno qualche incubatrice, ma non sono attrezzati per emergenze "serie".

- ospedale (decisamente più grande) molto fico della cittadina vicina. distanza da casa: 20-40 min (dipende dal traffico). il reparto di ginecologia è appena stato rifatto, molto cool e all'avanguardia (guardando sul sito, avrò modo di verificare a luglio quando andrò a fare un'ecografia), possibilità di parto+travaglio in acqua, altre fantastiche novità che non mi ricordo, un reparto di terapia intensiva e un team di neonatologi che manco grey's anatomy, unico neo: mi è capitato di trovare più di una persona che si lamentasse del modo in cui è stata trattata, dell'atteggiamento del personale medico infermieristico e dell'affollamento del reparto. Mi è venuto da pensare che forse ciò è dovuto alla statistica, sicuramente il numero di parti non è paragonabile..però..

impressioni ed opinioni?

..si sente che me la sto già un po' facendo sotto??
avatar
bluce

Numero di messaggi : 614
Età : 34
Data d'iscrizione : 02.08.09

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Parto in ospedale

Messaggio Da nike il Sab Giu 26, 2010 12:52 pm

Bluce, se non hai problemi particolari io opterei per quello piccolo! In un parto normale l'accoglienza è fondamentale, e il fatto che non ci sia la terapia intensiva sicuramente non vuol dire che non saprebbero intervenire in caso di bisogno!
avatar
nike

Numero di messaggi : 5592
Età : 45
Località : Toscana
Data d'iscrizione : 11.06.09

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Parto in ospedale

Messaggio Da Camilla il Lun Lug 05, 2010 12:38 pm

Anch'io sceglierei sicuramente quello piccolo, infatti pensavo di partorire in una clinica ostetrica privata, di cui tutte parlano benissimo, proprio per l'assistenza del personale. Il tutto ovviamente se non subentrano complicazioni nei prossimi mesi...
avatar
Camilla

Numero di messaggi : 591
Età : 41
Data d'iscrizione : 21.07.09

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Parto in ospedale

Messaggio Da glo il Mar Lug 06, 2010 8:46 pm

Per Bluce:

Io ho partorito nel 2005 a Cirie'.Nonostante parecchie amiche ed anche mia madre mi avessero sconsigliato di partorire lì,ci sono finita lo stesso.Anche per me Cirie' era la seconda opzione,dato che avevo assunto un'ostetrica privata del S.Anna. Al S.Anna hanno rifiutato il mio ricovero perche' era sovraffollato,quindi mi sono recata a Cirie'!!!
A Cirie' insistono molto sul parto naturale al 100%,e cio' andrebbe anche bene,se non per il fatto che se ci sono problemi,secondo me, non si deve temporeggiare ed accanirsi inutilmente!!! Lì,prima di praticare un cesareo insistono con tutto e di piu': dalla manovra per fare girare il feto,al parto indotto,rottura artificiale delle acque,ecc.ecc.
Io sono stata ricoverata per 48 ore perche' avevo avuto la rottuta delle acque e perdita del tappo mucoso,pero' niente dilatazione nè contrazioni.Anche la mia vicina di letto era nella mia situazione,pero' a me e' andata meglio perche' dopo 2 giorni improvvisamente e' avvenuta la dilatazione,mentre lei dopo aver sofferto ed ansimato per 2 giorni interi,ha subito ugualmente il cesareo:il bimbo aveva due giri di cordone ombelicale attorno al collo per cui non sarebbe mai nato naturalmente,alla faccia delle ostetriche che continuavano a definirla frignona!!!
Comunque la parte peggiore e' arrivata con le puericultrici.Il nido a Cirie' per me e' uno schifo!!!! Con la scusa del rooming-in (bambino in camera con la mamma 24 ore su 24),le puericultrici facevano a maglia,leggevano Intimita' e guardavano la televisione.Mia figlia piangeva sempre e la prima notte dalla nascita,io ero esausta ed avevo bisogno di dormire.Alle 2 di notte ho provato a portare la bimba al nido per chiedere se mi potevano aiutare e la loro risposta e' stata:"Eh no signorina.cosa crede di lasciarcela qui?!"
ed io "Effettivamente sì!!Non riesco a dormire e sono sveglia da 48 ore perche' continuavo a sentire le donne che urlavano!" Comunque non e' servito a nulla,mi hanno rispedito in camera con la bimba!!! Così mi sono addormentata con la bimba in braccio nel letto! Alle 6 del mattino mi sono svegliata ed ho visto che mia figlia era stesa a fianco a me ad un centimetro dal bordo del letto poteva cadermi da un momento all'altro!!!
Le cose sono peggiorate quando ho iniziato ad allattare.A Cirie' insistono moltissimo sull'allattamento naturale,ma se non vi e' la possibilita' dovrebbero venire incontro alle puerpere!!! Io non avevo la montata lattea,ma nemmeno le gocce di colostro e mia figlia piangeva perche' aveva fame!!!Le ostetriche dicevano che era impossibile che avesse fame perche' i neonati possono non mangiare per giorni!!!
Al terzo giorno di ricovero post-nascita,ho minacciato tutti: o mi date del latte artificiale o me lo faccio portare da casa!!un'ostetrica (il mio angelo )mi ha detto che le sue colleghe erano tutte delle montate e che non avevano avuto figli,quindi non sapevano cio' che dicevano!!!
Il mio angelo,di nascosto,mi ha portato 30 cc di latte col biberon e mia figlia l'ha ingoiato in un secondo,dopodichè si e' addormentata come un angioletto!!!
Quindi avevo ragione io senza essere un'ostetrica:aveva proprio fame!!!
Non vedevo l'ora di andarmene,pero' putroppo mia figlia aveva sviluppato l'ittero,per cui siamo rimaste ricoverate piu' del previsto!!
Ah,stavo dimenticando che mi hanno praticato l'episiotomia (cosa molto comune a Cirie') con una minima dose di anestesia,tanto che dopo un paio di minuti l'effetto era svanito ed ho chiesto un'altra dose,ma non me l'hanno fatta perche' ormai avevano iniziato a cucirmi!!! Ho visto le stelle

Una mia amica che ha partorito 4 mesi dopo di me e' andata a Cirie',nonostante io le avessi detto di non farlo,ma non mi ha ascoltata!!!
Quando e' uscita da lì mi ha detto:perche' non ti ho ascoltata!!!

Comunque ho sentito dire che parecchie donne si sono trovate bene,ma tutte quelle che conosco io direttamente hanno detto:mai piu'!!
Non so cosa pensare!!!
In conclusione,se dovessi avere un secondo figlio,non tornerei certo a Cirie'!!! Ho sentito un gran parlare bene dell'ospedale di Moncalieri
due ragazze che hanno fatti il corso preparto con me,hanno partorito lì e mi hanno detto che sono state assistite magnificamente!!! Figurati che anche una ginecologa dell'ospedale di Cirie' mi ha detto che era meglio se fossi andata a Moncalieri perche' lei ci aveva lavorato e mi ha detto che non c'era paragaone tra i due ospedali!!

Riflettici su e fai quello che ti fa sentire piu' tranquilla!!
avatar
glo

Numero di messaggi : 1863
Età : 37
Data d'iscrizione : 11.09.09

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Parto in ospedale

Messaggio Da Gipsy il Sab Mar 12, 2011 10:59 am

Siccome i capi di mio marito mi hanno mandato un pò in crisi, dicendo che non è necessario andare a Vipiteno per avere un parto naturale e rispettoso, che a Bressanone ormai sono allo stesso livello, ho deciso di andare a vedere.
Avevo già visto il reparto da fuori e non mi aveva ispirato chissà che, ma voglio dargli un ulteriore possibilità e vedere la sala travaglio e la vasca e sapere l'approccio che hanno. Devo dire che sono molto influenzata dalla mia esigenza e ho delle aspettative davvero molto molto alte. Perchè ho un allergia verso gli ospedali. Fortunatamente, non sono mai stata ricoverata e al'ambiente ospedaliero mi mette angoscia di per sè. Per questo, ho paura di rimanere delusa se l'ambiente non è come me lo aspetto. Ma questo non riguarda solo Bressanone, ma anche Vipiteno. Mi sono fatta un'idea così idilliaca dai racconti che ho letto, ma non ho pensato che il punto di vista di chi è abituato a un ospedale tradizionale possa essere eccessivamente positivo, ma non soddisfare i miei livelli. Mah vedremo...
Comunque ho sentito l'ostetrica che oggi è lì e ha detto che posso venire quando voglio, basta che chiamo prima di partire da casa per vedere se è libera. Che mi sa che c'era lì una coppia a cui mancava davvero poco! Da come parlava loro, mi sembrava molto dolce e rassicurante e questo è già un plus.
Ho un pò d'ansia. Mio marito ride e dice che non sono normale a organizzare il parto ora che mancano sei mesi, ma lui non capisce che io devo chiarirmi le idee e organizzarmi su come voglio procedere. Ah beata ignoranza.
Twisted Evil
avatar
Gipsy

Numero di messaggi : 3810
Età : 33
Data d'iscrizione : 05.07.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Parto in ospedale

Messaggio Da Elisabetta il Sab Mar 12, 2011 1:14 pm

Comunque Gipsy è vero che ospedali sono ospedali però quelli in provincia di Bolzano sono ottimi, così dicono!
Molte ragazze trentine per partorire scelgono il S. Maurizio di Bolzano perchè sono veramente bravi; dicono si possa ascoltare musica, ci siano colori e luci rilassanti.... etc. etc.
Per Bressanone potresti chiedere a Laura, magari sa qualcosa in più!
avatar
Elisabetta

Numero di messaggi : 977
Età : 37
Data d'iscrizione : 05.02.09

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Parto in ospedale

Messaggio Da Gipsy il Lun Mar 14, 2011 10:48 am

Allora. ieri sera siamo andati a visitare il reparto di ostetricia e la sala parto di Bressanone. Ci sono dei pro e dei contro e non sono proprio uscita con quel senso di sicurezza che speravo di avere. Sarà stato anche per l'ostetrica che a ogni mia domanda rispondeva: "dipende...bisogna vedere come starà...io propendo per la via di mezzo ecc.". Vabbè lo so anch'io che per alcune cose dipende da come starò, non è che mi incaponisco su una cosa e deve esser così anche se le condizioni non lo permettono. Psicologicamente mi preparo a sapere che non tutto potrebbe andare come voglio io, ma voglio che le premesse, almeno quelle, siano come voglio io.
Allora, la sala parto mi ha fatto una buona impressione. Ci sono due, o forse tre, sale parto. Una grande con la vasca e tutti gli attrezzi, sgabello, palla, ecc. L'altra senza vasca ma si possono portar dentro gli attrezzi. Non mi ha saputo dire se rischio di trovar la vasca occupata, dice non è prevedibile. In media hanno due parti al giorno (e non mi sembra poco per una città così piccola), sia in vasca che non. Lasciano assoluta libertà di movimento e tempi del travaglio, anzi incoraggiano posizioni sedute o in piedi che favoriscono la forza di gravità. Poi hanno una stanza matrimoniale dove si può rimanere in intimità col partner e il bambino prima e dopo il parto. I tempi di degenza sono di 3 giorni o 5 dopo cesareo. Il marito può venire tutto il giorno, ma non rimanere la notte. Se tutto va bene si può uscire prima ma bisogna tornare dopo tre giorni per fare un controllo e un prelievo al bambino. Ma il prelievo è necessario così presto?
Neutral
Il Lotus Birth non lo fanno fare, o almeno i pediatri farebbero storie, ma ti possono dare da portar via la placenta o fare i granuli omeopatici. Questo non mi è piaciuto molto. Ma è un aspetto che sto ancora solo valutando.
Quello che mi ha convinto meno, a sensazione, è il dover star lì 3 giorni. Come dicevo, non sono mai stata ricoverata in ospedale e, a meno che non ci siano complicazioni, non mi va di star lì 3 giorni. Non è proprio il post-parto intimo che io mi immagino. Per di più le stanze non mi hanno convinto molto. Non le ho viste bene, ma le ho intraviste. Si fa il rooming-in, ok, ma mi sembrano un pò piccoline, da due letti, con bagno e doccia privati, ma il corridoio mi sembra un pò stretto e puzzava di pipì. Neutral
Purtroppo questo mi ha colpito molto negativamente. Ho ancora impresso quell'odore, che non era fortissimo, mi sa che lo sentivo solo io, ma mi ha messo un senso di disagio.
Tutto sommato è sicuramente meglio di altri ospedali. Anche il personale mi sembra molto gentile. Ma voglio comunque andare a visitare anche quello di Vipiteno per fare un confronto. L'unica perplessità di mio marito è che Vipiteno sia troppo lontano (min 30 min senza traffico) e che se lavora o succede qulcosa che non facciamo in tempo ad andare, o che ci facciano andare avanti e indietro per niente.
Intanto andremo a vedere, poi valuteremo le varie possibilità. Intanto so che a Vipiteno hanno due vasche e poche partorienti e fanno il Lotus Birth e come mentalità generale, a detta dell'ostetrica qui, sono più aperti.
avatar
Gipsy

Numero di messaggi : 3810
Età : 33
Data d'iscrizione : 05.07.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Parto in ospedale

Messaggio Da sea il Lun Mar 14, 2011 11:01 am

Gipsy, ti assicuro che 30 minuti non sono niente! Anche il mio distava più o meno una mezz'oretta, poi dipende dall'ora in cui vai, e dal giorno in cui partorisci. Io ho partorito di domenica, siamo usciti di casa alle 7 del mattino...praticamente non c'era un'anima in strada, siamo arrivati in 20 minuti scarsi!
Ti capisco tanto per i tre giorni, ma che strano...in genere per un parto naturale tengono solo due ! E comunque, se va tutto bene, puoi anche firmare per andare via prima, io l'avrei fatto se a Chiara non fosse venuto l'ittero
avatar
sea

Numero di messaggi : 5451
Età : 40
Data d'iscrizione : 19.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Parto in ospedale

Messaggio Da Martinamarina il Lun Mar 14, 2011 11:08 am

gipsy la degenza di 3 gg non è obbligatoria. se tu vuoi andare via dopo 2 ore dal parto, o dopo un giorno, puoi. forse ti faranno un pò di storie, poi ti faranno firmare un foglio dove c'è scritto che è una tua scelta e una tua responsabilità e poi te ne vai. anche il prelievo al terzo giorno(forse per gli screening?) non è obbligatorio.

vipiteno l'hai già visto?
avatar
Martinamarina

Numero di messaggi : 826
Età : 26
Data d'iscrizione : 30.07.10

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Parto in ospedale

Messaggio Da Gipsy il Lun Mar 14, 2011 11:39 am

No, probabilmente ci andremo sabato e poi deciderò cosa fare.
Quello che dite mi rassicura. Forse tengono tre giorni perchè nel frattempo ti assistono con l'allattamento i cambi del bambino ecc.
Eh sì altra cosa. L'unica cosa che si porta sono i cambi per sè, una camicia da notte e le ciabatte. Il necessario per il bambino lo danno tutto loro.
avatar
Gipsy

Numero di messaggi : 3810
Età : 33
Data d'iscrizione : 05.07.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Parto in ospedale

Messaggio Da Bambolina Cip il Lun Mar 14, 2011 11:49 am

Io non ho ancora visto gli gli ospedali e ho deciso di non fare il corso preparto... Quindi per vedere le varie sale devo recarmi in ospedale e chiedere o c'é una procedura particolare? Sono indecisa tra un pò di ospedali (non so se c'é qualcuno delle mie parti che mi può dare una mano): San Raffaele, Ospedale di Melzo, Clinica Mangiagalli a Milano e Ospedale di Vimecate. Sono raggiungibili tutti in 30/40 minuti di macchina.
avatar
Bambolina Cip

Numero di messaggi : 270
Età : 31
Località : Provincia di Milano
Data d'iscrizione : 25.01.11

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Parto in ospedale

Messaggio Da Ellyy il Lun Mar 14, 2011 11:53 am

Gipsy, il protocollo della degenza post-ospedaliera dice sempre 2-3 giorni. Ma anch'io, all'ultimo parto, ho firmato la delega di responsabilità. Ho partorito il venerdì alle 19,05 e sono uscita col mio bimbo la domenica mattina...
avatar
Ellyy

Numero di messaggi : 2159
Età : 39
Località : Cento (FE)
Data d'iscrizione : 31.01.09

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Parto in ospedale

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 1 di 17 1, 2, 3 ... 9 ... 17  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum