Quali detersivi usate in casa?

Pagina 1 di 3 1, 2, 3  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Quali detersivi usate in casa?

Messaggio Da Abù il Ven Dic 11, 2009 2:34 pm

Quali per il bagno, per i pavimenti, per le stoviglie, quali igienizzanti? Avete dei suggerimenti per acquistare prodotti non inquinanti e nocivi? Conoscete qualche metodo antico per fare il sapone? Qualcosa di alternativo alla candeggina, per esempio?
avatar
Abù

Numero di messaggi : 556
Età : 35
Data d'iscrizione : 16.06.09

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quali detersivi usate in casa?

Messaggio Da SnowFlake il Ven Dic 11, 2009 2:38 pm

ti consiglio di fare un giro sul sito dei detersivi bioallegri.. prova a googlare..mi ha aperto un mondo..
Sostanzialmente uso aceto e bicarbonato (non insieme ovvio), acqua calda e olio di gomito, un sapone per i piatti eco-bio e nessuno si è mai lamentato. ^_^
avatar
SnowFlake

Numero di messaggi : 250
Età : 28
Località : Grosseto
Data d'iscrizione : 06.09.09

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quali detersivi usate in casa?

Messaggio Da Abù il Ven Dic 11, 2009 2:50 pm

Ma l'aceto dove lo usi? Per i pavimenti? E per i sanitari? Io avevo letto che l'estratto di semi di pompelmo va benissimo anche come igienizzante (un po' di gocce diluite in acqua) ed che in America viene utilizzato anche negli ospedali.
Grazie per il link
avatar
Abù

Numero di messaggi : 556
Età : 35
Data d'iscrizione : 16.06.09

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quali detersivi usate in casa?

Messaggio Da SnowFlake il Ven Dic 11, 2009 3:07 pm

Ci sono pareri molto controversi sui semi di pompelmo..io non li uso perchè all'interno si concentrano alte quantità di pesticidi a cui la pianta è stata sottoposta, comprese le piogge acide..
Comunque per igienizzare io uso l'o.e. di Tea Tree..c'è anche da dire che casa tua non è un ospedale..non è fondamentale igienizzare continuamente..
Io l'aceto lo utilizzo diluito insieme all'acqua calda come anticalcare e ammorbidente per la lavatrice, per pulire i vetri etc etc..ma comunque trovi tutto sul sito dei detersivi bioallegri..


Ultima modifica di SnowFlake il Dom Feb 28, 2010 9:29 am, modificato 1 volta
avatar
SnowFlake

Numero di messaggi : 250
Età : 28
Località : Grosseto
Data d'iscrizione : 06.09.09

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quali detersivi usate in casa?

Messaggio Da jolie il Ven Dic 11, 2009 5:40 pm

io sono un incaricata stanhome e uso solo ed esclusivamente questi prodotti. hanno un basso impatto ambientale perchè essendo concentrati ne uso meno e non sono assolutamente testati sugli animali.
E sbagliato pensare che la sperimentazione venga fatta solo nel campo della cosmetica e della medicina.
Soprattutto i detersivi per il bucato vengono testati sugli animali....io mi sono avvicinata a questi prodotti grazie a mia madre e ora li vendo anche, più che altro l'ho fatto perchè così ho il 20% di sconto.
Sono prodotti ottimi e efficaci a mio parere...
avatar
jolie

Numero di messaggi : 200
Età : 32
Località : potenza picena
Data d'iscrizione : 14.11.09

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quali detersivi usate in casa?

Messaggio Da SnowFlake il Ven Dic 11, 2009 10:30 pm

Ricordo che il prodotto FINITO non è testato sugli animali perchè non può essere fatto per legge. Da nessuno, neppure in cosmetica..
Tutti i singoli componenti lo sono sempre se vengono usati componenti scoperti e testati prima di una certa data.
Quindi mi dispiace dirvelo ragazze..ma comprare un prodotto che si definisce "non testato sugli animali" equivale a comprare qualsiasi altro prodotto anche della multinazionale più sanguinolenta.
Se avete voglia di leggere vi posto un post di Lola su capellidifata, molto illuminante.
avatar
SnowFlake

Numero di messaggi : 250
Età : 28
Località : Grosseto
Data d'iscrizione : 06.09.09

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quali detersivi usate in casa?

Messaggio Da SnowFlake il Ven Dic 11, 2009 10:30 pm

Tutti vorremmo poter utilizzare cosmetici che non siano stati testati sugli animali, e spesso vedo anche qui liste infinite di prodotti definiti sicuri dalle varie liste animaliste, e ragazze che domandano se la tal ditta testa o non testa… spero con questo mio scritto di fare un po’ di chiarezza, alla fine vi rimarrà l’amaro in bocca, ma meglio un po’ di delusione piuttosto che continuare a farsi prendere in giro da chi è in cattiva fede o da chi è semplicemente, solamente, ignorante in materia.

Andiamo per ordine:

“Prodotto finito non testato sugli animali” è una scritta che si trova su tantissimi cosmetici… ed è verissima! La legge (nella fattispecie la direttiva comunitaria 2003/15/EEC) vieta la sperimentazione sul territorio CEE di prodotti cosmetici finiti. Non esiste una casa cosmetica che sia una che possa testare sugli animali i suoi cosmetici, non lo fanno perché la legge lo vieta, e poi visto che costa, chi si mette a fare test che nessuno ti impone di fare? Quando leggete “prodotto clinicamente testato” o “prodotto dermatologicamente testato” significa semplicemente che hanno fatto dei patch test (cioè applicato con un cerotto un po’ di prodotto su qualche volontario) per vedere se crea problemi oppure no. Tra parentesi dal punto di vista della vostra sicurezza personale l’uso di un cosmetico con una tale dicitura non vi tutela assolutamente, visto che la legge non impone alcun protocollo valido per tutti per effettuare queste sperimantazioni: al limite si potrebbe fare un patch ad un’unica persona, la quale magari può avere avuto una reazione allergica, e la scritta si potrebbe apporre comunque sulla confezione. E’ scritto che è stato testato, non quali sono stati i risultati! Ma questa è un’altra storia…

Bene, sappiamo che il prodotto finito non è sicuramente testato… ma le materie prime? Lo sono sempre. La direttiva europea 76/768/EEC all’articolo 2 precisa che i cosmetici messi in commercio all’interno della CEE non devono causare danni alla salute umana. E come si fa a offrire la sicurezza ai consumatori che un prodotto che si sta per commercializzare non contenga veleni? Solo se le sostanze di cui è composto sono state testate. Ogni materia prima usata non solo in cosmetica, ma anche per i prodotti detergenti per la casa, per i vari prodotti chimici usati ad esempio dalle officine, o dalle fabbriche, può essere messa in commercio solo se corredata di un dossier tossicologico, questo per salvaguardare la sicurezza di chi la usa. Al momento, nonostante siano allo studio test alternativi a quelli animali, non sono stati validati altri tipi di test, quindi ogni nuova sostanza deve essere testata, e le vecchie lo sono state tutte (sulle schede tecniche di ogni materia prima ad uso cosmetico, anche vecchissima, troverete al punto 11 la DL 50, cioè la dose letale per il 50% degli animali, il draize test, quello di irritazione sugli occhi, che viene normalmente fatto sui conigli).

Come fare allora, visto che non si può evitare di fare testare le materie prime, a non incrementare i test sugli animali? Ecco che ci vengono incontro i vari siti internet e i vari volantini diffusi dalle più disparate organizzazioni animaliste in cui ci sono liste di ditte da boicottare “perché sperimentano” e ditte “cruelty free”. Che tra parentesi non sono neanche d’accordo fra loro, una ditta che compare su una può non essere presente sull’altra.
Comunque sia, sui vari siti animalisti si sostengono principalmente due standard per il cruelty free: uno è quello dell’aderenza alla “positive list”, l’altro è quello di non utilizzare materie prime entrate sul mercato dopo una certa data a scelta della ditta che aderisce allo standard, questo per evitare nuove sperimentazioni.

Vediamoli entrambi:

La “positive list” sarebbe, a detta di tutti i siti internet che la citano, e solo italiani – non c’è traccia di positive list all’estero – la lista positiva di materie prime contenute nella direttiva europea 76/768/EEC e che non saranno mai più sperimentate sugli animali. Per fare un esempio, Progettogaia sostiene di produrre i propri cosmetici in base ad essa. Mi sono letta dall’inizio alla fine la direttiva in questione, e c’era sì una lista positiva di sostanze, ma erano solo coloranti, filtri solari, conservanti, e non c’era scritto da nessuna parte che non sarebbero mai più stati testati. E il resto? Io i cosmetici li faccio, e so che senza emulsionanti, tensioattivi e altre categorie di sostanze che sulla direttiva non c’erano non è possibile formulare neanche la cremina più semplice. Su internet è introvabile, e siccome io sono come un segugio quando mi ci metto sono riuscita a farmela spedire (a pagamento) proprio da Progettogaia… Via mail mi dicono (testuali parole) che loro ce l’hanno, non ne capiscono molto di sostanze chimiche ma l’hanno consegnata al loro laboratorio che produce in base ad essa.
Bene, quando mi è finalmente arrivata, immaginate la sorpresa… era una vecchia copia risalente al 1978 di un libro di cosmetologia americano di Ruth Winter, una specie di dizionario cosmetico che elencava tutte le materie prime cosmetiche dell’epoca dalla A alla Z. Un libro americano! Con il legislatore europeo non c’entra niente, e non garantisce che nessuna materia prima citata – tra parentesi molte di esse adesso sono vietate – venga mai più sperimentata sugli animali. Ma allora… c’è scritta da qualche parte una lista di materie prime che sicuramente non verranno mai più testate? Ve lo dico io: NO.

E passiamo al secondo standard: quello secondo cui una ditta per non contribuire alle nuove sperimentazioni deve non testare su animali il prodotto finito, né commissionare a terzi questi test;
non testare i singoli ingredienti, né commissionare a terzi questi test;
per gli ingredienti comprati già testati dai fornitori, deve dichiarare che questi test sono avvenuti prima di un dato anno a sua scelta (per esempio, 1995), e impegnarsi a non comprare ingredienti testati dopo quell'anno. Il che significa NON usare più alcun ingrediente (chimico, di sintesi) nuovo. Mentre può usare ingredienti completamente vegetali o anche di sintesi ma già in commercio prima dell'anno scelto.
Il problema? E’ che le ditte possono dichiarare quello che vogliono, tanto nessuno può controllare quello che effettivamente fanno nei loro laboratori, ed è ancora più difficile sapere se i produttori da cui si riforniscono non ritestano ulteriormente le sostanze che vendono. Basta una dichiarazione, senza ulteriori controlli, da firmarsi alla LAV e si viene introdotti nella lista di produttori buoni… non la fareste anche voi per prendere una fetta di mercato in più?
Vi faccio un bell’esempio: conoscerete tutti The Body Shop. Orbene, sono anni e anni che è inserita in tutte le liste positive di ditte cruelty free. Quindi non si riesce a capire come mai, in un suo shampoo al miele, “The Body Shop Honey moistuiring shampoo” sia presente l’ingrediente ACRYLATES/PALMETH-25 ACRYLATE COPOLYMER , che è uscito nel 2000 ed è stato testato su animali. Ma nessuno controlla che le ditte non facciano dichiarazioni menzognere?

Anche il nuovo standard LAV-ICEA non si salva da questa approssimazione; il tutto si basa sulle solite autocertificazioni in cui si può dichiarare quello che si vuole, e nella promessa di controlli “a sorpresa” da parte dei certificatori nella ditta, naturalmente a pagamento (il tecnico costa 600 euro al giorno, c’è scritto sul sito della LAV). Ma cosa vanno a controllare visto che i produttori di cosmetici per legge NON TESTANO??? Lo sanno solo loro. Sarà per i costi esosi che richiedono, ma nel mondo sono certificate poco più di 150 ditte, in Italia siamo sulla decina. Per assurdo la piccola ditta che produce biologico e con ingredienti vecchi, totalmente e dichiaratamente cruelty free ma non può affrontare questo tipo di spese non otterrà la certificazione, che è “roba da ricchi”.

Ma allora le liste che girano su internet…? Sono solo carta straccia.

Ecco quello che succede realmente:


- molte ditte fanno dichiarazioni menzognere (poco da fare, è vero, eclatante il caso del Body Shop che usa un ingrediente entrato sul mercato cinque anni fa);
- chi non fa test può farlo perchè qualche altra ditta li fa al posto suo, si mantiene un'immagine "pulita" ma è solo una facciata; la legge i test li richiede, chi li fa poco importa, basta che i risultati ci siano;
- niente mi garantisce che non vengano fatti test su un ingrediente od un altro, ogni nuova emergenza anche su ingredienti vecchi (tipo le bufale di cancerogenicità dell'alluminio cloroidrato o quella di SLES e SLS, oppure l'emergenza di allergie ad alcuni componenti degli OE) porta subito ad altre sperimentazioni;
- vengono continuamente testate tutte le sostanze naturali per verificarne nuove caratteristiche, non la tossicità che è nota, ma ad esempio se hanno particolari proprietà a cui non si era pensato prima (che so, incrementano la produzione di collagene? … fanno da filtro solare su quella particolare banda di UVA?); e i test si fanno sugli animali. Grandemente testati, ad esempio, sono stati e sono ancora l’aloe e gli oli essenziali, che sono naturali sì ma di così grande interesse terapeutico che continuamente ne vengono indagate le caratteristiche;
- molti ingredienti entrano sul mercato sotto "mentite spoglie", cioè vengono registrati come sostanze ad uso farmacologico o chimico (quindi regolarmente sperimentate per garantire la salute pubblica) e poi passano ad uso cosmetico;
- infine tutto verrà ritestato entro poco tempo, per fornire nuovi profili tossicologici delle varie sostanze in uso. Si chiama REACH il nuovo progetto europeo secondo il quale devono risperimentare entro un paio d’anni tutte le sostanze chimiche sugli animali, anche quelle vecchie, (incoraggiando le aziende che sono obbligate a far fare le sperimentazioni sui loro prodotti a condividere i risultati in modo da utilizzare meno animali possibile) in modo di ottenere il profilo tossicologico di ognuna. Prevedono così facendo di salvare 4500 vite umane all'anno tra cancro indotto dal contatto con varie sostanze, avvelenamenti e altri problemi di salute.

Quindi, non fosse altro che per l'ultimo punto da me citato, certe ditte che dichiarano di produrre cruelty free potrebbero già oggi chiudere i battenti, perchè di fatto usano prodotti che non sono stati sperimentati trent'anni fa, ma che vengono sperimentati ADESSO.

Ma allora…? Il cruelty free è una bufala? Al momento sì, non c’è un cosmetico in commercio che sia uno che abbia ingredienti completamente esenti da sperimentazione animale o che non stiano per essere di nuovo sperimentati.
Cosa dice la legge: nel sesto emendamento alla direttiva 76/768/EEC (93/35/EEC), è stata chiaramente indicata la volontà di limitare l'uso degli animali nella sperimentazione per la sicurezza d'uso degli ingredienti ad uso cosmetico, incentivando l'uso di metodi alternativi alla sperimentazione animale. Nel settimo Emendamento è stata inoltre stabilita una data (11 marzo 2009), oltre la quale non sarà permessa la conduzione di test tossicologici in vivo; una deroga fino al 2013 è stata concessa per i test di tossicocinetica, tossicità a lungo termine e della riproduzione, end-points per i quali lo sviluppo di metodi alternativi è in netto ritardo. Tuttavia in questi ultimi tempi, ECVAM, il Centro Europeo per la Validazione dei Metodi Alternativi, fondato nel 1991 dalla Commissione Europea, nell'ambito del Joint Research Centre di Ispra, ha istituito una serie di Task Force costituite di esperti internazionali nei vari settori di competenza per dare nuovo impulso alla sviluppo di metodi adatti a settori complessi quali la tossicità sistemica e la tossicocinetica, con l'obiettivo di ottemperare alla richieste del Settimo Emendamento. Il settore dei cosmetici sta quindi funzionando da traino in questo ambito; infatti una volta validati, gli stessi metodi potranno essere utilizzati per la valutazione del potenziale tossico di tutte le categorie di sostanze chimiche.
Quindi per avere davvero il cruelty free (non quello solo di facciata) bisognerà aspettare almeno fino al 2013… nel frattempo chi basa i suoi consumi sulle ditte indicate dai vari siti internet animalisti, mi dispiace dirlo… ma sta solo andando ad ingrassare dei furboni.

Lola
avatar
SnowFlake

Numero di messaggi : 250
Età : 28
Località : Grosseto
Data d'iscrizione : 06.09.09

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quali detersivi usate in casa?

Messaggio Da meribosnia il Dom Dic 13, 2009 3:26 pm

SnowFlake ha scritto:Ci sono pareri molto controversi sui semi di pompelmo..io non li uso perchè all'interno si concentrano alte quantità di pesticidi a cui la pianta è stata sottoposta, comprese le piogge acide..
Comunque per igenizzare io uso l'o.e. di Tea Tree..c'è anche da dire che casa tua non è un ospedale..non è fondamentale igenizzare continuamente..
Io l'aceto lo utilizzo diluito insieme all'acqua calda come anticalcare e ammorbidente per la lavatrice, per pulire i vetri etc etc..ma comunque trovi tutto sul sito dei detersivi bioallegri..

l'aceto ti consiglio di non usarlo come ammorbidente perchè alla lunga rovina la lavatrice(Zago dixit) e neanche sull'acciaio del lavello perchè lo rende opaco

ot viviamo nella stessa città e scriviamo entrambe su lf e scts...
avatar
meribosnia

Numero di messaggi : 15
Età : 47
Località : toscana
Data d'iscrizione : 28.11.09

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quali detersivi usate in casa?

Messaggio Da Gipsy il Sab Feb 27, 2010 2:49 pm

Snowflake, ho letto tutto...
Ma i cosmetici biologici e vegani si salvano? O neppure quelli?
avatar
Gipsy

Numero di messaggi : 3810
Età : 33
Data d'iscrizione : 05.07.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quali detersivi usate in casa?

Messaggio Da SnowFlake il Dom Feb 28, 2010 9:41 am

no..ogni componente è stato testato..per legge..se c'è scritto prodotto non testato sugli animali si intende il prodotto finito e non è una grande prova di umanità..i cosmetici finiti non si possono testare per legge. Ogni componente è stato testato sicuramente, magari non personalmente da quella ditta ma in generale sì.

La scelta di usare prodotti ecologici o biologici sta nell' essere consapevoli ed informati se il loro processo produttivo ha inquinato o se inquineranno una volta immessi nell'ambiente e regolarsi di conseguenza.
I prodotti vegani sono prodotti senza l'impiego di sostanze derivate dagli animali o da un loro sfruttamento come ad esempio la lanolina o la cera d'api, o le proteine della seta o del latte ma non sono immuni nemmeno loro dai tests sugli animali.
Comprare YSL o bottega verde/erbolario etc etc è la stessa identica cosa: entrambi i prodotti contengono schifezze dal punto di vista ambientale e di pericolosità per l'uomo e sono entrambi testati sugli animali.
Chi dichiara di non testare il prodotto sugli animali vuole solo accaparrare una fetta di mercato non consapevole facendo i furbetti. Testare il prodotto finito non è legalmente consentito.
avatar
SnowFlake

Numero di messaggi : 250
Età : 28
Località : Grosseto
Data d'iscrizione : 06.09.09

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quali detersivi usate in casa?

Messaggio Da meribosnia il Dom Feb 28, 2010 10:32 am

dal punto di vista dei test i cosmetici sono tutti uguali

se invece volete un'analisi degli ingredienti e della loro efficacia ,potete andare sull'Angolo di Lola

lì sono stati analizzati moltissimi cosmetici, di marche famose e non , e viene dato un giudizio finale imparziale e libero da condizionamenti economici...
avatar
meribosnia

Numero di messaggi : 15
Età : 47
Località : toscana
Data d'iscrizione : 28.11.09

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quali detersivi usate in casa?

Messaggio Da Gipsy il Dom Feb 28, 2010 11:21 am

Ma se una casa cosmetica gli ingredienti li produce da sè, tutti naturali, per coltivazione biologica, senza conservanti, nè profumi ecc, non sono testati sugli animali, perchè direttamente coltivati e prodotti dall'azienda. O no?
avatar
Gipsy

Numero di messaggi : 3810
Età : 33
Data d'iscrizione : 05.07.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quali detersivi usate in casa?

Messaggio Da meribosnia il Dom Feb 28, 2010 12:03 pm

purtroppo no,qualcuno li deve aver testati,per legge da qualche parte ci deve essere una certificazione,fra l'altro ogni tanto salta fuori un componenete nuovo,anche tra i prodotti cosiddetti naturali

certo se vai ad un mercatino e compri qualche unguento fatto da un artigiano ,dubito che se la sia procurata..
se poi ,come molte,cominci a farti da te qualche prodottino facile facile..
avatar
meribosnia

Numero di messaggi : 15
Età : 47
Località : toscana
Data d'iscrizione : 28.11.09

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quali detersivi usate in casa?

Messaggio Da Stormy il Sab Mar 06, 2010 11:22 am

ma quindi, io che ho sempre comprato cosmetici bjobj (e altre marche di erboristeria) perché non sperimentati, ho solo buttato soldi? a sto punto vado a spalmarmi di creme l'oreal che mi piacciono anche di più XD
scherzi a parte, rischio di non uscirne più, devo andare avanti a sapone di aleppo?
avatar
Stormy

Numero di messaggi : 85
Età : 36
Località : salerno
Data d'iscrizione : 25.09.09

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quali detersivi usate in casa?

Messaggio Da Gipsy il Sab Mar 06, 2010 3:05 pm

Ma infatti! A me mi sa un pò impossibile questa cosa. Che senso avrebbe? Erbolario, bottega verde ecc. ok, non è che mi fidi molto ma quelli strettatemente biologici e certificati! Boh! E mi sta sulle palle questa cosa; uno si sbatte così per esser preso in giro, non è possibile, dai!
avatar
Gipsy

Numero di messaggi : 3810
Età : 33
Data d'iscrizione : 05.07.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quali detersivi usate in casa?

Messaggio Da SnowFlake il Dom Mar 07, 2010 2:24 pm

Ragazze mi dispiace ma è questa la verità..nessuno ha detto che diventare consumatori consapevoli sarebbe stato una passeggiata! Qualcuno quei principi attivi li ha testati...il prodotto finale no perchè è vietato per legge e nessuno può farlo.
Oltretutto 90% dei prodotti che si definiscono "verdi" o "naturali" di naturale forse hanno solo il cartone che lo riveste!
avatar
SnowFlake

Numero di messaggi : 250
Età : 28
Località : Grosseto
Data d'iscrizione : 06.09.09

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quali detersivi usate in casa?

Messaggio Da Stormy il Dom Mar 07, 2010 2:55 pm

beh no, aspetta bjobj la vendono anche su saicosatispalmi, quindi su quello sono sicura che sia verde, non ho mai comprato schifezze erbolario e bottega verde... comunque farò ulteriori ricerche, è ovvio che i principi attivi sono stati testati, ma le case produttrici si impegnavano a non usarne di nuove e quindi che non avevano bisogno di essere testate. tra l'altro fino a qualche anno fa il prodotto finito era ancora testato, non so, dopotutto chi è sta lola perché quello che dice sia oro colato? contatto le associazioni antispeciste e chiedo anche a loro spiegazioni al riguardo.
avatar
Stormy

Numero di messaggi : 85
Età : 36
Località : salerno
Data d'iscrizione : 25.09.09

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quali detersivi usate in casa?

Messaggio Da SnowFlake il Dom Mar 07, 2010 3:01 pm

http://lola.forumup.it/ lola ha questo forum, scrive anche su saicosatispalmi e mi pare che sia una chimica come fabrizio zago (mi pare però), quelle ricerche le ha fatte lei personalmente perchè stufa di essere presa in giro dalle case cosmetiche che si spacciavano per amiche degli animali.

La bjobj è ottima (la uso pure io)..io parlavo di erbolario e le altre segate tipiche delle erboristerie..
avatar
SnowFlake

Numero di messaggi : 250
Età : 28
Località : Grosseto
Data d'iscrizione : 06.09.09

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quali detersivi usate in casa?

Messaggio Da Stormy il Dom Mar 21, 2010 7:59 pm

http://www.promiseland.it/images/news/2006/promiseland_crueltyfree.pdf

a questo punto, sta a noi fidarci o meno delle ditte in questione... io mi fido e continuerò a scegliere le aziende presenti nella lista.
avatar
Stormy

Numero di messaggi : 85
Età : 36
Località : salerno
Data d'iscrizione : 25.09.09

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quali detersivi usate in casa?

Messaggio Da patvally il Mer Mag 05, 2010 12:13 pm

Io per quanto riguarda i cosmetici utilizzo la remediaerbe e sono sicura che non testano niente sugli animali. Questo è il loro sito: www.remediaerbe.it
Le materie prime se le coltivano da soli ed hanno una certificazione biologica.
Per i detersivi cerco di utilizzare quelli più biologici possibili; mi hanno consigliato di utilizzare i prodotti di questo sito: www.officinanaturae.com/detersivi.php
Qualcuna di voi li utilizza?
avatar
patvally

Numero di messaggi : 95
Età : 34
Località : Ravenna
Data d'iscrizione : 26.04.10

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quali detersivi usate in casa?

Messaggio Da sea il Mer Mag 05, 2010 1:27 pm

Io li uso, sono buonissimi, ne basta davvero poco perchè sono molto concentrati! Potranno sembrarti un pò cari, ma in realtà proprio per il fatto che ne usi di meno costano come quelli commerciali, con l'aggiunta che sono eco-bio
avatar
sea

Numero di messaggi : 5461
Età : 40
Data d'iscrizione : 19.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quali detersivi usate in casa?

Messaggio Da Gipsy il Gio Mag 06, 2010 9:34 am

Anch'io, ora che siamo soli, uso solo detergenti eco-bio. Stavolta ho preso quelli Almacabio. E' vero che sembrano carucci, ma durano tantissimo!
avatar
Gipsy

Numero di messaggi : 3810
Età : 33
Data d'iscrizione : 05.07.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quali detersivi usate in casa?

Messaggio Da Gipsy il Lun Ago 09, 2010 11:56 am

Mi servirebbero dei consigli per il mio nuovo appartamento.
Ho il fornello in vetro ceramica, a luce e non so come pulirlo!
Lo lavo con il detersivo bio per i piatti e poi passo il panno in microfibra e un altro panno rosa miracoloso e viene bene, in generale. A parte le macchie d'acqua che sembrano inglobarsi nel materiale e non voler andarsene più! Come cavolo si tolgono?? Con quest'anda tra pochi mesi avrò tutto il vetro macchiato!

Quesito number 2.
Abbiamo la lavastoviglie che, però, uso poco perchè non mi sta molto simpatica. Con le istruzioni tutte in tedesco, quindi già è buona se ho capito come si accende. Metto le pasticchine biologiche e mio marito ha messo il limone al posto del brillantante. Però non ho messo il sale. Mia mamma dice che è necessario, ma noi abbiamo l'acqua molto dolce e non so se sia necessario davvero. E se sì come faccio a sapere quando è finito se non ho nessuna spia che me lo indica?
avatar
Gipsy

Numero di messaggi : 3810
Età : 33
Data d'iscrizione : 05.07.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quali detersivi usate in casa?

Messaggio Da dipkick il Ven Set 03, 2010 6:08 am

gipsy, purtroppo non ti so aiutare nè per fornello nè lavastoviglie Neutral
ragazze, io ho trovato lo smacchiatore del secolo!!!
OLIO DI EUCALIPTO!!! puro su un batuffolino o straccetto per macchie piccole e ostinate , diluito in acqua per superfici più grqandi tipo pavimenti o piastrelle del bagno (avete presente le stramaledette fughe ???) è allucinante! Shocked casomai se una superficie è delicata o colorata provatelo prima su un'area piccola e nascosta, chè non vorrei vosse troppo pulente
l'altro giorno stavo pulendo il frigo appena comprato su ebay e c'erano macchia che avevo provato a togliere con aceto, candeggina, olio di gomito, ma niente! mi ero rassegnata quando alle fine ho detto, passiamo un po' di eucalipto per profumare e pouf! macchie sparite alla prioma passata!
avatar
dipkick

Numero di messaggi : 2088
Età : 34
Località : Perth-Australia
Data d'iscrizione : 24.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quali detersivi usate in casa?

Messaggio Da tomoe il Ven Set 03, 2010 6:18 am

E dove si compra? ma olte a pulire bene i pavimenti ha anche un buon profumo?
avatar
tomoe

Numero di messaggi : 1581
Età : 37
Località : Ardea - Roma
Data d'iscrizione : 17.03.10

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quali detersivi usate in casa?

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 1 di 3 1, 2, 3  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum