Adozione

Pagina 2 di 3 Precedente  1, 2, 3  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: Adozione

Messaggio Da ArdathLilith il Mar Mar 17, 2015 2:17 pm

Anche io, Mulan, a quel punto penso proprio di preferire una creatura che già c'è e a cui posso pensare, in modo magari megalomane, di dare una mano, piuttosto che "incaponirmi" e andare a creare un'altra creatura che comunque non cresce dentro di me e non ha i geni miei (o del partner)...
avatar
ArdathLilith

Numero di messaggi : 2716
Età : 37
Data d'iscrizione : 19.02.11

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Adozione

Messaggio Da MissPat il Mar Mar 17, 2015 2:23 pm

ArdathLilith ha scritto:Secondo me sarai sempre, sempre mamma...  I love you
I love you I love you

Mulan, intendo che è opinione "culturale" comune: "non riesci ad avere figli? allora adotta". Viene vista come una sorta di scappatoia, non so come dire, è "l'alternativa ultima" per diventare genitori. E' questo che non mi condivido; sarebbe bello se questo tipo di scelte venisse discusso indipendentemente dall'infertilità.
avatar
MissPat

Numero di messaggi : 5983
Età : 39
Località : Castellanza
Data d'iscrizione : 22.08.11

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Adozione

Messaggio Da mulan il Mar Mar 17, 2015 2:42 pm

Ah certo, che spesso se ne parla trattando la cosa con una banalità disarmante sono d'accordo.

Senza contare che purtroppo la burocrazia è davvero tiranna e gli esborsi economici sono enormi nel caso di adozione internazionale: degli amici di famiglia hanno intrapreso il cammino dell'adozione nazionale proprio perché le spese dell'adozione internazionale si aggiravano intorno alle migliaia di euro, e in più richiedevano dei viaggi che erano altre spese non indifferenti, senza contare le assenze dal lavoro. Il problema però è che le adozioni nazionali hanno anche più "incognite", spesso può capitare che ci sia un bambino da adottare, ti chiamano per il colloquio e poi magari non se ne fa nulla...e può capitare diverse volte eh! Ci vuole anche tanta forza per reggere tutte queste possibili delusioni...
Secondo me se si snellissero le pratiche sarebbe un vantaggio per tutti, per i "candidati genitori" e anche per i bambini, ma chissà se e quando la situazione si sbloccherà. No
avatar
mulan

Numero di messaggi : 3268
Età : 28
Data d'iscrizione : 30.08.11

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Adozione

Messaggio Da Artemide il Mar Mar 17, 2015 2:50 pm

Sono convinta che uno dei motivi principali per cui la maggior parte delle persone considera l'adozione come ultima alternativa e non come normale possibilità dipenda proprio da tutta la burocrazia che ci sta dietro. Magari una coppia con già un figlio sarebbe felice di adottare ma si scoraggiano per quello che li attende
avatar
Artemide

Numero di messaggi : 2379
Età : 24
Data d'iscrizione : 22.12.13

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Adozione

Messaggio Da Jillian il Mar Mar 17, 2015 4:17 pm

Per rispondere alla domanda originaria di Ardath io mi sento di usare le stesse parole di Goldie
goldie ha scritto:Secondo me è più facile pensare all'adozione quando hai già avuto un figlio tuo *** ...nel senso che quando hai sperimentato la maternità di pancia hai più spazio per voler sperimentare la maternità del cuore....
Quindi penso che se dovessi avere problemi di concepimento proverei come prima cosa le tecniche di fecondazione assistita. Non sono molto informata a riguardo, ma alcune non le vedo come una cosa "contro natura", nè sono contraria alla eterologa.
Come ho già scritto da qualche parte io personalmente ho tanta voglia di gravidanza, intesa proprio come dice Goldie di pancia e di parto, ed è un sogno a cui non rinuncerei facilmente.
Penso semplicemente che l'adozione e la gravidanza diano vita a due forme di maternità diverse. Concepisco molto di più l'adozione in famiglie che hanno già figli (anche se poi subentrano le lungaggini burocratiche e i costi elevati di cui avete parlato) perchè hanno già idea di cosa voglia dire "avere un figlio". Io adesso sarei pronta ad avere un figlio generato da me, invece penso che avrei difficoltà a fare "spazio nel cuore" per un bambino, più o meno grande, che arriva "dall'esterno".
Magari sono io che devo ancora crescere e maturare un po', o  magari è un percorso che non va bene per tutti o che cmq richiede molta preparazione psicologica a riguardo.
Mi piacerebbe invece adottare nel momento in cui avrò già altri figli, però credo veramente che reddito e condizioni di vita siano molto rilevanti. Avevo sentito che anche la casa deve avere certi parametri.
avatar
Jillian

Numero di messaggi : 4760
Età : 31
Data d'iscrizione : 26.08.12

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Adozione

Messaggio Da Sharon il Mar Mar 17, 2015 5:27 pm

Io mi trovo in linea con Jil, oggi non sarei pronta per un'adozione...detto questo credo che in ogni caso i costi e i parametri siano abbastanza proebitivi, diverso forse per l'affidamento che peró è una cosa diversa...
avatar
Sharon

Numero di messaggi : 3942
Età : 29
Località : milano
Data d'iscrizione : 06.06.11

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Adozione

Messaggio Da cinciarello il Mar Mar 17, 2015 8:48 pm

ArdathLilith ha scritto:
Certo, oggi si parla di tutta la fertilizzazione artificiale e del fatto che sia un "diritto per tutti", ma io penso a questo pianeta stracarico di bambini che già soffrono, che stanno male, che sono soli e che magari moriranno e mi dico... ma anziché intestardirmi, non posso prendere uno di loro e amare uno di loro come fosse nato da me, crescerlo, fargli da mamma e "sgravare" il mondo da una piccola (ma enorme) particella di dolore?

veramente potrei non aggiungere altro, tanto questo pensiero rispecchia in pieno quello che penso da tanto tempo...

trovo immorale il modo in cui lo stato si sia appropriato del diritto dei bambini sfortunati di avere una famiglia rendendo l'adozione una pratica che ci si deve poter permettere economicamente, come allo stesso modo è pronto a togliere figli naturali a chi si trova in difficoltà...ma...aiutare mai eh???

il diritto di un bambino ad essere amato ed il diritto di una coppia a formare una famiglia non sono nemmeno all'ultimo posto.

Detto questo vi confesso che io avrei voluto tanto adottare, da sempre, e molto più che restare incinta e partorire che, a dirla tutta, non mi ha mai interessata particolarmente come esperienza...mi piaceva l'idea di poter convogliare amore ed energia pulita in un nucleo creato da me, da un mio ipotetico marito e da uno o più bimbi che potevano così finalmente dire addio alla sfortuna...
lo so...in questo mondo, forse, risulto patetica...ma nel mio mondo ci sarebbe posto solo per situazioni così.
Poi il destino mi ha fatta innamorare di un uomo che un figlio già lo ha, che per il fatto che è separato deve praticamente dire addio all'intero stipendio e allora ringrazio il cielo di avere un lavoro e una casina piccola dove possiamo stare in due, ma non in 3 (specialmente se i bisogni del 3° li dovesse "valutare" lo stato) e cerco di vivere la mia vita al meglio...ma certo se mi fermo a pensare mi viene una rabbia certe volte... I love you
avatar
cinciarello

Numero di messaggi : 6081
Età : 44
Data d'iscrizione : 10.04.10

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Adozione

Messaggio Da Jillian il Mar Mar 17, 2015 9:00 pm

Cincia è un vero peccato che non ci sia (ancora) riuscita, data la predisposizione che senti...non sei per niente patetica, anzi non è una cosa da tutti (come appunto ho detto prima, io ora non ce la farei).
Spero che le circostanze cambino e vi consentano di coronare questo desiderio I love you
avatar
Jillian

Numero di messaggi : 4760
Età : 31
Data d'iscrizione : 26.08.12

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Adozione

Messaggio Da sea il Mar Mar 17, 2015 9:01 pm

A me prima di avere figli l'idea di adottare un bimbo piaceva moltissimo....anzi ti dirò che mi sembrava anche più giusta di avere un figlio proprio.
Col tempo però mi sono comunque sorti dei dubbi.
Ad esempio...non riuscirei ad accogliere così da zero un bambino che sia più grande di 1/2 anni. Non riesco ad immaginarmi a dover costruire un rapporto con un bambino già grande o con un adolescente ad esempio.
E ho visto che nella maggior parte dei casi passa così tanto tempo che i bambini adottati hanno in genere da 5 ai 7 anche 8 anni.
Poi secondo me bisogna distinguere l'affido dall'adozione Ardath...perchè io credo che quando un bambino te lo devono dare per sempre alla precarietà economica ci guardano eccome. Nell'affido il piccolo rimane in una famiglia per poco tempo...a volte anche solo qualche mese...ecco io ad esempio non ce la farei proprio a percorrere la strada dell'affido...troppo dolorosa.....bellissimo e gratuito atto d'amore...ma io non reggerei al dolore della separazione continua.
Comunque io ho avuto in famiglia anche esperienze di adozioni "non riuscite"...nel senso che il rapporto non si è mai creato. Una mia cugina è stata adottata...la madre parla di lei sempre in termini economici.....come se la figlia le dovesse sempre qualcosa....e lei vorrebbe invece tornare nel suo paese e ritrovare la sua madre biologica.
Anche una delle mie più care amiche è stata adottata...e sempre lo stesso....la madre e il padre le rinfacciano sempre tutto quello che le hanno dato, la vita che le fanno fare eccetera.
E comunque tutte le persone che conosco io che hanno adottato hanno un buon lavoro, solido e abbastanza remunerativo.
Non credo che diano in adozione un bambino ad una precarissima della scuola e ad un rappresentante di libri a partita iva Shocked
Io credo che la strada per l'adozione sia molto delicata e complessa e non solo per la burocrazia...tipo come fai a scegliere a quale bambino dire di si e a quale dire di no? E se ti proponessero un bambino malato cosa faresti? Molte volte sono proprio loro ad essere abbandonati.
Io queste domande me le sono poste dopo aver avuto tra le braccia la mia bambina reale....dopo aver visto quanto la maternità abbia mille sfaccettature....dopo aver visto quanto è dura anche quando il figlio l'ho fatto io.
Io credo che sia una strada mooolto difficile, penso che in teoria sia tutto molto facile...ma in pratica non lo so se veramente riuscirei a farlo
In teoria accoglierei nella mia casa tutti i bambini abbandonati del mondo...ma in pratica non mi sento adesso così coraggiosa.
avatar
sea

Numero di messaggi : 5461
Età : 40
Data d'iscrizione : 19.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Adozione

Messaggio Da ArdathLilith il Mer Mar 18, 2015 7:39 am

Gli interrogativi che ti poni, Sea, sono gli stessi che mi pongo io, comunque. E se il bambino è malato? E se non si integra? E se sarà in conflittualità con la famiglia?
Tuttavia, nel mio profondo, mi sono resa conto che sono gli stessi interrogativi che ho con un figlio naturale. Chi mi dice che non entri in conflitto con Leo? Chi mi dice che non si ammali dopo la nascita (la diagnosi prenatale può arrivare fin lì), e così via?
Accidenti, mi fa molto bene questo confronto, perché più ci penso, più l'adozione mi sembra essere un modo per essere mamma che mi potrebbe essere congeniale.

Per quanto riguarda l'affido, ci sono varie casistiche: nel caso di mia sorella affidataria, ad esempio, e di tutti i suoi 3 fratelli e sorelle, l'affido è stato "permanente": in Italia, infatti, NON si può adottare a meno che il genitore non sia deceduto (e la patria potestà la tolgono veramente in rarissimi casi, nemmeno quando fai vivere i tuoi figli in casa con un tossicodipendente che li picchia e tu li porti con te quando ti prostituisci, giusto per fare un esempio). Quindi, cos'è successo? Mia sorella e i suoi fratelli sono stati "affidati" a famiglie affidatarie, ma in realtà era chiaro che la situazione della madre era irrecuperabile, infatti tutti i ragazzi sono rimasti fino alla maggiore età con le famiglie affidatarie - e anche dopo, per libera scelta. Certo, è un "rischio" e ci sono ovviamente dei casi di affido come quelli che descrivi tu, ossia di famiglie che hanno temporaneamente bisogno di supporto, e in cui i figli poi ritornano. Ma diciamo che i casi sono abbastanza "chiari", in certe circostanze. Poi va beh, i miei non volevano adottare un'altra figlia, volevano solo aiutare qualcuno, lasciando comunque la porta aperta. Il fatto che lei abbia deciso di restare dipende da tanti fattori.

Ecco, io penso che prenderò ispirazione dai miei genitori, che spesso critico e con cui ho tante, tante differenze. Se, come è successo a loro, arrivata a un certo punto della mia vita, avrò una stabilità economica di un certo tipo, allora penserò ad allargare la mia famiglia tramite adozione o affido. Questa idea, a differenza di un'altra maternità, mi sembra veramente... golosa!
avatar
ArdathLilith

Numero di messaggi : 2716
Età : 37
Data d'iscrizione : 19.02.11

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Adozione

Messaggio Da Jillian il Mer Mar 18, 2015 7:53 am

ArdathLilith ha scritto:in Italia, infatti, NON si può adottare a meno che il genitore non sia deceduto (e la patria potestà la tolgono veramente in rarissimi casi, nemmeno quando fai vivere i tuoi figli in casa con un tossicodipendente che li picchia e tu li porti con te quando ti prostituisci, giusto per fare un esempio).

Ardath mi hai fatto ritornare in mente un episodio della mia adolescenza a cui non pensavo più da tanto. Quando ero in prima superiore ero diventata molto amica di una ragazza della mia età che stava in una casa comunità; frequentava spesso casa nostra e addirittura aveva passato il Natale con noi, perchè mia mamma è una persona come te e Cincia, ha questo senso di protezione e accudimento verso chi soffre. Ci eravamo molto affezionati.
Anche lei aveva tanti fratelli e sorelle sparsi per il nord Italia, mentre i più piccoli stavano ancora con la madre, che in pratica aveva scelto quali dei 13 figli tenere con sè e quali no (immaginatevi il peso che questi figli si porteranno dietro per sempre). I miei genitori si erano informati sulle pratiche burocratiche ma la comunità ci aveva detto che finchè il genitore la voleva continuare a vedere, anche se solo una volta all'anno o meno, non era adottabile
Quindi molti bambini non possono essere adottati per puro egoismo dei genitori.
Pensavamo all'affido ma poi addirittura da un giorno con l'altro l'hanno trasferita in un'altra città e non ci hanno voluto nè dire dove nè metterci in contatto con lei Tanto per dire gli ostacoli concreti che si incontrano nella realtà anche per colpa dei servizi sociali. Spero che nei 15 anni che sono passati le cose siano un po' migliorate.
avatar
Jillian

Numero di messaggi : 4760
Età : 31
Data d'iscrizione : 26.08.12

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Adozione

Messaggio Da nike il Mer Mar 18, 2015 8:38 am

Io la penso sostanzialmente come Ardath. Per diversi motivi, molti dei quali ha espresso lei. Aggiungo che ho visto personalmente coppie devastate dai tentativi di fecondazione, perché tra sbalzi ormonali, sesso programmato, tutta l'attenzione della coppia concentrata lì, dispendio economico.... li ho visti arrivare all'orlo della separazione.
E poi io non riesco a non fare un pensiero globale: che senso ha che io mangi biologico, cerchi di ridurre l'inquinamento, mi occupi del mondo in questo senso, e poi non pensi che è un pianeta sovrappopolato, pieno di bambini soli? Per me non ha senso forzare la Natura, e credo che la genitorialità non sia una questione puramente fisica.
Rispetto ai casi citati di genitori che rinfaccino, probabilmente si tratta di persone che non erano pronte ad essere genitori, e non lo sarebbero stati neanche con un figlio proprio.
Oltre al fatto che non è che un figlio proprio garantisce la relazione; noto che spesso qui, forse perché di media siamo (siete ) mamme giovani di figlii piccoli, si pensa sempre alla famiglia come un posto idilliaco, poi parliamo delle nostre famiglie di origine, dei nostri rapporti con i nostri fratelli, e apriti cielo! Questo per dire che anche i figli portati in grembo possono arrivare ai 20 anni ed essere persone orribili, che non hanno con noi una relazione sana, che diventano completamente diversi da noi e dai nostri valori, che litigano con i fratelli appena li vedono, o magari non li vedono.... insomma, sono un po' fatalista su questo, e ritengo che la garanzia della riuscita non c'è, né in un caso né nell'altro.
Con questo rispetto assolutamente il percorso che uno sceglie di fare, è soltanto la mia visione della cosa.
avatar
nike

Numero di messaggi : 5592
Età : 45
Località : Toscana
Data d'iscrizione : 11.06.09

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Adozione

Messaggio Da ArdathLilith il Mer Mar 18, 2015 10:57 am

nike ha scritto:E poi io non riesco a non fare un pensiero globale: che senso ha che io mangi biologico, cerchi di ridurre l'inquinamento, mi occupi del mondo in questo senso, e poi non pensi che è un pianeta sovrappopolato, pieno di bambini soli? Per me non ha senso forzare la Natura, e credo che la genitorialità non sia una questione puramente fisica.
Questo concetto, con parole leggermente diverse ma nemmeno troppo, è quello che mi ha espresso il mio compagno. Proprio tirando in ballo un sistema di valori (della decrescita in generale) che abbiamo fatto nostro.
E non posso fare a meno di sottoscrivere in pieno.
Forse è anche per la "fortuna" che ho avuto di cercare e trovare seduta stante Leo che ora mi sento più aperta a questo approccio? Chissà.
avatar
ArdathLilith

Numero di messaggi : 2716
Età : 37
Data d'iscrizione : 19.02.11

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Adozione

Messaggio Da Jillian il Mer Mar 18, 2015 2:14 pm

nike ha scritto:
E poi io non riesco a non fare un pensiero globale: che senso ha che io mangi biologico, cerchi di ridurre l'inquinamento, mi occupi del mondo in questo senso, e poi non pensi che è un pianeta sovrappopolato, pieno di bambini soli? Per me non ha senso forzare la Natura, e credo che la genitorialità non sia una questione puramente fisica.
Domanda volutamente provocatoria: allora questa non è una riflessione che dovrebbe fare anche una coppia che è in grado di concepire e procreare? Il sovrappopolamento di bambini soli vale per tutti e non solo a chi non riesce a concepire "naturalmente".
E tra le utenti di questo forum che generalmente è abbastanza orientato all'ecobio, quante mamme hanno adottato anzichè partorire figli concepiti da sè?
avatar
Jillian

Numero di messaggi : 4760
Età : 31
Data d'iscrizione : 26.08.12

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Adozione

Messaggio Da nike il Mer Mar 18, 2015 2:49 pm

E' provocatoria, ma non la trovo molto logica. Un conto è spingere forzatamente per ottenere una cosa che per motivi vari il mio corpo non riesce a sostenere, arrivando ad una serie di pratiche che forzano il mio corpo, la natura, l'essenza stessa della nascita, per quanto mi riguarda, perché in natura si genera nel calore mentre con le pratiche assistite si genera dal freddo, e questa per me equivale a snaturare parecchio l'intera faccenda.
Altro è scegliere di non fare figli per adottare, mi sembra una scelta davvero parecchio forte, potrei apprezzare chi lo fa, ma non mi pare un salto così logico.
Mentre per esempio ho delle idee abbastanza analoghe rispetto ad un certo numero di figli, ma qui cambiamo tema....
avatar
nike

Numero di messaggi : 5592
Età : 45
Località : Toscana
Data d'iscrizione : 11.06.09

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Adozione

Messaggio Da fatina il Mer Mar 18, 2015 2:50 pm

Io sinceramente non so se sarei pronta per adottare un figlio; l'adozione, soprattutto qui in italia, è un percorso solitamente lungo e complesso, che mette la famiglia in discussione e che non sempre si conclude in modo positivo e non so se ce la farei. Se a questo si aggiunge la possibilità che il bambino adottato arrivi già grandicello e con un trascorso non facile alle spalle il cerchio si chiude: non mi sento davvero pronta ad accettare tutto questo. Non si possono mettere sullo stesso piano un figlio naturale e un figlio adottato all'interno delle dinamiche di una coppia e della famiglia in generale: sono entrambi atti d'amore, ma non sono intercambiabili.
Per quel che riguarda i discorsi della sovrappopolazione vi invito, se lo trovate, a guardare il documentario "population boom" di Werner Boote: mi ha suscitato tante riflessioni in merito quando lo vidi lo scorso anno a Cinemambiente.
Detto questo, una mia cara amica ha adottato un bimbo negli USA e ha raccontato la sua storia in un blog, se siete interessate vi mando il link in pvt. Preparatevi a leggere una storia più simile a Juno che a quella di un'adozione internazionale più comune alle nostre latitudini: lei è andata a prendersi il bimbo direttamente in ospedale quando era appena nato e tutti gli anni tornano un paio di volte dalla mamma e dal babbo.
avatar
fatina

Numero di messaggi : 1472
Età : 35
Data d'iscrizione : 09.08.13

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Adozione

Messaggio Da Jillian il Mer Mar 18, 2015 3:08 pm

nike ha scritto:E' provocatoria, ma non la trovo molto logica. Un conto è spingere forzatamente per ottenere una cosa che per motivi vari il mio corpo non riesce a sostenere, arrivando ad una serie di pratiche che forzano il mio corpo, la natura, l'essenza stessa della nascita, per quanto mi riguarda, perché in natura si genera nel calore mentre con le pratiche assistite si genera dal freddo, e questa per me equivale a snaturare parecchio l'intera faccenda

Io al contrario non me la sentirei di giudicare in modo così estremo chi sceglie di ricorrere alla PMA, in particolare se non ci si è passati, ma probabilmente questo deriva dal fatto che non sono in linea con il tuo pensiero sulla vita generata tramite PMA.
La riflessione sull'ecobio e sul sovrappopolamento è molto bella, ma - dal mio punto di vista - non è molto logico eleggerla a scelta più "naturale" solo per chi ha difficoltà di concepimento. Mi sembra un ritorno un po' forzato ad una sorta di "selezione naturale" dove solo il gene più forte ha diritto a essere portato avanti (ma non voglio andare O.T.).

avatar
Jillian

Numero di messaggi : 4760
Età : 31
Data d'iscrizione : 26.08.12

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Adozione

Messaggio Da goldie il Mer Mar 18, 2015 3:13 pm

Jillian ha scritto:
nike ha scritto:E' provocatoria, ma non la trovo molto logica. Un conto è spingere forzatamente per ottenere una cosa che per motivi vari il mio corpo non riesce a sostenere, arrivando ad una serie di pratiche che forzano il mio corpo, la natura, l'essenza stessa della nascita, per quanto mi riguarda, perché in natura si genera nel calore mentre con le pratiche assistite si genera dal freddo, e questa per me equivale a snaturare parecchio l'intera faccenda

Io al contrario non me la sentirei di giudicare in modo così estremo chi sceglie di ricorrere alla PMA, in particolare se non ci si è passati, ma probabilmente questo deriva dal fatto che non sono in linea con il tuo pensiero sulla vita generata tramite PMA.
La riflessione sull'ecobio e sul sovrappopolamento è molto bella, ma - dal mio punto di vista - non è molto logico eleggerla a scelta più "naturale" solo per chi ha difficoltà di concepimento. Mi sembra un ritorno un po' forzato ad una sorta di "selezione naturale" dove solo il gene più forte ha diritto a essere portato avanti (ma non voglio andare O.T.).


Jillian, come spesso accade, mi trovo pienamente d'accordo con te.

Generazione dal freddo?
Mi risulta che l'amore che genera un figlio , sia che scaturisca da una pratica di fecondazione assistita, da un rapporto sessuale, o dall'adozione sia sempre amore e anche bello caldo!

provoco e vado ot...allora secondo questo ragionamento anche combattere una malattia con la scienza e le moderne pratiche scientifiche è contro natura...dato che la natura ci ha selezionato e fatto ammalare dobbiamo morire a prescindere senza lottare ... così come se  ci avesse selelzionato per non avere figli dovremmo lasciar perdere e basta......
avatar
goldie

Numero di messaggi : 1264
Età : 36
Data d'iscrizione : 08.02.13

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Adozione

Messaggio Da nike il Mer Mar 18, 2015 3:38 pm

Però scusate se vogliamo parlarne ok, vanno benissimo i confronti tra punti di vista diversi, se dev'essere un continuo "allora provoco, allora esagero, allora quindi sostieni che...." no grazie!
Ardath ha espresso un pensiero, io ho condiviso ed ampliato. Io non ho giudicato in modo estremo nessuno, ho espresso un'opinione su una questione, senza giudicare nessuno, ma esponendo il mio punto di vista.
Per quanto riguarda il freddo e il caldo ne parlavo da un punto di vista puramente fisico, che non ha a che fare con l'amore, ma con la fisica!
Comunque, Goldie, non mi provochi particolarmente sulla medicina, perché è risaputo quanto io sia contraria all'accanimento terapeutico al punto che quando mi ci sono trovata ho chiesto di non rianimare.
Non ho neanche parlato di lasciar perdere in caso di sterilità, ho parlato di accanimento.
Non è che il provocare fino all'esasperazione aiuto molto la condivisione, se posso permettermi.
avatar
nike

Numero di messaggi : 5592
Età : 45
Località : Toscana
Data d'iscrizione : 11.06.09

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Adozione

Messaggio Da goldie il Mer Mar 18, 2015 3:47 pm

nike ha scritto:
Per quanto riguarda il freddo e il caldo ne parlavo da un punto di vista puramente fisico, che non ha a che fare con l'amore, ma con la fisica!
C

è qui che non mi trovi d'accordo, perchè comunque l'amore c'è! I love you

comunque non serve scaldarsi! era una provocazione non diretta a te in particolare, so come la pensi sulla medicina, ma in generale , era semplicemente un mezzo per esprimere il mio pensiero
(io fra l'altro non ho parlato di accanimento terapeutico, a quello non sono nemmeno favorevole! ma semplicemente ad usare la scienza per curarsi, che sia un tumore preso in tempo o una polmonite!)

peace and love, non era mia intenzione esasperare nessuno, ho solo espresso, come tutti in questo topic, la mia opinione!  
(poi sarà che mi sento così pacifica da quando sono incinta che  portare le persone all'esaperazione non è proprio il mio scopo!  )


Ultima modifica di goldie il Mer Mar 18, 2015 3:49 pm, modificato 1 volta
avatar
goldie

Numero di messaggi : 1264
Età : 36
Data d'iscrizione : 08.02.13

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Adozione

Messaggio Da ArdathLilith il Mer Mar 18, 2015 3:49 pm

I toni di Nike sono più netti dei miei, e comunque li condivido. Io cammino sulle uova, in questi argomenti, perché a volte mi sento così "privilegiata" per il percorso che mi è stato dato che mi pare scortese (!!!) essere troppo assertiva nei confronti di chi si accanisce. D'altra parte, il termine che usi, Nike, per me è corretto: accanimento. E anche io sono contraria a qualsiasi suo aspetto, e anzi sto crescendo molto, sto facendo un percorso che riguarda anche il concetto di malattia, guarigione ed equilibrio... e penso sempre di più che una persona che è disposta a martoriare il suo corpo per forzarlo a fare qualcosa che non è fisicamente in grado di fare (concepire, sopravvivere nel coma, e altri esempi) sia una pratica a me incomprensibile e che tutto sommato non denota grande equilibrio in chi la compie. Perché anche l'accettazione fa parte di un sano rapporto con l'esistenza, e accettare che non abbiamo il potere di fare certe cose che ci siamo immaginati di fare... beh è una parte fondamentale della crescita dell'individuo.
Sul caldo e freddo non ho molto capito nemmeno io, ma penso che tu stia facendo riferimento a principi di medicina che magari non abbiamo come base culturale comune...
avatar
ArdathLilith

Numero di messaggi : 2716
Età : 37
Data d'iscrizione : 19.02.11

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Adozione

Messaggio Da goldie il Mer Mar 18, 2015 3:56 pm

sono d'accordo, come ho scritto nell'ultimo post della pagina precedente alla vostra visione sull'accanimento.

E la condivido anche per quanto riguarda la fecondazione.
Ok a non accanirsi e martoriarsi per anni o tentare di fare un figlio a 50 anni e passa ma.... credo che almeno una coppia possa fare qualche tentativo senza che sia considerata una faccenda contro natura!

Quindi un conto è qualche tentativo...un conto è decenni di accanimento!

Poi come te ho sempre un po' di timore ad affrontare tale argomenti, proprio perchè Giorgino è arrivato subito e sento di non poter riuscire a capire appieno la situazione di chi la vive...
Come posso capire? come posso mettermi nei loro panni? Adesso dico che provarci x anni sarebbe accanimento ma... come mi sarei comportata io se mi fosse veramente accaduto? Faccio presto io a parlare di accettazione di una cosa che a me è risucita facile....
ecco se ci penso mi viene un po' di angoscia....
avatar
goldie

Numero di messaggi : 1264
Età : 36
Data d'iscrizione : 08.02.13

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Adozione

Messaggio Da Jillian il Mer Mar 18, 2015 4:54 pm

nike ha scritto: Non è che il provocare fino all'esasperazione aiuto molto la condivisione, se posso permettermi.

Nike in realtà io, proprio nell'ottica della condivisione di punti di vista diversi, mi sono sentita di dare un'interpretazione differente da quella che stava passando come "opinione maggioritaria" su Adozione Vs PMA, dato che siamo all'interno di un forum che tratta di fertilità e che quindi è frequentato anche da persone che hanno problemi in questo campo e che si trovano a dover vivere determinate scelte.
Per contestualizzare ulteriormente i miei interventi e sempre in un'ottica di rispetto reciproco, io intendevo dire che è molto bello affermare che siamo tutte favorevoli all'adozione, ma un conto è dirlo e un conto è farlo e secondo me sono affermazioni che hanno pesi diversi se esternate da chi non ha figli, da chi ne ha solo di suoi o da chi effettivamente in questi percorsi ci si è trovata. Così come non mi sento di entrare nel merito del quanto e del come una coppia dovrebbe sperimentare le pratiche di PMA.
Detto questo assolutamente nessun rancore o intento di esasperare
avatar
Jillian

Numero di messaggi : 4760
Età : 31
Data d'iscrizione : 26.08.12

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Adozione

Messaggio Da Artemide il Mer Mar 18, 2015 5:14 pm

goldie ha scritto:

E la condivido anche per quanto riguarda la fecondazione.
Ok a non accanirsi e martoriarsi per anni o tentare di fare un figlio a 50 anni e passa ma.... credo che almeno una coppia possa fare qualche tentativo senza che sia considerata una faccenda contro natura!

Quindi un conto è qualche tentativo...un conto è decenni di accanimento!
infatti Goldie io ritengo "contro natura" quelli che si accaniscono e continuano a provare più e più volte anche per diversi anni. Idem per le donne che si sottopongono a questi trattamenti in età molto avanzata, per poter pretendere una gravidanza.
Non sono contraria alla fecondazione artificiale a prescindere, anzi benvenga! Ma all'abuso che se ne può fare in alcuni casi sono fermamente contraria.
Fine OT.
avatar
Artemide

Numero di messaggi : 2379
Età : 24
Data d'iscrizione : 22.12.13

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Adozione

Messaggio Da sea il Mer Mar 18, 2015 6:06 pm

Anche io sono contraria all'accanimento...e questo discorxso lo faccio anche su me stessa...nel senso che di sicuro ritenterò...ma non voglio assolutamente accanirmi e passare attraverso tante esperienze devastanti pur di avere un figlio.
Però non mi metto a confronto con chi un foglio non ce l'ha mai avuto...non credo che sia facile passare direttamente al bambino senza passare dalla pancia...è un percorso che trovo poco naturale pure quello.
La gestazione serve anche a preparare il cuore...poi possiamo anche fare tanta poesia e dire che può anche esistere una gestazione spirituale...però mica facile eh?
Io credo che non ci sia niente di male nel volere dei figli propri, nel starci male, nel non voler capitolare....deve essre una grande sofferenza...perchè in parte la sto provando....nel senso che io una figlia ce l'ho già e però non ci trovo niente di male a desiderarne un altro mio, a desiderare di portarlo nella pancia....lo trovo un istinto primordiale. E anche se io sono privilegiata perchè la pancia l'ho già vissuta...in ogni caso non sarebbe un salto così facile rinunciare e non viverla ed accogliere come mamma un bambino che non è passato dalla mia pancia,e che magari è già grande.Poi un certo che lo amerei con tutto il mio cuore....ma non sarebbe una cosa così automatica.
Io penso molto che dipenda anche tanto dal proprio sentire...siamo tutte diverse. Dipende molto secondo me da quanto una persona desideri di vivere o rivivere la gravidanza o solo di avere il bambino tra le braccia. Io  desidero il pacchetto completo...quindi di sicuro non mi accanirò...ma non ci rinuncio neanche a priori .
avatar
sea

Numero di messaggi : 5461
Età : 40
Data d'iscrizione : 19.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Adozione

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 2 di 3 Precedente  1, 2, 3  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum