Vita da mamme: come cambia la vita dopo un figlio?

Pagina 3 di 6 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6  Seguente

Andare in basso

Re: Vita da mamme: come cambia la vita dopo un figlio?

Messaggio Da Elisina il Mer Apr 01, 2009 1:03 pm

Ed io pure, Sea, quoto in pieno.
Anch'io che ho lavorato da sempre con i bimbi, stavolta ho deciso di privilegiare il mio. Non c'è nido o nonna che tenga, specialmente i primi anni i bimbi hanno bisogno dei genitori, della mamma presente.
Al di là delle esigenze lavorative, una ridimensionata ci vuole, proprio come punto di partenza.
Le cose poi non vanno sempre come da copione, i bimbi non sono pacchettini che attendono ardentemente di essere parcheggiati di qui e di là: i bimbi piangono, si ammalano e chiamano mamma tutta la notte (e non gli interessa se la mattina la gran manager deve alzarsi presto), i bimbi si svegliano mille volte perchè di giorno la mamma l'hanno vista poco, oppure digiunano, oppure non si inseriscono ai nidi vari....
Sono esseri diversi da noi, che necessitano di cure, di tempo, di dedizione e pazienza.
Questo non significa annullarsi!!!
Noi almeno una volta alla settimana usciamo soli. Se non ci sono soldi si mangia la pizza al taglio e si chiacchiera su una panchina, ma solo io e mio marito. E Diego ce lo portiamo dappertutto, è troppo bello uscire tutti insieme!
Non ci sono solo rinunce da fare! C'è tanto di quell'amore, anche nei momenti di sclero, che non passa mai per la testa che non ne valga la pena!
avatar
Elisina

Numero di messaggi : 8702
Età : 41
Data d'iscrizione : 22.05.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Vita da mamme: come cambia la vita dopo un figlio?

Messaggio Da Biancospino il Mer Apr 01, 2009 2:15 pm

Io come ho già scritto sono convinta che sia possibile conciliare tutto.

E' una cosa che in qualche modo l'uomo ha sempre fatto, e oggi è ora che entrambi ci si ridimensioni, cioè che entrambi ci si occupi della famiglia in modo che entrambi si possa dedicarsi "anche" alla carriera, se lo si vuole.

Sono scelte, e non credo sia il caso di demonizzare una donna che vuole essere una "gran manager". D'altra parte, per diventare manager la strada è dura e irta di difficoltà, e certo al di là dei figli non tutte la possono intraprendere. Chi ha l'indole di fare la manager o di aprire e gestire un bar o un negozio, ecco questa donna a mio avviso saprà conciliare, se lo vuole, le sue aspirazioni, con il tempo da passare con i figli.

D'altro canto, e parlo per me, immaginarmi a passare una giornata in un nido mi fa salire un'ansia che non vi dico; è un lavoro che non avrei mai fatto. Certamente sarà diverso con i miei di figli, quando ne avrò; e certamente sarà bello uscire tutti insieme, e vederli crescere. Ma non credo affatto che perchè crescano bene io debba passare con loro 8 ore al giorno. Non si tratta solo di delegare; sarà che, come ho già scritto, io sono figlia di una mamma che ha lavorato tutti i giorni tutto il giorno, e non mi ha fatto mancare nulla, quindi nella madre che lavora, e tanto anche, io la tragedia che leggo qui non la vedo. L'importante è che il clima familiare sia sereno, che i genitori si amino, e che entrambi si riescano a realizzare per le loro aspirazioni.
avatar
Biancospino

Numero di messaggi : 502
Età : 40
Data d'iscrizione : 18.05.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Vita da mamme: come cambia la vita dopo un figlio?

Messaggio Da Biancospino il Mer Apr 01, 2009 2:24 pm

e aggiungo, che con certi ragioonamenti, una donna chirurgo, o una donna pilota di aereo, o una donna dirigente di banca, o una donna odontoiatra, ecco queste donne non potrebbero essere nemmeno in potenza buone madri.

Ed è palesemente falso.
avatar
Biancospino

Numero di messaggi : 502
Età : 40
Data d'iscrizione : 18.05.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Vita da mamme: come cambia la vita dopo un figlio?

Messaggio Da pippi_ci il Mer Apr 01, 2009 2:30 pm

Biancospino ha scritto:e aggiungo, che con certi ragioonamenti, una donna chirurgo, o una donna pilota di aereo, o una donna dirigente di banca, o una donna odontoiatra, ecco queste donne non potrebbero essere nemmeno in potenza buone madri.

BS hai citato categorie professionali che... quasi a farlo apposta hanno PER LEGGE di maternità fino ai due anni per il bimbo.... il medico addirittura forse qualcosa in più...
Sfido qualunque donna (non del settore pubblico), ma del settore privato a prendersi due anni di aspettativa...
Se sei la manager, adesso io cito quella, ma si potrebbe fare il discorso su qualunque tipo di dirigente/funzionario di una azienda privata, sai cosa trovi al tuo rientro dopo due anni di aspettativa (sempre se la puoi prendere da contratto..)? Bè forse nemmeno più la scrivania...
avatar
pippi_ci

Numero di messaggi : 3279
Età : 35
Data d'iscrizione : 03.12.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Vita da mamme: come cambia la vita dopo un figlio?

Messaggio Da pippi_ci il Mer Apr 01, 2009 2:47 pm

Biancospino ha scritto: Chi ha l'indole di fare la manager o di aprire e gestire un bar o un negozio, ecco questa donna a mio avviso saprà conciliare, se lo vuole, le sue aspirazioni, con il tempo da passare con i figli.

Da fuori, quando i figli non li hai sembra sempre tutto così semplice...
Ma per una donna che voglia continuare a fare carriera, che sia imprenditrice o altro non penso sia poi tuto così rose e fiori.
Io credo che mia mamma volesse più di ogni altra cosa passare del tempo con me, ma allora quando davvero la scelta era o il lavoro o il salto del pasto... ha dovuto scegliere.
E per un commerciante non esistono ferie, sabati, domeniche, festivi, ecc... E' una scelta di vita che comporta una serie di sacrifici enormi, anche fisici. Lei amava moltissimo il suo lavoro e nemmeno per un momento ho pensato che volesse mettere davanti a me le sue aspirazioni. La priorità era mettere un piatto in tavola tutti i giorni!
Io so bene che quando deciderò di avere figli questo significherà probabilmente... niente più viaggi, meno tempo passato in ufficio, forse meno responsabilità e meno stipendio. Ma cerco di godermi ciò che mi sto costruendo ora sul lavoro pensando a ORA.
Sono sempre stata convinta... molto poeticamente... che quando terrò tra le braccia mio figlio... ma che vadano a quel paese viaggi, lavoro e soldi...

Infine vorrei dire che io sono sempre stata all'asilo tutta la giornata. Dalla mattina alla sera. Ma non c'era alternativa, come ho già ampiamente spiegato.
Io sono dell'opinione che ci sia una buona via di mezzo. I bimbi devono stare con i bimbi. Perchè imparano pian piano a stare al mondo. Imparano come gira il mondo. Imparano a confrontarsi con gli altri, a definire la loro personalità, a diventare forti, grandi e svegli.
In assenza di problemi di tipo economico, io penso che la mezza giornata sia l'ideale. Ma sia l'ideale sia per la mamma/papà che per il bimbo.
avatar
pippi_ci

Numero di messaggi : 3279
Età : 35
Data d'iscrizione : 03.12.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Vita da mamme: come cambia la vita dopo un figlio?

Messaggio Da Mannaggia il Mer Apr 01, 2009 2:49 pm

Biancospino ha scritto:Io come ho già scritto sono convinta che sia possibile conciliare tutto.

E' una cosa che in qualche modo l'uomo ha sempre fatto, e oggi è ora che entrambi ci si ridimensioni, cioè che entrambi ci si occupi della famiglia in modo che entrambi si possa dedicarsi "anche" alla carriera, se lo si vuole.

Sono scelte, e non credo sia il caso di demonizzare una donna che vuole essere una "gran manager". .

nessuno demonizza BS...ma credo almeno qui fra noi si debba essere realiste....è utopistico pensare di fare la manager ed avere una famiglia perfetta....oggi le donne fanno tutto o meglio quasi.....ma guarda gli adolescenti / bambini che ci sono in giro....guardali bene....ti piacciono??? a me no...e se sono così....è in gran parte, perchè sono estremamente soli ed abbandonati a loro stessi....non si può avere la botte piena e la moglie ubriaca....è un dato di fatto questo..
avatar
Mannaggia

Numero di messaggi : 616
Età : 37
Località : Lecco
Data d'iscrizione : 13.10.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Vita da mamme: come cambia la vita dopo un figlio?

Messaggio Da Ellyy il Mer Apr 01, 2009 2:52 pm

Quoto BGT ed Elisina.
Le scelte vanno fatte...ad ognuno le proprie.
avatar
Ellyy

Numero di messaggi : 2159
Età : 40
Località : Cento (FE)
Data d'iscrizione : 31.01.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Vita da mamme: come cambia la vita dopo un figlio?

Messaggio Da Elisina il Mer Apr 01, 2009 2:53 pm

Nessuno parla di stare tutto il giorno appiccicati al bambino; anch'io lavoro, anch'io sto cercando di farmi conoscere (sono anche in una città nuova), anch'io ho lauree, aspettative e sogni.
Ma ho dovuto fare i conti con la realtà, con gli aiuti che avevo, coi bisogni di mio figlio.
E ti assicuro ch è tutto molto diverso da come lo immaginavo, sai?

A te BS auguro che tutto quello che speri si avveri. Che tutto torni e si incastri alla perfezione. So anche che dato che sei una donna molto intelligente, saprai adeguarti a quella che sarà la tua, di realtà, una volta che sarai madre (e magari rileggerai questo post.. sorridendo)
avatar
Elisina

Numero di messaggi : 8702
Età : 41
Data d'iscrizione : 22.05.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Vita da mamme: come cambia la vita dopo un figlio?

Messaggio Da pippi_ci il Mer Apr 01, 2009 2:56 pm

Elisina ha scritto:E ti assicuro ch è tutto molto diverso da come lo immaginavo, sai?

Si secondo me quando ci si trova con un frugoletto urlante e magari pieno di cacca... che è uscito fuori non si sa bene come e se non bastasse pure privo di manuale delle istruzioni... bè... molte convinzioni vanno proprio a farsi benedire!


Ultima modifica di pippi_ci il Mer Apr 01, 2009 3:25 pm, modificato 1 volta
avatar
pippi_ci

Numero di messaggi : 3279
Età : 35
Data d'iscrizione : 03.12.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Vita da mamme: come cambia la vita dopo un figlio?

Messaggio Da buongiornoatutti il Mer Apr 01, 2009 3:24 pm

pippi_ci ha scritto: molte convinzioni vanno proprio a farsi benedire!


qui noi mamme e non mamme abbiamo riportato esperienze, aspirazioni, desideri, punti di vista e quanto altro, ma è nei fatti che poi si arriva al succo della questione. E la frase di pippi è calzante
Si parte con delle idee sul da farsi e sul dirsi ma poi è strada facendo che si devono conciliare le esigenze familiari con quelle personali. E nel trovare un equilibrio ciascuna di noi scenderà inevitabilmente a dei compromessi
avatar
buongiornoatutti

Numero di messaggi : 951
Età : 39
Data d'iscrizione : 16.06.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Vita da mamme: come cambia la vita dopo un figlio?

Messaggio Da Elisina il Mer Apr 01, 2009 3:36 pm

E' proprio così, Bgat
avatar
Elisina

Numero di messaggi : 8702
Età : 41
Data d'iscrizione : 22.05.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Vita da mamme: come cambia la vita dopo un figlio?

Messaggio Da raffina il Mer Apr 01, 2009 6:07 pm

Biancospino ha scritto:
Ma non credo affatto che perchè crescano bene io debba passare con loro 8 ore al giorno.

...dovrebbe essere un piacere e non un dovere secondo me....comunque,soprattutto quando sono piccoli, hanno BISOGNO della mamma visto che fino ai 6 mesi "ciucciano"!!

penso anche io come pippi
pippi_ci ha scritto:In assenza di problemi di tipo economico, io penso che la mezza giornata sia l'ideale. Ma sia l'ideale sia per la mamma/papà che per il bimbo.

Mannaggia ha scritto:
nessuno demonizza BS...ma credo almeno qui fra noi si debba essere realiste....è utopistico pensare di fare la manager ed avere una famiglia perfetta....oggi le donne fanno tutto o meglio quasi.....ma guarda gli adolescenti / bambini che ci sono in giro....guardali bene....ti piacciono??? a me no...e se sono così....è in gran parte, perchè sono estremamente soli ed abbandonati a loro stessi....non si può avere la botte piena e la moglie ubriaca....è un dato di fatto questo..
MI HAI TOLTO LE PAROLE DI BOCCA!!I bambini e gli adolescenti vanno seguiti in tutto, non basta metterli al mondo. E secondo me chi meglio della madre può farlo?Degli anziani.......?non credo. Con questo non voglio mica dire che una madre non debba lavorare però forse prima di diventarlo ci deve riflettere un po' su.
avatar
raffina

Numero di messaggi : 1067
Età : 39
Data d'iscrizione : 26.04.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Vita da mamme: come cambia la vita dopo un figlio?

Messaggio Da Panicqueen il Mer Apr 01, 2009 6:26 pm

Vorrei spendere una parola per riflettere anche sul concetto di "qualità", oltre che di "quantità". Non importa passare 8 ore al giorno con il figlio, se il tempo che si spende è significativo, utile per il bambino per farsi sentire accolto nei suoi bisogni e creare un legame (attraverso attività e tempo insieme).

Inoltre oggi è un dato noto in letteratura che la mamma non è l'unica con cui il bambino puo' formare un legame di attaccamento, e che anzi sono favoriti gli attaccamenti multipli, quindi ben venga la pluralità di figure allevanti, purché, appunto, di qualità, cioè responsive nei confronti del bambino, che sappiano garantire la sicurezza.

_________________
Jessica Borgogni
Fertility Educator e Coach dei Cicli di Vita
Metodo Ladyfertility® per la contraccezione naturale sicura, ricerca di gravidanza, conoscenza della fertilità e...molto altro ancora!

Novità! Entra nel GRUPPO Facebook di Ladyfertility per informazioni, curiosità e domande!
Clicca Mi piace sulla PAGINA Facebook per restare sempre aggiornata!

avatar
Panicqueen
Admin

Numero di messaggi : 32117
Età : 34
Data d'iscrizione : 12.04.08

Visualizza il profilo http://www.ladyfertility.it

Torna in alto Andare in basso

Re: Vita da mamme: come cambia la vita dopo un figlio?

Messaggio Da sea il Mer Apr 01, 2009 6:36 pm

Si Pq, è vero quello che scrivi però io ti parlo concretamente della mia esperienza. Al nido c'è una bimba che si è affezionata tantissimo a me, in modo quasi morboso direi, infatti faccio quasi fatica a gestire gli altri...ma mi rendo conto che questo attaccamento non è normale e credo che lei abbia un bisogno disperato di qualcuno che stia con lei, di qualcuno che NON SE NE VADA. Quando i genitori la portano all'asilo non ti immagini quanto piange, quanto si dispera..e lei vive tutta la mattina nell'ansia che anche io possa andarmene ( ti giuro che non riesco neanche ad andare al bagno ).
Ecco, io penso che i bambini non siano delle macchinette, che ci sono i bimbi che capiscono e quelli che invece hanno bisogno anche della quantità e non solo della qualità...sopratutto quando sono molto piccoli
avatar
sea

Numero di messaggi : 5451
Età : 41
Data d'iscrizione : 19.04.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Vita da mamme: come cambia la vita dopo un figlio?

Messaggio Da raffina il Mer Apr 01, 2009 6:37 pm

certo la qualità è importante su questo non ci piove!!
Però vorrei fare una domanda e cioè: cosa spinge una donna a fare 1 o + figli quando già sa, prima di partorirli, che le sue esigenze sono altre?. Cioè se una aspira alla carriera (non intendo un lavoro qualsiasi ma uno con grandi prospettive) e sa che la maggior parte della giornata (dalle 8 del mattino alle 7 di sera) la passerà sul luogo di lavoro. E' questo che non capisco. Non parlo di "incidenti di percsorso" .....
Sarà forse che sono di vedute ristrette :roll: ma io non capisco.....
avatar
raffina

Numero di messaggi : 1067
Età : 39
Data d'iscrizione : 26.04.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Vita da mamme: come cambia la vita dopo un figlio?

Messaggio Da Panicqueen il Mer Apr 01, 2009 6:48 pm

sea ha scritto:Ecco, io penso che i bambini non siano delle macchinette, che ci sono i bimbi che capiscono e quelli che invece hanno bisogno anche della quantità e non solo della qualità...sopratutto quando sono molto piccoli
Certo, poi non tutti hanno le stesse esigenze, e quello un genitore che ha piu' alternative, dovrebbe tenerlo in considerazione.
Pero' francamente, io non ho mai conosciuto genitori che avessero delle alternative: dove sono cresciuta io, tutti i genitori dovevano lavorare a tempo pieno, perché "pensare alla famiglia per prima cosa", in quell'ambiente significava solo lavorare tutto il giorno per garantire stabilità economica.

A me piacerebbe tanto poter stare a casa con i figli un domani, ma mi chiedo se questo sarà veramente possibile. E non parlo di aspirazioni a carriere particolari, penso solo se ci sarà la possibilità di rinunciare ad ore di lavoro. Certo, lo spero..

_________________
Jessica Borgogni
Fertility Educator e Coach dei Cicli di Vita
Metodo Ladyfertility® per la contraccezione naturale sicura, ricerca di gravidanza, conoscenza della fertilità e...molto altro ancora!

Novità! Entra nel GRUPPO Facebook di Ladyfertility per informazioni, curiosità e domande!
Clicca Mi piace sulla PAGINA Facebook per restare sempre aggiornata!

avatar
Panicqueen
Admin

Numero di messaggi : 32117
Età : 34
Data d'iscrizione : 12.04.08

Visualizza il profilo http://www.ladyfertility.it

Torna in alto Andare in basso

Re: Vita da mamme: come cambia la vita dopo un figlio?

Messaggio Da pippi_ci il Mer Apr 01, 2009 7:09 pm

Si PQ, ma concorderai con me che c'è lavoro e lavoro. Una lavoro impiegatizio o x esempio in fabbrica (lungi da me dal scriditarli!) nella maggior parte dei casi comporta un'entrata la mattina tra le 8 e le 9 e un'uscita la sera tra le 5 e le 6. Questo vuol dire che la mattina avresti tempo di preparare e portare a scuola il pargolo e la sera avresti 3-4 ore prima della nanna per stare in sua compagnia.
Un lavoro con delle responsabilità o di tipo imprenditoriale, comporta la totale assenza di orari, di festività, di weekend talvolta, magari la necessità di trasferte.... Significa uscire di casa la mattina alle 7 e mezza e non avere una vaga idea dell'orario di rientro...
E un bambino non è un cane... che lo parcheggi dai nonni o con la babysitter. La giornata non è fatta di 72 ore. E' fatta di 24. Non si può fare ed avere tutto.
Io augurerei a qualunque donna una giornata lunga il doppio per poter realizzare anche le proprie aspirazioni personali nel campo lavorativo... ma penso anche che nel momento in cui SI DECIDE di avere un figlio si deve anche comprendere nel pacchetto all inclusive che comporta la parziale rinuncia alle proprie aspirazioni personali, la assoluta necessità di dare a lui il posto principale nella scala delle priorità.
Io veramente auguro con tutto il cuore a BS di poter fare tutto.
Ma seriamente... ho la vaga impressione che quando ci si ritrova con un fagottino urlante, che chiede la tetta ogni 2 ore, la notte magari non dorme perchè ha le coliche prima e i denti poi, gli ormoni del parto in circolo, una casa che vola piena di pannolini, succhiotti, biberon, giocattolini, carrozzina-passeggino-ovetto... bè... solo allora si decide di ridimensionare la questione lavorativa... per amore o per forza...
E non lo dico per spaventare nessuno... ma perchè credo che un figlio sia UN FIGLIO... e meriti di stare il più possibile con i propri genitori.
avatar
pippi_ci

Numero di messaggi : 3279
Età : 35
Data d'iscrizione : 03.12.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Vita da mamme: come cambia la vita dopo un figlio?

Messaggio Da babymommy il Mer Apr 01, 2009 8:18 pm

bellissime parole pippi...

una considerazione (che qua e là è stata accennata); un figlio è qualcosa di più di un "intermezzo" nella vita di due persone (del tipo; "mi faccio una pausa di 9 mesi dal lavoro, faccio un figlio e poi torno al lavoro...")

non credo che sia rispettoso fare un figlio perchè l'orologio biologico ticchetta, o perchè stiamo superando i 35 o per "completare il curriculum personale"...

credo che un figlio sia semplicemente il frutto dell'amore di due persone.

si può/deve "programmare"?

non saprei.

di primo acchitto direi di no, anche se ci sono cose di cui bisogna ovviamente tenere conto (salute, stabilità affettiva/economica -anche se più relativamente...- ecc); di questo è prova il fatto che spesso il desiderio di maternità esplode all'improvviso, e talvolta anche in donne fino a quel momento dubbiose o persino contrarie...

è la meraviglia della vita, e dell'amore.

non abbiate paura: arriverà per tutte quel momento...

un figlio è una grossissima, immensa incognita.... nessuno, per quanto preparato, è pronto allo sconvolgimento che esso comporta! e volerlo tenere "imbrigliato" in un segmento organizzato della nostra vita è davvero difficile, come dicono le mamme qui presenti...perchè l'inghippo salta fuori ad ogni istante!

un bimbo si ammala, piange, defeca, vomita, si sveglia, urla sempre agli orari meno opportuni e nelle situazioni meno convenienti... e non è affatto facile "programmare" qualcosa in tali situazioni!
...e badate bene che non si tratta solo dei primi 36 mesi.....
quando ero giovane (sic! ) credevo che una volta cresciuti i bimbi mi avrebbero dato meno grattacapi...in un certo senso è così...ma in un certo altro senso non è affatto vero.

come i bimbi, anche i problemi evolvono, crescono con loro.... si cambiano e mutano aspetto...

ma allora, come si fa?
eh, si impara a capire che quel figlio non è solo un "tassello" della tua vita, ma è la tua vita stessa... e che a un figlio non servono tanti i soldi del tuo stipendio, quanto del buon tempo con sua madre e suo padre....
avatar
babymommy

Numero di messaggi : 1424
Data d'iscrizione : 15.04.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Vita da mamme: come cambia la vita dopo un figlio?

Messaggio Da pippi_ci il Mer Apr 01, 2009 8:25 pm

babymommy ha scritto:bellissime parole pippi...

Non sono solo mie BM... (Elisina docet... )

Per il resto, come sempre grazie per le tue parole meravigliose e piene di meraviglioso amore e buon senso.... mi sono un po' commossa...
avatar
pippi_ci

Numero di messaggi : 3279
Età : 35
Data d'iscrizione : 03.12.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Vita da mamme: come cambia la vita dopo un figlio?

Messaggio Da ranavalentina il Mer Apr 01, 2009 8:42 pm

Anch'io concordo con la maggioranza, e anch'io come pippi ho una mamma che ha sempre lavorato tanto, tutti i gg e a volte anche la domenica (è farmacista), è grazie al suo lavoro se mi sono sempre potuta permettere tante cose ma sinceramente mi è mancata tanto, per fortuna oltre ai nonni ho avuto anche gli zii che erano un po'più liberi e che potevano spendere dei pomeriggi a giocare, dipingere, cucinare, ritagliare e chi più ne ha più ne metta con me e i mie cugini, però queste cose con mia mamma non le ho mai potute fare (e poveretta, certo che alle sette e mezza di sera non aveva voglia di mettersi a colorare con me..), e mi sono mancate, io coi miei figli questo tempo lo vorrei trovare..
avatar
ranavalentina

Numero di messaggi : 4585
Età : 35
Località : Liguria/Lombardia
Data d'iscrizione : 27.05.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Vita da mamme: come cambia la vita dopo un figlio?

Messaggio Da Biancospino il Gio Apr 02, 2009 8:41 am

ragazze che dire, io ho avuto modelli diversi, e sono gli unici che ho visto e per questo sento miei. Nessuno dei miei amici figli di donne manager o professioniste sono delinquenti, anzi, tutti affermati professionisti a loro volta e molto per bene.

infine...2 anni senza lavorare...un autentico incubo, per me.

Edito per aggiungere che i ragazzini di oggi non sono così per via di madri assenti. Questa è una classica argomentazione dei maschietti che vogliono la moglie a casa, "munifica, lanifica, univira", come dicevano i latini.
I ragazzini di oggi sono figli di un accesso indiscriminato a contenuti che non dovrebbero vedere, perchè se l'informazione è un valore, vero è che deve essere opportunamente filtrata a seconda dell'utenza. Sono i contenuti, violenti, volgari, immediatamente disponibili a chiunque, anche a un bambino, a rendere questi bambini dei "non bambini". Il mio ragazzo mi dice spesso che un tempo, per avere un giornale porno, un ragazzino doveva andare di nascosto dal giornalaio e lo faceva con le gambe tremanti, adesso apre internet comodamente a casa sua e scarica di tutto.
Per non parlare dei mezzi di comunicazione veri e propri; io da bambina per telefonare a un compagno di scuola chiedevo il permesso di usare il telefono, adesso tutti i bambini alle elementari hanno un telefonino, e nascosti nella loro camera, senza alcun confronto diretto, scrivono di tutto senza vergogna. Sono rari, i bambini timidi. E lo dico passando di fronte ogni giorno alla mia scuola elementare, dove io entravo timida ed educata con la divisa (giacca blu, camicia azzurra, gonna scozzese, scarpe scure) e oggi vedo questi ragazzini con addosso una divisa molto simile ma addosso a loro, con i loro sguardi strafottenti, ridicola.

E' la società che è cambiata, è una società fatta su misura per i trentenni in carriera, che non considera e non tutela il mondo dei piccoli. Basterebbe che i genitori, entrambi, fossero più genitori e meno "amici dei figli", e che la società, la scuola, seguisse lo stesso criterio, minimizzando la violenza in tv e su internet, per avere figli più educati.

Ma è ovvio che genitori che apprezzano certi contenuti (ed evidentemente sono i più...altrimenti, non se ne spiega il proliferare...è la legge del mercato) non possono coniderarli così male per i loro figli, e magari si rallegrano di constatare di avere figli "svegli".

Forse non trascorrerò le mie giornate con i miei figli, ma metterò tutto il mio impegno per educarli come ritengo giusto, e sono certa che la mela alla fine non cade tanto lontano dal melo.


Ultima modifica di Biancospino il Gio Apr 02, 2009 9:01 am, modificato 1 volta
avatar
Biancospino

Numero di messaggi : 502
Età : 40
Data d'iscrizione : 18.05.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Vita da mamme: come cambia la vita dopo un figlio?

Messaggio Da Mannaggia il Gio Apr 02, 2009 8:54 am

Biancospino ha scritto: Nessuno dei miei amici figli di donne manager o professioniste sono delinquenti, anzi, tutti affermati professionisti a loro volta e molto per bene.

infine...2 anni senza lavorare...un autentico incubo, per me.

Bs, nessuno qui ha affermato che tutti gli adolescenti di oggi sono delinquenti....ma disagiati, molto disagiati quello si, ed è innegabile...cercano legami in un mondo virtuale, hanno problemi di accettazione verso se e vesro gli altri.....i nonni purtroppo non sono così all'avanguardia per affrotnare problemi che i loro stessi figli nemmeno sognavano....è un "gap generazionale".....

fermo restando che molto spesso lavorare è d'obbligo per poter molto metaforicamente "portare a casa la pagnotta"....io credo si debba trovare un giusto compromesso....ecco tutto
avatar
Mannaggia

Numero di messaggi : 616
Età : 37
Località : Lecco
Data d'iscrizione : 13.10.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Vita da mamme: come cambia la vita dopo un figlio?

Messaggio Da ranavalentina il Gio Apr 02, 2009 9:04 am

Comunque neanch'io sono una delinquente ovviamente il fatto che mia mamma abbia lavorato tanto non significa che non mi abbia trasmesso dei valori e che non mi abbia educata, significa che sono cresciuta bene lo stesso ma magari un po'più triste o con qualche insicurezza in più..però dipende sempre dal carattere del bambino/ragazzino, c'è anche chi di questa mancanza ne può risentire in modo diverso e prendere strade più pericolose..
avatar
ranavalentina

Numero di messaggi : 4585
Età : 35
Località : Liguria/Lombardia
Data d'iscrizione : 27.05.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Vita da mamme: come cambia la vita dopo un figlio?

Messaggio Da pippi_ci il Gio Apr 02, 2009 9:10 am

Biancospino ha scritto:infine...2 anni senza lavorare...un autentico incubo, per me.

I due anni si riferivano alla aspettativa obbligatoria per le categorie da te citate.
Una donna medico che ha un figlio NON PUO' (giustamente) andare a lavorare dal giorno stesso in cui viene a conoscenza della gravidanza fino a che il figlio non ha compiuto almeno 6 mesi mi pare... e può prendersi di facoltativa fino ai 18 mesi del pargolo. Idem per le donne pilota.

Nella categoria in cui lavori tu, che immagino sia un lavoro inquadrabile come impiegatizio, puoi stare a casa i due mesi prima o i tre dopo e poi tornare o ancora il mese prima o i 4 dopo. Totale assenza obbligatoria dal lavoro 5 mesi. Tornata di spettano le classiche due ore di allattamento al giorno che puoi gestire come vuoi fino al compimento dell'anno di vita del bimbo.
Chiaramente il ritorno quando il pargolo ha 3 mesi di vita, se allatti al seno, comporta la sospensione del latte materno e la sostituzione con quello artificiale. Quindi lo potrà allattare chiunque.
avatar
pippi_ci

Numero di messaggi : 3279
Età : 35
Data d'iscrizione : 03.12.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Vita da mamme: come cambia la vita dopo un figlio?

Messaggio Da ranavalentina il Gio Apr 02, 2009 9:15 am

Ma pippi io non credo che durante la gravidanza non si possa lavorare in ospedale, forse è un discorso che vale x i chirurghi ma io in medicina di dottoresse col pancione ne ho già viste I love you
avatar
ranavalentina

Numero di messaggi : 4585
Età : 35
Località : Liguria/Lombardia
Data d'iscrizione : 27.05.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Vita da mamme: come cambia la vita dopo un figlio?

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 3 di 6 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6  Seguente

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum